La cometa "Desaparesida"

Pagine: [1], 2, 3
monseppe2
00lunedì 3 dicembre 2018 16.53
Come ti faccio "sparire" una cometa... compromettente
In questo Thread metto in discussione un problema "particolare" che ho riscontrato mentre aggiornavo il libro (versione 2018) "La ragione della bibbia".

Nota per Aquila.

Se hai comprato il libro, vedi a pagina 345 le informazioni sulla cometa "Hale-Bopp"....

sono aperti i commenti in merito.

Soggetto. Da agosto del 2018, con programma RedShift6 da me usato... la cometa che ho illustrato come visibile nel libro durante il 521bc (primo anno di Dario I)...

"Non posso più riprodurla (ma io sono un diamante....) o vederla in occasione del primo anno di Dario I (Istaspe) nel 521bc....

[SM=g7364] Me l'hanno rubata!...

Chi sa spiegare l'arcano (dicasi "mistero")?

Alla prossima...
intanto fate pure i vostri commenti o domande se lo desiderate.

monseppe2

barnabino
00lunedì 3 dicembre 2018 18.34

Chi sa spiegare l'arcano (dicasi "mistero")?



Hai provato a scrivere a chi ha fatto il programma? Esistono altri programmi simili che possano confermare o smentire la scompara?

Shalom [SM=g2037509]
monseppe2
00lunedì 3 dicembre 2018 20.55
Re:
barnabino, 03/12/2018 18.34:


Chi sa spiegare l'arcano (dicasi "mistero")?



Hai provato a scrivere a chi ha fatto il programma? Esistono altri programmi simili che possano confermare o smentire la scompara?

Shalom [SM=g2037509]




E' a voi che io devo provare ciò che è vero come il "diamante".

Ciò che è stato fatto, è come se col gesso volessero consumare, cancellare ciò che è "diamantino " (vero).

Hanno visto in rete questa mia foto elaborata in merito. Con essa, dimostravo astronomicamente che il VAT 4956 era del 587bc e 38 di Nabucodonosor II. li ho "scottati"... [SM=x1408447]

potevano contattarmi, se volevano, il mio indirizzo mail è pubblico: monseppe@libero.it

Mi sono accorto di ciò che è stato fatto, solo perché, aggiornando il libro, per serietà di ricercatore indipendente, ricontrollo tutte le verifiche che ho fatto in merito..

esaminate bene la foto, poi vi mostrerò ciò che lo stesso programma RedShift6 mi calcola ora, invece, in merito alla stessa cometa Hale-Bopp per lo stesso anno 521bc = 1° di Dario I (Istaspe) quello che permise la ricostruzione del tempio.

Per me la cosa è "vergognosamente"... seria, nel tentativo "meschino" che è stato fatto, anche a mia insaputa.

attendo commenti.

monseppe2
barnabino
00lunedì 3 dicembre 2018 21.03
Non so che dirti Salvatore, non ho le competenze per dare un parere, se fosse sarebbe inaudito. Ma non esistono altri programmi del genere per verificare?

Shalom
monseppe2
00lunedì 3 dicembre 2018 21.10
Re:
barnabino, 03/12/2018 21.03:

Non so che dirti Salvatore, non ho le competenze per dare un parere, se fosse sarebbe inaudito. Ma non esistono altri programmi del genere per verificare?

Shalom



[SM=x1408447] mi piacerebbe essere "salvatore"... [SM=g27988] ma sono solo "Giuseppe" [SM=g10765]

Gradirei che chi conosce qualcosa di astronomia, almeno del sistema solare, esprimesse il suo parere.

Ho cercato la cometa Hale-Bopp nel 521bc e tutto il periodo esaminato con TheSky6, ma non me la mostra. Mi fa vedere solo l'avvistamento del 1997 del secolo corso.

aspetto commenti, poi vi spiegherò ciò che è stato fatto, e "perché"... [SM=g27991] [SM=g27993] [SM=g28000]

Giuseppe
monseppe2


(SimonLeBon)
10lunedì 3 dicembre 2018 21.59
Re: Re:
monseppe2, 03/12/2018 21:10:



[SM=x1408447] mi piacerebbe essere "salvatore"... [SM=g27988] ma sono solo "Giuseppe" [SM=g10765]

Gradirei che chi conosce qualcosa di astronomia, almeno del sistema solare, esprimesse il suo parere.

Ho cercato la cometa Hale-Bopp nel 521bc e tutto il periodo esaminato con TheSky6, ma non me la mostra. Mi fa vedere solo l'avvistamento del 1997 del secolo corso.

aspetto commenti, poi vi spiegherò ciò che è stato fatto, e "perché"... [SM=g27991] [SM=g27993] [SM=g28000]

Giuseppe
monseppe2



Caro Monseppe,

Io non m'intendo di software di simulazione astronomica, ma qui:

en.wikipedia.org/wiki/Comet_Hale%E2%80%93Bopp

dicono che il precedente perielio di Hale-Bopp è stato nel 2215 BCE.

In aggiunta, hanno osservato che passando vicino a Giove ha risentito della sua massa gravitazionale e accorciato la sua orbita, riducendone il periodo a 2533 anni. Questa riduzione è stata successiva al passaggio osservato nel 1995-7 e quindi direi che difficilmente poteva essere visibile nel 521 bCE.
Probabilmente hanno corretto il software a seguito di questa constatazione.
Ho detto "proabibilmente".

