CRISI PETROLIFERA ED ECONOMICA 2013

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18
|54|
00Thursday, February 7, 2013 4:58 PM

CRISI PETROLIFERA ED ECONOMICA 2013
+lvdwig+
00Thursday, February 7, 2013 9:45 PM
li mortacc vs e di tutta l umanita che ancora non riesce a capire che e in atto il complotto dei protocolli dei savi di sion,punto e basta per d.o ora mi fate anche bestemmiare
basta
finche non si tolgono gli stereotipi e le bugie etc etc e non si fa un semplice 2+2 e si capisce senza ombra di dubbio da piu e piu e piu e piu fino a non poterlo mettere piu in dubbio e cioe che e in atto quello che e scritto nei protocolli dei savi
prima o poi tutti lo avranno chiaro,ma sara tardi eprche sanno che prima o poi sara chiaro e stanno rpeparandosi epr quello scenario e cioe qualcosa che sara aboninevole proprio eprche non potendo piu ingannare per la prima volta dovranno ingabbiare metaforicamente e anche realmente
stanno preparando un mondo dove quando tutti capiranno loro avranno creato qualcosa che cmq va oltre ecco eprche il caos eprche un conto e il caos fatto da loor manièolato da loro etc etc e un conto sarebbe il caos che si scatena quando daia daia tutti capiranno
e la strada e quella solo gli stolti e le bestie non lo capsicono che la strada e qulla ormai eprche ein atto un rivslegio punto ebasta
insomma dai su leggete qui

++++++++++++++++++++++

www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic...
+lvdwig+
00Thursday, February 7, 2013 11:03 PM
solo il titolo di questo articolo per quanto sarcastico,dovrebbe far riflettete

www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic...
+lvdwig+
00Friday, February 8, 2013 9:29 AM
+lvdwig+
00Friday, February 8, 2013 9:32 AM
ottimo artic olo concetto,e guardacaso cio che cerco di urlare da tempo,ma conscio che pochi vedono la luna e non il dito quando lo faccio
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&s...
+lvdwig+
00Friday, February 8, 2013 8:46 PM
la hanno studiata bene la farsa del 2012 come fine dle mondo ,cosi passato il 21 dic nessuno crede piu a cio e nemeno dice nulla ariguardo nel caso e deriso e guardacaso inizia la fine veramente ,quela visibile eprche ovviamente gli anni che rpepravano cio pochi lo vedevano e lo predicevano ,ma ora nessuno sa che dal 21 dic e veramente iniziata la fine
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic...
Goten7
00Friday, February 8, 2013 9:10 PM
mah se andiamo avanti così possiamo arrivare al 2050 che ancora siamo qui a dire così.
+lvdwig+
00Saturday, February 9, 2013 12:44 PM
Re:
Goten7, 08/02/2013 21:10:

mah se andiamo avanti così possiamo arrivare al 2050 che ancora siamo qui a dire così.




cio che si attende,non e un evento che puo crearsi in un gg
e come se ipoteticamenyte fossimo qui,prima che,ma non con il senno del poi,iniziasse chesso il medioevo o il risorgimento o altro,come avresti potuto,vivendola,dire:"ohh finalmente,o viceversa,ohh che brutta cosa,ma cmq sia come avresti potuto dire un gg ...siamo nel medioevo ,da oggi e arrivato cio che attendevamo,cioe il medioevo,o il risorgimento o what ever
quello che mi dispiace e che tutti i post che ho cercato di fare per far capire questa cosa,avete tutti detto
ok lud si basta questa cosa l abbiamo capito,ma non mi sembra anzi
non esiste una data con la quale poter dire
ohhh da oggi e adempiuto,
ma siccome e cosi logico e normale cio,vuol dire che cio che non e chiaro,e proprio cio che si attende
noi stiamo vivendo un passaggio ma non verso qualcosa di specifico ,perche ogni presente e un passaggio ,,ma capisco che e un paradosso pazzesco,e cioe ,in questo caso per passaggio non si intende da un punto ad un altro,perche non esistono punti,e tutto un unico immenso passaggio dal ns della creazione ad oggi e cosi domani e via discorrendo
non si vuole capire che cio che si attende MAI E POI MAI si potra dire un gg...ohhh finalmente e adempiuto
e se non capisci questo passo geton ,siamo sempre li
ora ti porto un esempio se lo si vuole cpaire conq eusto vabbe nel caso non so piu come dirlo
premetto e ne dovete tenere conto,che la mente dimentica lo stato di cosicenza e danimo passato
premesso cio ,ti porto un esmepio,annifa ed e qui che l uomo non riesce a ricordare lo stato danimo etc,diveco anni fa,quando si dava lo scenario ina tto ,la gente credeva che era follia,oggi che e adempiuto nessuno lo vede adempiuto.nessuno lo vede adempiuto ,PORCO D.O [SM=g1644401] ora bestemmio va bene,vaffanculo non ci posso credere che per quanto complicato possa essere non si riesce a capire una cosa logica ,pazzescamente logica
allora tornando all esempio,il primo che mi viene in mente ,ma la mente non ricorda e non intendo le aprole ma gli stati danimo e di cosicenza,esempio quando si diceva che monti era massone poteri forti etc ,tu per dire qualcuno che segue certe cose ,( E STAI ATTENTO PERCHE ADESSO ME LO NEGHERAI,ma ti sbalgi e li che non cpaisci poi il resto
quindi dicevo tu immagginavi ,e nella parola immagginavi e cioe lo stereotipo era tutto un altro che se si admepi una cosa senza il tuo disegno che ti eroi stereotipato per te non e adempiuto,ecco eprche pupi stare fino al 2050 non vedrai mai nulla

