Leggende della Grande Guerra (fronte occidentale)

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:36 PM
o a sottrarsi alla mortale tenaglia di von Moltke. Qursto scampato pericolo ha fatto nascere una curiosa leggenda, quella degli angeli di Mons: i veterani inglesi raccontavano,a nche molto dopo la fine della guerra, che un grosso esercito di Angeli si era frapposto tra i fuggiaschi inglesi e gli isneguitori tedeschi colpendo con armi invisibili i crucchi e salvando così le truppe britanniche.
Questa diceria in realtà si basa (è statos coperto di recente) su un racconto apparso pochi giorni dopo la sconfitta di Mons sul periodico inglese "Evening News" molto diffuso nelle trincee: era opera di un certo Arthur Machen.

LA VERGINE PENDENTE DI ALBERT=Una statua della Madonna, che si trovava sul campanile della Chiesa di Albert, a seguito del bombardamento di quella città si trovò a essere capovolta.



Sebbene inizialmente molti cercarono di abbatterla, misteriosamente la Vergine rimase in quella posizione. Si diffuse allora la diceria che la Madonna aveva assunto quella posizione per sottolineare le sofferrenze che la guerra imponeva a donne e bambini. I soldati erano inolktre convinti che il primo che l'avesse abbattuta avrebbe perso automaticamente la guerra.
La vergine fu oggetto di commossi pellegrinaggi di intere divisioni e su di essa si scrissero bellissme poesie. Le sue fotografie fecero il giro del mondo. Fu abbattuta nel 1918 dagli inglesi in ritirata per eviare che i tedeschi la usassero come osservatorio; la stampa inglese attribuì l'abbattimento ai tedeschi.

IL COLONNELLO FANTASMA=Si diceva che nelle notti brumose nell'umida pianura della Somme apparisse in trincea una figura di colonnello pallido e dal volto nobile: egli chiedeva informazioni sulla linea difensiva e sulle forze del battaglione dopodichè spariva nel nulla. Il mattino dopo il nemico era informato di tutto dalla spettrale spia. Decine di soldati inglesi erano pronti a giurare di averlo visto più di una volta.

LE SAPONETTE UMANE=Altra macabra leggenda secondo la quale i tedeschi avevano, nelle retrovie, una fabbrica che trasformava il grasso dei cadaveri in saponette e altri articoli di consumo destinati alla Germania. Analogalmente i tedeschi pensavano la stessa cosa degli inglesi. Questo era uno dei motivi di amggiore ansia al fronte.

Ok, per oggi basta. Alla prossima per le leggende sul Canadese crocifisso, sul Cristo di Yprès e sull'esercito del sottosuolo.

[Modificato da Generale Robert Lee 19/07/2005 23.44]


Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:37 PM

Scritto da: totalwar 19/07/2005 23.57
cmq la leggenda del grasso dei cadaveri ha 2 spiegazioni: la 1 è che in realtà i tedeschi facevano le saponette con i KADAVER, e (forse) gli inglesi lo hanno tradotto in cadaveri di persone, ma in realtà erano cadaveri di animale.
la 2 opzione, valida per ambedue i fronti è che molte leggende nacquero per far credere al popolo che stavano combattendo contro uno stato orribile, crudele e sanguinario.

Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:37 PM

Scritto da: Generale Robert Lee 20/07/2005 0.01


Exactly;-)
L'errata traduzione di "Kadaver" (carogna animale, in ted.) fu alla base della nascita della leggenda.
E a proposito di accusare l'avversario di nefandezze si diceva che i tedeschi disponessero di speciali baionette seghettate per squarciare meglio il ventre del nemico e allargare il più possibile la ferita: in realtà i tedeschi avevano davvero questa baionetta alternativa, ma serviva loro per segare i rami degli alberi, operazione fondamentale durante l'allestimento di uan trincea.

Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:38 PM

Scritto da: totalwar 20/07/2005 0.11


in germania venne scritto un nuovo inno nazionale chiamato l'inno dell'odio. e quando 2 amici si incontravano nn dicevano più "guten morgen" (buongiorno) ma "Gott strafe England" (dio punisca l'inghilterra". queste parole venivano impresse con un timbro sulle lettere e incise su spille e distintivi.

Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:39 PM

Scritto da: Generale Robert Lee 20/07/2005 0.12

Scritto da: totalwar 20/07/2005 0.04
la leggenda della statua di Albert io la conoscevo diversamente, le differenze erano queste (ovviamente nn dico che quello che hai scritto te è sbagliato:Sm1: ):

1. si era messa in giro la storia che quando la statua sarebbe caduta la guerra sarebbe finita, allora gli inglesi (che in quel momento stavano perdendo) fecero di tutto per evitare che cadesse.



