Italiani in altre nazionali

Versione Completa   Stampa   Cerca   Utenti   Iscriviti     Condividi : FaceboolTwitter
Pagine: [1], 2
pequeno8
00martedì 21 novembre 2006 10.08
Come noi abbiamo l'argentino CAMORANESI che è entrato nella Nazionale Italiana,ci sono italiani che giocano,che hanno giocato o che rischiano o che hanno rischiato di giocare per altre nazionali???
Per esempio,DI CANIO e CUDICINI non erano sul punto di esser convocati nella nazionale inglese???

TONY CASCARINO non è un italiano che giocò nell'Irlanda??

Anche GIUSEPPE ROSSI,l'Under 21,ha rischiato di finire nella Nazionale USA,vero??

Altri esempi simili???

simoremo
00martedì 21 novembre 2006 10.35
margiotta e' nazionale venezuelano e moscardelli e' stato in odore di convocazione per quella belga...
Sa Pibinca
00martedì 21 novembre 2006 10.54
Re:

Scritto da: simoremo 21/11/2006 10.35
margiotta e' nazionale venezuelano e moscardelli e' stato in odore di convocazione per quella belga...



.....ma non sono nati in Italia!!!
Massi-Longobarda
00martedì 21 novembre 2006 12.38

Bresciano con l'australia e credo anche Max Vieri.
El "Facha" Bartelt
00martedì 21 novembre 2006 12.46
Re:

Scritto da: Massi-Longobarda 21/11/2006 12.38

Bresciano con l'australia e credo anche Max Vieri.

confermo max vieri. anche perrotta da ragazzino è stato chiamato da una selezione inglese(è nato ad ashton) mi ricordo maurizio Gaudino nella Germania(ma comunque nato la)il giovane okak nato a castiglion del lago è stato conteso tra nigeria e italia...ha scelto l'italia.
-Puntero-
00martedì 21 novembre 2006 16.46
Negli anni Ottanta ci fu il portiere della nazionale canadese Tino Lettieri,che prese parte anche all'unico mondiale disputato dal Canada nel 1986,che era nativo della provincia di Bari.
Anche in Svizzera ci sono diversi giocatori dalle chiare origini italiane che militano in nazionale:su tutti ci sono l'ex juventino Davide Chiumiento(che si è trovato a scegliere per quale nazionale giocare optando per quella elvetica)e Tranquillo Barnetta,i cui genitori sono originari della provincia di Bergamo.
All'ultimo mondiale tra i 23 della Svizzera tra i giocatori con cognome italiano c'erano anche i portieri Fabio Coltorti e Diego Benaglio e l'attaccante Mauro Lustrinelli,che giocò anche nella scorsa Champions League col Thun.
Sa Pibinca
00martedì 21 novembre 2006 16.49
Re:

Scritto da: -Puntero- 21/11/2006 16.46
Negli anni Ottanta ci fu il portiere della nazionale canadese Tino Lettieri,che prese parte anche all'unico mondiale disputato dal Canada nel 1986,che era nativo della provincia di Bari.
Anche in Svizzera ci sono diversi giocatori dalle chiare origini italiane che militano in nazionale:su tutti ci sono l'ex juventino Davide Chiumiento(che si è trovato a scegliere per quale nazionale giocare optando per quella elvetica)e Tranquillo Barnetta,i cui genitori sono originari della provincia di Bergamo.
All'ultimo mondiale tra i 23 della Svizzera tra i giocatori con cognome italiano c'erano anche i portieri Fabio Coltorti e Diego Benaglio e l'attaccante Mauro Lustrinelli,che giocò anche nella scorsa Champions League col Thun.




