NBA Europe Live Tour

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Tommychaos
00Sunday, October 8, 2006 3:15 PM
Non è ancora finito il tour promozionale della NBA in Europa, ma si possono già tirare le prime conclusioni. Sì, perchè un evento considerato quasi impossibile solo 2-3 anni fa è accaduto 2 volte in 3 giorni: due squadre europee hanno battuto due squadre NBA. E stavolta non possono più propinarci la solfa che i giocatori USA non sono abituati alle regole FIBA: si è giocato con le regole NBA e con le distanze NBA. L'unico pseudo-alibi che possono trovare è la differenza di condizione: gli americani hanno appena iniziato la preparazione mentre in Europa ormai tutti hanno iniziato il campionato o sono prossimi a farlo (tra l'altro oggi la Benetton ha perso a sorpresa contro Cantù, dove gioca uno che si chiama Michael Jordan, nome discretamente scomodo da portare se giochi a basket [SM=g27964] [SM=g27964] ). Però i Philadelphia 76ers hanno perso contro il Barcelona, mentre i Los Angeles Clippers ne hanno presi 19 dal CSKA Mosca (ok il muro è crollato ma fa ridere pensare che l'ex squadra dell'armata rossa ha battuto una squadra di LA). C'è chi dirà che i Sixers non sono una squadra di primissimo livello perchè l'anno scorso non sono andati ai playoffs, ma Iverson, Iguodala e Webber dove li mettiamo? Inoltre il Barça veniva da tre sconfitte di fila (di cui una a -24 contro il Tau), quindi non è che fossero molto in forma. Come se non bastasse, il CSKA ha letteralmente demolito i Clippers: per chi non seguisse la NBA da qualche anno, i Clippers non sono più la barzelletta della lega, l'anno scorso sono andati ai playoffs, hanno passato il turno contro i Nuggets di Carmelo Anthony e hanno portato a gara 7 i Phoenix Suns dell'MVP Steve Nash. E non venitemi a dire che la partita non era sentita: chi ha seguito queste due partite (nelle altre le squadre europee impegnate non erano proprio di primissimo livello...) avrà sicuramente notato che nessuno voleva perdere e che si è giocato con un agonismo non solo da partita vera, ma da partita importante. La verità ormai è innegabile: le migliori 4-5 squadre d'Europa possono giocarsela alla pari con le migliori squadre NBA, un gap che fino a un paio di anni fa sembrava abissale ormai è colmato. Merito anche degli americani che giocano in Europa, questo è innegabile (il CSKA non avrebbe vinto l'Eurolega senza Vanterpool e Langdon come il Maccabi senza Parker e Baston non avrebbe vinto le due precedenti ecc...), ma come si è visto nelle competizioni internazionali anche i giocatori non-USA (vanno inclusi anche argentini e gli emergenti africani e brasiliani) ormai in qualsiasi campionato possono diventare delle stelle. All'ultimo All-star game dell'NBA la squadra dell'ovest aveva 6 giocatori su 12 non-USA (un canadese, uno delle Isole Vergini, un tedesco, uno spagnolo, un cinese, un franco-belga), la prima scelta dell'ultimo draft era un italiano (VAI MAGO!!), un tedesco è andato vicinissimo a vincere il titolo di MVP quest'anno e questo riconoscimento è andato per la seconda volta consecutiva ad un canadese.
La domanda sorge spontanea: che senso ha questo topic? Nessuno. Però ormai sono lanciato sul basket nel forum allora ci tenevo anche a condividere con voi queste mie riflessioni. No, forse c'è un senso: pare che finalmente il mondo intero abbia capito quanto è bello lo sport della palla a spicchi.
Ispettore Jonnon
00Monday, October 9, 2006 10:03 AM
FANTA NBA
Finalmente l'NBA, il mio passatempo preferito!
Non seguo il basket italiano, ma sono un malato di NBA. In questo sono più filoamericano della moglie di Ferrara, se possibile.
Il ragionamento di Tommy non fa una piega, ma questa linea di tendenza si era già delineata con le ultime competizioni per nazionali, dove gli Stati Uniti hanno regolarmente deluso.
Detto ciò non riesco a guardarmi una partita intera di basket europeo, mentre conto i giorni che mi separano dalla prima palla a due americana (31 ottobre). Sarà perché là il basket non è solo sport, ma anche e soprattutto spettacolo, sarà perché vado pazzo per Nba2K6, mentre videogiochi di basket italiano non ne esistono, sarà perché devo inconsciamente compensare l'antiamericanismo che coltivo in molti altri campi.
Bo. Comunque volevo proporre a tutti i fantacalcettari un torneo di fanta-nba.
Come funziona? Basta utilizzare il sito ufficiale della nba. Uno può creare gratuitamente la propria lega privata, impostando il numero di squadre che parteciperanno e un codice che gli amici dovranno digitare per farne parte. Il sistema è tutto automatico, pensa a tutto il sito nba.
La figata è il fanta-draft. Si imposta un giorno e un ora in cui tutti i contendenti dovranno essere connessi. A quel punto una squadra a caso avrà la prima scelta e prenderà un giocatore fortissimo, poi via via tutte le squadre sceglieranno il loro primo elemento. Al secondo giro si inverte l'ordine e chi ha scelto per ultimo sceglie per primo e avanti così per 14 giri.
E se uno non è connesso al momento del draft? L'nba ha pensato anche a questo. In ogni momento, prima del draft, ognuno può mettere in fila tutti i giocatori nba, da quello che gli interessa di più a quello che gli interessa meno. Al momento della scelta il computer gli prenderà in automatico il giocatore ancora libero più in alto nella lista.
Il calcolo del punteggio è abbastanza complesso, ma tutto automatizzato. Funziona a scontri diretti e anche se uno può prendersi tipo 14 centri o 14 play, conviene differenziare i ruoli, per dei vari bonus nel calcolo dei punti.
Insomma, trovate tutto su
ufc.nba.com/signup/nba/nba_commish_choose_prod.asp