Simon
monseppe2
00lunedì 3 dicembre 2018 22.27
Grazie per il tuo commento. La NASA stimava con ~2300 anni il precedente perielio.

L'avvistamento di una cometa nuova, o a lungo periodo di perielio, permette oggi di calcolarne precisi dati.

Il precedente perielio poteva essere solo stimato in base a un buon algoritmo delle perturbazioni planetarie che la cometa avrebbe incontrato entrando o uscendo dal sistema solare.

Se una stima fosse confermata da un antico avvistamento, come da Dario astronomico, il suo perielio precedente diventa accertato e su di esso si potrebbe stimare bene il suo successivo o futuro pelielio.

Io avrei trovato nel 521bc il suo attendibile perielio passato, che sia in relazione con il VAT 4956 al 587bc e 38 di Nabucodonosor.

Questo è ciò che ha causato la sparizione dal programma del precedente valore di perielio, spostato ora al 502bc, guarda caso, giusto di 19 anni solari ...

Peccato che in tal modo, l'avvistamento diventa associabile al.... 568bc....

Ti si aprono gli occhi?...

Monseppe2
(SimonLeBon)
00lunedì 3 dicembre 2018 23.11
Re:
monseppe2, 03/12/2018 22:27:

Grazie per il tuo commento. La NASA stimava con ~2300 anni il precedente perielio.

L'avvistamento di una cometa nuova, o a lungo periodo di perielio, permette oggi di calcolarne precisi dati.

Il precedente perielio poteva essere solo stimato in base a un buon algoritmo delle perturbazioni planetarie che la cometa avrebbe incontrato entrando o uscendo dal sistema solare.

Se una stima fosse confermata da un antico avvistamento, come da Dario astronomico, il suo perielio precedente diventa accertato e su di esso si potrebbe stimare bene il suo successivo o futuro pelielio.

Io avrei trovato nel 521bc il suo attendibile perielio passato, che sia in relazione con il VAT 4956 al 587bc e 38 di Nabucodonosor.

Questo è ciò che ha causato la sparizione dal programma del precedente valore di perielio, spostato ora al 502bc, guarda caso, giusto di 19 anni solari ...

Peccato che in tal modo, l'avvistamento diventa associabile al.... 568bc....

Ti si aprono gli occhi?...

Monseppe2



Ho consultato Wikipedia tedesca, che è piu' precisa, e anche quella parla di riduzione del tempo per compiere un giro, dai precedenti 4200 agli attuali 2380 anni.

Anche questi articoli:
www.space.com/19931-hale-bopp.html

e

earthsky.org/space/this-date-in-science-comet-hale-bopp

parlano di 4200 anni e riportano la correzione di rotta dovuta alla massa di Giove, stimando l'attuale durata in 2530 anni.

Simon
Angelo Serafino53
00martedì 4 dicembre 2018 02.16
claudio2018
00martedì 4 dicembre 2018 06.51
Caro monseppe

Dunque deduci che per il fatto che quando i detrattori si sono resi conto che le precedenti stime permettevano di risalire alla data del 587 vedendo in rete il tuo calcolo abbiano indotto poteri forti a modificare i parametri algoritmici nell'aggiornamento del programma redshift in modo tale che si potesse risalire al 568 ?. Se le cose stanno così sembra che il problema sia difficilmente risolvibile se il programma di cui parli e accreditato unanimemente A meno che come dice barnabino non vi sono altri programmi con parametri e stime diverse

Saluti
monseppe2
00martedì 4 dicembre 2018 07.38
Re:
claudio2018, 04/12/2018 06.51:

Caro monseppe

Dunque deduci che per il fatto che quando i detrattori si sono resi conto che le precedenti stime permettevano di risalire alla data del 587 vedendo in rete il tuo calcolo abbiano indotto poteri forti a modificare i parametri algoritmici nell'aggiornamento del programma redshift in modo tale che si potesse risalire al 568 ?. Se le cose stanno così sembra che il problema sia difficilmente risolvibile se il programma di cui parli e accreditato unanimemente A meno che come dice barnabino non vi sono altri programmi con parametri e stime diverse

Saluti



Una cometa, essendo di massa limitata, è abbastanza "sensibile" a quelle che sono le "perturbazioni planetarie", specialmente relative a Giove.

Solo dopo che tale cometa (di periodo lungo) abbia fatto un suo percorso di "entrata" e di uscita dal nostro sistema solare, se ne possono avere informazioni sufficienti e tali da poter stimare un suo precedente passaggio o una sua futura osservazione, (calcolando un suo rientro e uscita precedenti).

Per questo, dal suo primo avvistamento (nel 1995) sono state fatte "diverse stime" di ciclo perielio.

In allegato, ti illustro il problema. La NASA, (probabilmente intorno al 1996), stimava con diversi valori (approssimativi) i dati della cometa.

I dati della cometa, meglio stimati, furono messi nel programma (non dalla NASA) RedShift6. Nell'uso di altri dati sia planetari, sia cometari, sia lunari, ho riscontrato che il programma che uso io ha un algoritmo della perturbazioni planetari (usato anche dalla NASA), che ho trovato ben corrispondente con le osservazioni delle posizioni della luna e dei pianeti almeno fino al periodo Neo-babilonese da me esaminato.

