Guns & Snakes

Versione Completa   Stampa   Cerca   Utenti   Iscriviti     Condividi : FaceboolTwitter
ThOmAsC
00sabato 29 aprile 2006 00.24
Snakes & Guns

La strada si stendeva polverosa sotto i suoi stivali,proseguendo dritta come se fosse stata tracciata con un righello,per poi sparire oltre l'orizzonte.
Bowie si trovava sul ciglio di una piccola altura,a godersi il tramonto nel deserto.
Un coyote lanciò il suo richiamo,e come un segnale in codice,Bowie si alzo preparandosi ad andare via da quel posto meraviglioso.
Pochi passi dietro l'altura era parcheggiato un potente ford F-150 lightning modificato.
Il veicolo era colorato di blu,con strisce bianche e rosse lungo tutta la fianxcata a riprendere il colore della bandiera americana,nella parte posteriore presentava una rastrelliera per fucili,che in quel momento era vuota,grandi pneumatici con cerchioni cromati facevano la loro figura anche li,nel bel mezzo del niente.
Ogni volta che Bowie guardava quel potente veicolo rimpiangeva il vecchio west,fatto di cavalli e di libertà.
Non disdegnava neanche la comodità dei sedili imbottiti,decisamente un enorme passo avanti rispetto alla sella con cui montava il suo amato destriero Ombra della Notte.
Una volta a bordo Bowie si diresse verso casa,accendendo la radio su una vecchia stazione country.
La musica gli fece ricordare la sua infanzia,quando a casa sua la radio era sempre accesa e accompagnava le normali attività quotidiane.
La trasmissione radiofonica era una versione audio dello show portato in tutti gli stati uniti dal mitico Bufalo Bill,il "Bufalo Bill Wild West Show".
Bowie sorrise ascoltando i racconti di un west ormai molto e sepolto nella polvere,storie di indiani e cowboys,di grandi comandanti e di grandi battaglie,di amori e vendette.
Suo padre gli aveva parlato spesso di come questo show fosse diventato famoso proprio parlando delle gesta di Bufalo Bill,ma anche del generale Custer e del leggendario Toro seduto,capo dei Sioux.
La storia di quel giorno raccontava una storia di vendetta e duelli.una storia che Bowie conosceva bene,non era la rpima volta che la sentiva,l'eroe affrontava due pericolosi fuorilegge per il controllo della città.
Si sentiva molto vicino a quella storia,sembrava uno scherzo visto che anche lui era coinvolto in un duello a tre per il controllo,non di un territorio,o di una città,ma di qualcosa di più piccolo,ma no meno importante.
Bowie vedeva nei suoi avversari lo stesso sguardo che riusciva ad immaginare sui volti dei due cattivi della storia che stava ascoltando,spavaldi e molto sicuri di se,sicuri di avere una vittoria sicura in mano,pronti a fare fette del povero eroe che,come sempre accade,parte drammaticamente in svantaggio nei confronti degli avversari che immancabilmente finiscono col sottovalutare l'avversario,andando a finire immancabilmente con la faccia nella polvere.
Bowie rise a quell'immagine...vedere Brock Johnston con tanto di capellaccio e bandana sul volto lo fece scoppiare a ridere,rischiò anche di finire fuori strada quando cerco di immaginarsi Red Baron,che invece della classica bandana,usava la sua sciarpa rossa per coprirsi il volto.
Lo spettacolo fini,con la scontata vittoria dell'eroe che veniva salutato dalla cittadinanza che lo portava in trionfo,proprio mentre Bowie imboccava il cancello di casa.
"Finalmente a casa" pensò Bowie una volta parcheggiato il grosso veicolo nell'ampio garage.
Presa una manciata di fieno lo portò al suo cavallo che si affaccio per mangiare e per prendere le attenzioni del suo padrone.
B:Hey,ciao vecchio mio...non sarai geloso vero perchè sono uscito con il furgone?
Il cavallo scrollo la testa a quella domanda continuando a mangiare senza dare troppa attenzione a Bowie.
B:Non potevo prenderti su lo sai,dovevo andare in città per importanti affari e per allenarmi.Ma tu che vuoi sapere...non hai di certo i miei problemi...
Il cavallo appoggio il lungo muso sulla schina di Bowie...