Permettimi di dire però che Barnetta non parla mezza parola di italiano e di origini italiane ha proprio il cognome e basta...
-Puntero-
00martedì 21 novembre 2006 16.56
Si,poi è ovvio che in Svizzera si parlano diverse lingue e chi si stabilisce in un determinato cantone magari familiarizza più con una lingua piuttosto che un'altra(a parte l'italiano del Canton Ticino mi vengono in mente il francese e il tedesco).Ho riportato gli svizzeri visto che comunque c'è ne qualcuno di origine italiana che milita in nazionale.
Un'altro caso di cui si parlò qualche mese prima dei mondiali fu quello di Christian Manfredini,nativo della Costa d'Avorio e di colore,che fu convocato anche dall'Italia in un'amichevole.Gli venne proposto di giocare il mondiale con la nazionale ivoriana ma poi non se ne fece più nulla.
ippo72
00martedì 21 novembre 2006 17.02
Mi viene in mente un calciatore che ha un cognome che è tutto un programma (Vincenzo ITALIANO) che invece è nato in Germania. In quanto a Claudio GENTILE, notoriamente nato in Libia, di che zona dell'Italia è originario? E come mai è nato in Libia?
El "Facha" Bartelt
00martedì 21 novembre 2006 17.37
Re:

Scritto da: ippo72 21/11/2006 17.02
Mi viene in mente un calciatore che ha un cognome che è tutto un programma (Vincenzo ITALIANO) che invece è nato in Germania. In quanto a Claudio GENTILE, notoriamente nato in Libia, di che zona dell'Italia è originario? E come mai è nato in Libia?

tra questi vi segnalo anche Gaetano De Rosa nato in Germania....per quanto riguarda Gentile..che sia un figlio dell impero??
-Puntero-
00martedì 21 novembre 2006 17.43
Re:

Scritto da: ippo72 21/11/2006 17.02
Mi viene in mente un calciatore che ha un cognome che è tutto un programma (Vincenzo ITALIANO) che invece è nato in Germania. In quanto a Claudio GENTILE, notoriamente nato in Libia, di che zona dell'Italia è originario? E come mai è nato in Libia?


In tal proposito ho trovato su Internet un articolo-intervista del 2004 sul "Gentile libico" che vi incollo qui sotto:
"Claudio Gentile: “Torno a casa, in Libia”

L'Indipendente

22 ottobre 2004

Francesco Pacifico



In campo era “Gheddafi”. Vuoi per la carnagione olivastra, vuoi perché è nato a Tripoli il 27 settembre del 1953. Claudio Gentile – attuale commissario tecnico della nazionale di calcio under 21 – ha vissuto in Libia fino al 1961. “Mio padre già allora aveva capito cosa stesse per accadere. Non ebbe grandi problemi, ma tanti piccoli segnali lo spinsero a tornare in Italia”. Forse i controlli sempre più stringenti verso gli eredi della conquista della Cirenaica e della Tripolitania. “Era chiara la volontà dei libici di avere il Paese tutto per loro. Neppure dieci anni dopo ci sono stati il colpo di Stato e l'espulsione”. Il primo settembre del 1969, quando il Colonnello prese il potere, e il 15 ottobre del 1970, quando l'ultimo italiano lasciò la Libia, Gentile era già nelle giovanili del Como. E poi via verso Varese, Torino (Juve), Firenze e Piacenza. Ora è tornato sul lago di Como, e chissà che un giorno non riparta per fare ritorno a casa. ”Sì, sto pensando di vivere in Libia”.

Cosa ricorda dl quegli anni?

Ho fatto lì fino alla terza elementare. Mi ricordo che studiavamo l'arabo un'ora al giorno, lo prevedeva la legge. E giocavo a pallone pomeriggi interi all'oratorio della chiesa di Sant'Antonio. Ora al suo posto c'è una moschea.

I suoi compagni alla Juve la chiamavano “Gheddafi”.

E non mi ha mai dato fastidio. Quel soprannome me lo diede un giornalista di Tuttosport. Mi ricordo che quando Gheddafi entrò nella Fiat, tutti dicevano che ero diventato socio dell'Avvocato.

Eppure, quando vinse il Mondiale nel 1982, disse: “Da libico per me è una doppia soddisfazione”.

Ci fu un malinteso. Quando giocavo a calcio, qualcuno mi considerava uno straniero Dissi solo che la più grande soddisfazione era. che da allora tutti avrebbero saputo che ero italiano.

Come erano finiti i Gentile al dl là del Canale di Sicilia?

