Intervista a George Benson

Seabiscuit
00mercoledì 20 aprile 2011 10.54
The following is an excerpt from an online interview with Benson:

John - When did you become a Jehovah's Witness 1979?

George - Yeah, I got baptized then but I had been studying the bible many years before that with them.

John - What was it that helped you find that faith?

George - Oh yeah, years ago one of my cousins was killed in a gang fight, he was just a kid he was sixteen years old and that was the biggest tragedy for me at that point in my life because I grew up with him. Our mothers were sisters, we lived in the same household and we were raised together and he was a protector for me when I grew up because he was such a tough kid you know. His mother would tell him that it would get him in trouble one day because he loved to fight and finally somebody couldn't stand to get beat up and they killed him and that was a tremendous tragedy and it was then that we started looking for answers and the only satisfying answers to where life was going was found in the bible. My mother was always a bible person anyway she had been taking me to many different kinds of churches since I was a little boy and she found God's name and that was the thing that made me become a Jehovah's Witness. They knew God's name. They showed that to us in the bible. That was the great difference that made the difference for me.

John - I love talking to people about their faith and where they came from, how they found it and why it works for them and you had checked out many different churches via your mother.

George - Yeah, for me it answered a lot of my questions about life and another thing about going to different churches was I got a chance to see how other people think so none of that was wasted. I had a chance to see what motivated other people so the value was still there. My mother took me to all these different places to learn about religion in general and for me the thing that I was looking for was found with the Jehovah's Witnesses. They are very demanding in that they stick to bible principles and they do not waiver from it. I like that about them more than anything else.

John - We have an Autistic daughter and one of our former therapists was a J.W. and she told me once that one of the things that really works for her is how structured and clear the religion is.

George - That's right and it has a goal and it sets out the goal very clearly. There is that goal in the bible and what the bibles all about, it's not just about some nice words written down, it has a purpose and it's clear and we head towards that goal, all six million of us around the world. You know, I know what a Jehovah's Witness is thinking around the world in Africa or in Russia. We all have the same outlook and we study the same thing every week.

John - Do you enjoy that kinship?

George - Yes, it's a big family.
He was up until a few years ago as some Witness friends of mine met him backstage and I am assuming he still is.

http://wiki.answers.com/Q/When_did_George_Benson_become_a_Jehovah's_Witness#ixzz1K37NPwRu

Seabiscuit
00mercoledì 20 aprile 2011 11.02
Traduzione con traduttore automatico


Il seguente è un estratto da un'intervista online con Benson:

John - Quando hai fatto a diventare un testimone di Geova 1979?

George - Sì, ho avuto poi battezzato, ma ho studiato la Bibbia, molti anni prima che con loro.

John - Che cosa ha aiutato a trovare la fede?

George - Oh sì, anni fa, un mio cugino è stato ucciso in una rissa gang, era solo un ragazzo aveva sedici anni e che è stata la tragedia più grande per me in quel punto della mia vita perché sono cresciuto con lui. Le nostre madri erano sorelle, abbiamo vissuto nella stessa casa e noi eravamo cresciuti insieme e lui era un protettore per me quando sono cresciuto perché era un ragazzo difficile che conosci. Sua madre gli diceva che sarebbe stato lui nei guai un giorno perché amava combattere e finalmente qualcuno che non sopportava di avere picchiato e lo hanno ucciso e che è stata una tragedia enorme ed è stato allora che abbiamo iniziato la ricerca di risposte e le risposte solo soddisfacente per cui la vita stava andando è stata trovata nella Bibbia. Mia madre è sempre stata una persona bibbia in ogni caso lei mi aveva tenuto per diversi tipi di chiese da quando ero un ragazzino e ha trovato il nome di Dio e che era la cosa che mi ha fatto diventare un Testimone di Geova. Essi conoscevano il nome di Dio. Essi hanno dimostrato che a noi nella Bibbia. Questa era la grande differenza che ha fatto la differenza per me.

John - Mi piace parlare con le persone della loro fede e da dove sono venuti, come lo hanno trovato e perché funziona per loro e si era verificato molte chiese diverse attraverso tua madre.

George - Sì, per me ha risposto un sacco di mie domande sulla vita e un'altra cosa di andare a diverse chiese è stato ho avuto la possibilità di vedere come gli altri pensano così nessuno di che è stato sprecato. Ho avuto la possibilità di vedere ciò che ha motivato ad altre persone in modo che il valore era ancora lì. Mia madre mi ha portato a tutti questi luoghi per apprendere la religione in generale e per me la cosa che stavo cercando è stato trovato con i Testimoni di Geova. Sono molto esigente, nel senso che attenersi a principi di Bibbia e che non rinuncia da esso. Mi piace che su di loro più di ogni altra cosa.

John - Abbiamo una figlia autistica e uno dei nostri terapisti primo era un JW e lei mi disse una volta che una delle cose che funziona davvero per lei è il modo strutturato e chiaro la religione è.

George - È vero ed è un obiettivo e che essa enuncia l'obiettivo in modo molto chiaro. C'è questo obiettivo nella Bibbia e ciò che le Bibbie su tutti, non si tratta solo di alcune belle parole scritte, ha uno scopo ed è chiaro e ci dirigiamo verso questo obiettivo, tutti e sei milioni di noi in tutto il mondo. Sai, io so quello che un Testimone di Geova è il pensiero di tutto il mondo, in Africa o in Russia. Noi tutti abbiamo la stessa visione e studiamo la stessa cosa ogni settimana.

John - Ti piace che la parentela?

George - Sì, è una grande famiglia.
E 'stato fino a pochi anni fa come testimonianza di alcuni amici miei lo ha incontrato nel backstage e mi immagino che lo è ancora.
Vittorio_
00mercoledì 20 aprile 2011 12.12


Bella esperienza!

L'unica cosa che stona nella vita di George Benson è l'aver scelto di essere endorser Ibanez!!!

[SM=g7355]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa clicca qui
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11.37.
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com