Vale anche per le comete da me riferite nel libro. In revisione, (non ne conoscevo l'informazione prima) sto ricalibrando le osservazioni relative alle parti frammentate della Machholz 2(G) che "di recente" (nel 1997 scorso), si è frammentata in A, B, C, D, E, parti, e pertanto tali frammenti non sono da considerarsi come osservabili in passato. Ma la sua massa originale antecedente al 1994 scorso, resta validissima. E conferma col nome di Ki-sir il suo avvistamento registrato nel VAT 4956 al 587bc e 38° anno.

Anche la cometa Holmes che io riferisco come avvistata nel libro, nel 1994 ha subito una esplosiva frammentazione, tale da poter essere osservata per brevissimo tempo con una magnitudo simile alla luce della Luna, ma anch'essa, in passato era integra e pertanto la sua posizione "confermata da avvistamento registrato su diario astronomico, diventa credibilissima.

Ma cambiare di "soli" e "precisi" 19 anni un perielio, è cosa che ritengo essere stata fatta in modo scorretto.

Notate bene; è stato solo "aggiustata la durata del perielio della cometa riducendola di soli 19 anni sui circa 2500 che ne sono il suo percorso... Mi chiedo...

"su quali basi"?......

Che la riduzione "riporti" con sessantasei anni da me scritti nel libro, a stimare ancora una volta l'errato 568bc per il VAT 4956, contro la vera osservazione del 587bc che ben corrispondeva col precedente Perielio e con una data secolare nota (Primo anno di Dario I o 521bc), è ragionevolmente "sospetta".

Per questo qui la sto mettendo in discussione.

N.B. Con i 19 anni in meno, non è stato necessario cambiare minimamente il calcolo delle perturbazioni planetarie alle quali la cometa doveva andare incontro nel passato. Ne vengono solo ricalcolate (senza modificare per nulla l'algoritmo [delle perturbazioni planetarie] usato), ma ricalcolando con un [algoritmo (temporale) diverso] quelle che in "diversa data" essa avrebbe incontrato con un perielio accorciato di 19 anni.

riuscite a capire?


monseppe2





Hal.9000
00martedì 4 dicembre 2018 07.55
Re: Re:
monseppe2, 04/12/2018 07.38:


Ma cambiare di "soli" e "precisi" 19 anni un perielio, è cosa che ritengo essere stata fatta in modo scorretto.

Notate bene; è stato solo "aggiustata la durata del perielio della cometa riducendola di soli 19 anni sui circa 2500 che ne sono il suo percorso... Mi chiedo...

"su quali basi"?......

Che la riduzione "riporti" con sessantasei anni da me scritti nel libro, a stimare ancora una volta l'errato 568bc per il VAT 4956, contro la vera osservazione del 587bc che ben corrispondeva col precedente Perielio e con una data secolare nota (Primo anno di Dario I o 521bc), è ragionevolmente "sospetta".

Per questo qui la sto mettendo in discussione.

N.B. Con i 19 anni in meno, non è stato necessario cambiare minimamente il calcolo delle perturbazioni planetarie alle quali la cometa doveva andare incontro nel passato. Ne vengono solo ricalcolate (senza modificare per nulla l'algoritmo usato), quelle che in "diversa data" essa avrebbe incontrato con un perielio accorciato di 19 anni.

riuscite a capire?


Credo che le tue domande difficilmente troveranno delle risposte in questo forum.
Forse sarebbe il caso di porle ad una o più comunità specifiche, ci sono diversi forum di astrofili sicuramente più preparati e competenti della maggioranza di noi.

monseppe2
00martedì 4 dicembre 2018 08.54
Re: Re: Re:
Hal.9000, 04/12/2018 07.55:


Credo che le tue domande difficilmente troveranno delle risposte in questo forum.
Forse sarebbe il caso di porle ad una o più comunità specifiche, ci sono diversi forum di astrofili sicuramente più preparati e competenti della maggioranza di noi.




Datemi una laurea in archeoastronomia e in archeologia Neo-Babilonese, datemi almeno 10.000€ al mese per le spese, datemi i permessi accademici necessari, e "forse" potrei essere preso in considerazione.

Forse non capite che con 850€ di pensione è già tanto se posso stare a casa mia [SM=g27993] .

Due mesi fa ho dato una copia del libro che ora sto aggiornando, a un fratello che era intenzionato darlo a una professoressa esperta di storia assira e babilonese, perché possa essere informata della mia ricerca.

al presente non ne so nulla ancora. ma dello spostamento della cometa, me ne sono accorto solo dopo... [SM=g27988]

Dovete capire la mia situazione.. sto facendo miracoli che "non posso fare"...

grazie comunque del consiglio.

Giuseppe
anto_netti
00martedì 4 dicembre 2018 09.13
Purtroppo caro Giuseppe, neanche io sono in grado di darti una mano nonostante le mie conoscenze in vari campi scientifici. Conoscenze solo teoriche e non pratiche e sperimentali. Per quanto riguarda l'astronomia la mia conoscenza è limitata alla conoscenza della struttura dell'universo e poi ho conoscenze di astrofisica, astrochimica e cosmologia. Ma a livello pratico non so quasi nulla. Anzi non ci capisco niente. Sono abbastanza ferrato in matematica, ma di calcoli astronomici non ne capisco niente.

