Le verita' della BIBBIA

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
(richard)
00Monday, October 15, 2012 9:48 AM
Fra le Bibbie piu' antiche c'è quella alessandrina che racconta....

su Siracide: l'inganno della fonte traduttiva


Oggi non esiste più il testo ebraico di Siracide, tranne qualche frammento.
Disponiamo, però, di due traduzioni: la Vulgata e la LXX


[IMG]http://i48.tinypic.com/2i0vrie.gif[/IMG]


La CEI, anziché affidarsi alla traduzione integrale e accreditata della Vulgata,
ha adoperato la traduzione mutilata della LXX.
Proviamo a capire il perché.

Le 8 incompatibilità della LXX

1) Nella versione dei LXX «è stato attenuato o eliminato quanto poteva sembrare offensivo alla sensibilità greca, condivisa dai giudei ellenisti»
Da Corso introduttivo alla Bibbia, Alessandro Sacchi - Ed. san Paolo, pag. 56



Allestimento sinottico dell'antico testamento


2) Origene, nel 240 d.C., allestì un testo composto di cinque bibbie su sei colonne (Esapla) per analizzare le divergenze tra la Bibbia ebraica e le traduzioni in greco.
[1) Testo ebraico; 2) Testo ebraico traslitterato in greco; 3) Versione Aquila; 4) Simmaco;
5) La LXX; 6) Teodozione]
In quella recensione furono contrassegnate nella colonna della LXX le parole, le frasi e i brani che non esistevano nel testo ebraico (l'inizio con ÷ e la fine con %) e le parole e i brani presenti nel testo ebraico ma soppressi dalla LXX (nella colonna Teodozione, l'inizio con * e la fine con %).
In buona sostanza, l'Esapla mostrò che le aggiunte e le soppressioni della LXX erano volontarie e premeditate. In particolare, sui contenuti biblici più irriverenti.

3) Nella traduzione dei LXX il libro di Daniele fu notevolmente ampliato, tanto che la Chiesa dei sec. III-IV lo sostituì con la versione di Teodozione.
I libri di Giobbe, dei Proverbi e Geremia sono stati abbreviati.
La versione di Ester fu accresciuta e rimaneggiata.
Nel libro di Siracide, nel Cantico e nei Salmi sono stati depennati e aggiunti diversi brani, mescolando quelli adiacenti e ingenerando una confusione dei significati.

4) La versione dei LXX finì per essere ripudiata dagli ebrei, non solo per rivalità con i cristiani ma anche per infedeltà traduttiva. Dopo il rifiuto, per i giudei della diaspora alessandrina, quel giorno venne considerato così nefasto come quello in cui era stato fatto il vitello d'oro, e s'istituì persino un digiuno in segno di lutto.
Ciò nonostante, va detto che la versione dei LXX presenta un Pentateuco ben tradotto, ma traduzioni scadenti per gli altri libri.

5) Dalla nota originale della Bibbia Martini - in Atti Apostoli 6,9 - apprendiamo che gli ebrei alessandrini avevano una sinagoga a Gerusalemme in cui leggevano la loro Bibbia dei LXX, ma che a Gerusalemme c'erano anche altre sinagoghe di altri ebrei sparsi in altre nazioni. Non tutte le bibbie erano conformi, né includevano gli stessi testi della LXX (la fluidità del canone - cfr. G. Flavio, Contro Apione 1,8,38-41).
Oltre alle bibbie integrali, come quelle inserite nelle colonne nella Esapla, c'erano anche bibbie parziali che Origene denominò Quinta, Sesta e Settima.
La versione dei LXX fu quella che riuscì a diffondersi di più sulle altre, anche per l'impulso e l'interesse della religione cristiana.

6) Quando Girolamo iniziò a tradurre la Bibbia in latino (Volgata) adoperò la LXX con a fianco il testo ebraico come controllo e verifica. Successivamente, abbandonò la LXX e tradusse l'Antico Testamento direttamente dall'ebraico. Girolamo non si stancò mi di ricordare che le aggiunte o le modifiche della LXX non facevano parte del canone ebraico.

7) Prima della chiusura del canone ebraico, nel sec. II-III d. C., tra i rabbini ci fu un inteso riscontro sui testi eliminando quelli che contraddicevano la Legge, che contenevano contraddizioni interne o contenuto profano. Il testo ebraico di Siracide [Gesù figlio di Sirach], pur essendoci sino al tempo di Girolamo (col titolo Parabole), successivamente non fu più ricopiato perché escluso dal canone ebraico.

8) Il canone della Bibbia alessandrina contiene testi apocrifi ebrei e cristiani
(1Esdra, 3Maccabei, 4Maccabei, Odi di Salomone, Salmi di Salomone).


