Concerti, recensioni, nuovi album e.. playlist

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, [12], 13, 14, 15
jandileida23
00Monday, June 15, 2015 10:09 AM
Io venerdì e domenica mi sparo Graspop [SM=g11491] [SM=g11491]
giove(R)
00Friday, July 3, 2015 3:54 PM
ieri ho STRAsforato i miei gusti musicali e me ne sono andato a vedere i Chemical Brothers, ma in fondo ogni tanto una botta di elettronica fa sempre bene.
c'era la bolgia, comunque.
lucolas999
00Friday, July 3, 2015 4:45 PM
ce stavo pure io .
Neanche io mi aspettavo tutta quella gente, comunque ammazza che pezza pure loro
giove(R)
00Friday, July 3, 2015 7:41 PM
[SM=x2478856]
giove(R)
00Wednesday, August 5, 2015 2:33 PM
26 agosto Gogol Bordello a Testaccio
Sound72
00Tuesday, December 29, 2015 8:57 AM
Addio a Lemmy dei Motorhead :(

Grande evoluzione metal degli Hawkwind.
giove(R)
00Tuesday, December 29, 2015 10:28 AM
si prospettano i Rage Against the Machine a giugno, dovrebbe essere unica data.

i Jane's Addiction se so rimessi insieme ma hanno fatto solo due date.
sti stronzi.
lucolas999
00Tuesday, December 29, 2015 6:50 PM
i RATM a giugno si prospettano da 3 anni a sta parte...

mi sa che mi terrò caro il ricordo del concerto a modena del 2008, sfascio totale
giove(R)
00Wednesday, December 30, 2015 12:55 PM
dei Rage against the machine ricordo la più grossa sòla "virale" cittadina, mai vista in vita mia.
quando tipo 12-15 anni fa dovevano suonare al Mattatoio.

na cosa brutta, non era vero un cazzo, ma era accorsa mezza gioventù romana.
ore di fila per fare un metro, con la pioggia e, quando si sparse la voce che era na sòla, con tanto di Leggenda Metropolitana Espressa, fatta lì per lì: "A regà no è vero, è vero! stanno a venì, m'hanno telefonato da Fiumicino (erano tipo le 20 ormai, 5-6 ore di fila) CHE STANNO AR RISTORANTE!!!".

ricordo che passai il resto del tempo a smadonnare con Federico Zampaglione quando era ancora tutto dread e piercing e conoscevo perchè avevamo già suonato un apio di volte insieme.

(tra l'altro un tranquillone assurdo, che non so come cazzo abbia fatto a trasformarsi in questo fichetto).

Comunque... ho letto che dovrebbero venire nella prima quindicina di giugno, e che forse fanno anche il Pinkpop (Olanda), dove tra l'altro sono già confermati i Red Hot e i Rammstein.
e appena confermano (SE) anche i Rage al Pinkpop ci torno di corsa.
lucolas999
00Wednesday, December 30, 2015 4:09 PM
zampaglione è un altro che è morto ed è stato sostituito da un sosia .

AHHAHAHHAHA la storia dei rage al villaggio globale me la racconta sempre un mio amico
Sound72
00Monday, January 11, 2016 8:56 AM
David Bowie invece è andato davvero

[SM=g7364]
jandileida23
00Monday, January 11, 2016 9:36 AM
A me non ha mai fatto impazzire ma già solo per il fatto di aver prodotto Lou Reed e Iggy Pop tirandoli fuori dal vomito merita un grande applauso
Sound72
00Monday, January 11, 2016 9:47 AM
Re:
jandileida23, 11/01/2016 09:36:

A me non ha mai fatto impazzire ma già solo per il fatto di aver prodotto Lou Reed e Iggy Pop tirandoli fuori dal vomito merita un grande applauso



io con gli anni 70 di Bowie sono stato " a rota" per un bel po'. A volte un pò troppo di maniera però poi l'ho visto live a Lucca 13 anni fa e me so sentito un pò come Christiane F. allo zoo de Berlino.

La trilogia berlinese con Brian Eno per me rimane il punto piu' alto dopo quel film alienante dell'Uomo che cadde sulla terra".