Darei retta al consiglio di Hal.9000 di rivolgersi a gente competente. Ci sono astrofili che non hanno niente da invidiare agli astronomi, tanto è la loro competenza.

Ciao
anto_netti
monseppe2
00martedì 4 dicembre 2018 10.55
Re:
anto_netti, 04/12/2018 09.13:

Purtroppo caro Giuseppe, neanche io sono in grado di darti una mano nonostante le mie conoscenze in vari campi scientifici. Conoscenze solo teoriche e non pratiche e sperimentali. Per quanto riguarda l'astronomia la mia conoscenza è limitata alla conoscenza della struttura dell'universo e poi ho conoscenze di astrofisica, astrochimica e cosmologia. Ma a livello pratico non so quasi nulla. Anzi non ci capisco niente. Sono abbastanza ferrato in matematica, ma di calcoli astronomici non ne capisco niente.

Darei retta al consiglio di Hal.9000 di rivolgersi a gente competente. Ci sono astrofili che non hanno niente da invidiare agli astronomi, tanto è la loro competenza.

Ciao
anto_netti



Siete "voi" ed è per "voi" che dovete conoscere la bellezza del diamante (o la Verità).... che dovete essere accuratamente informati..
Poiché la fede sarà fortissima se sarà pure basata sull'evidente dimostrazione di realtà, seppure difficili da comprendere.

Al gesso, tutto questo non importa minimamente, fintanto che non lo si smaschera nella sua falsità.

Hanno il mio indirizzo Mail monseppe@libero.it
Ma se essi non si abbasseranno mai a consultarmi, perché io dovrei innalzarmi, visto che neppure ne ho i mezzi?

Per contestarmi occorre radunare un team di studiosi che trattino "insieme" l'argomentato e "mi" contestino punto per punto le mie affermazioni.....

Ma "non possono farlo"... posso solo far valere la loro autorità accademica e canonica ormai da loro stessi definita.

Avete dimenticato che ho 71 anni, che sono solo in tutto questo?
Volete ancora di più?..... "non Posso"!

ma state tranquilli, il passo che anno fatto, cambiando in 19 anni il perielio della cometa, parla da solo! Stanno cominciando a tremare... [SM=x1408438] [SM=g3330151]

io sono tranquillo...

ciao.
Angelo Serafino53
00martedì 4 dicembre 2018 14.52
Re: Re:
monseppe2, 04/12/2018 10.55:


Ciao angelo.
Posta nel tread che ho aperto per questo.

Sì, i programmi mostrano "ovviamente" la cometa Hale-Bopp "osservata" da tutto il mondo nel 1997 scorso.

E' nel 521bc che me l'anno.... "rubata" [SM=g27988]

se la cerchi alla data del 502bc, forse la ritrovi con RedShift7,
ma commentala nel tread che ho aperto.

ciao.
[SM=x1408438] [SM=g3330151]






Per questa cosa hai ragione nel 502bc la cometa Hale-Bopp nel programma è presente
ne ho fatte due una con le costellazioni e l'altra senza

per quanto riguarda l'altra osservazione nel 521 ti dico pi tardi
adesso devo pranzare
ci sentiamo ciao
monseppe2
00martedì 4 dicembre 2018 17.37
Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 04/12/2018 14.52:



Per questa cosa hai ragione nel 502bc la cometa Hale-Bopp nel programma è presente
ne ho fatte due una con le costellazioni e l'altra senza

per quanto riguarda l'altra osservazione nel 521 ti dico pi tardi
adesso devo pranzare
ci sentiamo ciao



Dario I è importante in quanto permise di finir el costruzione del tempio in Gerusalemme. *** it-1 p. 652 Dario ***
“il terzo giorno del mese lunare di adar, cioè nel sesto anno del regno di Dario

Essendo il terzo giorno di adar ordinario, (16 Marzo 521bc) Dario I era praticamente alla "fine" del suo sesto anno di regno (intero) o nel 515bc; anno che la lista di Tolomeo segnala come ottavo anno contando da inizio del regno in Dicembre/Gennaio.
L'anno 515bc per il tempio corrisponde in senso ebraico benissimo.

Nel suo primo anno di regno durante una eclisse di luna Parziale di ombra, in Capricorno (ore 04:27) il giorno 24 giugno 521bc e, in senso astronomico (osservabile solo da occhi esperti di chi segue il cielo ogni notte) furono visibili:
la Machholz 2(G), (Nel Perseo) e:
la famosa Hale-Bopp (era sotto i piccoli Gemelli) ma che non vedrai perché è stato cambiato il suo perielio.
qualche mese dopo, le due comete saranno visibili assieme in quello stesso anno.

Vai alla data del 24 Giugno 521bc, (primo anno di Dario I) alle ore 04:27, e troverai sia l'eclisse (ingrandisci la luna da 1 a 10 per vederla)
e anche la Machholz 2(G) nei Gemelli (che non vedrai segnato perhé CAMBIATO IL SUO PERIELIO), il 19 Luglio vedrai la Machholz 2(G) nei piccoli Gemelli. attesta un corpo astrale in movimento.

Eclisse di luna, e due comete sono un buon riferimento astronomico per il secolare anno 521bc (-0520 astronomico). 66 anni prima, si è al 587bc anno di osservazione del VAT 4956.... ma si devono contare anche i "20 anni" di regno di EvilMerodac,,,,,!! capite perché tale cometa risulta essere "scomoda"?

buon lavoro.

ciao.



