Cromoterapia

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
!Crezzina!
00Wednesday, June 18, 2008 1:58 PM
Cromoterapia significa, "cura con i colori", dalla parola greca cromos, che significa colore. Sotto il termine di cromoterapia si intendono svariate tecniche.
1. Utilizzazione spontanea del colore che si avverte come più affine o benefico; tale colore si manifesta nella scelta degli indumenti, nella scelta delle pietre con le quali adornarsi, nella scelta della tappezzeria di casa o degli oggetti di uso comune. La scelta spontanea è indicativa del bisogno di quel tipo di "energia luminosa colorata" da parte del singolo: osservando attentamente le persone attorno a noi, potremo verificare che la loro scelta preferenziale verte su alcuni colori, aventi la stessa tonalità, che tuttavia può cambiare secondo la stagione e gli sbalzi d'umore. A seconda del tipo di colore preferito, si può dedurre lo stato d'animo o le alterazioni funzionali fisiche di una persona.
2. Nella medicina cinese il rosso corrisponde al sistema circolatorio e al cuore, ma anche al duodeno, come fucina nella quale avviene la parte più delicata e ricca di calore della "fusione" digestiva; il giallo corrisponde alla funzione dello stomaco (la cui attività acidificante e corrosiva precede l'azione duodenale) e del pancreas, la più importante ghiandola digestiva, insieme con il fegato, che produce la bile; il verde corrisponde alla funzionalità epatica e biliare; il celeste corrisponde al colore del cielo diurno e all'attività respiratoria; il blu corrisponde al colore del mare e alla funzionalità renale. Ogni colore è connesso non solo con un organo, ma anche con un'emozione: il rosso alla gioia (negativo: delusione; dunque il rosso può stimolare la gioia nella persona delusa); il giallo alla ponderatezza (negativo: perfezionismo, criticismo, rimuginazione del pensiero, ossessività mentale); il verde al coraggio (negativo: collera); il celeste alla sensibilità e alla dolcezza (negativo: paura); il blu alla volontà (negativo: depressione, lasciarsi andare). La cromoterapia cinese è fondata sull'uso di un appropriato colore nel vestire, di un appropriato cibo, di un'appropriata terapia fitoterapica e agopunturale. Infatti, nella medicina tradizionale ogni colore, ogni organo, ogni cibo, ogni medicina, ogni punto di agopuntura è classificato secondo l'appartenenza a una delle cinque categorie del taoismo: la categoria legno, a cui appartiene il fegato e il verde; il fuoco, a cui appartiene il cuore, il duodeno e il rosso; la terra, a cui appartiene lo stomaco e il giallo; il metallo, a cui appartiene il polmone e il celeste; l'acqua, a cui appartiene il rene e il blu. Dunque il bisogno di un colore appartenente a una determinata categoria indica la carenza dell'energia di quella categoria, e si bilancia con un maggior apporto, non solo del colore indicato, ma anche del cibo, del rimedio corrispondente, eccetera.
3. La iridofotocromoterapia è l'applicazione della luce di un certo colore su un determinato settore dell'iride, corrispondente all'organo da stimolare riflessologicamente. La scelta del colore si basa su un test preliminare della reattività della pupilla all'esposizione alla luce dei diversi colori; è una terapia efficacissima per il trattamento del dolore e delle nevrosi.
4. Il bagno completo di colore o cromo-meto-aroma-magneto-terapia consiste nel porre in rilassamento il paziente in una stanza, dove tutti gli oggetti e le pareti sono dipinte del colore di cui il paziente ha bisogno; nel contempo viene diffusa una musica appropriata a creare una risonanza con il colore irradiato; viene diffuso analogamente un aroma capace di ottenere una risonanza energetica con quel colore e quella musica; per incrementare ulteriormente la risonanza energetica si possono utilizzare anche campi magnetici a debole intensità, risonanti con le energie precedenti.
5. Il bagno di colore parziale consiste nell'utilizzare occhiali con lenti colorate, anziché un'intera stanza.
6. La cromopuntura è l'irradiazione con luce colorata di alcuni punti o zone cutanee, secondo la metodologia dell'agopuntura o con altri criteri; tale terapia si basa sulla constatazione che diverse parti della cute entrano in risonanza con diversi colori specifici.
7. L'auricolocromopuntura consiste nell'irradiazione con colori o radiazioni infrarosse di determinata frequenza del padiglione auricolare, che è in relazione con tutto il corpo e consente di ottenere un rapido effetto analgesico e decontratturante su parti del corpo anche molto distanti, come gli arti inferiori.
8. Idrocromoterapia è l'assunzione di acqua contenuta in contenitori colorati ed esposta alla luce solare per almeno 24 ore; in tal caso l'acqua trattiene le proprietà elettromagnetiche del colore irradiato e può essere utilizzata come un farmaco per via interna.
9. Elettrocromoterapia: l'irradiazione luminosa viene trasformata in un segnale elettronico, che giunge via cavo, mediante l'applicazione di elettrodi, al corpo del paziente.
10. Chakracromoterapia: secondo la medicina indiana i chakras (letteralmente: "ruote") sono centri o meglio mulini di energia, che fanno circolare l'energia dal basso, a partire dal chakra sessuale, depositario dell'energia ancestrale della madre terra, verso l'alto, sino al settimo chakra principale al vertice del capo, che si connette con il padre cielo; in ogni centro l'energia si trasforma assumendo caratteristiche diverse, dall'energia sessuale all'energia digestiva, all'energia spirituale. Ogni chakra è in risonanza con uno dei sette colori dello spettro, a partire dal rosso del sesso, sino al viola dello spirito. In conclusione, per attivare un chakra carente, bisogna stimolarlo per via cutanea con la luce colorata corrispondente, o ponendo a dimora con una catena o una collana la pietra preziosa dello stesso colore del chakra. Tale metodica comprende anche l'utilizzazione di oli aromatici corrispondenti a ciascun chakra, fatti assorbire per via percutanea e di suoni particolari, nonché dell'idrocromoterapia.
Indicazioni principali della cromoterapia: dolore, contratture muscolari, distonia neurovegetativa, stress, fatica cronica, malattie della pelle, nevrosi.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:29 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com