Ah, dimenticavo un altro motivo fondamentale per cui seguo l'NBA: il commento di Federico Buffa! Il più grande telecronista sportivo che l'Italia abbia mai avuto, ma anche un grandissimo scrittore e giornalista.
Vai Federico!!!!
(Altro che Dan Peterson)

[Modificato da Ispettore Jonnon 09/10/2006 10.07]

Zeman81
00Monday, October 9, 2006 10:48 AM
Nel caso si faccia la FANTA-NBA penso proprio di starci indipendentemente dal fatto che non capisca un cazzo.

Jean in parte ti capisco.
Anche io -nell'antichità- guardavo solo il basket americano; smisi dopo che vidi perdere per due volte di fila l'anello alla squadra per cui facevo il tifo: UTAH.

Più tardi mi riavvicinai guardando i Dallas di Nash, mi divertivano un casino.

Tuttavia nel frattempo avevo iniziato a guardare il basket italiano e europeo notandone uno sviluppo incredibile. Ok, a volte mi domando ancora come funzionino alcune regole dell'Eurolega, quante diavolo siano le squadre israeliane (e come mai il basket sia uno sport così popolare in Israele), dove cazzo sia Perm e/o vi sia modo di fermare lo strapotere dei nuovi mafiosi-capitalisti russi, dove siano finite le squadre francesi, ecc... ma c'è un certo fascino anche in queste manifestazioni.

Ok, non ci sono gli "stadi" che hanno là ma palazzetti per lo più di merda, non ci sono le migliaia di persone che ci sono là (ma meglio le ns curve provinciali che migliaia di stronzi anonimi che gonfiano parallelepipedi gialli per distrarre i tiratori di liberi avversari), ok che qui c'è un tatticismo maggiore (forse) e là un sacco di carica in più ma io sono arrivato a mettere NBA, CAMPIONATO ITALIANO e EUROLEGA sullo stesso piano.

Anni fa (tanto per legare i due discorsi) disse che la Virtus (di Ginobili, Jaric, Rigadeau, ecc) avrebbe potuto tranquillamente reggere l'NBA e giocarsele contro tutte.

Questo discorso ora s'apllica a un buon numero di squadre.
L'altro giorno ho visto cska-clippers, l'ultimo quarto non l'ho guardato per tre motivi:
- sul 6 c'era RITORNO AL FUTURO;
- non riuscivo più a guardare CAVAN, troppo brutto;
- il cska era talmente più forte che era noioso.

Tempo fa ho sentito dire della possibilità di creare una lega europea tipo l'NBA (poi anche gli organizzatori si sono chiesti -come me- dove cazzo fosse Perm e ci hanno dato a mucchio...)mah.. Non so se sia una buona idea né un buon modello per le competizioni sportive europee ma è sicuramente un segnale di come il basket europeo possa tranquillamente proporsi e provare ad imporsi.

Basta, dopo avere detto una serie di cazzate controproducenti, inutili e fuori tema chiedo all'esperto Tommy.

- CHe fine hanno fatto le squadre francesi? Leggo che ce n'è solo una in eurolega, come mai? Che criteri vengono utilizzati per selezionarle? Esiste un ranking di partecipazione simile a quello della champions league?

- Mi sembra che anni fa vi fosse stata una scissione organizzativa in capo ai massimi gestori dell'euro-basket e vi fossero state tipo due euroleghe. E' una cazzata o è successo veramente? Beh, se è successo veramente, ora come funziona? Sono rimasti strascichi di quella vicenda (che so, istituzione di coppe particolari..)?