(SimonLeBon)
00martedì 4 dicembre 2018 23.11
Re: Re:
monseppe2, 04/12/2018 07:38:



Una cometa, essendo di massa limitata, è abbastanza "sensibile" a quelle che sono le "perturbazioni planetarie", specialmente relative a Giove.

Solo dopo che tale cometa (di periodo lungo) abbia fatto un suo percorso di "entrata" e di uscita dal nostro sistema solare, se ne possono avere informazioni sufficienti e tali da poter stimare un suo precedente passaggio o una sua futura osservazione, (calcolando un suo rientro e uscita precedenti).

Per questo, dal suo primo avvistamento (nel 1995) sono state fatte "diverse stime" di ciclo perielio.

In allegato, ti illustro il problema. La NASA, (probabilmente intorno al 1996), stimava con diversi valori (approssimativi) i dati della cometa.

I dati della cometa, meglio stimati, furono messi nel programma (non dalla NASA) RedShift6. Nell'uso di altri dati sia planetari, sia cometari, sia lunari, ho riscontrato che il programma che uso io ha un algoritmo della perturbazioni planetari (usato anche dalla NASA), che ho trovato ben corrispondente con le osservazioni delle posizioni della luna e dei pianeti almeno fino al periodo Neo-babilonese da me esaminato.

Vale anche per le comete da me riferite nel libro. In revisione, (non ne conoscevo l'informazione prima) sto ricalibrando le osservazioni relative alle parti frammentate della Machholz 2(G) che "di recente" (nel 1997 scorso), si è frammentata in A, B, C, D, E, parti, e pertanto tali frammenti non sono da considerarsi come osservabili in passato. Ma la sua massa originale antecedente al 1994 scorso, resta validissima. E conferma col nome di Ki-sir il suo avvistamento registrato nel VAT 4956 al 587bc e 38° anno.

Anche la cometa Holmes che io riferisco come avvistata nel libro, nel 1994 ha subito una esplosiva frammentazione, tale da poter essere osservata per brevissimo tempo con una magnitudo simile alla luce della Luna, ma anch'essa, in passato era integra e pertanto la sua posizione "confermata da avvistamento registrato su diario astronomico, diventa credibilissima.

Ma cambiare di "soli" e "precisi" 19 anni un perielio, è cosa che ritengo essere stata fatta in modo scorretto.

Notate bene; è stato solo "aggiustata la durata del perielio della cometa riducendola di soli 19 anni sui circa 2500 che ne sono il suo percorso... Mi chiedo...

"su quali basi"?......

Che la riduzione "riporti" con sessantasei anni da me scritti nel libro, a stimare ancora una volta l'errato 568bc per il VAT 4956, contro la vera osservazione del 587bc che ben corrispondeva col precedente Perielio e con una data secolare nota (Primo anno di Dario I o 521bc), è ragionevolmente "sospetta".

Per questo qui la sto mettendo in discussione.

N.B. Con i 19 anni in meno, non è stato necessario cambiare minimamente il calcolo delle perturbazioni planetarie alle quali la cometa doveva andare incontro nel passato. Ne vengono solo ricalcolate (senza modificare per nulla l'algoritmo [delle perturbazioni planetarie] usato), ma ricalcolando con un [algoritmo (temporale) diverso] quelle che in "diversa data" essa avrebbe incontrato con un perielio accorciato di 19 anni.

riuscite a capire?


monseppe2



Caro Monseppe,

a me sembra che ti stai confondendo.
Il perielio precedente infatti era di 4200 anni mentre quello nuovo, variato a seguito dell'influsso della massa di Giove, è sceso a 2300 anni.

Dunque lo scorso passaggio sarebbe stato nel:

2000 - 4300 = -2300 cioè nel 2300 a.C (o aEV) circa, non nel 500 aEV.

Simon
Angelo Serafino53
00martedì 4 dicembre 2018 23.46
Re: Re: Re: Re:
monseppe2, 04/12/2018 17.37:



Dario I è importante in quanto permise di finir el costruzione del tempio in Gerusalemme. *** it-1 p. 652 Dario ***
“il terzo giorno del mese lunare di adar, cioè nel sesto anno del regno di Dario

Essendo il terzo giorno di adar ordinario, (16 Marzo 521bc) Dario I era praticamente alla "fine" del suo sesto anno di regno (intero) o nel 515bc; anno che la lista di Tolomeo segnala come ottavo anno contando da inizio del regno in Dicembre/Gennaio.
L'anno 515bc per il tempio corrisponde in senso ebraico benissimo.

Nel suo primo anno di regno durante una eclisse di luna Parziale di ombra, in Capricorno (ore 04:27) il giorno 24 giugno 521bc e, in senso astronomico (osservabile solo da occhi esperti di chi segue il cielo ogni notte) furono visibili:
la Machholz 2(G), (Nel Perseo) e:
la famosa Hale-Bopp (era sotto i piccoli Gemelli) ma che non vedrai perché è stato cambiato il suo perielio.
qualche mese dopo, le due comete saranno visibili assieme in quello stesso anno.

