L'arte non discrimina

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Mhar
00Monday, April 26, 2010 11:05 PM
La bravura ed il coraggio di questa coppia di ballerini

(SissiM)
00Tuesday, April 27, 2010 5:49 AM
Bellissimo. Mi ha fatto ricordare di questa storia qui!
Angelo a metà

Un angelo con una sola ala passava i suoi giorni a metà tra inferno a paradiso,
tra eterno ed effimero,
ripensando sempre a quando le sue ali erano due
e la sua vita eterna,
a quando volava tra i salici piangenti e toccava coi piedi la fresca rugiada dei mattini di primavera mentre passava su sconfinati prati verdi,
ricordava ancora quanto le piaceva il profumo dei campi di grano e il solletico che le faceva il vento sul viso quando si librava veloce nel cielo.
Ma un giorno, mentre giocava con le rondini,
un viandante la chiamò.
Quando le si avvicinò, il viandante, chiese ghignando:
"Giovane angelo, tu conosci Dolore?"
"No, ma io non posso incontrarlo,
poiché sono una creatura divina,
colui che tu hai nominato vive tra gli uomini e non gli è concesso toccare gli angeli." L' uomo replicò:
"Povera sciocca! Risiede in tutti gli animi, credi davvero che possa camminare solo tra gli uomini?
Hai vissuto fin troppo nel tuo patetico mondo fatto di vento e salici."
Detto questo afferrò l'angelo e le strappò un'ala.
L' anima ed il corpo della creatura restarono immortali,
ma il cuore diventò fragile come quello degli uomini.
E conobbe Dolore, colui che nessuno avrebbe mai voluto incontrare.
L' angelo era seduto su di una pietra col viso bagnato da lacrime che i suoi occhi non avevano mai conosciuto.
Erano passati anni dalla visita di Dolore,
dal suo ultimo volo,
dal tempo in cui il vento la solleticava,
quando un' altro viandante incrociò la sua via,
ma non sentì paura,
poiché gli occhi blu del giovane erano rassicuranti
e le fecero scordare della sua esistenza a metà.
"Perchè guardi il mondo così tristemente?"
"Ho conosciuto Dolore, e questo basta per essere addolorata!" "Tu sei stata angelo, adesso cosa sei?"
"Sono una creatura a metà. Non mortale e non immortale."
"Non vorresti essere completa?"
"Guardami, la mia ala da sola non può ridarmi la mia vecchia esistenza."
"Forse è l'ala che ti è rimasta che non ti fa trovare te stessa e la tua dimensione.".
L' angelo era rapito dallo sguardo dell'uomo e,
nonostante la sua mente diceva di non ascoltare quella voce,
il suo cuore mortale urlava di seguire quello sconosciuto e di stringersi a lui.
"Fa sì che il tuo passato non intralci il tuo cammino,
toglila, e liberati di ogni ricordo,
ciò che è stato non potrà più tornare.".
Così dicendo abbracciò l' angelo, e baciandole la fronte staccò dolcemente l'ala,
senza procurarle sofferenza.
"Ma adesso sono mortale, cosa farò se incontro di nuovo Dolore?"
"Io starò con te e ti aiuterò a sconfiggerlo,
sono sicuro che lo vedremo molte e molte volte,
ma se resterai al mio fianco, angelo mio, saremo sempre più forti e riusciremo a scacciarlo.
Io ti proteggerò, e tu proteggerai me."
Le labbra dei due si sfiorarono
e sussurrando la donna chiese allo sconosciuto il suo nome
"Il mio nome è Amore."
miguelsonsempermi
00Tuesday, April 27, 2010 12:58 PM
Grazie Mhar!
Mhar
00Thursday, April 29, 2010 12:24 PM
Possiamo sognare ma lei sceglie ed, il risultato è perfetto.

Mhar
00Thursday, April 29, 2010 12:29 PM
Re: Bellissimo. Mi ha fatto ricordare di questa storia qui!
(SissiM), 27/04/2010 5.49:

Angelo a metà

Un angelo con una sola ala passava i suoi giorni a metà tra inferno a paradiso,
tra eterno ed effimero,........





Bellissima...grazie Sissi ^_^
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:57 PM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com