Cosa state leggendo?

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
mauro.68
00Monday, June 29, 2009 4:47 PM
Io sto leggendo "La rivelazione" di Carlo Greco, spiega il modo in cui Dio si rivela alle persone nel vecchio testamento e, come si rivela attraverso Gesù nel nuovo testamento. Libro molto bello.
Elyy.
00Monday, June 29, 2009 10:31 PM

Un pò a tappe sto leggendo "Gesù di nazaret" di Ratzinger. Ecco una parte della sua presentazione:

"Ho voluto fare il tentativo di presentare il Gesù dei Vangeli come il Gesù reale, come il "Gesù storico" in senso vero e proprio. Io sono convinto, e spero che se ne possa rendere conto anche il lettore, che questa figura è molto più logica e dal punto di vista storico anche più comprensibile delle ricostruzioni con le quali ci siamo dovuti confrontare negli ultimi decenni. Io ritengo che proprio questo Gesù - quello dei Vangeli - sia una figura storicamente sensata e convincente.
Solo se era successo qualcosa di straordinario, se la figura e le parole di Gesù avevano superato radicalmente tutte le speranze e le aspettative dell'epoca, si spiega la sua crocifissione e si spiega la sua efficacia. Già circa vent'anni dopo la morte di Gesù troviamo pienamente dispiegata nel grande inno a Cristo della Lettera ai Filippesi (cfr. 2,6-11) una cristologia, in cui si dice che Gesù era uguale a Dio ma spogliò se stesso, si fece uomo, si umiliò fino alla morte sulla croce e che a Lui spetta l'omaggio del creato, l'adorazione che nel profeta Isaia (cfr. 45,23) Dio aveva proclamata come dovuta a Lui solo.
La ricerca critica si pone a buon diritto la domanda: che cosa è successo in questi vent'anni dalla crocifissione di Gesù? Come si è giunti a questa cristologia? l'azione di formazioni comunitarie anonime, di cui si cerca di trovare gli esponenti, in realtà non spiega nulla. Come mai dei raggruppamenti sconosciuti poterono essere così creativi, convincere e in tal modo imporsi? Non è più logico, anche dal punto di vista storico, che la grandezza si collochi all'inizio e che la figura di Gesù abbia fatto nella pratica saltare tutte le categorie disponibili e abbia potuto così essere compresa solo a partire dal mistero di Dio?"


Ve lo consiglio, almeno per conoscenza.



Ciao, Ely [SM=g6394]




lovelove84
00Friday, September 11, 2009 12:20 PM
io in base alla volontà sto leggeno 2 libri:
Dimmi come credi , di un pschiatra ceco che ha scritto tanti libri sulla spiritualità.
questo parla di come rianimare il rapporto con Dio avvolte ingrigito e addormetato con un pizzico di humor.
definisce i cattolici in 4 categorie, andanti, natalini, qualanini e rotellini.
fa riflettere sul perchè dopo la cresima non si segue piu, con una storia verament simpatica! racconta che una chiesa fu invasa da ucellini, e con varie strataggemmi si cerco di farli andare via, ma invano, il 3 prete c'è la fece.. come? facendosi rinchiudere nella chiesa con tutti gli uccelli, amministrò la cresima, il quale con molti anni i esperienza nelle parrocchie, sapeva che dopo la cresima non sarebbe piu andato nessuno, e in questo caso gli uccelli che non sarebbero tornati piu! poi spiega che nel sacramento della cresima, l uomo reagisce in due modi, ad imbuto, che lo accoglie per tutti i giorni della sua vita, o ad ombrello facendo imbalzare il dono dell Amore!
poi i sono tante altre storie carine che fanno riflettere molto! magari come le leggero, scrivero il riassunto.

il sencondo libro è di tutt altro genere!
Conoscersi, accettarsi miglirarsi.
un libro un po strano, è scritto con varicolori, di sbiego, all incontrario,giri pagina e la frase non finisce, grande, piccolissimo, scarabbocchato.. insomma, da non giusti di testa!
spiega come vivere nei migliori dei modi facendono pochi problemi, conoscendo se stessi e cercare di fare sempre quello che si desidera, accettare i nostri difelli,preggi limiti...
un pezzo dice
per vivere meglio occorre vivere meglio con gli altri..
per vivere meglio con gli altri occorre comunicare spesso...
comunicare è riuscire a far sentire all'altro ciò che si sente, e nello stesso tmpo sentire ciò che l'altro sente...

oppure vuoi essere felici? allora devi lottare con il peggio nemico, e cioè TU.
devi fare e difare, sbagliare e risbaliare, vincere e perdere, ridere e piangere gioire e soffrire. solo cosi si potranno riempire l tue giornate...e finisce con un aforisma che fa .

per essere felici occore lottare
per essere infelici... non occore far niente!



un abbraccio a tutti [SM=g7423]
d.gilmour
00Friday, September 18, 2009 8:14 PM
siamo tutti nella stessa barca, di owen king, il figlio del grande stephen.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:38 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com