Casteldelfino

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Vallo Alpino
00Sunday, September 28, 2008 8:05 PM
Oggi sono andato in Valle Varaita e ho visto a Casteldelfino un skilift, qualcuno sa se è ancora in funzione? Serve una pista per principianti

[SM=g27833] [SM=x147655] [SM=g27833]
maurizio.SAVONA
00Monday, September 29, 2008 8:01 AM
Re:
Vallo Alpino, 28/09/2008 20.05:

Oggi sono andato in Valle Varaita e ho visto a Casteldelfino un skilift, qualcuno sa se è ancora in funzione? Serve una pista per principianti

[SM=g27833] [SM=x147655] [SM=g27833]
________________________________________________________________________

[SM=x1373776] [SM=x1373776] [SM=x1373776]


Suggs71
00Saturday, October 11, 2008 5:45 PM
Addirittura tre!!!! Tre skilift. Tutti e tre ben corti!!!! Con pistine.
Quello verde era (dico così perchè è già da un po' di tempo che nn ci vado a Casteldelfino)quello Baby con una pistina molto pianeggiante.
Esisteva poi uno di color Rosso (a mia memoria...) che aveva addirittura uno o due piloni...che era posto verso il fondo e uno centrale, di colore (forse...non mi ricordo bene) blu, pista cortissima ma pendente come discesina (arrivava vicino al "Leon D'oro, il ristorante che penso ci sia ancora...).
Questa era la dotazione di Casteldelfino (luogo da visitare....e luogo di villeggiatura del delfino del re di Francia...
Se non erro poi è ancora aperta una sciovia ma a S.Anna di Bellino, ovvero, (sempre a memoria) passato l'abitato ci si trova a un bivio si prende a sinistra e si fa una strada...che porta poi a un rifugio che era (ripeto sempre a memoria....eeheheh)diventato ostello estivo ma era tipo una caserma alpina di confine.
snowrain
00Tuesday, November 18, 2008 6:39 PM
ragazzi sia gli impianti di Bellino che quelli di Casteldelfino sono chiusi da qualche annetto....

ciao!
Vallo Alpino
00Sunday, June 28, 2009 10:23 PM
Ad Acceglio ho visto uno skilift, qualcuno sa fino a quando ha funzionato? [SM=g27833] [SM=g27833]
snowrain
00Monday, June 29, 2009 12:11 PM
Re:
Vallo Alpino, 28/06/2009 22.23:

Ad Acceglio ho visto uno skilift, qualcuno sa fino a quando ha funzionato? [SM=g27833] [SM=g27833]



Mi sa che hai sbagliato stanza..... [SM=x147655]


Vallo Alpino
00Monday, June 29, 2009 6:32 PM
Si lo so...non volevo aprire altre discussioni.... [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27822] [SM=g27822]
Lo skilift è prima di acceglio, lo si vede quasi subito risalendo verso il vallone dell'Unerzio [SM=g27830]
snowrain
00Tuesday, June 30, 2009 8:12 AM
Re:
Vallo Alpino, 29/06/2009 18.32:

Si lo so...non volevo aprire altre discussioni.... [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27822] [SM=g27822]
Lo skilift è prima di acceglio, lo si vede quasi subito risalendo verso il vallone dell'Unerzio [SM=g27830]




Ahhhhhh ok! [SM=x147675] [SM=x147695]
Ad Acceglio purtroppo non ci sono mai stato.......

ciao!


snowrain
00Thursday, July 9, 2009 9:36 AM
Casteldelfino: viste al Centro Bosco dell’Alevè


A partire da oggi, domenica 5 luglio, dalle ore 10 alle 12,30 e dalle 14 alle 18,30 è possibile visitare il centro Visita del Bosco dell'Alevè di Casteldelfino e il Centro Visita dedicato agli Escartons. Il museo dell'Alevè permette al visitatore di provare l'emozione di una passeggiata nel bosco, seguendo sentieri che riproducono fedelmente quelli veri, e tanti animali nascosi nel folto dei cespugli... Il centro visita Escartons illustrano agli antichi paesi "repubblica" che caratterizzarono una fiorente fase della storia locale. Sono previste visite guidate alla scoperta dell'architettura locale con esperti.