allora tu immagginavi che quanfdo tutti e cioe diveniva cosa acquisita che sapevano che monti era delle elite,immagginavi chissa quale macello che si tirava dietro chissa quale altro stereotipo ti creavi
oggi tutti sanno che monti e delle elite,quello sigbifica che e adempiuto NON LO SCENARIO CHE TUI TI ERI STEREOTIPATO,una cosa e adempiuta quando e adempiuta nonq uando e adempiuta in base a come uno la imagginava
QUESTO E IL PRIMO PUNTO che devi cpaire
ma da solo non basta ,devi associarlo adesso con altri punti e cioe
-siamo in marcia verso uno scenario che mai e poi mai paRLANDO AL PRESENTE POTRAI DIRE UN GG
OHHH FINALMENTE E ADEMPIUTO MAI LO POTRAI FARE,MA BENSI LO SI POTRA FARE SOLO DOPO TANTI E TANTI ANNI O TEMPO O ADDIRITTURA SOLO I POSTERI POTRANNO DEFINIRE UN PUNTO SPECIFICO MA MAI NEL RPESENTE
E COME QUANDO SI DICE CHE IL EMDIOEVO E ENTRATO NEL 1066 ,ma i posteri e solo loro pososno dirlo dopo centinai di anni,perche nessuno la mattina dle 1 gennaio 1066 disse.hooo oggi inizia il medioevo
cominci adesso a capire?
noi siamo qui per entrare da partecupanti e non da schiavi o ignoranti ,in un mondo che gg dopo gg prende forma,ma al presente non potrai mai dire,che e adempiuto,mai e impossibile
ecco eprche dico ma di cosa stiamo aprlando?te lo dico io stiamo aprlando di qualcosa che e come sommare patate e cipolle ,e inutile eprche stiamo aprlando di cose differenti finche non si cpaisce che si deve avere la stessa visione della relata ,senno s eio aprlo di cipolle e tu di patate convinti che stiamo dicendo la stessa cosa non ci capiremo mai
allora tu non lo vedrai mai il gg che quello predetto si adempie,e sai perche?non eprche non ci sarai o eprche le cose non sia dmepiono,ma eprche lo faranno come e la vita come ogni cosa come un apssaggio e non te ne acorgerai eprche ,non ce un punto di spartiacque dato che quello esiste solo prima che cio si adempi o nei posteri ,ma non ne rpesetne e cioe non nella realta eprche la realta e solo il rpesente
quindi io posso dire prima,chesso..ma quande che arriva il medioevo?e parimerito potro dire dopo 300 anni-hai visto quando entro il medioevo?ma mai e poi mai potro viverlo nel rpesente e impossibile
e te lo spiego in un altro modo,se dom,ani fa un sisma del 9 grado ,e scompare l indonesia come in aoprte era gia acaduto anni fa,tu non dirai e adempiuto ,e cosi quando dopo ua setimana ne fara un altro e lo show contoinua ,tu non dirai e adempiuto,e cosi avanti per il cavallo del clima
passando a quello economico,l arrivo di monti ,e cio che ha fatto e sta facnedo ,non ti fa dire,e adempiuto,l art 18 le pensioni etc etc et non ti fa dire ,e adempiuto,tutto l avvicinamente e le cose che escono sulla dimostrazione che la terra e cava etc etc,non ti fa dire e adempiuto,non te lo fara dire mai ,
tutto gira in una cosa normaòissima se solo uno si mette dla punto di vista giusto e cioe
ASCOLTA BENE BENE ADESSO:
adesso bersani se vince o cmq in qualcue modo continueranno ladempimento di un nwo ,tu mentre ogni gg lo mettono su,mai dirai e adempiuto mai e poi mai,lo dirai solo se si adempie secondo i tuoi stereotipi e cioe di colpo ,ecoc eprche ti dicevo sempre che il tutto vale solo se vai in coma e ti risvelgio lucido da come avevi lasciato il tutto come se hai dormito solo una notte e oinvece ne hai dormito 30 anni ,solo cosi tu vedrai cio che stai attendendo,oppure quando sei vecchio ristudiando cosa e aCCADUTO NEGLI ULTIMI 50 ANNI ,POTRAI VEDERE QUALCOSA MA NON PROPRIO CI CHE TI ATTENDI,E NON PERCHE NON SI E ADEMPIUTO,MA PERCHE E SPALMATO NEL TEMPO
se non capsic che non stiamo qui ad attendere un evento ,e eprcio e logico che dici..e ma cosi siamo qui fino al 2050...e logico che dici cosi,perche tu attendi un evento unq ualcosa che stravolga il tutto,ma se cio arriva gg dopo gg tu non lo vedrai mai anche se admepie perfettamente la cosa
e ultima cosa,e qui che ti frega ulteriormente,e il fatto che tu oggi,simulando il futuro ,lo puoi vedere,ecco dove ti frega ,perche la mente umana fa cosi e cosi e normale ma lo si deve cpaire e non caderci e cioe
tu sei oggi convinto perche psicologivcamente e normale,ma non toglie che e errato,e cioe tu oggi credi che ,quando si admepiera una cosa elcatante che dimostrerebbe al momento ripeto con los cneario di adesso che e adempiuto sei convinto che e possibile cio,ma e solo eprche paRLI ad oggi ,e come quando uno chesso giura amore eterno ad un compagno e ne e straconvinto darebbe anche la vita ,e lui ci crede ne e certo e difatti e cosi,ma dopo 30 anni lascia la eprsona e si rend econto che non era amore eterno
quindi la mente al rpesente e un conto ma bada bene perche al rpesente quando simuli il futuro credi di risucire a simularlo MA E ERRATO E UN ILLUSIONE
ecco dove gira tutto il tuo missunderstundigng
tu quando simuli il futuro e quindi anche i tuoi stati danimo eo dell umanita,credi e pensarlo adesso chiuqnue ti darebbe ragione,ma poi quando arriva non e mai come pensavoi e non in tendo i fatti ma gli stati di cosicenza e danimo nonche gli scenari che saranno anche se aprentemente come li vedevi in chiave futuro ma mai sara come lo attendevi
insomma quello che cerco di dire e che cio che uno attende quando arrivera non lo considera mai e poi mai come quello che immagginava,a mano che non vai in coma e ti svegli dopo 30 anni per esempio etc
quindi dire stare qui fino al 2050 e uan csoa che io non capsico non so nemeno di cosa stai aprlando e come se mi dici uan cosa senza senzo non cpasico e come un altra dimensione delle cose ,,quando sia dmepiera cio che attendi ricordati che tu crederai che ancora non eadmepiuto eprche non sia dnepie in un gg e quel tempo ti proietta in un mondo totalmente diverso dai tuoi stereotipi e non capirai piu che non sono i fatti ovviamente quelli che contano ma i tuopi stereotipi
quello che attendi e in atto gg doipo gg
e guarda che sarebbe potuto andare diversamente ,e cioe che cio che attendi non era in adempimento,ma il fatto che lo e',deve farti caopire che e tutto in atto senza asopettare qualcosaltro,perche e quello che e in atto il punto darrivo non c ene sono altri e quello che e ina tto e che dimostra che tutto portera verso secenri predetti ma che non hanno un punto dadempimento specifico ,o melgio lo hanno ma non e nella tua vita mente cuore dna e imposisbile a meno che non tia ddormenti per 30 anni t ti svelgio cosciente di come eri e vedi cosa e assucce nel frattempo
+lvdwig+
00Sunday, February 10, 2013 7:46 PM
scusate ma dove vive il tizio che ha fatto il seguente articolo,o cmq constatazione?
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic...