Nonostante ciò,
la Nuova Bibbia CEI 2008, per il libro di Siracide, ha adottato l'infedele traduzione dei LXX anziché quella di Girolamo che fu eseguita sul testo originale ebraico (hebraica veritas) come asserito anche nella prefazione a Siracide nella Bibbia Martini. E ciò, prescindendo dal Concilio di Trento che dichiarò la Volgata di san Girolamo "autentica ai testi originali in tutte le loro parti". Oramai, decreti canonici interdetti. [Recognitio]

perché questa scelta?

La versione dei LXX ha addolcito e abrogato i contenuti biblici più spregevoli.
È stato uno dei primi interventi chirurgici traduttivi a tutto testo con cui edulcorare la Parola di Dio, sospinti dalla più saggia cultura ellenica.
La CEI, con la Nuova Traduzione 2008, ha compiuto la stessa impresa che ieri aveva compiuto la Septuaginta.
Ragion per cui è stata un'occorrenza morale dover cestinare la traduzione più fedele (La Volgata di Girolamo).
Vedi manipolazione n. 5 e 53


su Siracide capitolo n. 9, L'intrigo testuale


Il libro di Siracide fu scritto in ebraico nel 200 a.C.
Fu tradotto in greco dopo il 132 a.C.
Oggi non disponiamo più del testo ebraico di Siracide, tranne qualche frammento trovato nel 1896 in una sinagoga al Cairo, dei piccoli frammenti nel 1947 in una grotta di Qumran e nel 1964 qualche capitolo nella fortezza di Masada risalente al 1° secolo a.C.

Le varianti tra questi frammenti in ebraico e la traduzione dei LXX rivelano profonde divergenze.
Girolamo eseguì la traduzione di Siracide sul testo ebraico (nella prefazione a Siracide, Bibbia Martini).

Il commento di san girolamo sulla bibbia dei lxx

Siracide 9,10 (Vedi manipolazione n. 5)


Ciò nonostante, la Chiesa attuale riconosce come canonica la traduzione dei LXX di Siracide e disconosce il testo della Volgata di Girolamo che tradusse Siracide direttamente dalla "sacra lingua ebraica".
Tutto questo senza considerare il divario di professionalità tra Girolamo, maestro della traduzione, e gli anonimi traduttori della LXX. E senza neppure ricorrere al Concilio di Trento e Vaticano l che avevano dichiarato la Volgata autentica ai testi originali.


Girolamo aveva precorso i tempi sui testi originali: «per l'Antico Testamento, se vi sono divergenze tra i testi greci e latini, ci appelliamo al testo originale...» (Ep. 106,2).
A questo proposito, nella Nuova Traduzione 2008, la CEI dichiara che nei casi di lezioni testuali dubbie o discusse della Settanta, ci si è riferiti alla Vulgata tenendo conto delle scelte compiute dalla Nova Vulgata (Vaticano). Ma la Nova Vulgata del 1986 ha già modificato la Vulgata nelle parti inopportune.

La Nova Vulgata è stata modulata sulla Septuaginta che, influenzata dalla cultura ellenica, aveva abolito il nome proprio di Dio JHWH (partendo dalla critica alle divinità umanizzate del pantheon: Zeus, Apollo, Dionisio), aveva cancellato quei brani eccessivamente spregevoli contro la donna (tra le divinità elleniche c'erano anche dee donne: Giunone, Minerva, Demetra), aveva soppresso una festività esclusiva dei Giudei (Giuditta 16,31) per affermare un principio un po' più universale di Dio. E via dicendo.
Nella Nova Vulgata sono stati cancellati i brani n. 10 e 11 del libro di Siracide e i due numeretti sono stati collocati tra parentesi. Un altro riscontro è nei 33 brani soppressi nella Nova Vulgata, dove il 50% di essi appartengono al libro di Siracide [Ecclesiasticus].

Insomma, è stato realizzato un vero e proprio intrigo sulle fonti per delegittimare la traduzione di Hieronymus eseguita sui testi originali, assemblando un textus receptus [Nova Vulgata] allestito ad hoc per disinfettare e asportare quei brani che oggi sono inaccettabili.

Fortunatamente, detto tra virgolette, sono ancora scolpite le parole immorali di Dio nella Volgata di Girolamo, confermate dalla Vulgata Sisto-Clementina, che parlano con i veri sentimenti di Siracide sulle donne.
Fortunatamente, ancora tra virgolette, sino al 1969 quella frase infamante «ogni donna impudica sarà calpestata come sterco nella via» era presente nella Bibbia Ed. Paoline «VERSIONE DAI TESTI ORIGINALI».


www.utopia.it/falsa_traduzione_bibbia.htm#jhmkb
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:54 AM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com