giosil67
00Thursday, February 10, 2011 1:58 PM
news val varaita
SunViso del 13 febbraio, ciaspole in Val Varaita, Piemonte
In sostituzione del Sunviso di Valmala annullato per poca neve ci portiamo in alta val Varaita che ci vedrà immergersi nel bellissimo bosco dell'Alevè. Si tratta di un itinerario semplice adatto anche ai principianti delle racchette da neve, purchè abituati a camminare. L'escursione prevede la presenza di un accompagnatore esperto. Al rientro dall'escursione ci si troverà a degustare una buona merenda sinoira presso il Rifugio Grongios Martre . Pernottamenti scontati con la promozione Ciaspole del Monviso.


SunViso - Domenica 13 febbraio Casteldelfino Alboin / Pineta Alevè

Iscrizioni on line www.monvisopiemonte.it/


giosil67
00Tuesday, August 9, 2011 10:14 AM
In provincia di Cuneo l'unico concerto di Ferragosto sarà quello di Casteldelfino a quota 1.300 m: in piazza Bernardo la banda musicale di Villafalletto
LA SESTA EDIZIONE SARÀ ACCOMPAGNATA DAL TRADIZIONALE MERCATINO "LU MARCIÀ DE LA VILO" E DALLE BANCARELLE DEL NUOVO "BUDELLINO"
“Quest’anno che il più famoso concerto di ferragosto pare che, ancora una volta, sia emigrato dalla provincia di Cuneo, rimane solo il concerto di Ferragosto a quota 1300, quello di Casteldelfino” spiega il sindaco Domenico Amorisco.

“è l’unico appuntamento musicale ad essere presente, da cinque anni, nel calendario fisso delle manifestazioni della Granda nel giorno di ferragosto” dichiara il primo cittadino nella presentazione del 6° concerto nella capitale della Castellata con l’orgoglio di chi è ben consapevole di aver creato, nel suo piccolo, uno fra i più apprezzati eventi che la montagna può offrire.



Infatti è una tradizione, quella di Casteldelfino, legata alla persona del sindaco Amorisco che l’aveva inaugurata a Brossasco all’inizio del suo quarto mandato di primo cittadino nel quinquennio 2000/2004, l’aveva poi continuata, nel suo incarico di direttore generale di quella segreteria comunale, per due anni nella piazza di Sampeyre, per poi portarsela dietro nella capitale della Castellata con la sua elezione a Sindaco di Casteldelfino nel 2006, di recente, riconfermato nel suo secondo mandato di primo cittadino.



Così come è anche un’altra tradizione che il concerto venga eseguito in piazza Dao Bernardo, con ingresso libero e con circa cinquecento posti a sedere dalla banda musicale “Conte Corrado Falletti” di Villafalletto agli ordini del maestro Claudio Boglio, in un repertorio tra il classico ed il leggero nello stupendo scenario del piccolo paese montano a quota 1300.



La novità di quest’anno è che il concerto si pone in un contenitore che l’Amministrazione comunale ha ideato per l’intero mese di agosto dandogli il nome de “Il budellino di Casteldelfino” un progetto di rivitalizzazione del centro storico di Via Pontechianale e Via Roma dove per la giornata di ferragosto si svolgerà anche il tradizionale mercatino “Lu Marcià de la Vilo”.


giosil67
00Thursday, August 22, 2013 12:27 PM
da TARGATOCN

Casteldelfino, la “Sagra del miele” chiude in dolcezza un agosto di successi organizzativi
Sabato 24 e domenica 25 agosto
Con la “30^ Sagra del Miele e delle Erbe curative”, l’ottava organizzata direttamente dalla nuova Amministrazione comunale del sindaco Domenico Amorisco, Casteldelfino chiude il ciclo 2013 di manifestazioni dell’estate della capitale della Castellata..

Il centro polifunzionale sportivo delle ex casermette in Via Circonvallazione, nei suoi ampi locali del salone delle manifestazioni e della sala bocciofila, ospiterà una trentina di espositori di miele, prodotti dell’alveare, tisane ed erbe medicinali ed officinali, una grande varietà che ha fatto della sagra di Casteldelfino un punto di riferimento certo e apprezzato nel calendario degli appuntamenti di questo tipo a livello regionale.

