Legge Pisanu-Amato e norme anti-tifo

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9
Alex ven.
00Monday, September 12, 2005 9:09 AM
Va bene, s'è perso, ma ci poteva stare. Magari non subito dopo 20 minuti ma ci poteva stare. Detto questo, ieri, ho provato tanta tanta impotenza e nostalgia mentre assistevo a tutto ciò che ho visto. Transenne davanti al piazzale della Maratona (ora son mobili, da qualche parte, ho letto, probabilmente in futuro diventeranno semifisse o, addirittura, fisse). Pareva la "zona rossa" del G8. Impotenza nel vedere che, all'imbocco del piazzale, dovevi esibire abbonamento o biglietto abbinato a documento d'identità davanti ad una spia che ti riprendeva con la telecamera....rabbia quando la stessa spia s'è messo a riprendere un bambino che avrà avuto si e no 8 anni[SM=g27834]
In tutto ciò, in pieno clima di repressione, stonano le leggerezze che comunque, anche ieri, si son verificate. Si dividono le zone dei tifosi, si consiglia di seguire certi percorsi per arrivare nei settori prescelti (minacciando di non far passare qualora qualcuno non rispetti tale consiglio) e poi?.......gli ospiti che devono andare in curva nord vengono fatti passare da dove s'entra noi! Ora, va bene che nel 99% dei casi, questa è tutta gente più che tranquilla ma non credo sarà sempre così. Senza contare all'interno dell'impianto, son sicuro che, anche nel momento in cui sono andato al bagno, da qualche parte, c'era una telecamera nascosta............poi vabbè, rompimenti di scatole per non sostare vicino al settore dei gobbi, dico io, prendi il problema alla radice e chiudevi prima quel settore (per intenderci, l'ultimo pezzo di Maratona verso la curva sud) vietando abbonamenti e biglietti. Ieri, veramente, per la prima volta da quando è scattata sta ondata di repressione, ho veramente accusato il "malessere da stadio"......non è più un piacere andarci, certo non a queste condizioni....e voglio vedere quando s'andrà, per fare un esempio, a Siena........
Scrissero bene i comaschi tempo fa..."TEMPI DURI".
jurij
00Monday, September 12, 2005 10:59 AM
Re:

Scritto da: Alex ven. 12/09/2005 9.09
Va bene, s'è perso, ma ci poteva stare. Magari non subito dopo 20 minuti ma ci poteva stare. Detto questo, ieri, ho provato tanta tanta impotenza e nostalgia mentre assistevo a tutto ciò che ho visto. Transenne davanti al piazzale della Maratona (ora son mobili, da qualche parte, ho letto, probabilmente in futuro diventeranno semifisse o, addirittura, fisse). Pareva la "zona rossa" del G8. Impotenza nel vedere che, all'imbocco del piazzale, dovevi esibire abbonamento o biglietto abbinato a documento d'identità davanti ad una spia che ti riprendeva con la telecamera....rabbia quando la stessa spia s'è messo a riprendere un bambino che avrà avuto si e no 8 anni[SM=g27834]
In tutto ciò, in pieno clima di repressione, stonano le leggerezze che comunque, anche ieri, si son verificate. Si dividono le zone dei tifosi, si consiglia di seguire certi percorsi per arrivare nei settori prescelti (minacciando di non far passare qualora qualcuno non rispetti tale consiglio) e poi?.......gli ospiti che devono andare in curva nord vengono fatti passare da dove s'entra noi! Ora, va bene che nel 99% dei casi, questa è tutta gente più che tranquilla ma non credo sarà sempre così. Senza contare all'interno dell'impianto, son sicuro che, anche nel momento in cui sono andato al bagno, da qualche parte, c'era una telecamera nascosta............poi vabbè, rompimenti di scatole per non sostare vicino al settore dei gobbi, dico io, prendi il problema alla radice e chiudevi prima quel settore (per intenderci, l'ultimo pezzo di Maratona verso la curva sud) vietando abbonamenti e biglietti. Ieri, veramente, per la prima volta da quando è scattata sta ondata di repressione, ho veramente accusato il "malessere da stadio"......non è più un piacere andarci, certo non a queste condizioni....e voglio vedere quando s'andrà, per fare un esempio, a Siena........
Scrissero bene i comaschi tempo fa..."TEMPI DURI".



