MISTERO MARTE

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
goldrake_66
00Tuesday, April 13, 2010 7:48 PM
HO AVUTO MODO DI LEGGERE IN QUEST'ULTIMO PERIODO IL LIBRO " OSSIMORO MARTE " DELL'ING. ENNIO PICCALUGA , E DEVO DIRE CHE SONO RIMASTO AFFASCINATO DA ALUNE IMMAGINI RIGUARDANTE MARTE E IN PARTICOLARE DELLE SUE STRANE CONFORMAZIONI , CHE FANNO PENSARE CHE EFFETTIVAMENTE SU QUEL PIANETA IN UN TEMPO LONTANISSIMO E' VISSUTA UNA CIVILTA' EVOLUTA , I CUI RESTI SEMBRANO ESSERE SEPOLTI SOTTO TERRA. IMPRESSIONANTE E UNA FOTO DOVE SEMBRA ERGERSI UNA STRUTTURA ARTIFICIALE SIMILE A UN ZIQQURAT DELLA CIVILTA' MESOPOTAMICA.
ORA MI CHIEDO DI FRONTE A QUESTE IMMAGINI COME FA LA SCIENZA UFFICIALE A NON PRENDERLE IN SERIE CONSIDERAZIONE ?
Grazie per l'attenzione
MACEDRI
00Tuesday, April 13, 2010 8:03 PM
Re:
goldrake_66, 13/04/2010 19.48:



HO AVUTO MODO DI LEGGERE IN QUEST'ULTIMO PERIODO IL LIBRO " OSSIMORO MARTE " DELL'ING. ENNIO PICCALUGA ,


ORA MI CHIEDO DI FRONTE A QUESTE IMMAGINI COME FA LA SCIENZA UFFICIALE A NON PRENDERLE IN SERIE CONSIDERAZIONE ?





Ho molta stima e simpatia per l'ing.Piccaluga,ma francamente mi pare che nel suo libro e nella rivista area di Confine si stia esagerando...

In fin dei conti tutti (e sottolineo TUTTI) i ricercatori lavorano esclusivamente su immagini fornite dalla NASA (non mi risulta che nessun ricercatore,a parte Crisitoforo Barbato,abbia mai mandato una sopnda nello spazio).Come possiamo immaginare che un ricercatore privato abbia capacità di analisi superiori a quelle dei laboratori della NASA ?? E anche immaginando che la NASA non abbia tempo di farlo,perchè mai rilascerebbe fotografie tanto compromettenti ?? Che obbligo ha la NASA di mettere online le sue foto ??

[SM=g9201] [SM=g9201] [SM=g9201] [SM=g9201] [SM=g9201]




AlexDust.
00Tuesday, April 13, 2010 10:40 PM
Concordo con Macedri: è giusto dubitare di un agenzia spaziale, ma non si può cadere nella trappola di dubitare di tutto... Personalmente non condivido in pieno la metodologia d'indagine di Piccaluga
ghost833
00Wednesday, April 14, 2010 9:39 AM
Sinceramente non conosco il Sig. Piccaluga ma sono convinto ce come tutto il resto qualcosa su Marte ci sia ,ovvero, resti di una civilta' estinta e che come al solita si cerca di insabbiare. Mi piacerebbe leggere il libro ci faro' un pensiero [SM=g27988]
MACEDRI
00Wednesday, April 14, 2010 12:40 PM
Re:
ghost833, 14/04/2010 9.39:


sono convinto ce come tutto il resto qualcosa su Marte ci sia ,ovvero, resti di una civilta' estinta e che come al solita si cerca di insabbiare.



Esiste però una fondamentale differenza tra insabbiare un rapporto UFO e intimorire i testimoni QUI SULLA TERRA e cercare di nascondere i resti di una civiltà che si trova su un pianeta che dista 400 milioni di chilometri da noi...Stranamente questa presunta civiltà marziana non ha lasciato manufatti di origine INEQUIVOCABILMENTE artificiale....no,i "Marziani" hanno lasciato volti di gigantesche statue che stanno sepolti sotto la sabbia in attesa che il ricercatore indipendente di turno le scopra....bho.....

[SM=g8171] [SM=g8106]


neocomprensioni
00Wednesday, April 14, 2010 3:05 PM
Spero di riuscire a leggere presto questo libro, che suscita particolarmente la mia curiosità per le tematica trattata, anche se mi risulta molto difficile reperirlo.
ZiltoiD
00Thursday, April 15, 2010 9:31 PM
Resta comunque il fatto che il pianeta rosso susciti più di una mera curiosità negli esseri umani tant' è che a dispetto delle "voci" che vedevano all' orizzonte lo smantellamento della stessa NASA a causa di problemi di bilancio in questi giorni il presidente USA B. Obama ha annunciato che gli USA saranno il primo paese a mettere piede su Marte e che è stato avviato un programma che porterà appunto l' uomo sul suolo di Marte... cioè, in piena recessione economica questi non solo decidono di continuare a sostenere il lavoro della NASA (infondo la ricerca deve pur andare avanti e su questo non c' è dubbio), ma addirittura investono altri capitali PUBBLICI per portare l' uomo addirittura su Marte... cosa c' è di tanto importante lassù da dargli la priorità assoluta nonostante i gravi problemi economici e sociali in cui versa l' America e il mondo intero? [SM=g27991]
RETE-UFO
00Thursday, April 15, 2010 9:40 PM
Re:
ZiltoiD, 15/04/2010 21.31:



Marte... cosa c' è di tanto importante lassù da dargli la priorità assoluta nonostante i gravi problemi economici e sociali in cui versa l' America e il mondo intero? [SM=g27991]



I milioni di dollari degli appalti della N.A.S.A. alle società private del settore aerospaziale ????

