Genny 'a carogna

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
lucaDM82
00Sunday, May 4, 2014 11:02 AM
Coppa Italia, Fiorentina-Napoli: Genny 'a carogna dà l'ok. Poi fischi all'inno

La finale è cominciata con 45 minuti di ritardo dopo un lungo tira e molla con i tifosi partenopei che avevano chiesto alla squadra di non giocare in segno di rispetto al sostenitore in fin di vita. Dopo un lancio di petardi (e il ferimento di un vigile del fuoco), il prefetto ha convinto i tifosi


03 maggio 2014 - ROMA
Dopo mezz'ora di summit, indecisioni e "Niente partita" della curva del Napoli, il Prefetto Giuseppe Pecoraro dà l'ordine di far giocare l'incontro e alla fine arriva l'ok anche degli ultrà. "Va bene, la partita si gioca ma i tifosi delle rispettive squadre rimarranno in silenzio". L'assenso di Genny 'a Carogna arriva alle 21.40 circa: il capo-ultrà del Napoli ha deciso che la finale di Coppa Italia tra gli azzurri e la Fiorentina può avere il via. Le telecamere lo inquadrano e i primi piani sulla sua maglia, con la scritta "Speziale libero", e il suo volto, che ricorda in parte quello di Ivan Bogdanov che incendiò un'Italia-Serbia, fanno il giro del mondo. Sui social (e non solo) parte lo sdegno: l'ultimo ok alla disputa dell'incontro arriva da un uomo che inneggia all'omicida di Filippo Raciti, il poliziotto ucciso a Catania il 2 febbraio 2007. Quello che pochi sanno invece è chi è quell'uomo. Si chiama Gennaro De Tommaso, capo dei Mastiffs, uno dei più noti gruppi ultrà del Napoli, figlio di un camorrista affiliato al clan Misso. È detto, appunto, Genny 'a carogna, e in passato è stato oggetto di Daspo, il divieto di assistere a manifestazioni sportive.
Gli incidenti all'esterno dell'Olimpico, con il ferimento di 10 persone fra cui una in maniera molto grave, hanno portato tensione anche all'interno dello stadio, dove la tifoseria del Napoli ha inizialmente chiesto che non si giocasse la finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. Petardi e bengala in campo in un clima surreale.

il retroscena — Lo stadio è pieno già dalle 20.30 e sembra tutto tranquillo, ma presto si diffonde la voce degli scontri del tardo pomeriggio: c'è un tifoso del Napoli ferito da un colpo di pistola ed è in fin di vita. Così gli ultrà chiedono di non giocare. Le forze dell'ordine chiedono al capitano Marek Hamsik di parlare al microfono: non basta. Lo slovacco si avvicina alla curva Nord, occupata dai tifosi del Napoli, insieme al d.s. Bigon e ai rappresentanti delle forze dell'ordine. Niente da fare, anzi. Parte il coro "fate ridere", poi il lancio di petardi che feriscono un vigile del fuoco.
l'ok — In tribuna, intanto, c'è un lungo conciliabolo tra Giovanni Malagò, presidente del Coni, Giancarlo Abate, presidente della Federcalcio, Maurizio Beretta, presidente della Lega, Andrea Della Valle, presidente della Fiorentina, Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, e persino Matteo Renzi, presidente del Consiglio. Discutono sul da farsi e, soprattutto, aspettano consigli dalle forze dell'ordine, dal prefetto e dal questore. La polizia dirama un comunicato secondo il quale gli episodi avvenuti vicino allo stadio Olimpico, dove sono rimaste ferite tre persone, non sembrano essere collegati "agli scontri tra tifosi, ma avrebbero cause occasionali". Forse è anche così che il prefetto convince gli ultrà fino all'ok di Genny 'a carogna che prima scavalca la recinzione, poi invita i suoi alla calma e infine dice sì. Si può giocare. Ma in silenzio. Sono le 21.45. Nessun coro. Partono, invece, i fischi all'inno nazionale cantato da Alessandra Amoroso. Poi anche la consegna del silenzio durante la partita cade. Non solo. A fine gara, dopo il trionfo degli azzurri, un paio di centinaia di tifosi del Napoli invadono l'Olimpico e alcuni di loro si avvicinano alla curva per dileggiare, con gesti volgari, i sostenitori viola. Tante brutte pagine di una giornata da dimenticare.
---------------------------------------




ho seguito il prepartita in macchina poi tramite telefonino.
Cioè,a noi chiudono le curve per "discriminazione territoriale" e ci rimette gente che non ha fatto nulla.
I camorristi possono entrare tranquilli e decidono anche se giocare o no.E i giocatori,l'arbitro,i capi del calcio vanno anche a chiedergli il permesso!!!
mavaffanculo!!!
Sound72
00Sunday, May 4, 2014 12:43 PM
l'Italia è anche questo " ultrà della Roma " che nel 1995 è implicato nel ferimento del vicequestore a Brescia, nel 2000 un arresto per danneggiamenti a Vicenza, nel 2004 uno dei protagonisti in campo del derby sospeso..e che nella migliore delle ipotesi ieri sera girava armato nei pressi dello stadio.
lucaDM82
00Sunday, May 4, 2014 7:14 PM
che vergogna la rai.
Alla domanda "perchè non entrano le bottigliette ed entrano i petardi" il questore risponde:

-i controlli devono migliorare

mi chiedo chi cazzo dovrebbe migliorare i controlli

-qualcosa sfugge

ma che cazzo dice?Vanno a rovistare nelle borsette delle ragazze e fanno entrare i camorristi con gli esplosivi!!!