Il centro storico di Casteldelfino-capoluogo, dove è stato realizzato, con successo per il terzo anno consecutivo, il progetto di rivitalizzazione denominato il Budellino con l’apertura per l’intero mese di agosto di vecchie botteghe messe a disposizione a titolo gratuito dal Comune per ospitare attività commerciali, mostre ed esposizioni, ospiterà anche i banchi del mercatino dell’usato, denominato “Marcià de la Vilo”, per il piacere dello “shopping” da parte dei visitatori.

Per le strade e piazze del centro storico, inoltre, la simpatica Alessia, un appuntamento ormai ricorrente nelle feste della capitale della Castellata, dispenserà, per i più piccini, animazioni, giocoleria, scultura di palloncini e truccabimbi.

Il richiamo musicale, questa volta, è affidato alla “Fanfara Intercomponente della Croce Rossa Italiana” di Torino per la prima volta assoluta a Casteldelfino, piccolo comune montano abituato ormai ad offrire alla gente grandi eventi e piacevoli sorprese musicali.

Ma il volto della Casteldelfino della 30^ sagra del Miele e delle erbe curative è profondamente cambiato rispetto al passato grazie al programma di opere ed infrastrutture realizzato dall’ Amministrazione comunale del sindaco Amorisco, primo fra tutte, il Museo en plein Air di arte sacra “Santi del Popolo”, dotato al momento di 9 statue di Santi in bronzo a misura d’uomo e di un impianto di diffusione di musica sacra che scatta automaticamente all’ingresso dei visitatori e che funge anche da Cicerone informatico della vita di ciascun Santo, nella versione in lingua italiana ed in lingua francese, un impianto che è il primo, nel suo genere, a livello nazionale, capace di registrare da gennaio sino ad oggi ben oltre 9.000 visitatori.

La piazza così come il Museo ospitato, in origine discarica di materiali di ogni genere, recentemente si è arricchita al suo piano rialzato per iniziativa del Comune di Casteldelfino del monumento al Monviso, battezzato con il nome di “Monvisino” nella ricorrenza al 12 agosto 2013 dei 150 anni della storica impresa della 1^ scalata italiana al Monviso che partì proprio da Casteldelfino con due accompagnatori anche di Casteldelfino.

La “30^ Sagra del Miele e delle Erbe curative” può essere un’occasione anche per visitare e apprezzare, oltre le bellezze naturali, paesaggistiche e architettoniche del paese, questo nuovo Museo en plein Air di arte sacra “Santi del Popolo” e il monumento al Monviso, battezzato con il nome di “Monvisino













”.
giosil67
00Friday, June 19, 2015 12:23 PM
DA TARGATOCN

La stagione turistica di Casteldelfino parte con piante e fiori

La 9^ edizione della “Casteldelfinando in fiore – festa di Montagna” programmata per domenica 21 giugno
























Puntuale, com’è tradizione da nove anni, va in scena a Casteldelfino la terza domenica di giugno la “Casteldelfinando in fiore – festa di montagna” , autentica “vernissage” del ricco programma di manifestazioni dell’’Estate della capitale della Castellata.

La manifestazione, ormai, è entrata nel calendario fisso degli appuntamenti estivi di questo piccolo comune montano e vuole assicurare un’immagine migliore e più accogliente del territorio casteldelfinese che, rispetto all’anno scorso, si è arricchito di alcune novità che vanno ad aggiungersi al grandioso Museo en plein Air di arte sacra “Santi del Popolo”, ormai completo nelle sue 16 statue in bronzo dei Santi e di altrettante vetrocamere, alle spalle delle statue, recanti immagini e nomi della flora alpina nelle sue varietà di colorazione naturale.

Area naturalistica montana, rivisitazione di San Francesco che predica al lupo e agli uccelli, guida in pietra sotto l’aquila gigante per consentire ai bambini foto-ricordo sono le novità, in anteprima di quest’anno, di questa non edizione della “Casteldelfinando in fiore – festa di montagna”.

