Le delizie dell'...Alberta.

Gianni Sperone
00Wednesday, September 17, 2003 3:38 AM
Edmonton, 16.09.03;

Ultima sera nella bella capitale dell' Alberta che ha oggi vissuto una giornata da inizio dicembre sul Nord Italia (tn = 0 gradi, tx = 5 gradi e nevischio fra le h 8 e le h 10 ca con vento a 20/25 km/h prima da NW poi da NE...).

La giornata e' iniziata con una escursione nella riserva faunistica di cui vi facevo cenno ieri: si tratta di un parco naturale di ca 200 kmq (!), situato 45 km ad E di Edmonton, dunque verso la prateria e non verso le Montagne Rocciose, ove e' stato possibile percorrere in auto a passo d'uomo un anello di ca 65 km (ma esso sarebbe stato assai piu' lungo a compierlo per intero !), immersi in una rada boscaglia di pioppi, betulle e conifere, intervallata da laghi e laghetti talora paludosi.

Va detto che, salvo un bell'esemplare di alce maschio che allegramente consumava la sua colazione di rami teneri a pochi metri dalla strada, l'unico grande mammifero visto in quantita' rilevante e' stato il bisonte: almeno una ventina di esemplari fra maschi dall'aspetto minaccioso, e femmine con bisontini appresso.

Il bisonte (ma quello europeo ha taglia inferiore) l'avevamo gia' visto in circostanze tuttavia differenti nella foresta Bialowietza (confine Polonia/Bielorussia) nel piovoso (la') luglio 1997. La differenza enorme sta nel fatto che, in Polonia i bisonti erano in stato di semi-liberta' vigilata entro enormi staccionate di qualche chilometro quadrato ed il potere avvicinarsi ad essi era subordinato al fatto che questi begli esemplari gibbosi ...avessero l'intenzione di non sostare troppo lontano dalle staccionate medesime !

Stamane, invece, sotto un allegro turbinio di nevischio che lasciava una lieve traccia di se' ad esempio su taluni tipi di fogliame del sottobosco, oppure su strutture o parti in legno qua e la' disseminate...dicevo...i bisonti si muovevano in stato di assoluta liberta', talora passeggiando placidamente lungo la strada o sostandovi nei pressi, qualcuno sollevando il muso verso questi intrusi con la targa del Minnesota...

Il resto della giornata e' trascorso con un ampio percorso automobilistico intorno ad Edmonton, sia per coglierne un pochino l'essenza nel fervore degli atti della vita quotidiana, sia per fare letteralmente il giro dei locali, alternando validi "espresso" a grandi bistecche con birra locale, sempre differente e sempre seduti in ambienti diversi fra loro (dallo stile English-Pub, al Vecchio West, al Centro-Europa, al Canada misto USA ecc.

Uno spicchio del pomeriggio e' stato infine gradevolmente trascorso in un grande centro dell'usato nel quartiere piu' informale di Old Strahona, curiosando e riempiendo buste in plastica di targhe automobilistiche, quadretti Anni '60 ecc ecc...persino una vecchia e pesante sella ha trovato posto fra lo sgomento delle commesse dentro un capace borsone, appositamente portato dall' Italia perche'...ci conosciamo bene...!

Le persone sono ovunque cortesi e disponibili, e questo vale da Minneapolis in poi; anche se parra' strano, proviamo tuttavia un maggior senso di insicurezza la sera rispetto alle citta' USA viste sinora per la totale assenza di qualsiasi forma di sorveglianza, salvo quella da telecamere.

Abbiamo inoltre notato (e cio' gia' il settembre scorso a Winnipeg) come la minoranza etnica indiana nativa sia quella, almeno apparentemente piu' emarginata. Essi, probabibilmente in virtu' di antichi e mai appianati soprusi subiti (...e, chi lo sa ancora oggi se forse nel civilissimo Canada non esista una larvata forma di apartheid...), appaiono spesso alticci, con un fare aggressivo ed un certo qual atteggiamento di fiero odio piu' che di servile rassegnazione verso la popolazione locale/straniera (ma i turisti son veramente pochi da Winnipeg a Edmonton!!!)