Punk, folk, prog, glam, new wave, elettronica.Ha seminato ovunque. Un pò come i Velvet Underground, solo che lui è andato avanti pe 50 anni. E anche l'ultimo lavoro Lazarus vince per distacco con la monnezza che circola nell'etere.
jandileida23
00Monday, January 11, 2016 9:52 AM
Sull'ultima riga non c'è dubbio: personaggio fondamentale della musica del secondo dopoguerra.

A me infatti ha dato sempre l'idea di quello troppo impostato, distante: probabilmente era tutto ricercato ma a me non ha mai trasmesso quasi niente. Poi a me hanno sempre fatto cagare i fantasy, fin da piccolo, ma non so per quele motivo mio padre continuava a provarmi a fare vedere Labyrinth
lucolas999
00Sunday, January 24, 2016 2:20 PM
Il 28 aprile i Buzzcocks all'Orion.
Mi sa che a qualcuno qua dentro interessa [SM=g27988]
Sound72
00Sunday, January 24, 2016 6:24 PM
Re:
lucolas999, 24/01/2016 14:20:

Il 28 aprile i Buzzcocks all'Orion.
Mi sa che a qualcuno qua dentro interessa [SM=g27988]



Belli, io li ho visti un paio di volte negli ultimi anni e quasi quasi una terza ci sta..Shelley e Diggle 60 anni se li portano maluccio ma la scaletta che propongono è di qualità.
Colpevolmente considerati come punk da 1 minuto e mezzo.
Sound72
00Tuesday, February 16, 2016 3:12 PM
Re:
lucolas999, 24/01/2016 14:20:

Il 28 aprile i Buzzcocks all'Orion.
Mi sa che a qualcuno qua dentro interessa [SM=g27988]




Caccamo e Iurato quando vengono a Roma? [SM=g7557]

Cmq per quel che ho visto la vittoria degli Stadio ci sta.
E' un premio in ritardo anche per la colonna sonora di Acqua e Sapone e per l'amico del Gabon [SM=x2478856]
giove(R)
00Tuesday, February 16, 2016 3:24 PM
devo dire che a sto Sanremo mi hanno fatto schifo tutte le canzoni.
ma na zozzeria brutta brutta.
Almeno l'anno scorso quella del Grigno e un apio di altre qua e la...

Caccamo-Iurato (come ho scritto su FB commentando/prendendo per il culo in diretta) me sembrano i cognomi dei Carabinieri che m'hanno fermato l'altro giorno....
giove(R)
00Wednesday, March 16, 2016 3:06 PM
leggo la sconvolgente notizia che il 29 marzo all'Orion ci sono i Television che solo per questa data in Italia suoneranno tutto Marquee Moon....
all'anima!
lucaDM82
00Thursday, March 17, 2016 10:08 PM
Re:
giove(R), 16/02/2016 15.24:



Caccamo-Iurato me sembrano i cognomi dei Carabinieri che m'hanno fermato l'altro giorno....



mò ce devi raccontà [SM=g8963]


Sound72
00Wednesday, March 30, 2016 2:40 AM
Re:
giove(R), 16/03/2016 15.06:

leggo la sconvolgente notizia che il 29 marzo all'Orion ci sono i Television che solo per questa data in Italia suoneranno tutto Marquee Moon....
all'anima!



c'eri?
Grande esibizione per me, a parte st'acustica che andava ovattata a zone.
Cmq solo i 10 minuti di Marquee moon valevano gia' la serata.

[SM=g10633] [SM=g10633]
giove(R)
00Wednesday, March 30, 2016 10:23 AM
no, donna co 39 de febbre. rosicata a 41 e mezzo.
Sound72
00Thursday, March 31, 2016 8:51 AM



sto cazzo de Tom.. [SM=g10633]

Sound72
00Saturday, April 9, 2016 5:23 PM
ieri sono andato a rivedere al Traffic i Chameleons..in pratica Mark Burgess coi i nuovi Chameleonsvox.
Bel live energizzante di pura new wave post punk inglese con omaggio ai Joy Division concittadini di Manchester...ricordati con un piccolo medley di Trasmission..dance dance dance dance to the radio...