Il paese, in questa occasione, si presenta con un aspetto insolito: fiori dappertutto su finestre e balconi, fioriere con alberelli tipici di montagna in piazza Dao Bernardo e in Via Roma, parecchie decine di banchi del mercatino “Marcià de la Vilo” con espositori e rivenditori di piante e fiori e banchi di prodotti locali, opportunamente selezionati, nel “Budellino” di Casteldelfino che dal 1° al 31 agosto prossimo ospiterà l’omonima manifestazione con vecchie botteghe messe a disposizione a titolo gratuito dal Comune per ospitare attività commerciali, mostre ed esposizioni, aperte tutto il giorno.

Lo spettacolo musicale è affidato alla Banda folkloristica con majorettes “Città di Barge” che si esibirà per tutta la giornata con prestazioni musicali itineranti lungo le strade e sulle piazze del centro storico del Capoluogo.

Quest’anno torna la Rassegna dei vecchi mestieri dando vita con l’ impagliatore di sedie, il tornitore, il fabbricatore di casette, la filatrice con rivet, la ricamatrice a mano, il fabbro, il patore a un pezzo di storia ormai in via di estinzione.

Nel quadro della manifestazione, inoltre, è inserita la passeggiata gastronomica “ I furn te perlu“ che si svolgerà domenica 5 luglio prossimo dal Capoluogo ai forni delle varie borgate.

Completa il quadro della nona edizione della “Casteldelfinando in fiore” la festa del gruppo locale degli Alpini con la posa della corona alla lapide dei Cadti e il tradizionale banco di beneficenza alla caccia fra i mille premi di un TV color di ben 32 pollici
giosil67
00Thursday, March 24, 2016 12:31 PM
da TARGATOCN


Si è chiusa a Casteldelfino una stagione sciistica… mai aperta






Il Campionato regionale di sci di fondo da febbraio rinviato al prossimo anno neve permettendo




[SM=x147660] [SM=x147660]




Il 20 e il 21 febbraio erano fissate in calendario, sulle stupende piste di fondo de “La trasà” di Casteldelfino, le gare in staffetta Team Sprint e le gare individuali in tecnica classica del campionato regionale di sci nordico assegnato dalla Fisiaoc allo Sci Club Busca in memoria del suo amatissimo presidente Orazio Bruna scomparso improvvisamente ad aprile dell’anno scorso. L’avvenimento sportivo aveva preso il nome di 1° Memoral Orazio Bruna.

Ad Orazio Bruna, infatti, il piccolo Comune montano di Casteldelfino deve la valorizzazione delle piste di fondo “La trasà” sulle quali, alla guida dello Sci Club Busca, il presidente scomparso aveva lanciato manifestazioni di grande sucesso a livello nazionale ed internazionale come la Caminada Bianca della Val Varaita, la 6 ore e la 4 ore di Casteldelfino e la 30 chilometri d’la Baisso. Negli ultimi 10 anni, inoltre, il Trofeo Luigi Bruna, altra competizione sciistica inventata e organizzata dal presidente scomparso e giunta nel 2015 alla sua 29^ edizione, aveva privilegiato, come sede di svolgimento, le piste di fondo di Casteldelfino.

A causa, però, del mancato innevamento delle piste di Casteldelfino alla data programmata lo Sci Club Busca era stato costretto a rinviare a data da destinarsi l'effettuazione delle gare in programma e si aspettava che le nevicate di marzo risolvessero il problema dell’innevamento delle piste.

Ma si è verificata ancora una doccia fredda. Sciogliendo la riserva formulata circa il rinvio delle gare valide come Campionato Regionale TS e ind.TC, a causa dell'innevamento insufficiente è stato comunicato che la competizione non potrà essere recuperata in questa stagione ma viene confermata, neve permettendo, al prossimo anno.

In tal modo Casteldelfino per quest’anno perde l’unica occasione di partecipazione di oltre 300 atleti con il relativo seguito e chiude una stagione sciistica mai aperta per colpa della mancanza di neve e, in ultimo, per l’insufficenza della neve venuta giù.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:59 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com