Questo è vero, almeno inizialmente. Poi quando i tedeschi capirono che non potevano centrarla dalle loro posizioni misero a loro volta in giro la voce che ho riportato: e che cioè i primi che l'avessero abbattuta avrebbero perso la guerra.



2. la statua venne abbattuta dai tedeschi quando conquistarono la cittadina per smentire la leggenda.



Questa era la versione ufficiale dei Tommy. In realtà la statua la fecero saltare loro. C'erano pure testimoni oculari che videro e scrissero dell'avvenimento: Frank Richards in "Old Soldiers Never Die" così ricorda:
"Una mattina la stavamo osservando. I nostri pesanti proiettili esplodevano attorno al campanile della chiesa, e quando il fumo, dopo l'esplosione di un grosso proiettile, si diradò, la statua era scomparsa".
Altro testimone fu E. Blunden che gli dedicò pure un poema "When the Staute Fell"


Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:40 PM

Scritto da: totalwar 20/07/2005 0.20
cmq gli inglesi e i tedeschi misero in giro un sacco di balle, nn buglie, riguardo ai propri nemici, eccone un pò:

1 gli inglesi pensavano che i tedeschi facevano: torturavano le infermiere, che gettavano in aria i neonati, li infilzavano sulle baionette, se li arrostivano e se li mangiavano.


2 i tedeschi credevano che: gli inglesi strappavano gli occhi ai prigionieri e che nn erano stati loro ad attaccare il belgio, ma gli inglesi. (quest'ultima era proprio una cosa che nn capisco come facevano i tedeschi a crederci).

Sebastiano Ferrero
00Tuesday, April 4, 2006 5:40 PM

Scritto da: totalwar 20/07/2005 10.49


IL FANTASMA DI MONTROSE
nell'ottobre 1916 fu avvistato un fantasma nell'aereoporto scozzese di Montrose. disse un testimone: "volteggiò sopra la porta del vecchio bar dell'aereoporto e poi scomparve".
In seguito il fantasma venne visto da molti ufficiali, che erano sicuri si trattasse dello spirito del tenente Desmond Arthur, ucciso in un incidente di volo. Perchè l'asso dei cieli Arthur non voleva lasciare il luogo dove si era schiantato?

[Modificato da totalwar 20/07/2005 10.51]


Z@zzo
00Friday, April 7, 2006 8:41 PM
Altre balle...
I tedeschi sapevano di chi era la colpa per aver iniziato la guerra: credevano che la francia aveva invaso il belgio per prima e non la germania, e che il loro ragazzi sono andati a liberarlo il belgio [SM=x278641]

Gli Inglesi poi credevano che i tedeschi fossero a corto di soldati, infatti pensavano che nelle trincee nemiche non ci stavano soldati ma cadaveri o uomini impagliati [SM=x278632]

[Modificato da Z@zzo 07/04/2006 20.43]

=Ferdinand=
00Saturday, April 8, 2006 3:25 PM
Re: Altre balle...

Scritto da: Z@zzo 07/04/2006 20.41

Gli Inglesi poi credevano che i tedeschi fossero a corto di soldati, infatti pensavano che nelle trincee nemiche non ci stavano soldati ma cadaveri o uomini impagliati [SM=x278632]

[Modificato da Z@zzo 07/04/2006 20.43]




Forse questo dipende dalla riforma della difesa implementata nel '17 che sancì il passaggio alla Difesa Elastica in Profondità attuata per minimizzare le proprie perdite soprattutto rispetto al micidiale e prolungato fuoco di preparazione di artiglieria alleato.

Può darsi che gli alleati abbiano male interpretato il fatto che nella prima linea di trincee c'erano pochi uomini (a differenza di come si faceva prima e come facevano tutti gli altri che ammassavano tutti gli uomini possibili in prima linea) come scarsità di questi piuttosto che su un nuovo metodo di difesa basato sullo sfiancare il nemico durante la penetrazione, arrestarlo in una massiccia seconda linea e quindi ricacciarlo dietro la prima con un coordinato contrattacco in massa.

In effetti a livello teorico fu la scarsità di uomini a generare questo passaggio, scarsità non presente ma prevista futura, stante le attuali perdite, a cui i tedeschi hanno posto rimedio con un'innovazione tattica ben prima ancora che la scarsità si presentasse effettivamente.

In pratica si passava da un metodo che metteva in primo piano la conquista del territorio ad uno che proponeva il maggiore logoramento relativo del nemico tramite il minore logoramento delle proprie forze.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:16 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com