B:Hey ma che fai?ne vuoi ancora?pure il cavallo goloso mi doveva capitare...
Questo provoco una piccola reazione del cavallo che spinse con più forza il suo cavalliere rischiando di farlo cadere.
B:Ok ok...d'accordo arrivo...
X:Hai un cavallo davvero capricioso...non dovresti viziarlo cosi...
Bowie alzo lo sguardo in direzione della voce e riconobbe la figura di suo zio Cody,fratello di sua madre.
B:Zio Cody!che ci fai qua?come sei arrivato,non ti ho sentito.
C:Inizi a perdere i colpi ragazzo mio...
Prese il nipote per il collo chiudendolo con forza
B:Dai zio...devo dare da mangiare al cavallo se no si arrabbia...no fermo!!!
D:Dai reagisci!non dare la colpa al cavallo...
Bowie reagì e facendo perno sulle gmabe sollevo lo zio che fu sorpreso dalla reazione del nipote
D:Hey!!! cavolo...è cosi che si fa...
B:ma quanto pesi?!mi sono spezzato le reni per sollevarti...
C:Colpendolo col cappello)[SM=x996938]n si parla cosi alle persone anziane...
B:Si si anziane...vieni in casa che ti offro una birra e prendo del ghiaccio...
I due entrarono finalmente nel piccolo ranch di Bowie;l'interno era arredato elegantemente secondo i cononi western,ma senza dimenticare tutti i confort moderni,quali pc,televisore al plasma ecc.
C:Certo che ti tratti bene.
B:Come?non ti ho sentito...oltre la birra vuoi qualcosa da mangiare?
C:No grazie,prendo solo una birra ghiacciata.
B:E birra ghiacciata sia - disse bowie ritornando dalla cucina - che te ne pare della mia piccola dimora?
C:devo dire che ti tratti bene...quel tuo nuovo hobby paga bene...
B:mmm che c'è zio...non ha fatto tutti questi km da San Antonio solo per una birra.
C:Si e no...avevo voglia di rivederti,dopo la morte del tuo vecchio sei sparito...
B:Gia volevo starmene da solo...non proprio solo,c'era Ombra a veliare su di me,comunque che mi devi dire?
C:Sai penso che questo wreslin
B:Wrestling zio...
C:quello che è,non importa,non sia adatto a te.non immagino cosa possa pensare tua madre...
B:Cosi è questo il punto?per te sto umiliando la famiglia non è vero?perchè non ho scelto di fare il mandriano,non ho scelto di passare la mia vita a guardare delle vacche mangiare,ma ho scelto di controllare la mia vita?
C:Penso che tu debba ricordare chi era tuo padre...
B:NON venirmi a dire chi era mio padre!!! lo so molto meglio di te chi era mio padre...era una persona che non si è mai fatta mettere i piedi in testa da nessuno...che non ha mai posto il denaro davanti alla famiglia...mentre tu chi sei?chi cazzo sei?non lo so...
C:io?sono il fratello di tua madre,tuo zio...
B:Forse!...so bene...so bene che hai ceduto la fattoria ad altri...so bene che l'hai ceduta proprio a coloro che hanno mandato mio padre nella fossa...e ora dovrei starti a sentire!fanculo...
C:No potevo piu controllarla James...non sono tuo padre...non ho potuto farci niente...sono venuti e se la sono presa...
B[SM=x996938]!tu...tu non ti sei opposto...non hai fatto niente...
C:E cosa potevo fare...prendermi una pallottola?lo sai come sono fatti quelli...mezzi messicani...mezzi gringos...non hanno legge...non hanno rispetto per niente...
B:Mio padre una pallottola se l'è presa...e ora è morto...mentre tu sei vivo...e a quanto so....anche loro pagano bene i loro schiavi...
C.Mi vergogno di questo Jim...ma ho una famiglia...
B:Lo so....merda...lo so...
C:Devi fare qualcosa...
B:Devo!? devo!?perchè non mi sei venuto ad avvertire prima?perchè non hai avvisato la polizia?
C:Sono sicuro che se parli con loro....non so...magari riesci a farli desistere e ce la restituiscono...
B:Sicuro come che ilsole sorge ad est...bah...gringos di merda...solo il piombo capiscono quelli...