ma dico io ,si vede che non legge qui e da nessun altra parte,o forse sono l unico a dirlo
e cioe,cosa vi dico da sempre?che la crisi e stata ed e voluta per portare volutamente alla miseria,quello che fanno,lo fanno sapendo che non si hanno i soldi cosi fanno credere che siamo in merda perche non ci sono i soldi,e quando vi dico che tutto cio che si dice e ciooe lotta allevasione ,etc etc tagli etc non servcono a nula perche se si avesse la possibilita di pagare non lo farebbero,in poche parole vogliono noi e non i ns soldi,ma non potendolo farlo capire ,il tutto e mascherato da crisi economica
azrael66
00Monday, February 11, 2013 7:37 PM
A proposito del fallimento di Cipro, Mercato Libero così si esprime:

" CIPRO...SE IO AVESSI UN CONTO CORRENTE LI'....E SE LO AVESSI AL MONTEPASCHI...
IN QUESTE ORE SUI GIORNALI DI MEZZO MONDO SI E' VENTILATA L'IPOTESI CHE I CORRENTISTI DELLE BANCHE CIPRIOTE POTREBBERO PAGARE IL CONTO DEL FALLIMENTO DELLE STESSE.
OVVIAMENTE IL MONISTRO DELLA FINANZE CIPRIOTA HA SUBITO SMENTITO...ANCHE PERCHE' ENTRO POCHE ORE ...AVREMMO ASSISTITO A UNA CORSA AGLI SPORTELLI. TUTTAVIA, VISTO CHE UN EVENTUALE SALVATAGGIO NON ARRIVERA' PRIMA DI UN 5 SETTIMANE...MOLTI OLIGARCHI RUSSI O PERSONE CON CONTI IMPORTANTI POTREBBE RO DECIDERE DI BONIFICARE I LORO RISPARMI VIA...
NESSUNO SI FIDA PIU' DELLA POLITICA..QUINDI LE RASSICURAZIONI DI UN MINISTRO METTONO ANCOR PIU' PAURA DEL SUO SILENZIO.

ANCHE MA BANCA CENTRALE DI CIPRO CERCA DI RASSICURARE I CORRENTISTI...IL CHE MI SPAVENTA ANCORA DI PIU'...ANCHE IN ARGENTINA FECERO LO STESSO E ANCHE CIAMPI DISSE CHE LA LIRA NON SI SAREBBE SVALUTATA...GENTE BUGIARDA E PAGATA DALLO STATO PER MENTIRE...

il ministro delle finanza olandese (e attenti..parliamo di olanda..il paese delle banche nazionalizzate..) solleva il problema del salvataggio di Cipro...e le preoccupazioni di un euro troppo forte che potrebbe colpire la già debole economia dell'isola..(gia'...perche' invece in Italia ne siamo felici...specie il montepaschi).
la competitività dell'eurozona è messa in forte dubbio dalla forza dell'euro...e si ritorna a parlare di ROTTURA DELL'EURO e non certo della balla del processo irreversibile. Draghi a luglio ha fatto un miracolo...MA I MERCATI SONO COME SAN TOMMASO E PRIMA O DOPO VORRANNO TOCCARE....e verificare il bluff di draghi...anche perchè il capo della BCE ha perso molto del suo potere dopo lo scandalo del MONTEPASCHI...
"For Germany a strong euro is a sign of returning confidence in the euro," one EU diplomat said, adding that "a weaker euro is not constructive if we want to gain competitiveness."
divertente..per essere competitivi dobbiamo avere un euro forte...mmm perchè non lo dicono ai giapponesi e agli americani....In realtà l'euro forte favorisce i tedeschi che continuano a massacrare italia e spagna portando via loro le aziende e le quote di mercato...
La decisione su cipro sarà a marzo. Cipro ha chiesto 17 miliardi di aiuti, pari al suo PIL...ma la Germania non vuole aiutarlo, vista la sua poca trasparenza del settore bancario. Ma se Cipro fosse lasciata fallire...la credibilità dell'euro e delle banche italiane e spagnole sarebbe messa a repentaglio...la sfiducia tornerebbe piu' forte di prima.."


Mi scuso per il testo in maiuscolo, ma non ho tempo di correggerlo.

azrael66
00Tuesday, February 12, 2013 4:04 PM
La Grecia è crollata, definitivamente. Stanno assaltando i supermercati!

" La Grecia è crollata, definitivamente, sotto il peso dei debiti contratti con la BCE.Ma in Italia nessuno ne parla perche' siamo in campagna elettorale,l'attenzione dei media e' stata spostata sulle dimissioni del Papa,mentre l'Europa brucia!

Stanno assaltando i supermercati. Ma non si tratta di banditi armati. Si tratta di gente inviperita e affamata, che non impugna neanche una pistola, con la complicità dei commessi che dicono loro “prendete quello che volete, noi facciamo finta di niente”. Si tratta della rivolta di 150 imprenditori agricoli, produttori di agrumi, che si sono rfiutati categoricamente di distruggere tonnellate di arance e limoni per calmierare i prezzi, come richiesto dall’Unione Europea. Hanno preso la frutta, l’hanno caricata sui camion e sono andati nelle piazze della città con il megafono, regalandola alla gente, raccontando come stanno le cose.

Si tratta di 200 produttori agricoli, ex proprietari di caseifici, che da padroni della propria azienda sono diventati impiegati della multinazionale bavarese Muller che si è appropriata delle loro aziende indebitate, acquistandole per pochi euro sorretta dal credito agevolato bancario,quelli hanno preso i loro prodotti della settimana, circa 40.000 vasetti di yogurt (l’eccellenza del made in Greece, il più buon yogurt del mondo da sempre) li hanno caricati sui camion e invece di portarli al Pireo per imbarcarli verso il mercato continentale della grande distribuzione, li hanno regalati alla popolazione andandoli a distribuire davanti alle scuole e agli ospedali

Si tratta anche di due movimenti anarchici locali, che si sono organizzati e sono passati alle vie di fatto: basta cortei e proteste, si va a rapinare le banche: nelle ultime cinque settimane le rapine sono aumentate del 600% rispetto a un anno fa. Rubano ciò che possono e poi lo dividono con la gente che va a fare la spesa. La polizia è riuscita ad arrestarne quattro, rei confessi, ma una volta in cella li hanno massacrati di botte senza consentire loro di farsi rappresentare dai legali. Lo si è saputo perché c’è stata la confessione del poliziotto scrivano addetto alla mansione di ritoccare con il Photoshop le fotografie dei quattro arrestati, due dei quali ricoverati in ospedale con gravi lesioni.

E così, è piombata la sezione europea di Amnesty International, con i loro bravi ispettori svedesi, olandesi e tedeschi, che hanno realizzato una inchiesta, raccolto documentazione e hanno denunciato ufficialmente la polizia locale, il ministero degli interni greco e l’intero governo alla commissione diritti e giustizia dell’Unione Europea a Bruxelles, chiedendo l’immediato intervento dell’intera comunità continentale per intervenire subito ed evitare che la situazione peggiori.