Purtroppo io il malessere da stadio l'avevo già accusato un paio di anni fà ma ieri ho capito che per il calcio così come lo abbiamo conosciuto noi, non c'è più niente da fare, morto e sepolto.
Resisteremo fino a quando potremo ma la fine sembra abbondantemente segnata.

bicche
00Monday, September 12, 2005 11:28 AM
Esatto e io vi racconto la mia entrata allo stadio ieri.

Mostro l'abbonamento agli inservienti, lo timbrano bucandolo, dopodichè mi appresto a salire le scale per venire in maratona.
Uno sbirro mi si presenta davanti e mi dice (vi rammento che ero fermo e stavo aspettando proprio il cretinetto che mi perlustrasse) "O DOVE CREDI DI ANDARE?? SVOTA LE TASCHE"
Detto questo gli ho fatto notare sempre educatamente, che con quel tono di voce lì non mi si pone nemmeno il mio babbo.
Senonchè mi ha fatto svuotare le tasche, aprire le sigarette, aprire il portafoglio, togliere la cintura, ed è stato 1 minuto a toccarmi il culo per vedere se c'era nulla.

CHE VADA A QUEL PAESE, LUI, CHI CE LO MANDA, E I MINISTRO PISANU

CLAY60
00Monday, September 12, 2005 12:40 PM
Ahahahahahahahahahahahahahahaha no, anzi.....c'e' da piangere davvero![SM=g27825]
WEB RE1976
00Monday, September 12, 2005 12:40 PM
COME NON ESSERE D'ACCORDO CON QUESTO BELLISSIMO STRISCIONE!!
A Milano è andata in scena una nuova protesta contro le norme antiviolenza emanate dal ministro Pisanu. Questa volta sono stati gli ultras rossoneri prima di Milan-Siena a S.Siro a dire la loro. Una serie di striscioni ha accolto l'ingresso delle squadre: 'Societa' fallite, folclore vietato, stadi fatiscenti, calcio spezzatino, doping, presidenti truffatori, tasse non pagate. Sono i tifosi il male del calcio? No al decreto Pisanu!"
zeman!
00Monday, September 12, 2005 12:48 PM
Spostato nella sezione costo biglietti partite di calcio

[Modificato da WEB RE1976 12/09/2005 13.24]

MikFib
00Monday, September 12, 2005 12:52 PM
Fa tutto parte di un disegno:

clima di oppressione/repressione +
biglietti cari +
orari assurdi =
via la gente dagli stadi.

spero vivamente di sbagliarmi, ma tutte le profezie più nere che ho provato a fare negli ultimi 5 anni si stanno lentamente avverando.

che skyfo (tanto nasce quasi tutto da lì)
WEB RE1976
00Monday, September 12, 2005 6:03 PM
Notizia sconvolgente da Terni
ULTRAS ALLO STADIO “AVVERTITI” DAL QUESTORE.
Per ora niente multa ma, se continui così rischi di subire il divieto di accesso allo stadio per un anno.
La lettera è giunta a qualche decina di ultrà da parte del questore Savina è garbata nella forma, ma nella sostanza è un bel pugno allo stomaco per chi è stato ripreso dalle telecamere, domenica scorsa, in curva EST a violare ripetutamente il regolamento d’uso dello stadio, non attenendosi alla disposizione in esso contenuta relativa all’obbligo di occupare il posto assegnato, registrato sul biglietto, andando ad occupare posti riservati ad altri soggetti o inibiti al pubblico.
Sono i frutti delle nuove norme dettate rigidamente dal ministro PISANU. La prima volta tale violazioni comportano fino a 300 euro di multa. Poi la multa raddoppia e si arriva persino ad ipotizzare il divieto di entrare allo stadio per un anno.
Siamo al grottesco- commentano in una nota FREAK BROTHERS e RESISTENZA ULTRAS-gli avvisi della questura anno preso di mira chi lanciava cori, suonava tamburi, sventolava bandiere… cioè il cuore del tifo.
zeman!
00Monday, September 12, 2005 6:26 PM
volendo guardare il bicchiere mezzo pieno,si vede che a terni la qualità della vita deve essere molto alta,senza spacciatori,ladri,assassini,prostitute,clandestini,politici,criminali in genere ,visto che la polizia impiega tante risorse e tempo per quel gruppo di pericolosi sbandieratori,abusivi di poltroncine insomma dei tifosi.
ogni tanto vorrei essere norvegese!
WEB RE1976
00Sunday, September 18, 2005 10:36 PM
da Goal.com Curve&Tifosi: A Parma curve vuote nei primi 15 minuti di gara
Per la seconda domenica consecutiva il tifo organizzato gialloblù, con la collaborazione dei gemellati empolesi, promuove una protesta simbolica nei confronti della “schedatura preventiva”.
Mentre la città è in trepidazione per le notizie sul fronte societario, la tifoseria gialloblù prosegue nella sua protesta silenziosa contro le nuove norme contenute nel decreto Pisanu, entrate in vigore con l’inizio di questo campionato. In vista della sfida di domani contro l’Empoli i gruppi organizzati (Boys 1977 e Settore Crociato, con l’adesione del Centro Coordinamento Parma Club) replicheranno l’iniziativa promossa in occasione della trasferta di Verona la scorsa settimana: la curva Nord resterà deserta nei primi 15’ minuti di gara, per poi riempirsi con l’invasione gialloblù allo scadere del quarto d’ora. La protesta si avvarrà della collaborazione dei tifosi empolesi, protagonisti di un gemellaggio ultraventennale con il tifo crociato. “Lo stadio “Ennio Tardini” dovrà sembrare un silenzioso deserto – si legge nel comunicato ufficiale diramato dai gruppi organizzati - un contenitore freddo e asettico, come rischiano di diventare tutti gli impianti sportivi italiani dove si consuma il gioco del pallone a causa della politica di gestione degli spettatori che si sta adottando negli ultimi anni”.