Script of the bridge resta un grande album d'esordio a oltre 30 anni di distanza, anche se ieri hanno riproposto soprattutto pezzi da Strange times. Altro gioiello di metà anni'80.
Ecco, il peccato originale dei Chameleons rimane quello di essere usciti fuori troppo tardi quando ormai i Cure avevano dominato la scena finale della new wave. Allòra non se li filava nessuno, adesso invece fanno tour a ripetizione riscuotendo anche un discreto successo.
Finale bello incalzante poi con questo ritornello martellante di Nostalgia .. "Tomorrow remember yesterday".. complici i litri di birra in circolo non se andava piu' [SM=g9025] .


lucaDM82
00Monday, May 30, 2016 11:50 PM
su rai5 c'è "Doors live at the bowl '68".. [SM=x2478842] [SM=g10672]
Sound72
00Thursday, June 2, 2016 12:28 PM
Iggy Pop a Cannes: Jesus, ho combinato tutto questo?

Fuori concorso l’omaggio all’Iguana firmato Jim Jarmusch
di GIOVANNI BOGANI

Cannes, 20 maggio 2016 - IGGY POP eccolo, è lì. Seduto come un capo pellerossa, abbronzato come uno skipper o un surfista. Le vene del collo che sembrano fiumi, che raccontano di migliaia di concerti, i sandali ai piedi che mostrano tutta la zoppia di cui soffre da quando era 13enne ma che ora si è ancor più accentuata, un sandalo con la para alta qualche centimetro, l’altro rasoterra . Lo vedi serafico, zen. Un Toro Seduto o un Geronimo che raccontano la loro vita. Una prima mondiale a mezzanotte è già rock. Se poi è quella di un film su una rockstar selvaggia – che ha fatto cento viaggi verso la morte e ritorno – allora è ancora più rock. A Cannes, fuori concorso, si è visto «Gimme Danger», il film che Jim Jarmusch ha dedicato a Iggy Pop e alla sua band originaria, gli Stooges.

UN DOCUMENTARIO? Appena dici la parola, le volano intorno, mentalmente, dei moscerini di noia. Ma non è così. Per due motivi: Jim Jarmusch e Iggy Pop. Jim Jarmusch – a Cannes quest’anno anche in concorso con “Paterson” – non è uno qualunque, ma uno dei registi indipendenti più innamorati della musica. Fin da quando in “Stranger than Paradise” scelse come attori John Lurie, sassofonista dei Lounge Lizards, e Tom Waits. Jim Jarmusch, che in “Dead Man” aveva usato una straordinaria colonna sonora dell’amico Neil Young, a cui dedicò nel 1997 il documentario “Year of the Horse”. E ora, un altro documentario su una leggenda della musica.

L’ANNO prossimo compirà settant’anni. Ma capisci che Iggy Pop non ha perduto l’istinto animale, selvaggio che lo ha sempre guidato. Poteva morire mille volte, tra abusi di droghe, disintossicazioni tentate insieme all’amico David Bowie, eccessi, provocazioni, scontri col pubblico, tuffi dal palco estremi, che più di una volta gli hanno procurato fratture. E invece eccolo. Racconta se stesso, e Jarmusch con lui racconta l’America. L’infanzia, la televisione, la Famiglia Addams, i comici televisivi in bianco e nero. Un grande caravan come casa, la famiglia, i compagni di scuola bulli che arrivano e scuotono quella sua casa sulle ruote, per umiliarlo. Il suo odio. E poi la musica.

«HO VISTO il film per la prima volta stanotte: tutta la mia vita è passata davanti ai miei occhi e ho detto “Jesus ho combinato tutto questo?”», racconta l’Iguana ieri mattina in conferenza stampa. «Ora non voglio essere cool, non voglio essere alternativo, non voglio essere punk rock - aggiunge -, voglio solo essere». Come è rimasto in vita dopo tutti quei mix di stupefacenti che sono stati il suo pane quotidiano è la classica inevitabile domanda ad un tipo così, sopravvissuto al mito ma anche all’Lsd. L’avrà sentita decine di volte, ormai ha affinato la risposta: «avevo sviluppato anticorpi micidiali». Nel film le droghe si vedono tutte e non ne manca neppure il metadone che beveva per disintossicarsi dall’eroina, era il 1971 e voleva essere pulito per andare a Londra dove un certo Bowie lo voleva conoscere per collaborare insieme. E adesso si droga ancora? «La mia droga oggi è il buon vino e la polvere bianca è zucchero» dice sventolando una bottiglietta d’acqua.