Siamo venuti così a sapere che il più importante economista tedesco, il prof. Hans Werner Sinn, (consigliere personale di Frau Angela Merkel) sorretto da altri 50 economisti, avvalendosi addirittura dell’appoggio di un rappresentante doc del sistema bancario europeo, Sir Moorald Choudry (il vice-presidente della Royal Bank of Sctoland, la quarta banca al mondo) hanno presentato un rapporto urgente sia al Consiglio d’Europa che alla presidenza della BCE che all’ufficio centrale della commissione bilancio e tesoro dell’Unione Europea, sostenendo che “la Grecia deve uscire, subito, temporaneamente dall’euro, svalutando la loro moneta del 20/ 30%, pena la definitiva distruzione dell’economia, arrivata a un tale punto di degrado da poter essere considerata come “tragedia umanitaria” e quindi cominciare anche a ventilare l’ipotesi di chiedere l’intervento dell’Onu”.
+lvdwig+
00Tuesday, February 12, 2013 5:37 PM
pazzesca la news sulla grecia,e ancora piu pazzesco il fatto che tengono occultato tutto i media
in compenso danno le seguenti news,che considerando che sono i media ufficiali ,sono da considerarsi solo la punta dell iceberg,ma leggete le seguenti tre news per darvoi un idea ripeto e solo lo zucchero proprio perche le danno nei media ufficiali,ma danno l idea
www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=174860

www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=174869


www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=174873


azrael66
00Tuesday, February 12, 2013 5:51 PM
La faccenda degli esuberi l'avevo già letta, le altre due news invece sono inedite.
Inoltre pare che nel 2011 la Banca d'Italia abbia donato sotto banco alla MPS, 2 miliardi di euro, il tutto è avvenuto nel più totale anonimato, senza cioè informare l'opinione pubblica.
Se ciò dovesse essere confermato, draghi passerà un brutto quarto d'ora dato che allora era lui il presidente della banca italiana.

Altre novità provengono dalla Spagna dove Rajoy rischia di essere linciato per via di pagamenti illeciti al suo partito, nonchè per l'aumento di stipendio che si è concesso.

azrael66
00Tuesday, February 12, 2013 7:21 PM
Un approfondimento della crisi greca, lo si può trovare su CdC dove si legge:

"La Grecia e il Portogallo devono uscire dall’Euro: la teoria di Hans-Werner Sinn

Non ce la fanno più, in Grecia. Non ci riescono e non riusciranno mai a riprendersi. Per questo, l’economista tedesco Hans-Werner Sinn, da sempre contrario agli aiuti, è sempre più convinto che la Grecia e il Portogallo debbano temporaneamente uscire dall’euro, svalutare le proprie monete del 30-40% e diventare così più competitive, ridando ossigeno alle loro economie e all’occupazione. Secondo Sinn, infatti, le politiche di austerità imposte dall’Europa non miglioreranno la situazione in questi Paesi, con il rischio che prima che arrivi la ripresa scoppino guerre civili. Solo se l’Eurozona accettasse l’uscita temporanea di uno stato membro, allora si potrebbe evitare il peggio.

Un’altra risposta alla crisi greca arriva dal capo divisione “business treasury, global banking & markets” del Royal Bank of Scotland, Moorald Choudhry, che ritiene necessaria la totale cancellazione del debito ellenico.

In Usa sono venuti a saperlo leggendo il Huffington Post on line, ripreso anche dal Wall Street Journal e dal canale televisivo Bloomberg che ha fatto un servizio sulla situazione greca. Da noi niente.

Ecco l’articolo apparso sul media statunitense, tradotto in italiano:

Grecia: Quanto tempo ancora per la Giunta?

una piccola panoramica di cosa succede in Grecia, solo temporanemanete fuori dai riflettori...

di Bill Frezza, HUFF POST – Si dice spesso che per avere un assaggio del nostro futuro dovremmo studiare le lezioni del passato. Oppure possiamo osservare il destino di coloro che camminano a pochi passi davanti a noi, nella strada che sembriamo destinati a compiere. Prendete la Grecia…

Gli sfortunati Greci sono riusciti a tenersi fuori dalle prime pagine dei giornali per un paio di mesi, ma la pentola in ebollizione della politica greca non ha smesso di bollire. Miseria diffusa e disperazione alimentano l’illegalità e la violenza. La sensazione che il paese sta cadendo a pezzi sta portando i partiti politici estremisti, sia di sinistra che di destra, a vomitare una retorica apocalittica e a riempire inesorabilmente il vuoto lasciato dal centro, screditato e al collasso.

Leggete le storie di tutti i giorni che compaiono sulla stampa greca (che si potrebbero trovare solo sepolte nelle ultime pagine dei giornali americani) e senza dubbio vi chiederete: “Fino a quando questa gente fiera sopporterà un tale degrado?”

CRISI DELLA GRECIA – Per combattere il contrabbando e l’esplosione dell’evasione fiscale, il governo greco ha aumentato le tasse sul gasolio per il riscaldamento domestico del 50 per cento. Con sorpresa di nessuno (tranne quelli che credono che le tasse non influenzano il comportamento), le vendite di gasolio per riscaldamento sono crollate del 75 per cento: otto greci su 10 sono passati alle stufe a legna. Questo ha fatto esplodere un buco di 400 milioni di euro sulle previsioni del gettito dell’imposta.

E da dove stanno prendendo tutto questo legno i Greci?
Stanno tagliando le foreste. Gli ambientalisti sono furiosi, mentre intere colline vengono spogliate. E’ stato anche riferito di un antico e venerato albero d’ulivo, sotto le cui fronde Platone insegnava ai suoi studenti, scomparso una notte per essere bruciato in qualche camino greco.

E dove è che va tutto quel fumo? Nell’aria vicino a Atene, che è diventata così carica di fuliggine e di smog che le autorità sono in allarme per il rischio di una crisi di sanità pubblica. La soluzione proposta? Il governo sta promuovendo l’uso di moderne, ecocompatibili stufe a legna!

Gli scioperi sono all’ordine del giorno, cosa che non dovrebbe essere sorprendente, dato che molti scioperanti non vengono pagati nemmeno quando si presentano al lavoro. La disoccupazione ha superato il 26 per cento, mentre la Grecia fa a gara con la Spagna per l’onore di essere al top del disastro economico europeo. La disoccupazione giovanile ha superato un incredibile 55 per cento. I capifamiglia anziani e di mezza età non vedono speranza per il futuro, e i suicidi sono schizzati alle stelle. Il club del baratto sta sostituendo la moneta, come i Greci riscoprono il vero significato del denaro. E mentre il mercato nero sta facendo un lavoro ammirevole per prevenire la fame, le conseguenze sulle entrate fiscali sono così disastrose che il governo sta considerando di vietare le operazioni in contanti superiori a 500 euro, per costringere i cittadini a utilizzare carte di credito o altri metodi di pagamento tracciabili.