Motivo della protesta le nuove norme del provvedimento governativo antiviolenza, in particolare biglietti nominali e schedatura dei tifosi: “Disposizioni troppe rigide e selettive come queste ultime – come dichiarato nel comunicato - rischiano di far disamorare il popolo dei tifosi, di disincentivarlo e di scoraggiarlo ad assistere a una partita di calcio e a sostenere la propria squadra del cuore, in trasferta soprattutto.” E proprio per dimostrare che il pubblico non è solo un contorno, bensì parte integrante del mondo del calcio, i tifosi gialloblù hanno concepito una protesta forte e semplice, dal grande valore comunicativo. L’intento dei gruppi organizzati è infatti quello di mettere a confronto 2 possibili scenari: quello che potrebbe scaturire dalla sciagurata gestione della risorsa che il pubblico rappresenta, con i 15 minuti iniziali senza tifo, e quello tradizionale, in cui il calcio torna ad appropriarsi dei colori, dei suoni e delle emozioni che solo uno stadio gremito può regalare.

La protesta continuerà anche lontano dai riflettori, raccogliendo in un dossier tutte le vicissitudini e le discrepanze legate all’applicazione delle nuove norme, all’insegna, come sempre, della grande civiltà della tifoseria crociata, capace di rinunciare, a malincuore, a sostenere per un 15’ d’ora la squadra pur di contestare un provvedimento che fa sempre più fatica a raccogliere consensi tra chi, lo stadio, lo vive quotidianamente. Per salvaguardare, come affermato anche nel comunicato, una delle più importanti funzioni del calcio: l’aggregazione sociale.


Sergio Chesi
WEB RE1976
00Wednesday, September 28, 2005 6:16 PM
Multa per avere l'abbonamento di un altro che non poteva andare alla partita
Decreto Pisanu: 1/a multa a Torino
Tifoso con abbonamento non suo multato prima di Juve-Rapid
(ANSA) - TORINO, 28 SET -
Un tifoso della Juventus ha subito ieri sera, prima della sfida di Champions con il Rapid Vienna, la 1/a multa per il decreto Pisanu.
Il supporter bianconero si era presentato all'ingresso del Delle Alpi in possesso di un abbonamento nominativo intestato a un'altra persona.
L'uomo e' stato sanzionato dalla polizia.
E' la prima contravvenzione del genere a Torino.
L' irregolarità, rispetto alla nuova normativa di sicurezza negli stadi prevista dal decreto Pisanu, è stata riscontrata durante i controlli a uno degli ingressi. Il tifoso è un giovane di 22 anni di Viterbo. Le multe previste dal decreto vanno fino ai 300 euro.

Sempre ieri un tifoso austriaco, che ha acceso sugli spalti un fumogeno, e' stato denunciato all'uscita dello stadio

[Modificato da WEB RE1976 28/09/2005 19.05]

WEB RE1976
00Wednesday, September 28, 2005 6:19 PM
Ricordatevi la delega nel caso di abbomanento ad altri
Se per caso vi fate prestare o prestate l'abbonamento o il biglietto ricordatevi di scrivere due righe.
La delega per il cambiamento provvisorio del nome............che per questa partita il mio abbonamento (o biglietto) lo usa Tizio........deve essere comunicata all'Empoli Calcio se si tratta di abbonamento e alla Ticchettone se si tratta di biglietto.

