Dan Aykroyd

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Agg-Webmaster
00Sunday, August 19, 2007 10:40 PM


Daniel Edward Aykroyd nasce il giorno 1 luglio 1952 ad Ottawa, in Canada. Di famiglia cattolica, entra in seminario e ne viene espulso; si iscrive all'Università di Carleton, ad Ottawa, dove studia psicologia, scienze politiche e criminologia.
Comincia a costruirsi una carriera lavorando come cabarettista nei nightclub arrivando in breve a partecipare ad alcuni programmi della televisione canadese.
A Toronto, Dan Aykroyd conosce l'attore americano John Belushi con il quale instaura una bella amicizia: dal 1975 al 1979 i due saranno protagonisti dello show "Saturday Night Live" della NBC, programma rivoluzioniario per la televisione americana. La coppia approda sul grande schermo, con "1941: allarme a Hollywood" (1979), per la regia di Steven Spielberg.

L'anno successivo è quello che farà entrare i due "fratelli" nella storia: è infatti del 1980 il geniale film di John Landis "The Blues Brothers", di cui Aykroyd è anche sceneggiatore. Jake ed Elwood, i personaggi che Belushi e Aykroyd avevano inventato per il "Saturday Night Live", diventano famosi in tutto il mondo, e anche i due album "Briefcase Full of Blues" e "Made in America" hanno un grande successo. Lo stesso anno, John Belushi abbandona il "Saturday Night Live" (morirà di overdose il 5 marzo 1982), e poco dopo anche Dan lascia lo show per dedicarsi al cinema.

Nel 1983, Dan Aykroyd gira Doctor Detroit, di Michael Pressman, e alla fine delle riprese sposa la co-protagonista Donna Dixon, dalla quale avrà tre figlie.

Molti dei film interpretati da Aykroyd sono commedie, come "Una poltrona per due" (1983) insieme ad un esilarante Eddie Murphy, "Ghostbusters" (1984 - che riscuote un successo planetario), "Spie come noi" (1985).
E' nel 1989 che Dan ha il suo primo ruolo drammatico nel film di Bruce Beresford "A spasso con Daisy" con il quale ottiene subito una nomination all'Oscar come migliore attore non protagonista.

Nel 1998, John Landis ritenta il miracolo girando il sequel di "The Blues Brothers", ma il risultato non è dei migliori: Dan Aykroyd è ormai ingrassato e il paragaone non regge; senza contare che senza Belushi è stato un po' come rimettere insieme i Beatles senza John Lennon.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:35 AM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com