Vai alla data del 24 Giugno 521bc, (primo anno di Dario I) alle ore 04:27, e troverai sia l'eclisse (ingrandisci la luna da 1 a 10 per vederla)
e anche la Machholz 2(G) nei Gemelli (che non vedrai segnato perhé CAMBIATO IL SUO PERIELIO), il 19 Luglio vedrai la Machholz 2(G) nei piccoli Gemelli. attesta un corpo astrale in movimento.

Eclisse di luna, e due comete sono un buon riferimento astronomico per il secolare anno 521bc (-0520 astronomico). 66 anni prima, si è al 587bc anno di osservazione del VAT 4956.... ma si devono contare anche i "20 anni" di regno di EvilMerodac,,,,,!! capite perché tale cometa risulta essere "scomoda"?

buon lavoro.

ciao.






Mi dispiace Monseppe ma il 24 giugno 521bc non c'è la cometa sul programma.
una informazione nella programmazione iniziale io l'ho impostato
sulla zona di Bagdad , sentiti libero di chiedermi altre osservazioni se vuoi
ciao


monseppe2
00mercoledì 5 dicembre 2018 06.52
Re: Re: Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 04/12/2018 23.46:



Mi dispiace Monseppe ma il 24 giugno 521bc non c'è la cometa sul programma.
una informazione nella programmazione iniziale io l'ho impostato
sulla zona di Bagdad , sentiti libero di chiedermi altre osservazioni se vuoi
ciao






Si, lo sapevo, ma dovresti vedere segnata la cometa Machholz 2(G) in quella data, oltre all'ellisse parziale di luna.

poi se vai a vedere nel 502bc, troverai la traccia della Hale-Bopp

Tieni conto che i dati delle comete sono svincolati dal programma stesso.

Il programma mostra le posizioni astrali sui dati che gli sono forniti per comete, pianeti e astri in genere, compresi saltelli artificiali di oggi se sono inseriti nel catalogo dei copri celesti

quei dati possono essere aggiornati mi pare via web. dovrebbe esserci una casella per gli aggiornamenti.

ciao.
Angelo Serafino53
00mercoledì 5 dicembre 2018 09.55
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
monseppe2, 05/12/2018 06.52:




Si, lo sapevo, ma dovresti vedere segnata la cometa Machholz 2(G) in quella data, oltre all'ellisse parziale di luna.

poi se vai a vedere nel 502bc, troverai la traccia della Hale-Bopp

Tieni conto che i dati delle comete sono svincolati dal programma stesso.

Il programma mostra le posizioni astrali sui dati che gli sono forniti per comete, pianeti e astri in genere, compresi saltelli artificiali di oggi se sono inseriti nel catalogo dei copri celesti

quei dati possono essere aggiornati mi pare via web. dovrebbe esserci una casella per gli aggiornamenti.

ciao.



dando un occhiata veloce

eliminando dalla ricerca tutto,stelle pianeti ecc e lasciando solo

comete e luna

24-6-521 trovo la luna e Tau Cetids una stella nella costellazione della balena

questo risultato anche se metto solo la ricercaa la cometa Machholz 2(G)
ciao
claudio2018
00mercoledì 5 dicembre 2018 11.44
Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 04/12/2018 14.52:



Per questa cosa hai ragione nel 502bc la cometa Hale-Bopp nel programma è presente
ne ho fatte due una con le costellazioni e l'altra senza

per quanto riguarda l'altra osservazione nel 521 ti dico pi tardi
adesso devo pranzare
ci sentiamo ciao

Come fa a essere presente in quel periodo se il precedente perielio è stimato a circa 4200 anni fa? Hale-boop si poteva avvistare comunque 2500 anni fa ?
monseppe2
00mercoledì 5 dicembre 2018 12.14
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 05/12/2018 09.55:



dando un occhiata veloce

eliminando dalla ricerca tutto,stelle pianeti ecc e lasciando solo

comete e luna

24-6-521 trovo la luna e Tau Cetids una stella nella costellazione della balena

questo risultato anche se metto solo la ricercaa la cometa Machholz 2(G)
ciao

Bisogna vedere se è nel catalogo delle comete

Vai alla data del fine agosto del 625bc.. dovresti vederla in zona della stella Arturo la Machholz 2(G)... Fu mentre Nabucodonosor II era in viaggio dall'Egitto a Babilonia.

Se non te la segnala, forse non è nel tuo catalogo (o devi attivare _
comete a corto o breve periodo)

Ciao.
monseppe2
00mercoledì 5 dicembre 2018 12.21
Re: Re: Re: Re:
claudio2018, 05/12/2018 11.44:

Come fa a essere presente in quel periodo se il precedente perielio è stimato a circa 4200 anni fa? Hale-boop si poteva avvistare comunque 2500 anni fa ?

Il perielio di 4000 anni fu calcolato o stimato sin dal suo avvicinamento,
un perielio più attendibile per una cometa a lungo termine, è dopo che la cometa sta lasciando il nostro sistema solare.
(Calcolo delle perturbazioni planetarie).

A me risulta corretto quello originale (prima dei 19anni tolti) di 2547 anni.

Ciao
(SimonLeBon)
00mercoledì 5 dicembre 2018 21.14
Re:
monseppe2, 05/12/2018 12:21:

Il perielio di 4000 anni fu calcolato o stimato sin dal suo avvicinamento,
un perielio più attendibile per una cometa a lungo termine, è dopo che la cometa sta lasciando il nostro sistema solare.
(Calcolo delle perturbazioni planetarie).

