IL CAPITAN COIGNET

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pflip1956
00Friday, August 20, 2021 1:43 PM
Fra i tanti sceneggiati francesi trasmessi dalla nostra TV (Vidocq, Belfagor ,I Banditi del Re ecc...) mi è tornato in mente "Il Capitan Coignet".
Poco o niente in rete.
Penso fossi ancora alle medie e non ricordo se l'ho visto tutto,forse era in seconda serata.Ho trovato : fu trasmesso dalla RAI nel 1970 .
Su Youtube c'è una sbrodolata di più di cinque ore in originale.Figuriamoci se la guardo.Era a colori.
www.imdb.com/title/tt0220240/
it.wikiquote.org/wiki/Jean-Roch_Coignet
(1960)
00Friday, August 20, 2021 6:21 PM

Vi stupireste, illustri colleghi forumisti, ed anche indecisi nostri lettori ancora sconoisciuti, se vi dicessi che mi ricordo benissimo di questa miniserie?

Eh si, perchè oggi la si chiama così, una serie tv con meno di qualche centinaio di puntate.
Di quelle che gli interpreti ci invecchiano, e finiscono pure per passarci a miglior vita, per vecchiaia ( ma non sempre ) e per davvero, ricevendo così una doppia commemorazione quando questo accade.
Per loro stessi nel mondo reale, e per il loro personaggio sulla scena.
Restano intrappolati fino alla fine nella trama infinita, che in questi casi diventa praticamente eterna.

In altri tempi invece già cinque o sei puntate erano un' intera stagione del calendario.
Anche perchè, se oggi te ne puoi ritrovare due o tre in sequenza, e con cadenza giornaliera, a quei tempi la puntata settimanale l' aspettavi come un evento.
Per vedere come evolveva la faccenda, e come sarebbe andata a finire.
Si accettava di tutto, senza fare troppo gli schizzinosi per le numerose incongruenze della trama.
Valeva anche per roba del genere di " Belfagor ", per gli amici il fantasma Louvre, e qualche anno dopo per l' ancora più surreale " I compagni di Baal ".
Il fatto è, che anche se al momento non lo sai, ti stai creando i ricordi che molti anni nel futuro, su una cosa chiamata internet, andrai a rivangare con altre persone che al momento non conosci ancora.
E che magari, proprio come stai facendo tu, da qualche altra parte sono occupate a crearsi le loro personali speranze.

Me lo ricordo il Capitano Coignet, che di umili origini, si arruola come soldato semplice nell' esercito di Napoleone ancora solamente il Generale Bonaparte, e sopravvivendo a tutte le campagne militari del suo imperatore, fa carriera fino a diventare ufficiale.
L' ho vista tutta la serie, mezzo secolo fa.
Non credo che sia più ripassata, non sulla tv italiana.
Mi rammento del protagonista, che per arruolarsi nei Corazieri, si presenta alla visita medica con un paio di mazzi di carte nei calzini, per poter raggiungere la statura minima richiesta.
E poi si ritrova a guardare dal basso verso l' alto i suoi commilitoni.
Come ricordo anche la scena conclusiva dell' ultima puntata.
Quando in un' osteria, in abiti borghesi, dopo la campagna di Russia e la relativa ritirata, dopo la prima abdicazione del suo imperatore, i cento giorni ed il secondo e definitivo ritorno del re, il Capitano Coignet vende le sue memorie.

Andrò a rivedere quelle immagini.
Sarà la prima volta dopo cinquant' anni, e dopo molte altre cose, dopo tutte le cose che sono accadute nel frattempo.
E sarà la prima volta che potrò vederle a colori.

Anche se credo che neppure io mi sorbirò nuovamente tutte le ore al completo.



(1960)
00Friday, August 20, 2021 6:55 PM

Ho dato un' occhiata alle immagini della prima puntarta.
Non ricordavo quanto il giovane Coignet somiglia ( un po' ) ad un Neanderthal.

Vedo anche che si tratta di una co-produzione internazionale.
Nell' elenco di parecchie televisioni nazionali di paesi europei, troviamo anche la RAI.
Evidentemente da noi non deve aver incontrato molto.
Visto che la serie non è più stata passata neppure alle tre del mattino.





Pflip1956
00Friday, August 20, 2021 6:58 PM
Senza rivedere le immagini ricordo solo due cose : che uno degli attori , non Coignet,si chiamava come un mio compagno di classe (Santini ) e un frammento in cui Coignet e compagni attaccano alla baionetta , marciando lentamente e cantando una canzone che curiosamente saprei ripetere nota per nota ( la musica).
Tutto qua .
(1960)
00Friday, August 20, 2021 7:16 PM

Ho la strana sensazione che in Francia debba essere pieno di " Santini ", con accento sull' ultima sillaba, di evidente discendenza italiana.
Almeno stando ai vari personaggi incontrati nei film francesi.
In particolare, mi sembra ricorrente la presenza di un Santini francese in molti noir degli anni settanta.
Di solito, è un tipo molto poco raccomandabile.
Gestisce un bar di periferia, il più delle volte a Marsiglia.
Ma è solo una copertura per la polizia.
Devo controllare, ma secondo me, andando a frugare fra i gallici del villaggio di irriducibili dove abita Asterix, ci si trova anche un Santini.
Arrivato li dai territori della Gallia Cisalpina.





Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:46 PM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com