[SM=g9349]


lubertico
00Saturday, April 17, 2010 7:38 PM
Re:
ZiltoiD, 15/04/2010 21.31:


Marte... cosa c' è di tanto importante lassù da dargli la priorità assoluta nonostante i gravi problemi economici e sociali in cui versa l' America e il mondo intero? [SM=g27991]


Beh, anche sulla Luna non c'era niente ma ci sono andati ben 6 volte, addirittura ne erano previste 10 [SM=g27988]


Hybrid1973
00Saturday, April 24, 2010 2:50 PM
Prima il dovere e poi il piacere
Personalmente sono d'accordo con ZiltoiD.
Noi viviamo l'era del progresso. Ma il progresso cos'è? Il controllo elettronico sulla trazione delle automobili? I navigatori satellitari? I PC sempre più piccoli ed efficienti? Forse è anche questo. Una vecchia pubblicità della Ford iniziava con una frase firmata dal fondatore del noto marchio e recitava così: "si può parlare di progresso, quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano alla portata di tutti". Oggi è davvero così? C'è gente nel mondo che vive nella malattia, nella fame, nella sete. Sono individui sparsi qua e là nel mondo ma spesso si tratta di cittadini di intere nazioni terzomondiste. Investiamo i fondi per migliorare il nostro mondo e noi stessi e poi, quando tutto è risolto partiamo per le stelle.
Sarebbe come se la nostra casa all'esterno appare bellissima ma dentro cade a pezzi e gli stessi abitanti si ammazzano tra loro.
Se un domani mettessimo piede su un pianeta alieno abitato, saremmo portatori di valore etico oltre che di tecnologia. Del resto gli alieni che visitano la terra vengono descritti ultratecnologici sì, ma anche dotati di una ammirevole elevatura morale.
A me piacerebbe molto che nel corso della mia vita fossi testimone di eventi importanti come lo sbarco dell'uomo su un altro pianeta ma preferirei essere testimone della fine delle disparità e disuguaglianze che dominano la terra, anche se sono ateo e non credo che avrò altre occasioni per vederle. Bye bye.
AlexDust.
00Saturday, April 24, 2010 4:46 PM
Quello che dici è indubbiamente vero. Però secondo me una condizione di parità e di benessere a livello globale non sarà raggiungibile nei prossimi 100 o 200 anni; e adesso le tecnologie per andare su Marte o per affacciarci nello spazio ci sono. Vale la pena aspettare, investendo giustamente molti soldi per aiutare i paesi sottosviluppati ? Chi ci garantisce che fra 70 anni saremo sempre qui o avremo le stesse possibilità? Non dico di spendere tutto in esplorazione spaziale, ma una meta come Marte, interessante sotto molti punti di vista, dovrebbe essere raggiunta.
Hybrid1973
00Sunday, April 25, 2010 12:54 PM
La fattibilità o non fattibilità di un'impresa che sia essa spaziale o umanitaria, non è sempre chiara a noi comuni mortali e scusami se insisto su questa faccenda. Un missile che vola vola e fa boom costa 100000 dollari mi sembra di aver capito. Non so quanti missili vengano utilizzati nel corso di una guerra. Non so nemmeno quanti missili vengano utilizzati nelle esercitazioni e se siano missili veri e quanto costino. Io, come ho dichiarato nel mio profilo, lavoro nell'industria aereonautica civile e so per certo che alcuni componenti di un aereo (sia esso civile o militare) vengono sostituiti ogni tot ore di volo e so anche che non costano 2 soldi anche se non conosco il prezzo esatto.
Potremmo aggiungere molti altri "costi" della guerra tra cui - non ultimo - il carburante utilizzato che tra l'altro "pesa" molto anche sull'inquinamento del pianeta perchè ha un elevato ottano cioè è ad alto rendimento e altamente combustibile. A me piace vedere il mondo come una grande "famiglia" ma non nel senso che dovremmo volerci tutti bene perchè so che è un'utopia ma nel senso organizzativo del concetto.
Io capo famiglia, osservo la mia casa e i suoi abitanti; ho a disposizione 20000euro. Come li gestisco? Mia moglie esce piena di gioielli e con la pelliccia. I miei figli vestono di stracci. Le finestre cadono a pezzi e quindi i miei pochi averi in casa sono a rischio di furto. Sai che faccio? Me ne frego e compro una bella automobile nuova!!
Oppure investo un pò per riparare le finestre (difesa contro eventuale intrusione nemica), compro vestiti nuovi ai miei figli (investo sul terzomondo) e a mia moglie dico che per ora dovrebbe accontentarsi di ciò che ha (richiesta di cooperazione ai paesi industrializzati). La mia auto nuova può aspettare. E se non dovessi vivere abbastanza a lungo da avere soldi sufficienti per comprarla pazienza...morirò in una famiglia serena ed equa.
Ciao!! [SM=g27988]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:44 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com