IN “GIMME DANGER” sfilano le immagini con gli Stooges, la band creata con i fratelli Ron e Scott. Iggy che si dimena, seminudo, che si offre al pubblico, che col pubblico gioca una danza erotica. Il film è innervato, è illuminato dall’enorme presenza di Iggy Pop. Sia nel presente, quando non si trattiene dal prendere in giro Joe Cocker – «cantava in un modo che tutte si scioglievano: You – Are – So – Beautiful», e giù una risata – sia nei filmati dei concerti.

COME LI RACCONTI, quei concerti? Meglio di tutti li descrive proprio Jarmusch: «Iggy Pop è un leopardo, che nel corpo ha Nijinski, Bruce Lee e Harpo Marx. E la musica degli Stooges è qualcosa di mai sentito prima, è potente e dolce, è rock, blues, jazz, è psichedelia e istinto. Ed è liriche brevi e forti, dense di angoscia». E anche lì, il vecchio leopardo, diventato più coccodrillo tanto la pelle è cotta, non si trattiene dal dire: «Liriche da 25 battute: mai sopportato il bla bla bla di Bob Dylan», e ride. Jarmusch è felice di questa spontaneità. «E come gli Stooges, anche il mio film è selvaggio, confuso, emotivo, e non raffinato». È un bene che sia così.
Sound72
00Friday, June 10, 2016 9:48 AM
Nessun Dorma – Guidonia Rock Festival 2016

2°edizione – 16-17-18-19 giugno 2016
PINETA COMUNALE GUIDONIA (RM)
Ingresso gratuito – Inizio concerti ore 18.30

“Nessun Dorma – Guidonia Rock Festival” giunge alla sua seconda edizione, portando ancora una volta nella Pineta Comunale di Guidonia (RM) il meglio del rock alternativo italiano: Frank Polucci, i Voina Hen, Ilenia Volpe, Giancane, Sick Tamburo, Le Mura, il Teatro degli Orrori, gli Etruschi From Lakota, i Tre Allegri Ragazzi Morti e molti altri, dal 16 al 19 giugno, tutti a ingresso libero. Inizio ore 18.30. Accanto al palco principale verrà allestito un second stage, sul quale si esibiranno le band emergenti selezionate dagli organizzatori attraverso un contest che si è svolto nelle scorse settimane.

Nato grazie all’impegno dell’Assessorato alla Cultura della Città di Guidonia Montecelio, “Nessun Dorma” si fonda su una proposta artistica di grande qualità, con l’obiettivo di far interagire le diverse attività che si rivolgono ad artisti e spettatori, creare l’occasione perché generazioni differenti si incontrino e, parallelamente, valorizzare il centro cittadino di Guidonia.

Si parte giovedì 16 giugno con Frank Polucci, cantautore rock, quasi stoner, innamorato dell’elettronica, e i Voina Hen, gruppo abruzzese dalle sonorità alternative rock, grunge ed emo, che alternano passaggi strumentali squisitamente rock e hardcore a ritornelli orecchiabili e diretti. Sul second stage: i Fiori di Cadillac e La Sonda.

Venerdì 17 giugno sarà il turno degli alternative rock Sick Tamburo e dei brani tratti dal loro ultimo lavoro, “Senza vergogna”, un mix tra rock alternativo e una sorta di moderno blues malato. La serata sarà aperta da Ilenia Volpe e Giancane. Ilenia Volpe porterà sul palco il suo ultimo lavoro, “Mondo al contrario”, fatto di testi importanti, energia e attitudini rock. Giancane suonerà, invece i brani tratti da “Una vita al top”, album country folk e rock’n’roll dall’irresistibile ironia. Sul second stage: i Macchina del Fango e i Blowers on Fire.

Sabato 18 giugno il palco verrà calcato da Il Teatro degli Orrori, celebre gruppo alternative rock, che porterà il loro ultimo disco “Il Teatro degli Orrori”, una collezione di affreschi, grotteschi e disperati, di un paese allo sfacelo, accomunati da una rabbia disperata e un’attitudine furiosa. In apertura, Le Mura, band romana fatta di rock’n’roll, devozione, latitanza e sonorità latin-punk. Sul second stage: gli Impatto Zero, i White Thunder e i Frame.