Una serie di piccoli attentati e attacchi incendiari hanno scosso Atene. Bande di teppisti armati di bastone hanno preso di mira gli immigrati e le minoranze con pestaggi in corsa. Hanno sparato attraverso le finestre dei politici caduti in disgrazia. Un gruppo di guerriglia urbana il cui nome si può tradurre come “Circolo dei Fuorilegge/ Nucleo della minoranza militante fuorilegge”, rivendica attentati contro giornalisti colpevoli di difendere la politica del governo. Raramente ci sono degli arresti per questi reati.

Quanto tempo passerà prima che a qualcuno venga l’idea intelligente di mettere in scena un incendio del Reichstag?

Studiate il carattere greco e vi troverete un intreccio inesplicabile di contrasti. Da un lato, si rappresenta la caricatura di gente pigra, scansafatiche, evasori fiscali che sorseggiano ouzo con gli amici nella taverna, pagati per un lavoro del governo trovato dallo zio. D’altra parte, il greco ha uno spirito combattivo così feroce che anche Hitler lodò l’abilità marziale dei Greci: “Per amore della verità storica devo testimoniare che i greci, tra tutti gli avversari che ci hanno affrontato, hanno combattuto con grande audacia e disprezzo della morte.”

Chiunque ritiene che la situazione ormai fuori controllo della Grecia si concluderà in pace sta sognando. Non vi è alcun piano credibile per una ripresa economica. Il PIL greco sta implodendo. Le multinazionali stanno levando le tende, a volte vendendo le loro operazioni greche a un euro solo per uscirne. Nessun investitore straniero sano di mente metterebbe i soldi in un nuovo business lì, e gli imprenditori locali che cercano di farlo, di solito restano strangolati in un groviglio di burocrazia che nessuna mazzetta può districare. L’industria del turismo è ancora appesa a un filo, ma quando scioperi e violenze oltrepasseranno la soglia di fastidio e le prime notizie di vittime straniere arriveranno ai titoli dei giornali, i turisti internazionali rapidamente andranno altrove.

E così la pentola a pressione bolle e l’orologio fa tic tac.

Articolo originale: Greece: How Long Until Junta? (http://www.huffingtonpost.com/bill-frezza/how-long-until-junta_b_2542993.html)

Ecco un articolo apparso in Italia, in rete, che non ha avuto alcuna eco né diffusione.

Allarme bilancio per la Grecia in recessione


di: Andrea Perrone (http://www.rinascita.eu/index.php?action=search&q=Andrea+Perrone&dove=f) a.perrone@rinascita.eu

È sempre critica la situazione economica della Grecia per l’aggravarsi dei conti pubblici, mentre proseguono le manifestazioni di tutte le categorie per opporsi alle manovre lacrime e sangue decise dal governo ellenico e imposte dalla troika dell’usura internazionale (Ue-Bce-Fmi).
L’allarme sui conti del Paese è partito direttamente dal ministero delle Finanze greco che ha rivelato una decisa diminuzione degli introiti nel mese di gennaio. Secondo informazioni infatti dello stesso dicastero, le entrate si sono ridotte del 7% rispetto all’obiettivo fissato e del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’ammanco, secondo le fonti, ha raggiunto quota 305 milioni di euro ed è dovuto soprattutto alla diminuzione delle entrate dell’Iva, ridottesi del 15% per effetto del calo del giro degli affari e del consumo del gasolio da riscaldamento. Un segnale molto chiaro del livello raggiunto dalla crisi economica frutto dell’austerità e della conseguente recessione che strozza famiglie e imprese elleniche. A questo si aggiunge la difficile situazione sociale che rappresenta una vera e propria polveriera a causa della disoccupazione record in aumento crescente, pari al 26,8%, mentre quella giovanile tocca addirittura il 56,6%.
Nel Paese intanto proseguono senza sosta le proteste di moltissime categorie, fra cui quelle degli agricoltori e dei portuali. Tensioni e parapiglia alle manifestazioni degli agricoltori. Migliaia di persone si sono messe in coda, davanti a una sede ministeriale ad Atene, per approfittare della distribuzione gratuita di cibo voluta dagli stessi agricoltori decisi a protestare contro gli alti costi di produzione. A questo scopo i coltivatori hanno chiamato a raccolta pensionati, indigenti e disoccupati per riempire i loro sacchetti di frutta e verdura, e in questo modo condannando la politica di austerità e recessione voluta dal governo del primo ministro conservatore Antonis Samaras. E se gli agricoltori non intendono cedere anche i portuali sono sul piede di guerra, pronti a tutto. Dopo giorni di sciopero, per tutta risposta però il governo ha inviato le forze del’ordine in tenuta antisommossa sui moli del porto del Pireo. I contadini delle isole dal canto loro hanno dato l’assalto ai traghetti per obbligarli a levare le ancore e non far marcire i prodotti raccolti dalle loro terre. Nel frattempo mentre gli agricoltori protestavano anche i marittimi facevano sentire la loro voce, con uno sciopero generale attraverso il quale chiedevano gli arretrati e si opponevano con decisione alla riforma del settore, che li potrebbe danneggiare irrimediabilmente. A impugnare la bandiera della protesta nei porti del Pireo sono ormai da alcuni giorni con una serrata senza sosta proprio i marittimi ellenici. Le loro richieste si fondano sul pagamento immediato degli stipendi arretrati, visto che molti armatori approfittano della crisi che attanaglia il Paese per rallentare il pagamento del loro compenso mensile, e, soprattutto, per la decisa opposizione alla riforma avviata dal governo che prevede la liberalizzazione del settore, tanto più che la flotta della capitale ellenica rappresenta la prima industria del Paese in grado di generare ben il 16% del Prodotto interno lordo.

