La conoscenza perduta!

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
dalyssa
00Saturday, November 25, 2006 10:04 AM
La leggenda

Racconta un’antica leggenda che quando l’essere umano perse l’interessamento per la conoscenza universale e degenerò, gli dèi, riuniti in supremo concilio, decisero di nascondere il Grande Arcano —il grande segreto, ovvero la conoscenza assoluta— affinché non venisse profanato.

–Nascondiamolo all’interno della terra —disse uno di loro—, perché lì non lo troverà di sicuro.

–No —rispose un altro—; arriverà il giorno in cui l’uomo capirà come penetrare nelle profondità del suolo e lo scoprirebbe e lo profanerebbe…

–Gettiamolo allora negli abissi del mare —suggerì un altro—; sarà davvero difficile che lì lo venga a scoprire…

–No —rispose—;giorno verrà in cui scoprirà come scendere nelle profondità degli oceani e lo troverebbe…

–Spediamolo, dunque, in cielo —propose l’altro—. Sicuramente lì non lo potrà mai raggiungere.

–Nemmeno lì sarebbe al sicuro —disse il più saggio— perché giungerà il giorno in cui l’uomo riuscirà a penetrare nello spazio.

–Ho trovato! —disse— Nascondiamo la conoscenza dentro l’uomo stesso, perché lì, di sicuro, non andrà mai a cercare!

E così fu fatto…



"Quando arriva il momento giusto per «sapere»
niente può impedire che accada,
ma finché il momento non è ancora arrivato
niente può far sì che accada".
Richard Bach



Coscienza dormiente…

Come saresti diversa se ti svegliassi!

Conosceresti i sette sentieri della felicità,

splenderebbe dappertutto la luce del tuo amore,

esulterebbero gli uccelli nel mistero dei tuoi boschi,

scintillerebbe la luce del tuo spirito e, felici,

gli elementali canterebbero per te versi in coro.

Samael Aun Weor

Piccolo spunto di riflessione..
Bacini baciotti a tutti [SM=x69326]

)Tisifone(
00Saturday, November 25, 2006 12:02 PM

tutto ciò è in linea con ciò che penso:
ovvero che la vita di ogni uomo è un lungo viaggio verso se stesso. [SM=x69343]

Tis [SM=x69326]
Non preoccupatevi di ciò che possono pensare gli altri, siate sempre fedeli a voi stessi
Serena10
00Saturday, November 25, 2006 1:48 PM
Interessante....
Io sono sempre stata una persona che difronte a situazioni difficili, scomode, cercava una colpa esterna a se stessa, scappavo , mi allontanavo da persone, luoghi, case. Ho cambiato il mio modo di agire o meglio di reagire, solo pochi anni fa.Una persona mi ha detto:
Fai luce nella tua caverna, non cambiarla con un altra. Ti troveresti con gli stessi problemi di ora, solo sarai da un altra parte. Possiamo scappare da tutto ma non da noi stessi. Quindi Metti ordine, pulisci, curati della tua caverna. Ovunque andari sarà con te.
La caverna ( in quel periodo, ci misi un po' a capire) ero io, Io nel senso di Io coscienza di me stessa. Potevo scappare per tutta la vita , ma la serenità, quella vera, non l'avrei mai trovata se non avessi accettato me stessa i miei limiti, se non avessi trovato il modo di migliorare le mie piccole e grandi meschinità.
Già, nascondare la verità dentro la coscienza umana , è certamente il sistema migliore per renderla inaccessibile.
Guardarsi dentro, veramente, non è cosa ne facile ne comoda.
L'ho fatto, questa persona mi ha illuminato, ora sono in viaggio,in viaggio verso me stessa. Sbaglio quotidianamente ma sbaglio ad occhi aperti. Ho smesso di cercare fuori di me la cusa, le colpe. Io sono la cusa, io sono la colpa. Io posso migliorare, crescere , camminare dentro di me attraverso me.
Che gli dei Vi benedicano.
-MissLunatik-
00Saturday, November 25, 2006 2:40 PM
E' un bellissimo spunto, dalyssa.

La ricerca della verità, avere conoscenza e saggezza assoluta, capire tutto, fino in fondo... l'infinita ricerca del genere umano.

Personalmente sto ancora osservando, meditando, imparando.. e credo che continerò a farlo ancora molto a lungo. Forse è questa l'unica verità assoluta: continuare a cercare, ad aggiungere un pezzo di sapere. Mi piace pensare all'esempio della Mona Lisa: ogni giorno gli studiosi aggiungono qualche nuova teoria per spiegare i suoi infiniti misteri e complessa simbologia. Arriveremo a comprenderla fino in fondo? Non lo so. Ma se sei al Louvre e hai davanti agli occhi questa meravigliosa opera d'arte non t'importa più di scoprire tutti i suoi segreti perchè sono questi che la rendono magnifica. Oscar Wilde scrisse ne "Il ritratto di Dorian Grey" che il mistero è l'unica cosa che rende interessante la vita moderna.

Forse non scoprirò la Verità Assoluta ne' dentro ne' fuori di me, ma forse è meglio così.

Lil' Miss Lunatik Lullaby [SM=x69320]
Ghaladh
00Saturday, November 25, 2006 3:06 PM
Crescendo spiritualmente, si diventa sempre di più "se stessi". Che bel post, Dalyssa [SM=g27768].
Rhea°
00Sunday, November 26, 2006 10:51 AM
Bellissimo post! e' vero, la conoscenza è nascosta dentro di noi e solo, ripeto solo, quando arriva il momento giusto per «sapere» niente può impedire che accada....
Per oltre sei anni, nelle mie meditazioni "profonde", mi appariva un "folletto". faceva la guardia ad una botola. Per tanti anni ho evitato con cura quella botola, terrorizzata da ciò che poteva celare.
Poi una serie di eventi hanno fatto si che incontrassi una persona che con tanta pazienza mi ha preso per mano e aiutata a scendere nella botola...
Probabilmente li dentro è celata la conoscenza, ma Dea quanta porcheria che devo buttare fuori prima di trovarla! Però, come dice Serena, ora sto camminando, sto facendo le grandi pulizie dentro me stessa. Quando la botola sarà vuota rimarrà solo la Conoscenza e la consapevolezza...