A me risulta corretto quello originale (prima dei 19anni tolti) di 2547 anni.

Ciao



Da quello che leggo nelle fonti che ho trovato, compresa quella che hai citato tu (la Nasa), il tempo di percorrenza attuale è dovuto solo alla modifica dell'orbita in seguito al quasi-scontro con Giove.

Mi pare di capire che questo quasi-scontro ha modificato radicalmente la sua orbita, non solo di pochi anni.

Simon
monseppe2
00giovedì 6 dicembre 2018 00.23
Re: Re:
(SimonLeBon), 05/12/2018 21.14:



Da quello che leggo nelle fonti che ho trovato, compresa quella che hai citato tu (la Nasa), il tempo di percorrenza attuale è dovuto solo alla modifica dell'orbita in seguito al quasi-scontro con Giove.

Mi pare di capire che questo quasi-scontro ha modificato radicalmente la sua orbita, non solo di pochi anni.

Simon

Se Giove orbita dietro la cometa mentre si allontana dal sole, viene rallentata. Se la cometa passa circumnavigazione il pianeta, riceve un spinta avveleratrice.

Una volta detetminati angolo e massa della cometa, dopo il doppiaggio del sole, l'algoritmo per il ricalcolo del precedente o prossimo passaggio diventa affidabile con varianti entro un solo anno, per tempi lunghi come la Hale-Bopp.

Per questo non accetto una correzione così mirata come 19 anni. Per accettarla, se ne dovrebbe avere un osservazione nel passato che sia documentata o diario astronomico.

Nel 521bc, una cometa (la Machholz (2G), e una eclisse di luna nello stesso giorno rendono attendibile il suo ciclo di 2517 anni.
Con il ciclo 19 anni in meno mancano riferimenti astrali per accettarlo al 502bc.
(SimonLeBon)
10giovedì 6 dicembre 2018 07.48
Re: Re: Re:
monseppe2, 06/12/2018 00:23:

Se Giove orbita dietro la cometa mentre si allontana dal sole, viene rallentata. Se la cometa passa circumnavigazione il pianeta, riceve un spinta avveleratrice.

Una volta detetminati angolo e massa della cometa, dopo il doppiaggio del sole, l'algoritmo per il ricalcolo del precedente o prossimo passaggio diventa affidabile con varianti entro un solo anno, per tempi lunghi come la Hale-Bopp.

Per questo non accetto una correzione così mirata come 19 anni. Per accettarla, se ne dovrebbe avere un osservazione nel passato che sia documentata o diario astronomico.

Nel 521bc, una cometa (la Machholz (2G), e una eclisse di luna nello stesso giorno rendono attendibile il suo ciclo di 2517 anni.
Con il ciclo 19 anni in meno mancano riferimenti astrali per accettarlo al 502bc.



Caro Monseppe,

l'effetto "fionda" viene usato per rilanciare i satelliti mandati dalla terra verso destinazioni lontane. Tutto deve essere calcolato come si deve e i satelliti non perdono pezzi, si solito.

Una cometa invece è fatta di polvere e ghiaccio e puo' perdere molta massa se viene attratta dalla massa di altri pianeti o corpi celesti.
L'attrazione puo' non solo rilanciare il suo percorso ma modificarlo sostanzialmente e le fonti che abbiamo visto parlano tutte di un periodo di rotazione di 4'200 anni prima della deviazione impartita dalla massa di Giove.

Quale fonti hai trovato che parlano di un periodo di 2'517 anni o simile?

Simon
monseppe2
00giovedì 6 dicembre 2018 09.03
Re: Re: Re: Re:
(SimonLeBon), 06/12/2018 07.48:



Caro Monseppe,

l'effetto "fionda" viene usato per rilanciare i satelliti mandati dalla terra verso destinazioni lontane. Tutto deve essere calcolato come si deve e i satelliti non perdono pezzi, si solito.

Una cometa invece è fatta di polvere e ghiaccio e puo' perdere molta massa se viene attratta dalla massa di altri pianeti o corpi celesti.
L'attrazione puo' non solo rilanciare il suo percorso ma modificarlo sostanzialmente e le fonti che abbiamo visto parlano tutte di un periodo di rotazione di 4'200 anni prima della deviazione impartita dalla massa di Giove.

Quale fonti hai trovato che parlano di un periodo di 2'517 anni o simile?

Simon



SE seguo la "fonte" attuale, ridotta di 19 anni.... capirai che posso distruggere anche il libro e lasciarvi la sola fede (ma senza accurata conoscenza (almeno storica-scientifica) e senza le evidenti dimostrazioni di realtà che si possono evidenziare della ricerca di 20 anni fatta in assoluta "indipendenza".

Riguardo all'effetto "fionda", come per il suo opposto frenante, io riferivo al calcolo delle perturbazioni planetarie (che considerano questi aspetti legati a velocità e massa e traiettoria e angolazione del movimento del corpo celeste in esame.

Come ti ho detto, come "fonte" io posso solo mostrare la "calcolata" situazione del cielo che ho visto durante il secolare 521bc o primo anno di Dario I.

Che tale cielo astronomico, mentre calcolavo l'eclisse di ombra parziale (astronomica) del 521bc, mi mostrasse pure la cometa Hale-Bopp e pure la cometa Machholz 2(G) o il suo corpo ancora integro prima del 1994 transitanti ancora e "osservabili" a occhi di astronomi abituali a scrutare il cielo) nello stesso giorno, non lo posso ignorare.