Ma le misure di austerità e di stampo iperliberista rischiano di far chiudere molti istituti come il Pammakaristos, che ospita ben 130 tra bambini e adulti affetti da disabilità mentale. Il taglio del 62% dei fondi pone un grande punto interrogativo sul loro futuro e su quello delle loro famiglie che non sono in grado di accudirli a tempo pieno, 24 ore su 24. a questa già difficile situazione si aggiunge il mancato pagamento degli stipendi e una riduzione degli stessi per i 50 impiegati che si prendono cura dei piccini, molti dei quali soffrono di una grave sindrome, l’autismo, che provoca alterazioni nella comunicazione e nei rapporti sociali. Difficile risulta essere anche la situazione economica di questi lavoratori che non ricevono uno stipendio da cinque mesi. In più la situazione potrebbe ulteriormente peggiorare a causa dell’offerta da parte delle istituzioni di 11 euro al giorno a disposizione dell’Istituto per ogni assistito. Cifra questa assolutamente bassa per coprire le spese di pasti, personale medico e scolastico. Per quanto sta accadendo in Grecia e altrove nell’Eurozona bisogna come sempre ringraziare i tecnocrati di Bruxelles e i banksters dell’usura internazionale che stanno facendo di tutto per arricchirsi a piene mani dalla crisi da loro innescata.

Consiglio a tutti di leggere un lunghissimo, esaustivo articolo del Prof. Eric Toussaint, docente di Scienze Politiche all’Università di Liegi e ordinario di Storia moderna e contemporanea presso l’università di Sorbona a Parigi, nonché Presidente del Comitato per l’Annullamento del Debito del Terzo Mondo e membro del CAIC (Commissione presidenziale di controllo integrale del credito pubblico) in Francia.
(lo trovate qui: Link: www.investireoggi.it/economia/la-grecia-verso-il-default-uscire-dalleuro-per-non-morire/#ixzz2... “Grecia-Germania: chi deve a chi? Creditori protetti, popolo greco sacrificato” di Eric Toussaint).

E’ un intervento molto lungo e tecnico ma ritengo che sia utile per chiunque abbia la curiosità, la pazienza, il tempo, l’energia e la passione civica europea di voler capire che cosa è accaduto in Grecia e che cosa sta accadendo. Questo intervento, il professore lo ha pubblicato sul suo sito in data 16 novembre 2012, alla vigilia del default greco, inviandolo anche alla BCE e al Consiglio d’Europa.. Ma all’ultimo momento (naturalmente senza che nessuno di noi sapesse nulla) hanno deciso di “salvare” la Grecia, lo scorso dicembre, ovverossia hanno dato altri 16 miliardi di euro d’aiuto che hanno portato il totale debito a 350 miliardi di euro, superiore del 152% al pil greco, il che vuol dire che “tecnicamente” non potranno mai pagare nulla. Di quei 16 miliardi avuti, 15 sono stati versati immediatamente per pagare gli interessi consolidati sul debito pregresso, consentendo in tal modo alle banche tedesche, francesi e italiane di poter presentare dei bilanci in attivo.

Ecco che cosa si sono inventati, detto in massima sintesi:

le banche europee sono al collasso, tutte; la Grecia e il Portogallo sono diventate fondamentali per organizzare un giro di fatture contabili da accreditare al sistema bancario europeo; si comportano nel seguente modo: la BCE presta 10-20 miliardi alla Grecia all’interesse ufficiale dell’1%, sostenendo che così si riprende; il governo si prende la sua bella tangente e ringrazia; il giorno dopo fa un bonifico e usa quei soldi per pagare gli interessi alle banche private europee che è calcolato in un originale 9% al quale va aggiunto il successivo 12% per il ritardo e poi aumentato di altri interessi per via di un meccanismo matematico-finanziario che si chiama “anatocismo” che significa il calcolo del debito di interesse sull’interesse non pagato in modo tale da raggiungere una cifra vertiginosa perché gli interessi si sommano in progressione geometrica. In tal modo, le banche europee possono mostrare bilanci in profitto relativi a soldi che NON hanno avuto dalla BCE e che vengono iscritte in bilancio come se fossero guadagni di esercizio. La BCE applaude e dice: “ma voi banche siete solidissime, allora vi presto dei soldi perché avete i conti a posto”. Se la Grecia e il Portogallo dichiarano di non pagare più, le banche europee di ogni singolo paese sono costrette a vedersela con i propri debiti VERI, quelli non immessi in bilancio. Quindi loro (compresi noi italiani) devono a tutti i costi mantenere in vita il sistema bancario greco-portoghese, per evitare che falliscano MPS, Unicredit, Societè General, Dredsner Bank, Santander, ecc.

E la Grecia e il Portogallo affondano senza nessuna speranza MAI di potersi riprendere. Le persone, le esistenze degli esseri umani coinvolti in questo giochetto non contano, non vengono prese in considerazione.

Noi italiani le abbiamo sulla nostra coscienza, è inutile girarci intorno."
sev7n
00Tuesday, February 12, 2013 7:23 PM
Che dire, Buon Compleanno Grecia [SM=g8906]

" Il 12 febbraio 2012 il parlamento greco vota un ennesimo piano di austerity per incassare un aiuto di 130 miliardi di euro da parte della trojka; dopo l' approvazione sono subito scattate le proteste del popolo greco in piazza Syntagma, si è arrivati ad una vera e propria guerriglia contro la polizia e si è anche dato fuoco a edifici tra cui banche e negozi "

azrael66
00Wednesday, February 13, 2013 6:41 PM
Re:
+lvdwig+, 13/02/2013 10:53:

http://milano.repubblica.it/cronaca/2013/02/13/news/crisi_elmetti_gialli_invadono_piazza_affari-52523245/?rss



Volevo appunto pubblicare codesta notizia che ho trovato su Yahoo Finanza:

"Hanno appoggiato i loro caschetti, ben novemila, davanti a Piazza Affari, il luogo simbolo di una crisi che, partendo dalla finanza, ha contagiato l’economia reale e il mondo del lavoro.
Per i lavoratori del settore edile, messo in ginocchio dalla recessione, quella di oggi è stata la “Giornata della collera”. Davanti alla sede della Borsa milanese operai, manovali, impiegati, geometri, architetti e agenti immobiliari hanno portato le istanze di un settore che negli ultimi cinque anni, secondo i dati del Centro Ricerche Economiche Sociologiche e di Mercato, ha perso 157mila imprese e ben 893mila addetti.

La Lombardia è senza dubbio una delle regioni che ha subito il maggiore contraccolpo economico dopo un ventennio di grande sviluppo del mercato edilizio. Circa un quarto delle imprese italiane che hanno chiuso i battenti sono lombarde e già negli scorsi giorni la protesta aveva cominciato a farsi sentire nel comasco e in Valmalenco.

Da Assimpredil ad Assolombarda, dal Collegio dei geometri alla varie associazioni degli artigiani, erano circa venti le associazioni di categoria presenti al sit in."