Mio padre, che era giovanissimo, era arrivato nel 1928. Aveva lasciato l'Italia con i suoi familiari per trovare lavoro. E fino alla nostra partenza faceva il tipografo. Mia madre in Africa c'è nata nel 1932. Laggiù si stava benissimo. La Libia è stupenda: il clima è perfetto, è a un'ora di aereo da Roma. Thpoli era chiamata la “Parigi del Mediterraneo”, c'erano inglesi, americani e la bella vita tipica delle metropoli.

Quando il 21 luglio del 1970 Muammar Gheddafi annunciò la confisca del beni deglI Italiani, lei era già a Como. Forse è per questo che ha ricordi così dolcI?

Scherza? Da allora io e i miei fratelli non siamo più potuti tornare. Lo vieta una legge fatta da Gheddafi per gli italiani nati in Libia. E poi me li ricordo i giorni drammatici che hanno vissuto i miei zii nel ‘70. Hanno perso tutto quello che avevano costruito in 30 anni di lavoro. Hanno lasciato aziende, proprietà, soldi. Sono tornati solo con le valigie. E basta.

Nonostante l'esilio lei a Tripoli, prima che i bambini iniziassero a indossare le maglie di Toti o Del Piero, era già un mito.

Sì, la gente sa che sono nato lì e che sono Stato un giocatore, conousce quello che ho vinto. E' una bella soddisfazione.

Tra i suoi tifosi c'è Saadi Gheddafi, il figlio del Colonnello.

L'ho conosciuto 3 anni fa. Ha una grande passione per il calcio e abbiamo discusso un po': sapeva dove ero nato e la mia storia di calciatore. Di politica non abbiamo parlato, però qualche anno dopo mi ha chiamato per offrirmi di allenare la nazionale libica. Ma allora ero un tecnico alle prime armi per affrontare un impegno così importante.

Adesso può tornare in Libia.

E io e i miei genitori abbiamo accolto con grande entusiasmo la decisione. Li voglio portare presto nei posti dove hanno vissuto. Non meravigliatevi se molti esuli decideranno di tornare. Tutti hanno la nostalgia.

Anche lei?

Sì, sto pensando di trasferirmi lì. Mi piace come si vive, il clima, perchè è davvero un bel Paese. Voglio vedere tante cose, recuperare tutti i miei ricordi.

Dopo 43 anni non ha paura di restare deluso?

SIcuramente sarà diverso. Ma la bellezza non si può distruggere. Penso a Misurata, Bengasi, Tobruk,cittadine storiche con tanti monumenti romani. E all'armonia delle coste.

Nelle sue parole non c'è un briciolo di risentimento,

Non ho vissuto il colpo di Stato e non provo assolutamente niente contro Gheddafi. Certo si potrebbero tirare fuori tanti rancori oppure ricordare che delle nostre vicende non si è mai parlato. Ma adesso la Libia apre le frontiere e tanti italiani potranno tornare. Basta questo."

Altro giocatore italiano nato in Libia fu l'ex giocatore di Atalanta e Napoli Roberto Bordin.

-Garrison-
00martedì 21 novembre 2006 18.30
Ma Thomas Ravelli,l'ex portiere della nazionale svedese,ha origini italine o è svedish al 100%?
-Puntero-
00martedì 21 novembre 2006 18.53
Re:

Scritto da: -Garrison- 21/11/2006 18.30
Ma Thomas Ravelli,l'ex portiere della nazionale svedese,ha origini italine o è svedish al 100%?


E' svedese di nascita anche se visto il suo cognome potrebbe avere parentele alla lontana nel nostro Paese.Tra l'altro con 143 presenze in nazionale dovrebbe essere il recordman tra tutti gli estremi difensori.
Ho trovato anche un'intervista effettuata prima dei mondiali e all'ultima domanda su cosa faccia adesso(essendo del 1959 ha 47 anni),ecco come ha risposto:
"Non sono più nel mondo del calcio. Ero nel consiglio di amministrazione dell'IFK Gotheborg, ma ho lasciato un anno fa. Adesso, tengo conferenze motivazionali. Viaggio per il mondo visitando varie aziende e dando consigli durante le conferenze. Inoltre faccio l'esaminatore durante i colloqui di assunzione, garantendo che le persone siano adatte per un determinata azienda. Faccio anche un po' di televisione. Ho tre figli e mi sto godendo la vita. Mi sono ritirato dal calcio perché non mi divertivo più. La pressione iniziava a farmi star male. Mi preoccupavo troppo. Ora invece sono di nuovo tranquillo."
(stralcio d'intervista tratto da www.fifaworldcup.com).
auginott
00martedì 21 novembre 2006 18.54
Re:

Scritto da: -Puntero- 21/11/2006 16.56
Si,poi è ovvio che in Svizzera si parlano diverse lingue e chi si stabilisce in un determinato cantone magari familiarizza più con una lingua piuttosto che un'altra(a parte l'italiano del Canton Ticino mi vengono in mente il francese e il tedesco).Ho riportato gli svizzeri visto che comunque c'è ne qualcuno di origine italiana che milita in nazionale.
Un'altro caso di cui si parlò qualche mese prima dei mondiali fu quello di Christian Manfredini,nativo della Costa d'Avorio e di colore,che fu convocato anche dall'Italia in un'amichevole.Gli venne proposto di giocare il mondiale con la nazionale ivoriana ma poi non se ne fece più nulla.




Di piu', ci sono antiche famiglie Svizzere che hanno il nome Italiano perchè comunque la Svizzera ha cantoni Italofoni da secoli, quindi con l'Italia non hanno nulla a che fare, spesso perchè italianizzazioni di cognomi Tedeschi trasferitisi in Ticino o nei Grigioni Italiani.

Per Lustrinelli mi posso informare visto che è un ex compagno di classe di un mio collega, sinceramente non ho idea se sia Svizzero Italiano di seconda generazione.

Comunque la Svizzera vista a questi mondiali di giocatori di famiglia Svizzera da generazioni aveva ben poco.
pequeno8
00martedì 21 novembre 2006 19.02
Ma CHIUMIENTO dove gioca ora???Non era una grande promessa???

Altra domanda: COLLAUTI è italiano???Gioca nella nazionale israeliana,vero??

-Puntero-
00martedì 21 novembre 2006 19.07
Re:

Scritto da: pequeno8 21/11/2006 19.02
Ma CHIUMIENTO dove gioca ora???Non era una grande promessa???

Altra domanda: COLLAUTI è italiano???Gioca nella nazionale israeliana,vero??



Chiumiento è ancora di proprietà della Juventus,che quest'anno l'ha dato in prestito proprio in patria: milita infatti nello Young Boys.

Per quanto riguarda Roberto Damian Colautti è un attaccante nato in Argentina e naturalizzato israeliano qualche mese fa.Visto che in Argentina sono emigrati tantissimi italiani è probabile che anche lui abbia lontane parentele italiche.
Curiosità:nella recente gara di qualificazione agli Europei tra Israele e Croazia vinta dai croati per 4-3 Colautti,argentino naturalizzato,ha firmato una doppietta mentre nella Croazia c'è stata la tripletta di Eduardo Da Silva,brasiliano naturalizzato.

[Modificato da -Puntero- 21/11/2006 19.09]

nettun0.
00giovedì 23 novembre 2006 17.32
Nato a Roma nel 1971, Pierluigi Cherubino Loggi ha giocato una partita con la maglia della Spagna. C'è da dire che Pier, così si fa chiamare, pur avendo doppia cittadinanza, ha sempre vissuto in Spagna: da due stagioni è in forza all'Alcalà.
auginott
00giovedì 23 novembre 2006 19.50


Confermo quanto suddetto e supposto (...) per Lustrigol, è svizzero purosangue.

Del resto basta vederlo e sentirlo !!!

Låudrup
00venerdì 24 novembre 2006 10.26
Infatti non bisogna confondere gli Svizzeri di origine italiana (tipo Barnetta o Celestini, tanto per dirne due) con Svizzeri purosangue TICINESI, che ovviamente hanno nomi e cognomi "italici" (Lustrinelli è Ticinese al 100%).

