Nestlè attaccata da Greenpeace.

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Selvaggia60
00Tuesday, April 6, 2010 2:34 PM
Nestlé attaccata da Greenpeace: il Kit Kat contribuisce a estinguere gli oranghi e la foresta pluviale

Nestlé attaccata da Greenpeace: il Kit Kat contribuisce a estinguere gli oranghi e la foresta pluviale


Greenpeace continua la sua denuncia verso quelle aziende, organizzazioni, persone o prodotti che con il loro agire danneggiano l’ecosistema e l’ambiente. Questa volta è toccato al famoso snack della Nestlé: il Kit Kat. Alzi la mano chi non ha mai assaggiato la barretta di gustoso cioccolato al latte ed emulato la pubblicità nello staccare i bastoncini ad uno ad uno per dividerli con qualcun altro.

Niente da dire sulla qualità del prodotto ma, purtroppo, qualcosa di “latente” si ha nella produzione dello stesso: nei suoi spot, Nestlé invita a fare un break, mangiando un Kit Kat ma ogni volta che si da un morso - senza saperlo – si prende a morsi un pezzo di foresta e si contribuisce all’estinzione degli ultimi oranghi.

Nestlé, infatti, acquista olio di palma da aziende che stanno devastando la foresta pluviale indonesiana e minacciando la sopravvivenza delle popolazioni locali e degli oranghi.

L’organizzazione mondiale a tutela dell’ambiente ha lanciato una campagna internazionale sul web

per chiedere a Nestlé di non acquistare mai più olio di palma dal “campione” della deforestazione Sinar Mas. In migliaia hanno già partecipato in tutto il mondo e, in poche ore dal lancio, Nestlé ha dichiarato pubblicamente l’intenzione di cancellare i propri contratti con Sinar Mas. Un palliativo per soffocare la mediatizzazione dell’evento poichè di fatto continuerà a utilizzare olio di palma di Sinar Mas, acquistandolo da aziende terze come Cargill.
Nestlé, inoltre, intrattiene accordi commerciali anche con la multinazionale della carta Asian Pulp and Paper (APP) che è una società sussidiaria proprio di Sinar Mas. Anche APP ha la “cattiva abitudine” di distruggere le foreste per sostituirle con piantagioni intensive da cui si ricava carta che Nestlè utilizza per il packaging dei prodotti.
Greanpeace esorta a “concedere un break anche agli oranghi e alle foreste indonesiane” e incita di consumatori e gli ambientalisti a intraprendere una serie di azioni quali:

1.Scrivere subito all’amministratore delegato di Nestlé
2.Chiamare il servizio sostenitori Nestlé

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:23 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com