TrunksZ
00Thursday, February 14, 2013 2:56 AM
azrael66
00Thursday, February 14, 2013 6:02 AM
Re:
TrunksZ, 14/02/2013 02:56:




L'ho segnalato io qualche post più su, pare comunque sia una colossale bufala, difatti avevo fatto delle ricerche su internet per trovare conferme, senza però trovare alcunchè:

http://www.valigiablu.it/ci-dispiace-internet-la-grecia-non-e-crollata-definitivamente/




+lvdwig+
00Thursday, February 14, 2013 9:56 AM
+lvdwig+
00Thursday, February 14, 2013 12:10 PM
ma che succede nel giro di qualche gg sono stati arrestati
il presidente del cagliari cellino
il sindaco di cagliari
il macello al mps a cui oggi va aggiunto il seguente
www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/mps_baldassarri_arrestato_milano/notizie/2515...
in piu l elenco di solo un paio diu gg continua:
con:
l amm di fin meccanica
e dulci in fundu angelo rizzoli come da seguente news
roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_febbraio_14/angelo-rizzoli-arrestato-roma-21139974139...
aggiungeteci le dimissioni del papa...
insomma non si puo continuare a far finta che e tutto normale e non preapocalittico
+lvdwig+
00Thursday, February 14, 2013 5:45 PM
e vabbe rega ma cosi non si va da nessuna parte
mi spiego:
non e possibile che qui anni o fossanche mesi ,ma cmq molto prima si predicono le cose nei dettagli,e parimerito il sdisegno totale passato presente e futuro in generale,viene deriso eprcvhe assurdo apzzesco estremo complottiata catastrofista e bla bla bla e poi sistematoicamente ogni cosa e dico ogni cosa riguardo al disegno totale e nel dettaglio ai conetsti anchessi nel dettalgio predetti ,si scopre essere esatto...
ma insomma ,che poi quando la gente inizia acapirlo e farlo suo ,se dici che lo predicevi ,sembra cosi normale cosi logico che non sembra nemeno che lo hai fatto e come se oggi dici che l uomo ha due braccia e due mani ..come ti risponde uno secondo voi?ti dice:si embe?e chiaro lo si sa cio
e come se non ricorda come s enon e mai esistito che uno un tempo che tutti credevano che l uomo avesse tre mani trra brtaccia etc diceva che in relata erano due e bastava solo guardarsi melgio,e tuttoi a deriderti etc etc
ma inosmma ma basta dai


dico cio eprche il seguente articolo dice cio che come tanto altro non creduto si diceva allora ,anzi come disegno totale da semrpe e nel dettalgio quando monti fu eletto e noi a dire che la crisi era fata atavolino etc etc e tutti a deridere e dare del complottista catastrofista etc
mbe adesos leggeter qui

Vi allego quest'articolo riguardo il brusco calo del PIL tedesco dell'ultimo trimestre

E così, incredibilmente, oggi viene annunciato che il PIL tedesco del quarto trimestre del 2012 cala dello 0,6% e su base annua si attesta praticamente vicino allo zero, quindi piena stagnazione. E vogliamo ricordare che il PIL cresceva invece del 3% e del 4,2% rispettivamente nel 2011 e nel 2010.
Ma come mai la Germania sta andando verso la recessione? Non si diceva che l’Euro forte faceva gli interessi tedeschi, che l’Unione Europea era il Quarto Reich fatto alle spese delle deboli economie mediterranee? E invece il PIL cala perché diminuiscono le esportazioni. E questa è una cosa ovvia dato che i paesi in recessione come l’ Italia, la Spagna, la Grecia e il Portogallo, ma anche la Francia stessa erano e sono tutt’ora grandi importatori di prodotti tedeschi. Quindi era assurdo pensare che tutta l’Europa andava in recessione e la Germania prosperava, come sostengono i teorici del ritorno alla Lira e gli anti tedeschi di varia tipologia. Bastava guardare per strada, bastava andare a chiedere a qualunque concessionario di auto tedesche nuove per capire, che la nostra recessione, sarebbe stata anche la loro recessione.
La Germania non è in una situazione diversa dalla nostra, è semplicemente solo agli inizi della sua crisi. Per vedere il nostro futuro basta vedere la Grecia, poi vengono Spagna e Italia, poi viene la Francia e poi viene la Germania. E’ solo una questione temporale. Fra un anno o prima, noi saremo come la Grecia, la Francia ci sarà fra un anno o un anno e mezzo, la Germania ci sarà fra due anni. Come ho dimostrato altre volte, questo è un cerchio che si sta chiudendo, con lo scopo di creare gli Stati Uniti d’Europa. Ma, come scritto qui, questa crisi era necessaria per esautorare gli stati dalla loro sovranità nazionale. Pensateci un attimo, se fossimo stati in crescita economica, nessun presidente di uno stato europeo, avrebbe ceduto parte dei propri poteri all’Europa non ce ne sarebbe stato motivo. Invece con questa crisi, creata a tavolino, si costringeranno tutti gli stati ad aderire con le buone o con le cattive ai patti sempre più stringenti che verranno messi in atto per creare l’Europa Stato. E anche la Germania dovrà essere costretta, perché nella nuova Europa, non ci potrà essere spazio agli interessi nazionali. Sbaglia, quindi chi parla di Quarto Reich, perché adesso può sembrare così, ma come dimostrano i fatti, anche la Germania dovrà pagare il suo prezzo e cedere la sua sovranità. Se questa ipotesi vi sembra improbabile vi dico solo che il debito pubblico tedesco è del 85% del PIL (secondi alcuni, seguendo altri dati e parametri sfiorerebbe il 100% e non parlo di debito implicito) e che finora i tassi d’interesse sui bund sono stati bassissimi ma non è detto che sarà così anche nel 2013, soprattutto se l’economia germanica inizierà a perdere colpi; e questo si tradurrà in maggiori interessi da pagare e quindi un bilancio sempre più problematico. Inoltre c’è il Fiscal Compact. Come vale per l’Italia, anche la Germania dovrà ridurre il suo debito di un 1/20 all’anno per tornare al 60% del PIL e se lo stesso PIL non cresce ma anzi si avvia verso la recessione, questo si tradurrà in una manovra di austerità che dovrà pagare il popolo come sempre e che conseguentemente porterà sempre più in recessione e via dicendo, in questa spirale depressiva. Inoltre, aggiungiamo anche i buchi di bilancio di alcune banche tedesche, nascosti in ogni modo dal governo tedesco ma che prima o poi usciranno fuori con tutte le conseguenze del caso.
Aggiungiamo anche il fatto che anche come sostenibilità nel medio-lungo periodo, la situazione tedesca è addirittura peggiore di quella italiana, come viene scritto in questo articolo.
In conclusione, questo articolo non vuole essere un articolo tecnico sulla situazione tedesca, ma semplicemente dimostrare che nella crisi europea, il vincitore non è la Germania. Il cerchio si sta chiudendo, distruggere gli stati nazionali per creare l’Europa Stato è il fine ultimo dei poteri che hanno spinto e creato questa grande depressione.

