Mercato estivo 2020-21

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
ReflexBlue74
00Monday, July 27, 2020 11:56 AM
Credo che effettueremo poche operazioni e tutti i big rimarranno. Vediamo reparto per reparto.



Portieri

Qui è facile. Strakosha, male nel post covid, sarà confermato. Necessario un secondo portiere affidabile che non si occupi solo di asado e del buon umore del gruppo.

Strakosha
Nuovo acquisto



Difensori centrali

A referto, in ordine di scadenza, contiamo: Wallace (2021) Radu (2021) Bastos (2021) Luiz Felipe (2022) Patric (2022) Acerbi (2023) Armini (2023) Vavro (2024)  

Fallito, a caro prezzo, Vavro come centrale di sinistra, la maledizione dell’erede di Radu su chi si abbatterà questa volta?
Le indiscrezioni parlano di Kumbulla, quotato dal Verona quanto un attaccante. 
In uscita sicuramente Wallace, probabilmente Bastos. 
Da valutare la posizione di Armini, se parte (in prestito) mi terrei Bastos fino a scadenza.

Centrale DX
Luiz Felipe
Patric
Armini (Bastos)

Centrale
Acerbi
Vavro

Centrale SX
Nuovo acquisto
Radu



Esterni

Se Marusic non avesse la schiena di mia nonna potremmo fregiarci di una fascia destra competitiva. Ma non ci impegneremo anche per un nuovo esterno destro quindi il ticket sarà confermato.
A sinistra ci divertiamo. Se la memoria non mi inganna siamo riusciti ad alternare quattro giocatori: Lulic, Jony, Lukaku, D. Anderson. Indispensabile un rinforzo titolare. Le non incoraggianti condizioni di salute di Lulic, che peraltro non è un ragazzino, imporranno un’attenta valutazione sugli altri tre da combinare con eventuali offerte di mercato.

Esterno DX
Lazzari
Marusic

Esterno SX
Nuovo acquisto
Lulic
Jony o Lukaku o Anderson



Centrocampo

Secondo me non esce nessuno e temo fortemente che Escalante sarà l’unica operazione in entrata. Anche qui preoccupa il recupero di Leiva.
Ci presenteremo con questo inadeguato e deludente pacchetto.

Interno DX
Milinkovic
Escalante

Centrale
Leiva
Cataldi

Interno SX
Luis Alberto
Parolo



Attacco

Tare ha anticipato che ne arriverà uno, forse due. Occhi puntati su Mayoral, centravanti scuola Real poco prolifico e tutto da scoprire nella serie A. A mio avviso è indispensabile anche un’alternativa al fragile e discontinuo Correa. Caicedo sembra orientato sui campionati esotici.
Io mi muoverei così. Se entra Mayoral andrei a scegliere una seconda punta che possa anche riciclarsi come numero 9. Altrimenti dentro un numero 9 vero e affidabile e una seconda punta a tutti gli effetti.

Ipotesi A
Immobile
Correa
Tipologia Mayoral
Tipologia Keita
Moro

Ipotesi B
Immobile
Correa
Tipologia Giroud
Tipologia Correa
Moro
ℬaruch
00Monday, July 27, 2020 12:21 PM
Sono d'accordo con tutto il tuo schema e le tue considerazioni, tranne che per il vice-Luis: non può essere Parolo, deve arrivare un'altra mezzala che sappia giocare (e che temo non sia - ahimè - Andre Anderson). Sul quinto di sinistra due appunti: 1) Jony lo venderei, come Anderson, e terrei come surplus Lukaku, che almeno qualcosa la combina; 2) Non escluderei lo spostamento permanente a sinistra di Marusic con acquisto di un quinto destro fisico, se il mercato propone soluzioni più vantaggiose in questo senso
Drenai71
00Monday, July 27, 2020 12:36 PM
Stesso parere.
Le tue assunzioni sono tutte credo corrette, tranne i ricambi per le mezzali. serve assolutamente qualcuno che possa far rifiatare luis alberto e/o sergej senza che la squadra ne risulti completamente monca in fase creativa. depaul è il primo che viene in mente, ma credo sia fuori budget (bisogna pure vedere quanto viene destinato agli altri), in alternativa ipotizzavo un possibile ritorno di fiamma per rafinha, ma di nomi ce ne sono tanti. comunque un giocatore simile.
est1900
00Monday, August 3, 2020 8:57 AM

Bentrovati amici fewers, innanzi tutto.

