La figura di Oswald

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Ignazio Freschi
00Wednesday, December 4, 2002 8:27 PM
Riprendo il tema di un messaggio che è stato cancellato nella ristrutturazione delle cartelle e lo ripropongo.
Per anni tutti gli appassionati del caso JFK si sono divisi in due partiti ben distinti circa la figura di LHO; per i complottisti l'ex marine è un capro espiatorio, del tutto estraneo agli avvenimenti, per i "Verdegligliani" (il dottore spero mi perdonerà il termine) Oswald è l'assassino solitario. Dunque o bianco o nero.... parlandone qualche giorno fa con un mio amico ci siamo posti un interrogativo suggestivo, e se la verità (come spesso avviene) stesse in mezzo? se fosse cioè "grigia"?... Eccoci dunque ad un Oswald che potrebbe essere esecutore materiale (magari solo anche se sapete bene che non la penso così) di mandanti più grandi di lui o complice di un vasto complotto.... una sua totale estraneità ai fatti è difficile da sostenere alla luce dei suoi movimenti post-assassinio..... a voi la palla, attendo repliche
[SM=g27838] [SM=g27820]

Ignazio
Diego Verdegiglio
00Thursday, December 5, 2002 3:23 AM
A Ignazio Freschi su Oswald
Caro Freschi,
la Sua ipotesi è suggestiva e anche in un certo senso possibile, ma resta appunto quella che è: un'ipotesi. Non esistono prove, al di là che Oswald sia stato l'uccisore di Kennedy e Tippit e che Ruby sia stato poi il suo assassino, che i due uomini abbiano avuto dei mandanti. Si può disquisire fino alla noia sul fatto che le prove siano state distrutte o siano ancora nei famosi archivi secretati. Queste sono e restano ipotesi. A parte il fatto che ho analizzato nel mio libro gli eventuali vantaggi di una presidenza Johnson da sostituire a JFK alla fine del '63 (l'ipotesi Vietnam di Stone è priva di fondamento), non credo ci sia mai stato un vero mandante dell'attentato. Nel mio libro ipotizzo che fossero in preparazione azioni clamorose contro Kennedy e che addirittura gli anticastristi e De Mohreschildt avessero intuito che la pericolosa psicopatia di Lee sarebbe sfociata in un attentato di questo tipo. Forse a qualcuno faceva comodo (ma a chi?). Non averlo fermato o segnalato è stata una responsabilità morale enorme, ma non si può parlare di veri e propri mandanti. Non è mai esistita, a mio avviso, una riunione in cui si è deciso di uccidere JFK. Lo stesso Stone è costretto ad ammetterlo nel suo storicamente sciagurato film. In 40 anni non è venuta fuori neanche una briciola di collegamento plausibile fra Oswald e la Mafia, nonostante le indagini dell'HSCA avvalorassero questa ipotesi (ma senza produrre prove: solo indizi). Il dibattito è ovviamente aperto. A presto! DV
lorenzog.
00Monday, October 25, 2004 11:56 AM
chi è Oswald? perchè ha ucciso?
> Boungioro ai curatori del sito. Ho già provato a scrivervi tempo fa, mi avete risposto, vi ho riscritto e ...attendo. Non c'è alcun dovere di rispondere a chiunque vi scrive, lo so.
Cmq ora eccomi sul forum
> Ma io riprovo semplificando le domande a una. Dando per buono che fu Lee Oswald l'unico a sparare, perchè?
> Cercate di portare prove verso questa tesi, d'accordo, prima i fatti, per quel che possono essere appurati. Ma i fatti traggono supporto anche dalle spiegazioni dei moventi.
> Dunque: secondo voi Oswald chi è? E' davvero un marxista filocastrista?
> Su questi punti non avete del tutto tolto i dubbi che il film di Stone pone:
> -perchè gli fu insegnato il russo mentre era nei marines? Poco prima di disertare in Russia?
> - perchè non fu accusato di spionaggio militare (per la caduta dell'aereo) e riammesso negli Usa?
> -perchè lavorava a fianco dell'ufficio di Bunister dove si agiva anche per l'operazione mangusta? Com'è che conosceva Dave Ferry? (altro di cui non parlate)
> - perchè ci sono documenti secretati su Oswald o kennedy fino al 2050?
> Cordiali saluti
> Lorenzo
PS Mi scuso per le imprecisioni, cito a memoria
Federico Ferrero
00Monday, October 25, 2004 5:38 PM
Ciao Lorenzo,
grazie per aver seguito il mio consiglio. Sono certo che, qualcuno, troverà il tempo per risponderti.
A tutta prima ti direi di leggere il libro di Norman Mailer "Il racconto di Oswald" (Ed. Bompiani, 1995). Scevro della parte romanzesca contiene un'accuratissima biografia di Oswald, che chiarirà tanti dei tuoi dubbi.
A presto risentirci
FF
Federico Ferrero
00Monday, October 25, 2004 5:39 PM
Ciao Lorenzo,
grazie per aver seguito il mio consiglio. Sono certo che, qualcuno, troverà il tempo per risponderti.
A tutta prima ti direi di leggere il libro di Norman Mailer "Il racconto di Oswald" (Ed. Bompiani, 1995). Scevro della parte romanzesca contiene un'accuratissima biografia di Oswald, che chiarirà tanti dei tuoi dubbi.
A presto risentirci
FF
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:17 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com