La signorina Tecla Manzi

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
paperea
00Thursday, June 9, 2005 2:05 PM
Una zitella derubata, un usuraio beffardo, due carabinieri litigiosi: ecco alcuni volti di questo brillante e divertente giallo all’italiana.
Su quel ramo del lago di Como, in piena epoca fascista, le giornate si ripetono tutte uguali. Finché, nel giro di pochi giorni, tre stravaganti misfatti mettono in subbuglio l’intero paese di Bellano. Dapprima il furto di un quadro del Sacro Cuore di Gesù dalla casa dell’attempata signorina Manzi. Poi la profanazione della tomba di uno strozzino porta alla luce un’inquietante verità: a riposare sottoterra non è il cadavere di un uomo, come tutti pensano, bensì quello di una donna. Infine un guaritore che opera i suoi prodigi servendosi di imprecazioni... contro il Duce. Le indagini, seguite da un brigadiere sardo e un appuntato siciliano sempre in disaccordo fra loro, portano alla luce la fitta trama in cui si intrecciano fatalmente le storie dei compaesani: fratelli scomparsi e ricomparsi, banchieri e usurai, gerarchi fascisti e belle donne, preti e contrabbandieri. Con il sorriso sulle labbra, Vitali incrocia i destini e gli aneddoti, in un affresco vivissimo della vita di paese. Vera protagonista del romanzo.
Autore: Andrea Vitali
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:21 PM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com