MAOMETTO SAPEVA SCRIVERE

Digi.
00Saturday, January 10, 2009 7:15 PM
 

Si consiglia ai musulmani

sensibili alla critica dell’islam,

di non leggere questo articolo.(NB: Nel caso decidano di leggere il servizio nonostante l’avviso, si assumono la responsabilità del loro atto).

PREMESSE:

Questo servizio è la traduzione dal testo originale redatto da musulmani "controcorrente". I musulmani controcorrente, smentiscono le normali credenze dei musulmani Sunniti e Sciiti.

Quindi né i Sunniti né gli Sciiti concorderanno con queste riflessioni.

E’ buono valutare le prese di posizioni anche di coloro che vanno controcorrente per guardare anche oltre il sipario della religione islamica. Ognuno è poi chiamato a trarre le proprie conclusioni davanti a Dio!

Come non si può più proibire agli insegnanti di scuole elementari prospettare le teorie del "Big Bang" e dell’evoluzione ai bambini (benché queste teorie confutano e attaccano l’assoluta credibilità nelle Sacre Scritture), né si può proibire ai musulmani di criticare la Bibbia quando sostengono che è stata contraffatta, così non possiamo ignorare le prese di posizioni di altri movimenti musulmani quando sostengono che il Corano è stato contraffatto.

Maometto scrisse

le rivelazioni di Dio

di sua propria mano.

" Le cose che egli scrive sono favole del passato. Gli vengono propinate giorno e notte". 25:5.


  • La prima rivelazione fu "Leggi" e comprendeva l’affermazione "Dio insegna tramite la penna"

(96:1-4, e La seconda rivelazione fu: "La Penna" (68:1). L’unica funzione che ha la penna è quella di scrivere.

  • Gli incolti studiosi musulmani dei primi due secoli successivi alla pubblicazione del Corano non riuscivano a comprendere la sfida del Corano a creare qualcosa di simile ad essa. Non avevano idea alcuna riguardo alla sua composizione matematica, ma sapevano che molti eruditi della letteratura potevano benissimo comporre opere paragonabili al Corano. In effetti molti di questi "giganti" della letteratura rivendicavano l’abilità di creare un opera letteraria eccellente quanto il Corano. La pretesa più recente al riguardo venne da Taha Hussein, il famoso scrittore egiziano.
  • Gli studiosi musulmani incolti decisero allora di diffamare Maometto proclamandolo uomo illetterato! Essi pensavano che in questo modo, la straordinaria eccellenza letteraria del Corano avrebbe avuto fama di opera miracolosa.

La parola di cui questi studiosi si servirono per scrivere a proposito del Profeta fu: "UMMY". Sfortunatamente per loro, la parola significa chiaramente "Gentile" oppure " una persona che non segue Scrittura alcuna" (Torah,Injeel). Vedi 2:78, 3:20, & 75, 62:2; non significa affatto "illetterato".

  • Il Profeta era un abile mercante. Gli "studiosi musulmani" che inventarono la menzogna del "Profeta illetterato" avevano dimenticato che non esistevano i numeri ai tempi del Profeta; si usavano le lettere dell’alfabeto al posto dei numeri. Essendo un commerciante, Maometto aveva a che fare con i numeri tutti i giorni; perciò doveva conoscere per forza l’alfabeto, da uno a mille.
  • Il Corano ci dice che Maometto stesso ha scritto il Corano – i suoi contemporanei vi sono citati come coloro che affermano: " Le cose che egli ha scritto sono favole del passato. Gli vengono dettate giorno e notte". (25:5). Non è possibile "dettare" ad una persona illetterata! I nemici del Profeta che lo accusano di analfabetismo alterano il significato del versetto 29:48, che si riferisce in modo specifico a scritture precedenti.
  • Nella 27° notte del Ramadan 13 B.H. (prima di Hijerah), Maometto l’anima, la vera persona, non il corpo, fu convocato nell’universo più elevato e gli fu dato il Corano (2:97, 17:1; 44:3; 53:1-18; 97:1-5). Successivamente, l’angelo Gabriele aiutò Maometto ad emettere un po’ alla volta dei versetti del Corano, che passavano dall’anima fin dentro alla memoria del Profeta. Iluran Profeta annotò e memorizzò i versetti che gli giungevano alla memoria. Prima di morire, aveva vergato di sua mano l’intero Corano nell’ordine cronologico delle rivelazioni, insieme ad istruzioni specifiche su dove collocare ciascun versetto. Le divine istruzioni registrate dal Profeta avevano lo scopo di comporre il Corano nel formato finale secondo la volontà di Dio per il suo Testamento Finale al mondo (75:17). I primi musulmani non riuscirono a comporre il Corano fino al tempo del califfo Rashed Uthmaan. Fu incaricata una commissione apposita per questo lavoro.

 

VERSIONE ORIGINALE INGLESE

In the name of God, Most Gracious, Most Merciful


Prophet Muhammad
Wrote God's Revelations
With His Own Hand


The first revelation was "Read," and included the statement "God teaches by means of the pen" (96:1-4), and the second revelation was "The Pen" (68:1). The only function of the pen is to write.

  • Ignorant Muslim scholars of the first two centuries after the Quran could not understand the Quran's challenge to produce anything like it. They had no idea about the Quran's mathematical composition, and they knew that many literary giants could have composed works comparable to the Quran. In fact, many such literary giants did claim the ability to produce a literary work as excellent as the Quran. The latest claim came from Taha Hussein, the renowned Egyptian writer.
  • The ignorant Muslim scholars then decided to proclaim Muhammad an illiterate man! They figured that this would make the Quran's extraordinary literary excellence truly miraculous. The word they relied on to bestow illiteracy upon the Prophet was "UMMY." Unfortunately for those "scholars," this word clearly means "Gentile," or one who does not follow any scripture (Torah, Injeel, or Quran) [see 2:78, 3:20 & 75, 62:2]; it does NOT mean "illiterate."
  • The Prophet was a successful merchant. The "Muslim scholars" who fabricated the illiteracy lie forgot that there were no numbers during the Prophet's time; the letters of the alphabet were used as numbers. As a merchant dealing with numbers every day, the Prophet had to know the alphabet, from one to one-thousand.
  • The Quran tells us that Muhammad wrote down the Quran - Muhammad's contemporaries are quoted as saying, "These are tales from the past that he wrote down. They are being dictated to him day and night" (25:5). You cannot "dictate" to an illiterate person. The Prophet's enemies who accuse him of illiteracy abuse Verse 29:48, which relates specifically to previous scriptures.
  • On the 27th night of Ramadan 13 B.H. (Before Hijerah), Muhammad the soul, the real person, not the body, was summoned to the highest universe and the Quran was given to him (2:97, 17:1, 44:3, 53:1-18, 97:1-5). Subsequently, the angel Gabriel helped Muhammad release a few verses of the Quran at a time, from the soul to Muhammad's memory. The Prophet wrote down and memorized the verses just released into his mind. When the Prophet died, he left the complete Quran written down with his own hand in the chronological order of revelation, along with specific instructions as to where to place every verse. The divine instructions recorded by the Prophet were designed to put the Quran together into the final format intended for God's Final Testament to the world (75:17). The early Muslims did not get around to putting the Quran together until the time of Khalifa Rashed `Uthmaan. A committee was appointed to carry out this task.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:03 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com