Quanto all'oggetto del topic, direi che in ordine di priorità occorrerebbe:

1) Esterno sx
2) Attaccante 
3) Centrale sx
4) Vice portiere
5) rinforzo a centrocampo.


Dato per fatto Escalante, credo che il punto 5) verrà (ahime) saltato a piè pari dalla società. Intendiamoci, se ciò venisse fatto con l'intento di spendere cifre serie per i primi tre punti, io sarei più che soddisfatto (spostando al 2021 l'acquisto del sostituto di Leiva).

Nomi? Eccoli: 

1) Lazovic (Max, Sema)
2) Cholito, Caputo
3) Izzo, Kumbulla
4) Paleari
5) Vazquez, Silva.


PS: a me non piace né convince affatto Correa. Lo ritengo un giocatore troppo discontinuo e poco affidabile sotto porta. Penserei a prendere Caputo e Simeone (o Joao Pedro) insieme, cedendo il Tucu.
ReflexBlue74
00Monday, August 3, 2020 4:22 PM
Re:
Ciao Est, le tue proposte, come direbbe Stanis, mi sembrano "troppo italiane". 😆
Io mi orienterei su un paio di investimenti di prospettiva, anche con una quota di rischio più elevato. Izzo mi piace, ma una batteria di innesti Izzo - Escalante - Lazovic - Cholito onestamente la vedo molto molto grigia.
est1900
00Monday, August 3, 2020 6:11 PM
Caro Reflex,

hai ragione ma, probabilmente a differenza tua, ho pochissima fiducia nelle competenze del nostro diesse (la mia posizione è stata messa a fattor comune in molte discussioni del forum) per cui, per essere chiari, mi fido di quel che vedo.
Acerbi e Lazzari devono darci la misura del fatto che comprare in Italia, a prezzi accessibili e rinforzandosi nell'immediato, è una possibilità concreta.
I tempi di attesa dell'acquisto esotico di turno (attendendo che ci faccia sapere se è un Vavro o un Luis Alberto) li considero ormai intollerabili per una squadra di Champions.

PS: se con gli stessi soldi mi porta "un Acerbi" svizzero io sono ben felice, intendiamoci.
ReflexBlue74
00Wednesday, October 7, 2020 9:09 AM
Paradossale, non trovo aggettivo più opportuno.
Nel ruolo che avrebbe dovuto ospitare l'innesto più pregiato per oggettivi e conclamati limiti degli interpreti ci limitiamo a una toppa (Hoedt); sulle fasce siamo contati e fisicamente precari; a centrocampo e in attacco, viceversa, allestiamo due pacchetti competitivi e ricchi di alternative.

Certo, a cercare il pelo nell'uovo, in attacco insieme a Muriqi sarebbe servito un profilo alla Correa ma, visto lo scempio combinato in difesa, va benissimo anche la conferma di Caicedo.

A centrocampo la mezz'ala è per me, dopo il fallimento dell'operazione Silva, una piacevole sorpresa. Non ci contavo più.

Questo per quanto riguarda il calciomercato in senso stretto. Poi ieri sera la sconcertante composizione della liste che vede fuori Bastos in favore di Vavro e che ci consegna da qui a non si sa quando un pacchetto di difesa così tristemente composto: Acerbi, Armini, Hoedt, Luiz Felipe, Parolo, Vavro.

Previsioni innesti.
Voglio essere ottimista: nessuno deluderà, tutti daranno un onesto contributo.

Reina. Nonostante tutto non credo che insidierà Strakosha, però come secondo nulla da dire. Come uomo spogliatoio sappiamo tutto e mai come quest'anno sarà prezioso il suo contributo.

Hoedt. Io lo detestavo, sappiatelo, ma dico che andrà meglio del previsto. Si è rimesso in discussione e ha voluto la Lazio con così tanta determinazione che il campo lo premierà. Prevedo un rendimento alla Luiz Felipe: belle prestazioni e chiaviche sparse.

Fares. A me piace, è un buon giocatore. Ho dei dubbi sulle sue condizioni fisiche. Potrebbe carburare molto lentamente e tornare utile a stagione inoltrata. Non escludo nemmeno il flop alla prima e un'esplosione fra un anno però.

Akpa Akpro. Non lo conoscevo, ma proprio mai sentito nominare. Gli spezzoni sono incoraggianti. Sarà utile.

