Esiste un "titismo" e un Krusciovismo?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Caesar91
00Friday, April 4, 2008 9:33 PM
i grandi applicatori storici del comunismo avevano l'abitudine di fare del revisionismo sul marxismo e di creare nuove teorie; da trotsky a Bucharin, da Lenin a Stalin; persino Che Guevara che non salì mai al potere creò una specie di sottoideologia: il guevarismo. Allora mi chiedo a questo punto: anche Tito (sfuggito alle purghe di Stalin all'interno del Komintern per aver avuto la fortuna di trovarsi, pur abusivamente in patria)creò una variante di comunismo o si limitò a creare uno stalinismo antistalin??

Stesso discorso per quanto riguarda Kruscev, si può parlare del revisionismo di Chruscev come una nuova variante del marxismo-leninismo?
Pius Augustus
00Saturday, April 5, 2008 12:51 PM
il titoismo esiste,è la via nazionale al comunismo...il krushevismo non saprei.
Malduin
00Saturday, April 19, 2008 10:22 AM
Krusciov si era accorto che il sistema economico non funzionava ed aveva iniziato una linea d'apertura.
Tipicamente i piani quinquennali staliniani se tutto sommato si dimostravano validi nel campo dell'industria pesante erano dei fallimenti sequenziali nel campo dei generi di prima necessità...ed un vero disastri nel campo dei beni di consumo.

Krusciov quindi aveva adottato una politica atta a lasciare più apertura nel settore dei beni di prima necessità dando autonomia alle cooperative agricole etc... un ritorno su posizioni più alla "Lenin" in somma...

Cosa che è piaciuta pochissimo ai più giovani, quelli cresciuti al tempo di Stalin per cui il comunismo era quello e Krusciov era un mezzo apostata....
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:23 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com