LA POESIA

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pattykjr
00Thursday, May 1, 2008 4:38 PM
La poesia

la poesia
della mia vita,
un libro
che leggo
tutti i giorni
con i disegni a colori,
con le pagine che
si riempiono di amore.

la poesia
della mia vita
è forse la più sincera
di tutto ciò che
è la vita stessa.

com'è difficile vivere
e amarti...

Patrizia
kiaradiluna.
00Thursday, May 1, 2008 5:26 PM
che bel pensiero sereno poter definire il libro della propria vita una poesia!
la serenità della saggezza...
gilduca
00Friday, May 2, 2008 6:21 AM
come è difficile vivere e " amare" [SM=g8268]
vero, molto vero, e ti sono [SM=g8211]
kiaradiluna.
00Friday, May 2, 2008 6:27 AM
Re:
gilduca, 02/05/2008 6.21:

come è difficile vivere e " amare" [SM=g8268]
vero, molto vero, e ti sono [SM=g8211]



credo che ancora piu difficile sia essere amati da chi amiamo nella misura in cui noi ne abbiamo bisogno...
e si finisce con l'andare alla "ricerca dell'amore perduto" senza trovarlo mai..






Emily...
00Monday, December 28, 2009 2:37 AM
ma
sarà la prima che incontri per strada che tu
coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo....
Selvaggia60
00Monday, February 8, 2010 1:01 PM
C’era un tempo lontano
tanti secoli fa…
Un’ isola inventata per due
in mezzo al mare d’Amore…
Era un posto segreto
dove in ogni tramonto
il Sole incontrava la Luna
lontano dal sguardo invidioso del Vento
Era calmo il mare, in festa…
vestito di tanti colori
Profuma l’aria di alghe marine
saporito dal sale il respiro…
Calda la sabbia dal loro fervido incontro,
La fiamma del desiderio
acceso giorno e notte…
come la Luce di un Faro solitario…
Una calda Notte d’Ottobre
tanti secoli fa, son arrivata anch’ io
in quell’ isola segreta d’Amore
seguendo il tuo richiamo…
parole fervide, notte di sogno…
ebrezza di desiderio, voli al cielo stellato
la nostra favola d’Amore…
Son rimaste le tue impronte,
nella sabbia del mio cuore
La nostra favola diventa storia…
e poi si perde nel passato…
e’ diventata memoria vestita di nostalgia
profuma di baci, sapora di lacrime
illumina le mie Notti di solitudine…
Selvaggia60
00Saturday, February 13, 2010 7:54 PM
E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze,
quella solitudine immensa
d'amarti solo io.

~ Pedro Salinas ~
freccetta63
00Monday, February 22, 2010 9:56 PM
Quando le ombre si addensano
e tutto precipita e sembra definitivo,
altissimo un circolare volo di corvi
e più lontano, indistinguibili
tra rocce e brume di mare,
improvvise grida di gabbiani
riportano la speranza.

Una lama di luce taglia il buio
e risale disegnando sentieri
percorsi tanto tempo fa
dove, in un'alba chiara,
ritrovo un bambino.
Nessuna mano a guidarlo nel suo stupore,
a tenerlo lontano dai dirupi
tra alte erbe che fustigano
le sue gambe esili tra esili
fili che si piegano amorosi,
fruscianti di lucertola sorpresa.

Brevi grida di animali celate
nel denso verde.
Aria arroventata di insetti.
Stupore di una vita che nulla spiega
consumata tra nascita e morte.

Scompare il raggio di luce
risucchiato dalle tenebre della memoria
un inutile brivido che rende più duro

essere
kiaradiluna.
00Tuesday, February 23, 2010 10:42 PM
è un po triste...di chi è?
kiaradiluna.
00Tuesday, February 23, 2010 10:46 PM
Il tuo sorriso - Neruda


Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l' aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.

Non togliermi la rosa,
la lancia che sgrani,
l'acqua che d' improvviso
scoppia nella tua gioia,
la repentina onda
d'argento che ti nasce.

Dura è la mia lotta e torno
con gli occhi stanchi,
a volte, d' aver visto
la terra che non cambia,
ma entrando il tuo sorriso
sale al cielo cercandomi
ed apre per me tutte
le porte della vita.

Amore mio, nell' ora
più oscura sgrana
il tuo sorriso, e se d' improvviso
vedi che il mio sangue macchina
le pietre della strada,
ridi, perché il tuo riso
sarà per le mie mani
come una spada fresca.

Vicino al mare, d'autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.

Riditela della notte,
del giorno, delle strade
contorte dell'isola,
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l'aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo sorriso mai,
perché io ne morrei.


Selvaggia60
00Monday, March 8, 2010 6:47 PM
La primavera incomincia
con il primo fiore,
il giorno
con il primo barlume,
la notte con la prima stella,
il torrente
con la prima goccia,
il fuoco con la prima scintilla,
l'amore con il primo sogno.
La speranza
è la faccia di Dio,
quale si scopre
di momento in momento
secondo il volto
delle nostre disperazioni.
Poichè tutte le speranze,
anche le più tenui,
le più fragili,
perfino i sogni e le illusioni,
appartengono alla speranza.
Un niente basta
a far battere un cuore,
come un niente
lo può fermare.
E se un niente
può fermarci sull'abisso,
la speranza
fa suo questo niente;
vi si incarna,
ne prende il volto e la voce.
La speranza vede la spiga
quando i miei occhi di carne
non vedono
che il seme marcisce.
Primo M.
freccetta63
00Wednesday, March 17, 2010 1:48 PM
Anche le gocce d'acqua
possono gelare
prima di unirsi all'oceano
il freddo clima dell'umanita'
puo' lasciar galleggiare
i pezzi di ghiaccio
finche'
un raggio di sole
penetrera' la lastra gelata
e l'oceano accogliera'
nel suo seno le piccole gocce.
Spero di poter un giorno
essere un raggio di sole...
(dal diario di Kuma)
Selvaggia60
00Friday, March 19, 2010 11:57 PM
Non ricordo il tuo viso

Non piangere mi dicevo,
i desideri del cuore toccano,
il dolore che si porta via,
la solitudine,
la mancanza di te,
ed il vento muove i sogni.
Non ricordo più il tuo viso,
padre mio,
ed il cuore è ora al sicuro
dal vento che soffia
sui solchi dei sentieri
il tormento dei miei pensieri.
Soffiami, soffiami d'inverno,
stracolmo di un arcano paradiso
all'ombra del tuo sorriso
che si è spento
in quella sera d'estate
che hai chiuso gli occhi,
lasciando al buio il mio viso.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:42 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com