Escalante. Vedi sopra. E' uno tosto, si vede. Buona alternativa anche lui.

Pereira. Mi voglio fidare della faccia e dei primi approcci sui social perché sulla bontà tecnica non abbiamo dubbi. Dai, dico che si ambienterà e sarà una buona risorsa.

Muriqi. L'incognita più grande. Passo dall'esaltazione a scenari catastrofici. Certo tra covid e infortunio non si è presentato nel migliore dei modi. Mi butto: pochi gol (otto/dieci) ma arma robusta ed efficace in parecchie situazioni.
Mark Lenders (ML)
00Wednesday, October 7, 2020 12:50 PM
Eccoci a commentare un'altra sessione di mercato all'insegna della romanella. Per l'ennesima volta ha vinto la conservazione, che comunque non è gratis: è salito ancora il monte ingaggi, con punte secondo me poco sostenibili come quello di Immobile. Che a cascata legittima la richiesta di aumenti in proporzione anche ai compagni, e non è facile mantenere equilibri che poi si riflettono inevitabilmente anche su quelli di spogliatoio.
In condizioni normali il mio voto sarebbe 4. E non perché la squadra non sia migliorata, il che è anche possibile visto che sono stati aggiunti giocatori senza cederne di fondamentali, ma per bocciare la filosofia. Sanno bene i membri della chat come io gradirei un maggiore ricorso al trading, poiché è stato plasticamente che anche quando vai in Champions (una volta ogni 13 anni) con i costi raggiunti dai cartellini è comunque difficile fare più di un acquisto serio se nel frattempo non fai cassa con qualche pezzo pregiato. E gradirei anche un maggiore ricorso alla formula del prestito, visto che così fan tutti e non si capisce bene perché noi no.
Dopodiché il voto lo porto provvisoriamente a 5 considerando la forte attenuante dell'emergenza Covid, che da un lato ha eroso le entrate e dall'altro ha tolto risorse anche alla squadre ricche che avrebbero potuto fare offerte per Immobile, Milinkovic, Luiz Felipe, Correa e finanche Strakosha che avrei volentieri monetizzato (non tutti, ma un paio si) se ce ne fosse stata l'occasione. Qui si rischia un altro stop dell'attività e forse la poca lungimiranza tecnica - abbiamo praticamente smesso di seminare investendo su talenti giovani adatti alla rivendita - potrebbe trasformarsi in lungimiranza finanziaria.
Resta il fatto che a Inzaghi sarebbe servito altro. L'allungamento della rosa, in attesa di vedere Muriqi, è meramente quantitativo e poco qualitativo, e poi ci sono alcune scelte discutibili. Con la permanenza di Caicedo i 20 milioni spesi per il Pirata li avrei usati per un attaccante con caratteristiche diverse, un'alternativa a Correa che pur con il suo disastroso 2020 resta sulla carta l'unico elemento rapido e creativo del reparto. Alla Lazio secondo me manca soprattutto questo, mancano i Keita e i Felipe Anderson. E poi nelle ultime ore si è creata una situazione assurda in difesa: già eravamo corti ai lati di Acerbi, ora all'infortunio di Luiz Felipe si è aggiunto anche quello di Radu e trovo criminale che Bastos sia stato escluso dalla lista per far posto a uno come Hoedt che in una difesa a tre può giocare solo al centro, esattamente come Vavro. Oltretutto l'abbiamo pure pagato, Hoedt, non è che ce l'hanno rimandato gratis: a me umanamente fa piacere perché gli voglio bene, non lo disperezzo neanche come giocatore, ma serviva uno con caratteristiche diverse. E Bastos può essere stato scorretto finché vogliamo, ma se a Lazio-Inter Inzaghi fa entrare lui e non Armini, dicendoti che il ragazzo non è ancora pronto, tu Bastos te lo tieni in lista. Fai pippa e te lo tieni in lista.
Chiudo rimarcando con dispiacere l'ormai cronica involuzione di Tare, che quando si inventava i De Vrij e i Milinkovic, gli Immobile e i Luis Alberto, veniva clamorosamente ignorato dai media nazionali. Poi però sulla scia dell'esplosione di questi giocatori il vento è totalmente cambiato e da un paio d'anni Tare è diventato bravo a prescindere. Peccato che nel frattempo abbia sempre meno idee: per prendere gli Acerbi, i Lazzari e i Fares, o per riportare gli Hoedt non ci vuole molta fantasia. Ha preso Correa e quest'anno Muriqi, che se fosse veramente forte mi costringerebbe a rivedere un po' il giudizio. Ha pescato a zero Escalante, che sarà utilissimo ma di certo non si può definire un talento. Ma è troppo poco. Servirebbe molta più linfa nuova, perché questo è un gruppo che ha centrato tutti gli obiettivi centrabili da una Lazio lotitiana: ha vinto Coppa Italia e Supercoppa, è entrato in Champions, ha addirittura lottato seriamente per lo scudetto dopo vent'anni. Che stimoli possono avere adesso? Solo "far bene" in Champions, infatti mi aspetto di rivedere solo lì il sacro fuoco. In una competizione che però realisticamente non possiamo vincere. Rispetto all'amalgama tanto caro a Fabrizio Cuchillo, il nemico giurato del trading, per me sarebbe stata vitale un'iniezione massiccia di gioventù affamata, anche di Coppe Italia. Che restano la nostra dimensione, perché la squadra in grado di reggere i ritimi delle grandi, giocando ogni tre giorni, io non la vedo neanche quest'anno.
cuchillo76
00Wednesday, October 7, 2020 3:30 PM
Come prima cosa debbo fare una piccola correzione al post di Reflex. Nel lotto dei difensori c’è anche Patric.