A tutti coloro che stanno facendo la stessa strada, auguro buona fortuna e tanta pazienza ( e tanti fazzoletti di carta :P)



Vorreste essere me, tranne quando arriva il momento del rogo...

-MissLunatik-
00Sunday, November 26, 2006 7:20 PM

A tutti coloro che stanno facendo la stessa strada, auguro buona fortuna e tanta pazienza ( e tanti fazzoletti di carta :P)




Quoto in pieno!


Per oltre sei anni, nelle mie meditazioni "profonde", mi appariva un "folletto". faceva la guardia ad una botola.



Non per essere indiscreta ma non sono sicura di aver capito. Visualizzavi un folletto o ti appariva come una specie di "visione"?

[SM=x69342]

Lil' Miss Lunatik lullaby
Rhea°
00Sunday, November 26, 2006 10:10 PM
x mis lunatik
No mi appariva nelle mie meditazioni pronfonde. anche se cercavo di cancellarlo lui appariva in continuazione, non c'era modo di "by-passarlo". In più mi "bloccava" eventuali strade da percorrere non lasciandosi superare...

Vorreste essere me, tranne quando arriva il momento del rogo...

Tezcatilpoca
00Monday, November 27, 2006 10:11 AM
E gia'.... la conoscenza e' dentro di noi....ma allora mi chiedo:

Perche' fare come gli struzzi e affidarsi agli Dei??

Perche' continuiamo a sottovalutarci e a non credere in noi stessi???



Ho calpestato un uomo!
-MissLunatik-
00Monday, November 27, 2006 7:40 PM

Perche' fare come gli struzzi e affidarsi agli Dei??



Forse perchè l'uomo sa di essere imperfetto e ha bisogno di credere in qualcosa di più "grande" che l'ha creato e ha creato il mondo.
La realtà è troppo complessa e sfacettata per pensare che tutto dipenda solo ed esclusivamente dall'uomo..

Lil' Miss Lunatik Lullaby

[Modificato da -MissLunatik- 27/11/2006 20.31]

Tezcatilpoca
00Tuesday, November 28, 2006 9:55 AM
mmmhhmmm...

Forse e' la nostra paura ad essere troppo grande, e a tenerci incatenati in un mondo fasullo e inculcatoci da chissa' quale Dio...

Ho calpestato un uomo!
Ghaladh
00Tuesday, November 28, 2006 1:58 PM
Perché commettere grossolani errori quando, affidandosi alla guida degli Dei, si può vivere meravigliosamente? Non cerco nulla di più della felicità, per questo mi affido a loro.
Tezcatilpoca
00Tuesday, November 28, 2006 4:19 PM
Eh Eh Eh...caro Ghal....credo che questa sia la domanda piu' vecchia del mondo.....!!!

beh, io non ho una visione del Mondo pagana, quindi mi riesce difficile " affidarmi agli dei o ad altre entita'", ma per quello che ho potuto vivere e apprendere, esistono forze che ci guidano e ci insegnano, ma mi riesce difficile definirli Dei....

Per me sono compagni, sono degli alleati che ci guidano attraverso le varie energie, mostrandoci la strada migliore per imparare a gestirle.





Ho calpestato un uomo!
-MissLunatik-
00Tuesday, November 28, 2006 4:59 PM

esistono forze che ci guidano e ci insegnano, ma mi riesce difficile definirli Dei....

Per me sono compagni, sono degli alleati che ci guidano attraverso le varie energie, mostrandoci la strada migliore per imparare a gestirle.






Tu le chiamo compagni , altri dei, altri Dio. E' lo stesso concetto di avvertire sulla pelle qualcosa di diverso, estraneo dall'uomo che c'è e c'è sempre stato.

Sono modi diversi di definire le stesse entità.

Questa, almeno, è la mia modesta opinione.

Lil' Miss Lunatik Lullaby
Ghaladh
00Tuesday, November 28, 2006 9:35 PM
Concordo, Lunatik. Avrei voluto scrivere infatti, che la descrizione fatta da Tezca è la stessa che io uso per gli Dei.
Tezcatilpoca
00Wednesday, November 29, 2006 9:59 AM
Re:

Scritto da: -MissLunatik- 28/11/2006 16.59

esistono forze che ci guidano e ci insegnano, ma mi riesce difficile definirli Dei....

Per me sono compagni, sono degli alleati che ci guidano attraverso le varie energie, mostrandoci la strada migliore per imparare a gestirle.






Tu le chiamo compagni , altri dei, altri Dio. E' lo stesso concetto di avvertire sulla pelle qualcosa di diverso, estraneo dall'uomo che c'è e c'è sempre stato.

Sono modi diversi di definire le stesse entità.

Questa, almeno, è la mia modesta opinione.

Lil' Miss Lunatik Lullaby




Ehhh.....e' questo il punto.....io non mi riferisco alle stesse entita'.

Vedi, per me questi alleati o compagni, non sono altro che emanazioni di noi stessi, non sono e non saranno mai Dei...Siamo sempre noi che ci veniamo incontro, operando su piani vibrazionali differenti.

Ma questo e' il mio mondo....


Ho calpestato un uomo!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:49 AM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com