- Dove cazzo è Perm?

Per oggi ho dato.
Accetto offese.

Tommychaos
00Monday, October 9, 2006 1:45 PM
Come si suol dire "tanta carne al fuoco".
Cominciamo da Jean: confermo la mia disponibilità per il fanta NBA, ho anche già pronta una lista di idoli della madonna che voglio assolutamente in squadra! Discorso Europa-NBA: non so se il discorso sia ancora valido. Ci sono partite NBA noiosissime e altre spettacolari, idem vale per l'Eurolega o la Serie A (le due manifestazioni non-NBA che seguo), chiaro che uno ha più possibilità di vedere degli alley-oop o delle tomahawk oltreoceano, ma se a uno piace lo spettacolo del basket come sport e non come manifestazione di atleticismo, l'Eurolega regge tranquillamente il confronto. Federico Buffa è un genio, ma devo ancora capire come cazzo faccia a sapere TUTTO (letteralmente, anche quante volte in media si soffia il naso il cugino di secondo grado di Ray Allen) di basket, football, baseball e hockey. Ho letto Black Jesus 2, notevole, ma non riesco a trovare il primo.
Ora Zeman: anzitutto, immagino che "Cavan" sia Kaman, in effetti come uomo è inguardabile, come giocatore andiamo già meglio [SM=g27964] . Poi, non giudicare male i palazzetti europei: guarda l'Olympic Hall di Atene, il Palau St. Jordi di Barcelona o la Nokia Arena di Tel Aviv. Chiaro poi che in NBA si gioca sempre in palazzetti della madonna mentre qua ogni tanto ti capita di giocare un match di Eurolega in un posto che sembra la palestra del Tassoni... Anche sul tatticismo non sono totalmente d'accordo, lì dipende dal coach, secondo me la differenza fondamentale è la regola dei 3 secondi difensivi: in Europa non c'è, quindi il centro può anche prendere casa sotto canestro e gioco forza aumentano le soluzioni da fuori, mentre in NBA dopo 3 secondi devi levarti dall'area sotto canestro quindi aumentano le penetrazioni e, di conseguenza, lo spettacolo. La storia della lega europea è uno di quei discorsi che ogni tanto salta fuori ma che non va mai in porto, un po' come quando nel calcio si parla di creare la famosa "Superlega europea" con le squadre più forti d'Europa e lasciare i campionati nazionali alle "piccole". Le squadre francesi sono in declino, capita, c'è stato un periodo in cui anche le italiane dominavano in Europa, ma i tempi di vacche magre capitano per tutti. Inoltre in Italia (non so se anche in Francia) girano relativamente pochi soldi e i campioni preferiscono cedere alle lusinghe dei club ricchi come i russi, gli spagnoli, i greci e casi "isolati" tipo Maccabi o Cibona. Dicevi delle israeliane: il caso è poi limitato al Maccabi Tel Aviv (ci sarebbe anche l'Hapoel Jerusalem ma è una squadra da Uleb Cup, il corrispondente della Coppa UEFA, non di più) che ha una barca di soldi quindi si riempie di giocatori americani e spesso e volentieri azzecca gli acquisti (Parker, Baston, Sharp, Solomon... vediamo se funzionano i nuovi), apre un ciclo, la gente comincia a seguire il basket e se ne innamora. Caso Eurolega: il ranking è un sistema diabolico e complicatissimo, so che funziona in maniera simile a quello che usa l'UEFA per determinare le teste di serie in Champions, fai conto che l'anno scorso la Virtus Bologna aveva il diritto di partecipare all'Eurolega (diritti poi ceduti all'Olimpia Milano) e che grazie a ciò quest'anno partecipa alla Fiba Cup (siamo in girone con una squadra francese sei contento? [SM=g27964] Abbiamo anche gli Amsterdam Astronauts per la cronaca... trasfertina?)! E' una roba incomprensibile, in tutti i sensi. Capitolo scissione (dai che siamo quasi alla fine!): nel 2001 l'Eurolega per motivi che non ricordo si è sdoppiata in Eurolega e Suproleague, frattura poi ricompostasi già l'anno dopo, non ricordo i dettagli perchè quell'anno la V era talmente forte che non mi sarebbe minimamente interessato dove l'avessero fatta giocare, avrebbe vinto comunque (infatti fece il grande slam...). Infine, Perm trovasi in Russia, ai piedi degli Urali, sulla sponda sinistra del fiume Kama (grazie a Wikipedia per le info).

Direi di aver risposto a tutto!
jonathangrass
00Monday, October 9, 2006 3:26 PM
FANTA NBA
Io non capisco una sega di basket ma gioco!

Voglio tim duncan

[Modificato da jonathangrass 09/10/2006 15.26]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:34 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com