-Puntero-
00giovedì 14 dicembre 2006 03.44
Prendendo spunto dal topic sui giocatori del Venezia ho trovato un altro giocatore di origine italiana che ha giocato per una nazionale straniera.Si tratta di Valentino Lai,centrocampista classe 1982,nato a Cagliari ma di nazionalità svedese.Dopo aver iniziato l'attività in Svezia venne a giocare in Italia ed esordì in serie A proprio col Venezia.Poi ha vestito anche le maglie di Palermo,Salernitana e Triestina prima di tornare in patria e vestire la maglia della sua attuale squadra,il Landskrona Bois.Lai ha disputato alcune gare con la maglia dell'Under 21 svedese.
Fox Porker
00sabato 24 febbraio 2007 02.02
Re:
Anche Bruno Labbadia, italiano doc ha giocato per la germania, ricordo pure un certo Vincenzino Scifo... che ha giocato per il belgio.
mostro77
00domenica 25 febbraio 2007 16.51
se non sbaglio lustrinelli è brasiliano naturalizzato
bellohorizonte
00lunedì 12 marzo 2007 14.07
Re: Re:

Scritto da: Fox Porker 24/02/2007 2.02
Anche Bruno Labbadia, italiano doc ha giocato per la germania, ricordo pure un certo Vincenzino Scifo... che ha giocato per il belgio.



LABBADIA !!!!!

era del Bayern o ricordo male? fu un campione-lampo no?
pequeno8
00venerdì 16 marzo 2007 17.54
Bruno LABBADIA era fortissimo nel gioco Sensible Soccer!!!

Mi faceva valanghe di gol!!!!

auginott
00sabato 17 marzo 2007 20.10
Re:

Scritto da: mostro77 25/02/2007 16.51
se non sbaglio lustrinelli è brasiliano naturalizzato




???

Ma l'hai visto ? E, soprattutto, l'hai visto giocare ?

Mi sa che ti confondi con Paolo Meneguzzi...

[SM=g27988] [SM=g27988] [SM=g27988]

steorso
00giovedì 12 aprile 2007 09.59
Scusate ma non era Italiano anche GAUDINO dello Stoccarda?

Italiano che giocava in una squadra tedesca e credo che fosse anche in nazionale.....
davmacio
00giovedì 12 aprile 2007 11.20
lorenzo amoruso avrebbe potuto essere convocato con la nazionale scozzese, perchè era sposato con una scozzese, riesiedeva lì da 5 anni e non aveva mai giocato con nessuna selezione italiana in precedenza... ma disse che non se la sentiva ... boh! però lui laggiù era considerato uno fortissimo
TennentsCX
00lunedì 23 aprile 2007 14.26
Re:

Scritto da: davmacio 12/04/2007 11.20
lorenzo amoruso avrebbe potuto essere convocato con la nazionale scozzese, perchè era sposato con una scozzese, riesiedeva lì da 5 anni e non aveva mai giocato con nessuna selezione italiana in precedenza... ma disse che non se la sentiva ... boh! però lui laggiù era considerato uno fortissimo



Tanto quanto Marco Negri, che segnava valanghe di gol là e poi, tornato in Italia nel Vicenza, non la metteva neanche per sbaglio...
pequeno8
00martedì 8 maggio 2007 01.43
Non fatemi parlare di Marco NEGRI,che potrei stare qui fino a domani.
Mamma mia quanto mi piaceva questo centravanti con la barba!!!!

$Donovan$
00domenica 13 maggio 2007 22.08
Re:

Scritto da: davmacio 12/04/2007 11.20
lorenzo amoruso avrebbe potuto essere convocato con la nazionale scozzese, perchè era sposato con una scozzese, riesiedeva lì da 5 anni e non aveva mai giocato con nessuna selezione italiana in precedenza... ma disse che non se la sentiva ... boh! però lui laggiù era considerato uno fortissimo



non mi vorrei sbagliare, ma il problema fu proprio quello. se non erro credo che giocò una partita (una sola, ma tanto bastava) con l'under 21...
sempre a proposito di giocatori italo-tedeschi...è vero che l'attaccante vincenzo palumbo è tedesco? so che è nato in germania e su alcuni almanacchi risulta essere straniero...
e il "mitico" attaccante giuseppe reina? è italiano o tedesco?
c'è poi qualcuno che sa come mai lulù oliveira finì per essere naturalizzato belga???
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa clicca qui
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 06.08.
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com