-le bottigliette sono pericolose

le bottigliette di plastica sono pericolose?Non mi sembra.E perchè vendono d amangiare e da bere all'interno degli stadi?Dillo!

-epica,suggerita da longhi:I CONTROLLI SPETTANO AGLI STEWARD

ahahahah,ma se tutte le volte che vado mi perquisisce la polizia?

Che disonestà e quanta falsità
lucolas999
00Monday, May 5, 2014 9:35 AM
Ora le trasferte a napoli saranno ancora più tranquille e rilassanti
lucaDM82
00Monday, May 5, 2014 12:02 PM
[SM=g7554]
lucaDM82
00Tuesday, May 6, 2014 6:58 PM
che viscidi i laziali questi giorni stanno leccando i tifosi del napoli..
Sound72
00Wednesday, May 7, 2014 9:32 AM
c'è da dire che negli ultimi anni la tifoseria romanista ha pompato troppo la rivalità col Napoli..un'ostentazione de odio e disprezzo continua, come a volè dimostra' al mondo intero che nn c'è mai stato un gemellaggio..
Sicuramente dall'altra parte non è stato fatto di meglio ma io guardo in casa mia e sinceramente sta degenerazione m'ha dato sempre piu' fastidio.
E la discriminazione territoriale verso i napoletani ce sta tutta. E'inutile che la gente se incazza o cade dalle nuvole.
A lazio-napoli i napoletani fecero cori di scherno pesanti all'Olimpico contro Chinaglia durante il minuto di silenzio ..ma nn è successo niente neanche dopo.
E il tifoso laziale notoriamente ma anche nei fatti ha un dna e una cultura di fondo decisamente piu'portata alla discriminazione.
Il tifoso romanista, quello che vive lo stadio intendo, tante volte invece me pare che lo voglia essere esempio de discriminazione vs i napoletani o cmq dimostrarsi tale.
Noi dovemo esse quelli che li odiano de piu'.
E nn parlo de ragazzini. Io vedo gente de 40-45 anni in curva veramente fuori de testa.
Dopo i fatti di sabato Roma-Napoli è una partita da cancellà dal calendario.
lucaDM82
00Thursday, May 8, 2014 1:55 AM
cmq grillo che si è inventato "renzi 'a menzogna" per me da oggi è un genio assoluto. [SM=x2478856]
Sound72
00Sunday, May 11, 2014 12:01 PM
Re:
lucolas999, 05/05/2014 09:35:

Ora le trasferte a napoli saranno ancora più tranquille e rilassanti



Magari solo a Napoli..

c'era gente come Catapano che non vedeva l'ora per andarci giu' pesante......la questione riguarda i romanisti. Gli ultrà di tutta Italia li stanno guardando e, purtroppo, aspettando.


www.gazzetta.it/Calcio/10-05-2014/roma-caccia-commando-capi-ultra-ordinano-spedizione-806296511...

Anche questo qui andrebbe fermato. E'un fomentatore di violenza.




Sound72
00Sunday, May 11, 2014 12:01 PM
Re:
lucolas999, 05/05/2014 09:35:

Ora le trasferte a napoli saranno ancora più tranquille e rilassanti



Magari solo a Napoli..

c'era gente come Catapano che non vedeva l'ora per andarci giu' pesante......la questione riguarda i romanisti. Gli ultrà di tutta Italia li stanno guardando e, purtroppo, aspettando.


www.gazzetta.it/Calcio/10-05-2014/roma-caccia-commando-capi-ultra-ordinano-spedizione-806296511...

Anche questo qui andrebbe fermato. E'un fomentatore di violenza.




Sound72
00Thursday, August 21, 2014 2:09 PM
Ritirata la patente a "Genny 'a carogna"

La polizia stradale di Catania ha ritirato la patente di guida a Gennaro De Tommaso, l'ultrà del Napoli noto come "Genny 'a carogna", bloccato dall'equipaggio di una pattuglia mentre guidava nella corsia d'emergenza della tangenziale del capoluogo etneo. Secondo quanto si è appreso, l'uomo, in Sicilia in vacanza con la famiglia, si sarebbe giustificato spiegando agli agenti che stava accompagnando la figlia al pronto soccorso perché colta da malore.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:30 PM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com