C:Andrai da loro allora?
Bowie non rispose a quella domanda e si avvicino ad un vecchio armadio impolverato che stava in un angolo del soggiorno,apri le ante con una chiave che portava al collo,mostrando una vecchia collezione di fucili.
C:Sbaglio o è il vecchio fucile di tuo padre?ormai non sparerà piu...rischi di ammazzarti da solo...
Bowie ancora non parlava...tolse i vecchi fucili passandoli allo zio che li riponeva in ordine per terra...
C:Jim...non puoi fare una guerra con questi....non puoi neanche fare una guerra lo sai...sono troppi...
Bowie si mise a tastare il fondo di legno dell'armadio trovando una piccola fessura,che fece scattare un blocco,sfilo tutta la parete passandola allo zio,dietro fecerò la loro apparizione dei fucili nuovi di pacca.
C:Fiuuuu M-16! dove cazzo l'hai preso?
B:Siamo in Texas...basta chiedere...
Bowie prese un vecchio fucile di precisione,lasciando i fucili piu nuovi nell'armadio dopo aver riposto la parete amovibile.
C:Ma...prendi quel vecchio rudere e lasci quei gioiellini la dietro?
Bowie no rispose ancora.
C:Jim che vuoi fare?
B:Primo...per te da ora in poi sono James...secondo...ho di meglio che fare il Mariachi per il nuovo messico cercando quei fligli di un coyote...terzo...ho un titolo da conquistare...
C:ah è cosi alla fine,preferisci il tuo wrestling all'onore della famiglia...
B:Adesso alzi la voce?non l'hai fatto quando due cani messicani ti hanno portato via la sedia da sotto il culo...
C:Alzo la voce quando ti vedo voltare la faccia ai problemi di famiglia...
Bowie prese la mira in un punto lontano...mirava ad un vecchio cactus che stava a 400 m dal ranch
B:Da quanto mi conosci?
C:Da sempre...ti ho visto nascere...
B:Mi hai mai visto sbagliare un colpo?
C:No...tuo padre era il migliore e tu hai imparato dal migliore,ma no capisco...
Bowie sparò colpendo un fiore che stava spuntando sul cactus...
C:ottimo colpo,ma ancora non capisco...
Bowie appoggiò il fucile e si voltò verso il parente.
B:Non puoi attaccare quei bastardi,ne di fronte,ne alle spalle...sono come serpenti...l'unico modo è ricomprare la proprietà...una volta conquistato il Custom title avrò abbastanza soldi per riacquistare la vecchia fattoria e tutto quello che c'è dentro...ma devi avere fiducia in me e nei miei mezzi...
C:Sei sicuro che riuscirai a battere quei due coyotes che avrai di fronte?
B:Un uomo motivato è capace di tutto,anche di fuggire alla morte...cosa vuoi che sia un match di wrestling...
C:Sei un bravo ragazzo...mi sonpo sbagliato...in fondo venire fino qua è servitoa qualcosa...ora devo proprio andare James...
B:Jim...
C:Grazie di tutto cuore Jim...Buona fortuna!batti quei due coyotes anche per me e soprettutto per la tua famiglia.
B:Certo...
Bowie guardo i fanali del vecchio furgone dello zio allontanarsi e inizio a pensare a quello che aveva detto.
Prima di quell'incontro non aveva ancora pensato a quel match con la giusta concentrazione,si accorse che senza l'incontro con lo zio,avrebbe affrontato il match senza la giusta determinazione...ora quella determinazione ce l'aveva...ne aveva anche troppa...se prima si poteva permettere di perdere contro due atleti molto forti e determinati,ora non aveva più opzioni...la sola opzione rimasta era la vittoria...aveva bisogno di quella cintura come il deserto ha bisogno dell'acqua.
Bowie ritornò in casa dove ripose il vecchio fucile in un angolo e si verò un forte drink che buttò giu tutto d'un fiato.
L'alcool in circolo lo rilasso,ma non cancellò la realtà...avrebbe spazzato via i suoi avversari come un tornado si abbatte su una città,avrebbe lottato fino alla fine senza risparmiarsi,dando tutto se sesto fino alla fine...
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa clicca qui
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 14.35.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com