Venendo al mercato, il mio voto è 5. In realtà, è sceso da 5,5 a 5 durante Lazio-Inter perché gli eventi che abbiamo registrato dovevano imporre, se mai ce ne fosse stato bisogno, l’acquisizione di un difensore mancino nelle successive 27 ore di mercato. Difficile ma non impossibile. L’infortunio – annunciato - di Radu si è sommato a quello più fortuito di Luiz Felipe. E a questi infortuni si è aggiunto un Hoedt covidizzato, l’infortunio di Marusic, la condizione ancora troppo deficitaria di Fares. Insomma, la situazione contingente ha depotenziato un rafforzamento che, almeno quantitativamente, c’è stato.
Sono arrivati 7 nuovi elementi a fronte di cessioni tutte indolori, anzi, largamente auspicate, compresa quella di Lukaku, passato da sorpresa del ritiro a insubordinato recidivo coi suoi ritardi alle riunioni tecniche che potrebbero aver infastidito anche il gruppo, non solo la Società e il tecnico. Certo, resta paradossale la questione Bastos, punito per non aver accettato alcuna destinazione proposta, se letta in combinato disposto con quella di Vavro, tormentato dalla pubalgia e ancora alle prese con un ambientamento che non ne vuole sapere di realizzarsi, ma che la Società vuole recuperare alla causa, dato l’investimento fatto solo un anno fa.
Fin qui le dolenti note perché poi, come sempre, il campo potrebbe raccontarci storie meravigliose, magari un Akpa Akpro sorpresa del torneo o Muriqi cannoniere della squadra.
Come noto a chi legge, e per rispondere a Lenders, ho sempre ritenuto “corretta” la filosofia della Società di questi anni, cioè a dire mantenere finché possibile lo zoccolo duro aggiungendo di anno in anno elementi funzionali e soprattutto specialistici: un anno Leiva, un anno Acerbi e Correa, un anno Lazzari, quest’anno speriamo di poterlo dire di Fares, a una squadra già collaudata e forte. Certo, ho anche sempre pensato e detto che una cessione all’anno fosse importante farla per co-finanziare la campagna-acquisti ma, se possibile, di elementi o in là cogli anni che il meglio lo avevano già dato e comunque con la smania di partire (Biglia, Candreva), di elementi un po’ scontenti e comunque in ruoli coperti (Felipe Anderson, Hoedt) o, infine, di elementi non così “centrali” (ho sperato fino a Ferragosto nella cessione di Luiz Felipe a un prezzo interessante ma non era aria, quest’anno, per monetizzare seriamente dalle cessioni).
Insomma, contesto ciò che si è fatto e dove lo si è fatto (delittuoso non aver preso il centrale di sinistra) ma non la filosofia del tenere i migliori, sostituendo i soli titolari ai titoli di coda (speriamo che Fares raccolga con dignità il testimone di Lulic) e allungando (quest’anno, davvero, per la prima volta) la panchina.