Direi che questa e', da un punto di vista personale, la nota un poco piu' triste e stonata dello Stato canadese mentre, una analoga situazione interetnica non l'abbiamo mai apprezzata negli USA (per quanto possa sembrare strano!).

Le Provincie delle Praterie annoverano, curiosamente, una minoranza nemmeno cosi' esigua di popolazione ucraina che, spesso caratterizza alcuni interi quartieri delle maggiori citta'.

A questo punto, vorrei fare un po' di chiarezza sulle caratteristiche climatiche esenziali delle Provincie delle Praterie, poiche', dai resoconti di questi giorni pare quasi che l'Alberta sia la zona piu' fredda del Canada centro-meridionale.

Dunque, in effetti fa assai freddo in questa settimana fra Edmonton e Calgary, tuttavia le T sono all'incirca fra i 7 e gli 8 gradi piu' basse della norma mentre, analoga grande anomalia ma positiva, interessa tutto il territorio ad E del meridiano di Winnipeg. Dunque si e' trattato di un fenomeno locale ed inusuale per la stagione in corso: lo sarebbe quasi in media se fossimo a fine settembre, infatti e' proprio dal 15 al 27/30 settembre che l'assetto termico subisce un brusco ribasso verso livelli per noi semi-invernali.

Basandomi dai dati medi del periodo 1971-2000, va precisato come la Tm del gennaio sia = -17.8 a Winnipeg, -16.2 a Regina, -11.8 ad Edmonton e "solamente" -8.3 a Calgary che, nonostante i 1030 mt di quota subisce spesso gli effetti di compressione del mite chinook a provenienza dalle vicine Montagne Rocciose.

Se poi consideriamo la latitudine di Edmonton (quasi 54 lat N) e raggiungiamo la medesima in Manitoba, ca 400 km a N di Winnipeg, troviamo una Tm del gennaio = -23/-24 gradi (vedi The Pas, Flin Flon ecc ecc). Dunque, a parita' di latitudine, il Manitoba risulta esere nel gennaio piu' freddo dell'Alberta di almeno 11/12 gradi !

Da aprile ad ottobre, latitudine e quota (675 mt), e' invece piu' fresca Edmonton rispetto a Winnipeg e Regina, cosicche' le nevicate ed il gelo , rispettivamente piu' tardivo e precoce, hanno maggior frequenza di occorrere ad Edmonton (o Calgary), piuttosto che a Regina o Winnipeg (quota 230 mt che nel luglio-agosto tende a riscaldarsi in maniera considerevole con Tm comprese fra 19.5 e 18.8 gradi, rispettivamente).

A Winnipeg non sono rare giornate estive da 21/35 mentre eventi del genere nell'Alberta sono pressoche' sconosciuti.

Il totale annuo delle precipitazioni e' ovunque basso nelle grandi pianure: si passa tuttavia dai 400 mm annui ca di Winnipeg (compresi 125 cm di neve) ai 550 mm annui di Edmonton (compresi 155 cm di neve che puo' cadere correntemente da inizio ottobre a meta' maggio).

Mi sono dilungato molto stasera, anche perche'ero nella situazione favorevole di poterlo fare...Non so nei prossimi giorni, con una sola notte di sosta quasi ovunque cosa potro' fare...vedremo.

Domani: Edmonton-Calgary;
Dopodomani: Calgary-Great Falls-Helena-Butte;
Venerdii': Butte.MT - Yellowstone - Cody.WY.

Una buona giornata a tutti voi, mentre leggo una ripresas termica nella II decade di settembre, specie al Nord Italia.

Ventoso anche a S. Giorio, oltre a Garessio, con T oscillanti fra 10 e 25 gradi (il dato e' comunque, ovviamente, approssimativo).

Gianni e Michela S.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:49 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com