Non so francamente se dalla partita dopo torna automaticamente il nominativo del precedente possessore o se va fatto nuovamente il cambio.
UnoDiEmpoli77
00Wednesday, September 28, 2005 8:09 PM
La delega andrebbe faxata alla sede dell'Empoli?Si puo' fare anche il giorno prima della partita o serve qualche giorno di anticipo?
WEB RE1976
00Thursday, September 29, 2005 10:38 AM
Re:

Scritto da: UnoDiEmpoli77 28/09/2005 20.09
La delega andrebbe faxata alla sede dell'Empoli?Si puo' fare anche il giorno prima della partita o serve qualche giorno di anticipo?


Facciamo così.
Per non correre il rischio dire fesserie mi informo meglio e nei prossimi giorni vi dico come si fa in entrambi i casi (abbonamento o biglietto) magari mettendo anche un fac simile della delega.
Datemi un pò di tempo perchè altrimenti si rischia di dare informazioni solo per sentito dire (io per primo) e per un caso delicato così forse è meglio avere certezze.

Se poi qualcuno ha già fatto questa delega può aiutarci tutti.
genova rangers
00Thursday, September 29, 2005 10:53 AM
Comunque sia,è una cosa INCREDIBILE.
Davvero,peggio che al cinema,questa legge ti rende uno "schedato".
H.V.S.
jurij
00Thursday, September 29, 2005 3:29 PM
Ma vi rendete conto dove ci hanno portato????
La delega faxata all'empoli per andare alla partita?
Tra poco dovremo chiedere il permesso al Papa (vista la laicità del ns. stato) per poter usufruire i bagni pubblici della stazione [SM=g27826]
WEB RE1976
00Friday, September 30, 2005 1:21 AM
COME CAMBIARE IL NOMINATIVO SU BIGLIETTO O ABBONAMENTO
PER CEDERE IL PROPRIO BIGLIETTO AD UN ALTRO:
Se il biglietto è stato acquistato allo stadio, il cambio di utilizzatore potrà essere effettuato presso gli appositi sportelli presenti allo stadio stesso.
Se il biglietto è stato acquistato presso la rete TicketOne il cambio di utilizzatore potrà essere effettuato presso i Punti Vendita TicketOne abilitati se il biglietto è stato acquistato in uno di questi oppure sul sito www.ticketone.it oppure attraverso i Call Center dei Partner TicketOne (899.500.022 di TicketOne, Info 412 di Telecom Italia, 89.24.24 Pronto Pagine Gialle, TIM 412 Trovatutto e Il Numero 892 892- ATTENZIONE QUESTI NUMERI VI PUPPANO UN MONTE DI QUADRINI[SM=g27812]). In questo caso è necessario comunicare il numero di carta e il sigillo fiscale riportati sul biglietto. Una volta risaliti al biglietto in questione sarà dunque possibile cambiare i dati dell'utilizzatore o attribuire il nuovo CODICE CALCIO. .

PER CEDERE IL PROPRIO ABBONAMENTO:
E' possibile semplicemente comunicando i dati (o il CODICE CALCIO) della persona che utilizzerà l’abbonamento presso la società che l'ha emesso. La procedura è identica a quella per il cambio di intestatario del biglietto.
Per la partita dopo è necessario fare la stessa cosa per riportare l'abbonamento al nominativo originario.

INFORMAZIONI UTILI:
Attenzione il cambio di intestatario comporta solo una registrazione sui sistemi e non implica la sostituzione del biglietto che rimane quello originario.
La Ticchettone dice che tutti i dati personali raccolti se non richiesti dall’autorità competente vengono automaticamente distrutti dopo 7 giorni dalla partita a cui si riferiscono. (Io non ci credo [SM=g27812] perchè inserendo il proprio codice calcio li ritrovi subito senza doverli ridare di nuovo)
Si può cambiare nominativo tutte le volte che è necessario. I sistemi tengono traccia di tutti i cambiamenti.
Presentarsi allo stadio con abbonamento o biglietto intestato ad un altro o senza intestazione comporta sanzioni pecuniarie fino a 300 Euro. Non sarà inoltre possibile accedere allo Stadio.