Non è fatto da trascurare, se nel conteggio degli 66 anni trascorsi, esso porta al diario astronomico VAT 4956 al 587bc e 38° di Nabucodonosor contando appunto 12 perieli della cometa Machholz 2(G).

Diventa fatto documentato, almeno in senso astronomico che la "ki-sir" fu "osservata e registrata" nel diario VAT 4956 mentre transitava nella costellazione dei Pesci e misurata con 1 cubito + un cubito (4 gradi + 4 gradi) con
due stelle del ramo Est dei Pesci; riferita poi nuovamente con "ki-sir" sempre nel VAT 4956, mentre era in allontanamento nella costellazione del Toro.

E dal VAT 4956 al 38° anno nel 587bc, o in 38 anni e mezzo addietro (5,5 per 7), la stessa cometa Machholz 2(G), la stessa cometa è astronomicamente con 7 cicli = 38,5 anni (sei mesi sono da Gennaio a Agosto in ritroso) dopo inizio di osservazione del VAT 4956, calcolabile e pure riferibile al 21° di Nabopolassar o all'ascesa di Nabucodonosor II su Babilonia nel 625bc.

Dal VAT 4956 al 1994 (quando poi si frammentò il corpo originale della Machholz 2 (o 141P-G/1994), sono 2580 anni (tenuto conto di anno zero) che divisi i suoi perieli (calcolati ovviamente tenendo conto delle perturbazioni planetarie che la cometa incontra in tutti tali giri), contano precisi 469 suoi perieli dalla sua osservazione fatta nel VAT 4956 o durante il 587bc al 1994 del secolo scorso.

Troverei forse "fonti" che mi possano dare tali informazioni se io "canonicamente" calcolassi il VAT 4956 all'errato anno ora attribuito, appunto solo 19 anni dopo, o nel 568bc attuali? Per questo la mia ricerca è e deve essere: "indipendente".

Perciò in tal senso, io stesso (se non sono smentito) diventerei "fonte" stessa.

E per questo io ho detto: "mi hanno "rubato" la cometa Hal-Boop.... spostandola di "esatti 19 anni prima" in modo da conteggiare, con gli stessi 66 anni, un 568bc in luogo del vero e astronomico anno 587bc o 38° di Nabucodonosor II

Scusami se è poco. Se però non ti o vi soddisfo come fonte... potete affidarvi pure a quelle "abbondanti" che la rete oggi divulga e con le quali la stessa parola di Geova è messa in berlina, discreditata e resa poco affidabile o non attendibile.

Ma se sono arrivati ad "aggiustare" di esatti 19 anni in meno il, perielio della Hale-Bopp per ricondursi con gli stessi 66 anni proprio al secolare anno 568bc.... credo che qualcuno stia cominciando a sudare "freddo"... [SM=g27989]

non credi? [SM=g27988]

Ciao.
(SimonLeBon)
10giovedì 6 dicembre 2018 13.38
Re:
monseppe2, 03/12/2018 22:27:

Grazie per il tuo commento. La NASA stimava con ~2300 anni il precedente perielio.

L'avvistamento di una cometa nuova, o a lungo periodo di perielio, permette oggi di calcolarne precisi dati.

Il precedente perielio poteva essere solo stimato in base a un buon algoritmo delle perturbazioni planetarie che la cometa avrebbe incontrato entrando o uscendo dal sistema solare. ...

Ti si aprono gli occhi?...

Monseppe2



Caro Monseppe,

Qui al post #7 affermavi che "La NASA stimava con ~2300 anni il precedente perielio."

L'hai scritto tu, mi pare. E mi hai anche invitato ad "aprire gli occhi".

Adesso ti chiedo se la tua affermazione era un errore o se l'hai presa da una fonte affidabile.

Simon
claudio2018
10giovedì 6 dicembre 2018 14.09
monseppe2, 03/12/2018 22.27:



Io avrei trovato nel 521bc il suo attendibile perielio passato, che sia in relazione con il VAT 4956 al 587bc e 38 di Nabucodonosor.

Questo è ciò che ha causato la sparizione dal programma del precedente valore di perielio, spostato ora al 502bc, guarda caso, giusto di 19 anni solari ...



Scusa ma per quanto mi sforzi non riesco proprio a capire e faccio una gran confusione...

Tu dici : "Io avrei trovato nel 521bc il suo attendibile perielio passato .... precedente valore di perielio, spostato ora al 502bc, guarda caso, giusto di 19 anni solari ... "

Tu parli di un perielio spostato di 19 anni (1997-521 ; 1997-502)

Wikipedia parla di un perielio spostato di due millenni (1997-2200)

In pratica da quello che capisco , secondo wikipedia hale-boop non poteva essere avvistata né nel 502 né nel 521 perché il precedente perielio è stato nel 2200

Se io chiedo ad un astronomo quando è comparsa hale-boop la precedente volta cosa mi dice ? Intorno al 500 aev o intorno al 2200 ?

Poi dici che la nuova versione del programma redshift la fa comparire nel 502 e la vecchia la faceva comparire nel 521 ...

Non riesco proprio a capire ... Sono confuso ...e incompetente....

[SM=g27993]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa clicca qui
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 00.25.
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com