Vado ora alle previsioni sui singoli:
- Reina => Mi aspetto che giochi, che per il rendimento, purtroppo, non soddisfacente di Strakosha si crei un dualismo tipo Ballotta/Muslera 2007/08.
- Hoedt => E’ troppo motivato per non dare un contributo apprezzabile. Mi aspetto di dargli 6,5 nel pagellone di fine anno.
- Fares => Faticherà all’inizio, crescerà alla distanza. Sarà discontinuo tutta la stagione ma con picchi di rendimento nell'ultimo quarto di stagione.
- Escalante => Di lui diremo che può funzionare solo in certe partite: a difesa del risultato. Ma si renderà utile.
- Akpa Akpro => Rendimento alla Cataldi 2014/15 e penso anche a un impiego tutt’altro che trascurabile.
- Pereira => Sono sincero. Non me la sento bene. Temo un Ederson 2012/13. Cioè, sarà uno che ci farà vedere delle belle cose ma, a mio avviso, nel quadro di una stagione con più ombre che lui. Ciò detto, sia chiaro, sono contentissimo per il suo arrivo.
- Muriqi => Mi aspetto un rendimento da Corradi. Non tanti gol ma grande disponibilità e utilità. Ma nell’insieme, giocatore infinitamente meno decisivo di Immobile. Ci farà dire che, OK, è una buona ruota di scorta e nulla di più. Insomma, a tendere non potrà essere il “titolare” assoluto. Parlo per le stagioni future, magari, senza CL, dipanate in 9 mesi e non 7, dove la titolarità potrebbe tornare ad avere un senso, concettualmente e praticamente.
ℬaruch
00Thursday, October 8, 2020 7:08 PM
Re:
ℬaruch, 27/07/2020 12:21:

Sono d'accordo con tutto il tuo schema e le tue considerazioni, tranne che per il vice-Luis: non può essere Parolo, deve arrivare un'altra mezzala che sappia giocare (e che temo non sia - ahimè - Andre Anderson). Sul quinto di sinistra due appunti: 1) Jony lo venderei, come Anderson, e terrei come surplus Lukaku, che almeno qualcosa la combina; 2) Non escluderei lo spostamento permanente a sinistra di Marusic con acquisto di un quinto destro fisico, se il mercato propone soluzioni più vantaggiose in questo senso



Partendo da questo mio assunto, resto coerente con le mie aspettative e - considerato il periodo-Covid - do al mercato della Lazio un mesto 6. Sono molto soddisfatto di Reina a zero, moderatamente soddisfatto a centrocampo dove abbiamo preso un'incognita che mi piace (ma mi piace meno la formula), decisamente soddisfatto dell'attacco. La nota dolente è in difesa e a sinistra, dove non sono arrivati giocatori entusiasmanti e restiamo appesi alle speranze di buone riuscite/pochi infortuni. Resta il fatto che una stagione con la CL ha ottime probabilità di essere maledetta, e mi auguro che a gennaio saremo nelle condizioni di scegliere una competizione su cui puntare

Reina. Potrebbe essere il portiere di Champions, anche se Inzaghi non ama dividere i giocatori per competizione ma vuole sempre il suo migliore. Mi accontenterò se il suo rendimento tra i pali sarà pari a quello nello spogliatoio
Hoedt. Ho un'opinione molto bassa delle sue doti difensive, credo che le sue motivazioni naufragheranno di fronte alle prime inevitabili indecisioni. Unica incognita: la difesa a 3. Ma potrebbe essere anche un'incognita negativa
Fares. Diventerà un quinto che giocherà tante partite ma che mostrerà delle lacune, e a fine anno probabilmente reclameremo uno che possa alternarsi con lui magari panchinandolo
Akpa Akpro. Sarà un termometro della squadra, esaltante quando la squadra va bene, deprimente quando va male
Escalante. Sarà la zanzara dei finali di partita, ma anche un dignitoso titolare. Gli vorremo bene, ma saremo ben consci dei suoi limiti
Pereira. Ci metterà del tempo per far vedere giocate importanti, darà una mano e talvolta farà dannare, e in ogni caso non farà abbastanza per valere la cifra del suo riscatto
Muriqi. Non avrà problemi di ambientamento, partirà alla grande per poi vivere un periodo di appannamento e tornare a dare il suo contributo a fine stagione, quando ci chiederemo se vale 20 milioni 
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:23 PM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com