[Modificato da WEB RE1976 30/09/2005 1.42]

WEB RE1976
00Friday, September 30, 2005 1:27 AM
RENDIAMOGLI LA VITA DIFFICILE ANCHE A LORO
A proposito non siamo obbligati al filtraggio a fare vedere i nostri documenti agli Stiuard in quanto non sono Forze di Polizia Giudiziaria.

"O che io fo vedere il mio documenti al primo col giubbottino giallo che mi trovo davanti!.......Chiami un agente e lo faccio vedere a lui.......non certo a lei"

Infatti già domenica scorsa qualche empolese di maratona [SM=g27828] ha fatto così ed effettivamente ha avuto ragione.

Quindi possiamo rifiutarci di farla vedere al giallino e esigere che chiamino le forze dell'ordine dicendogli che solo a loro facciamo vedere i nostri documenti.........almeno rendiamogli la vita difficile facendo valere i nostri pochi diritti che abbiamo!!!!
Alex ven.
00Friday, September 30, 2005 4:01 PM
Dò loro ancora un pò di tempo, dopo, presto o tardi, cominciano a piglià le mani nel viso sti stewards. Fanno troppo i ganzi e poi si credano sbirri, non sapendo di finire dalla padella alla brace. Chiunque si preposto all'ordine mi sta di traverso, divise blu o gialle che siano.
zeman!
00Saturday, October 1, 2005 9:36 AM
credo che anche gli ultras della squadra del presidente del consiglio,sciopereranno lasiando vuota la curva per 15 minuti!

ho trovato un lavoro che farei fare volentieri al presidente del consiglio,e la sua cricca di amici(galliani,carraro,ecc)io li manderei ad intonacare,chiudere le crepe del sarcofago del reattore n°4 di Chernobyl!
quando ha finito lo si può fare anche imperatore!
RastC
00Saturday, October 1, 2005 10:13 AM
Allora, visto che ci siamo, mandiamoceli (lui, i suoi amici - anche quelli che col calcio c'entrano poco) a murarlo, ma di dentro, il reattore, così quando finiscono là sono là rimangono [SM=g27828]
WEB RE1976
00Wednesday, October 12, 2005 11:43 PM
Il decreto Pisanu è diventato legge
E' legge il decreto Pisanu contro la violenza negli stadi.
Il provvedimento è stato approvato a maggioranza in via definitiva dal Senato.
Ha votato a favore compatta tutta la Casa delle Libertà.
Ds e Margherita si sono astenuti (a Palazzo Madama l'astensione vale come voto contrario).
Verdi, Pdci e Prc hanno votato no.
Principali novità: inasprimento delle pene per lancio di oggetti, invasioni di campo con danno alle persone e sospensione di partite a causa di vandalismi.
Il questore può vietare l'accesso allo stadio ai più facinorosi, anche per le partite all'estero.
Gli addetti al campo sono equiparati ai pubblici ufficiali

(Televideo Rai)
Empoli1920
00Thursday, October 13, 2005 10:15 PM
Re: Il decreto Pisanu è diventato legge

Scritto da: WEB RE1976 12/10/2005 23.43

Gli addetti al campo sono equiparati ai pubblici ufficiali



Quindi non ci si pole più rifiutare di presentare la carta di identità ai giallini?
WEB RE1976
00Friday, October 14, 2005 12:53 AM
Re: Re: Il decreto Pisanu è diventato legge

Scritto da: Empoli1920 13/10/2005 22.15
Quindi non ci si pole più rifiutare di presentare la carta di identità ai giallini?

Pubblico Ufficiale penso sia nel senso che se qualcuno ci si piglia perchè dice che li non si può stare o viene fermato da uno di loro mentre fa invasione di campo è come se avesse a che fare con un poliziotto......con le relative conseguenze penali.
Quindi occhio a litigarci o addirittura ad usargli violenza.
Non possono arrestarvi loro perchè non hanno compiti di Polizia Giudiziaria ma possono chiamare le forze dell'ordine che possono procedere al fermo per oltraggio ad un pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni di addetto alla sorveglianza del campo.