“Nessun Dorma” si chiuderà domenica 19 giugno, con gli Etruschi From Lakota e i Tre Allegri Ragazzi Morti. Dopo numerose vittorie, tra cui il “Premio Buscaglione” 2014, gli Etruschi From Lakota tornano sul palco per presentare il loro ultimo disco “Non ci resta che ridere”, un mix di canzone d’autore, rock, con influenze che spaziano dal country al gospel. A seguire i Tre Allegri Ragazzi Morti e i brani del loro ultimo lavoro “Inumani”, un concentrato di luoghi, battaglie e personaggi, spesso narrato al femminile. La band di Pordenone porterà al pubblico la propria inconfondibile attitudine musicale, oggi fatta di rock, reggae, folk, funk, cumbia e soul. Sul second stage, Martingala, Il Branco e La Scala Sheppard.

.........

giove(R)
00Friday, June 10, 2016 10:23 AM
madonna ancora i Tre Allegri Ragazzi Morti na cosa brutta.
Mi interessa Sick Tamburo e gli abruzzesi.
Sound72
00Saturday, June 18, 2016 1:06 AM
forti gli abruzzesi..Regà fate sshchifo!

Mi è piaciuta anche Ilenia Volpe..rock tagliente, elettronica accattivante quella dei Sick Tamburo, evoluzione dei Prozac+ ..lei in particolare.
Domani mi faccio il Teatro degli Orrori e Le Mura.






Sound72
00Friday, June 24, 2016 12:31 PM
Led Zeppelin assolti da accusa di plagio: non hanno copiato Stairway to Heaven

La storia della musica rock e quella dei Led Zeppelin non dovranno essere riscritte. 'Stairway to Heaven', ballata inno di un'intera generazione, non e' stata copiata. A mettere la parola fine a un caso che ha tenuto in ansia milioni di apassionati in ogni angolo della Terra e' stata la giuria di un tribunale della California, che ha scagionato Robert Plant e Jimmy Page, frontman e chitarrista della leggendaria band, dall'accusa di plagio.
Nel mirino c'era l'introduzione del brano del 1971 divenuto il piu' famoso dei Led Zeppelin: quel memorabile assolo di chitarra che apre 'Stairway to Heaven' e interpretato da Page con la sua celeberrima Gibson EDS 1275 a doppio manico. Secondo il ricorso presentato al tribunale di Los Angeles quell'assolo e' stato letteralmente 'rubato' da un pezzo di un gruppo rock della scena losangelina della fine degli anni '60, gli Spirit, che tre anni prima di 'Stairway to Heaven' avevano composto 'Taurus'. A intentare la causa era stato Michael Skidmore, trustee del chitarrista degli Spirit Randy California, morto nel 1997. Cosi' il giudice Gary Klausner del Distretto centrale della California aveva rinviato a giudizio Plant, 67 anni, e Page, 72 anni, di fronte alle prove presentate dagli avvocati dell'autore di 'Taurus'. "Nonostante sia vero che la progressione cromatica discendente di quattro accordi e' uno schema comune che abbonda in campo musicale, le similitudini qui trascendono la struttura in se'", spiego' il magistrato. "Per esempio, la linea discendente del basso appare all'inizio di entrambe le canzoni", aggiunse, parlando di somiglianze "sostanziali" nei primi due minuti dei brani, che rappresentano probabilmente i segmenti piu' riconoscibili e importanti".
Ma la giuria chiamata ad esprimere un verdetto non e' stata d'accordo. E dopo ben cinque ore di camera di consiglio ha assolto i due leader dei Led Zeppelin da ogni capo di accusa, a partire da quello di violazione del copyright. "La prima volta che ho ascoltato 'Taurus' e' stato due anni fa", si era difeso Page ascoltato durante il processo, definendo le accuse "ridicole". E in una dichiarazione comune Page e Plant ringraziano tutti i loro fan auspicando di lasciarsi alle spalle tutte le questioni legali degli ultimi anni.
......


beh l'intro è quello di Taurus..ce sta poco da fa
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:52 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com