Per quanto riguarda il documento di identità non cambia nulla........stai tranquillo che io lo faccio vedere solo ai poliziotti che ne hanno l'autorità per chiedermelo.........non al primo col giubbottino giallo che vuole vedere come mi chiamo e i miei dati personali. Loro non ne hanno proprio l'autorità per farlo.
zeman!
00Friday, October 14, 2005 9:20 AM

Per quanto riguarda il documento di identità non cambia nulla........stai tranquillo che io lo faccio vedere solo ai poliziotti che ne hanno l'autorità per chiedermelo.........non al primo col giubbottino giallo che vuole vedere come mi chiamo e i miei dati personali. Loro non ne hanno proprio l'autorità per farlo



non vorrei contraddirti, ma credo che si abbia l'obbligo di mostrare i documenti a quelli col giubbottino giallo,se lo richiedono,hanno le stesse poteri dagli albergatori,se vuoi il servizio(dermire-accedere allo stadio) devi mostrare i documenti!
WEB RE1976
00Friday, October 14, 2005 10:45 AM
Re:

Scritto da: zeman! 14/10/2005 9.20


non vorrei contraddirti, ma credo che si abbia l'obbligo di mostrare i documenti a quelli col giubbottino giallo,se lo richiedono,hanno le stesse poteri dagli albergatori,se vuoi il servizio(dermire-accedere allo stadio) devi mostrare i documenti!



Il servizio me lo da l'Empoli Calcio al quale per Legge mostro il documento quando fo l'abbonamento, il biglietto la Ticchettone alla quale per Legge devo mostrare i documenti quando lo compro, i documenti per strada per Legge li mostro solo alle Forze di Polizia.
L'altra volta contro il Lecce è andata così, diversi al filtraggio non hanno fatto vedere i documenti al giallino e hanno voluto che chiamassero un poliziotto che li avrebbero fatti vedere solo a lui e il poliziotto poi gli ha dato ragione (posso confermare personalmente la cosa).
I giallini fanno solo una specie di Servizio d'Ordine interno e per qualsiasi problema di ordine pubblico devono rivolgersi alla Polizia, non possono nè arrestare nè perquisire nè tantomeno identificare nessuno. In caso che qualcuno crei problemi ti possono solo bloccare e chiamare immediatamente le Forze dell'Ordine. Come i buttafuori nelle discoteche o il servizio ai concerti o manifestazioni.
Sono stati fatti Pubblici Ufficiali per dargli uno status giuridico di fronte alla Legge di preminenza nei confronti del tifoso: la sua parola per esempio vale più della mia o se lo insulto (o lo picchio) rischio molto più che se lo faccio con un altro tifoso.
Quindi non è un semplice strappabiglietti, ma non è neppure un Agente di Polizia.
WEB RE1976
00Monday, May 1, 2006 1:59 AM
CARRARO: ''Basta striscioni negli stadi''

29/04/2006 - di KATAWEB SPORT
Il presidente della Figc Carraro torna sul tema della violenza fuori e dentro gli impianti e in particolare sui messaggio esposti dai tifosi: ''Mi chiedo se valga la pena consentirne ancora l'ingresso. A Barcellona c'erano 100 mila persone e non è successo nulla. Non ho una ricetta né una formula, ma sono allarmato e preoccupato''
Il presidente della Figc, Franco Carraro, è tornato ad affrontare il tema della violenza fuori e dentro gli stadi all'indomani dell'aggressione ai giocatori del Genoa.

Carraro prende ad esempio quanto successo a Barcellona in occasione della semifinale di Champions League con il Milan: ''C'erano 100 mila spettatori è andato tutto bene, e non c'era uno striscione sugli spalti''.

Proprio quello degli striscioni è un tema che il numero uno di Via Allegri tocca con particolare interesse: ''Mi chiedo se valga la pena consentire l'ingresso e l'esposizione di striscioni. Io non ho un'idea precisa, non ho una ricetta nè una formula, ma sono allarmato e preoccupato. Dico solo che noi come organizzazione del calcio dobbiamo porci il problema''.
Alex ven.
00Tuesday, May 16, 2006 7:13 PM
Anche Pisanu intercettato nelle telefonate.......caro robin hood dei poveri......ORA RIDO IO! E CON ME TUTTI GLI ULTRAS D'ITALIA!!
Facevi i decreti per coprire altro eh?
Bravo, te e gli altri sbirri intercettati......nascondetevi, o per un motivo o per l'altro dietro uno straccio, noi sappiamo che gente siete!
CLAY60
00Wednesday, May 17, 2006 2:18 PM
La TORREs di PISAnu, che pende...che pende....e adesso và giùùùù
dabustoarsizioxlempoli
00Thursday, May 18, 2006 10:48 AM
ahahahahahah!! [SM=g27827]: [SM=g27824] [SM=g27828] bellissima clay! stupenda sta battuta!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:48 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com