FONTE: www.hescaton.com/wordpress/la-germania-verso-la-recessione-il-cerchio-si...
azrael66
00Thursday, February 14, 2013 5:58 PM
Molto interessante l'ultimo articolo Lud.

Ho trovato un sito attendibile che illustra quanto sta veramente accadendo in Grecia.
Dato che l'articolo è molto lungo, lascio solo il link:

http://informare.over-blog.it/article-grecia-siamo-andati-a-vedere-ecco-cosa-succede-115339371.html
+lvdwig+
00Thursday, February 14, 2013 6:00 PM
Re: e vabbe rega ma cosi non si va da nessuna parte
+lvdwig+, 14/02/2013 17:45:

mi spiego:
non e possibile che qui anni o fossanche mesi ,ma cmq molto prima si predicono le cose nei dettagli,e parimerito il sdisegno totale passato presente e futuro in generale,viene deriso eprcvhe assurdo apzzesco estremo complottiata catastrofista e bla bla bla e poi sistematoicamente ogni cosa e dico ogni cosa riguardo al disegno totale e nel dettaglio ai conetsti anchessi nel dettalgio predetti ,si scopre essere esatto...
ma insomma ,che poi quando la gente inizia acapirlo e farlo suo ,se dici che lo predicevi ,sembra cosi normale cosi logico che non sembra nemeno che lo hai fatto e come se oggi dici che l uomo ha due braccia e due mani ..come ti risponde uno secondo voi?ti dice:si embe?e chiaro lo si sa cio
e come se non ricorda come s enon e mai esistito che uno un tempo che tutti credevano che l uomo avesse tre mani trra brtaccia etc diceva che in relata erano due e bastava solo guardarsi melgio,e tuttoi a deriderti etc etc
ma inosmma ma basta dai


dico cio eprche il seguente articolo dice cio che come tanto altro non creduto si diceva allora ,anzi come disegno totale da semrpe e nel dettalgio quando monti fu eletto e noi a dire che la crisi era fata atavolino etc etc e tutti a deridere e dare del complottista catastrofista etc
mbe adesos leggeter qui

Vi allego quest'articolo riguardo il brusco calo del PIL tedesco dell'ultimo trimestre

E così, incredibilmente, oggi viene annunciato che il PIL tedesco del quarto trimestre del 2012 cala dello 0,6% e su base annua si attesta praticamente vicino allo zero, quindi piena stagnazione. E vogliamo ricordare che il PIL cresceva invece del 3% e del 4,2% rispettivamente nel 2011 e nel 2010.
Ma come mai la Germania sta andando verso la recessione? Non si diceva che l’Euro forte faceva gli interessi tedeschi, che l’Unione Europea era il Quarto Reich fatto alle spese delle deboli economie mediterranee? E invece il PIL cala perché diminuiscono le esportazioni. E questa è una cosa ovvia dato che i paesi in recessione come l’ Italia, la Spagna, la Grecia e il Portogallo, ma anche la Francia stessa erano e sono tutt’ora grandi importatori di prodotti tedeschi. Quindi era assurdo pensare che tutta l’Europa andava in recessione e la Germania prosperava, come sostengono i teorici del ritorno alla Lira e gli anti tedeschi di varia tipologia. Bastava guardare per strada, bastava andare a chiedere a qualunque concessionario di auto tedesche nuove per capire, che la nostra recessione, sarebbe stata anche la loro recessione.
La Germania non è in una situazione diversa dalla nostra, è semplicemente solo agli inizi della sua crisi. Per vedere il nostro futuro basta vedere la Grecia, poi vengono Spagna e Italia, poi viene la Francia e poi viene la Germania. E’ solo una questione temporale. Fra un anno o prima, noi saremo come la Grecia, la Francia ci sarà fra un anno o un anno e mezzo, la Germania ci sarà fra due anni. Come ho dimostrato altre volte, questo è un cerchio che si sta chiudendo, con lo scopo di creare gli Stati Uniti d’Europa. Ma, come scritto qui, questa crisi era necessaria per esautorare gli stati dalla loro sovranità nazionale. Pensateci un attimo, se fossimo stati in crescita economica, nessun presidente di uno stato europeo, avrebbe ceduto parte dei propri poteri all’Europa non ce ne sarebbe stato motivo. Invece con questa crisi, creata a tavolino, si costringeranno tutti gli stati ad aderire con le buone o con le cattive ai patti sempre più stringenti che verranno messi in atto per creare l’Europa Stato. E anche la Germania dovrà essere costretta, perché nella nuova Europa, non ci potrà essere spazio agli interessi nazionali. Sbaglia, quindi chi parla di Quarto Reich, perché adesso può sembrare così, ma come dimostrano i fatti, anche la Germania dovrà pagare il suo prezzo e cedere la sua sovranità. Se questa ipotesi vi sembra improbabile vi dico solo che il debito pubblico tedesco è del 85% del PIL (secondi alcuni, seguendo altri dati e parametri sfiorerebbe il 100% e non parlo di debito implicito) e che finora i tassi d’interesse sui bund sono stati bassissimi ma non è detto che sarà così anche nel 2013, soprattutto se l’economia germanica inizierà a perdere colpi; e questo si tradurrà in maggiori interessi da pagare e quindi un bilancio sempre più problematico. Inoltre c’è il Fiscal Compact. Come vale per l’Italia, anche la Germania dovrà ridurre il suo debito di un 1/20 all’anno per tornare al 60% del PIL e se lo stesso PIL non cresce ma anzi si avvia verso la recessione, questo si tradurrà in una manovra di austerità che dovrà pagare il popolo come sempre e che conseguentemente porterà sempre più in recessione e via dicendo, in questa spirale depressiva. Inoltre, aggiungiamo anche i buchi di bilancio di alcune banche tedesche, nascosti in ogni modo dal governo tedesco ma che prima o poi usciranno fuori con tutte le conseguenze del caso.
Aggiungiamo anche il fatto che anche come sostenibilità nel medio-lungo periodo, la situazione tedesca è addirittura peggiore di quella italiana, come viene scritto in questo articolo.
In conclusione, questo articolo non vuole essere un articolo tecnico sulla situazione tedesca, ma semplicemente dimostrare che nella crisi europea, il vincitore non è la Germania. Il cerchio si sta chiudendo, distruggere gli stati nazionali per creare l’Europa Stato è il fine ultimo dei poteri che hanno spinto e creato questa grande depressione.

FONTE: www.hescaton.com/wordpress/la-germania-verso-la-recessione-il-cerchio-si...




p.s.-mi fanno ridere quelli che deridono tutto il materiale che gira ormai da anni in rete e non solo e che parla di nwo di illuminati,di complotto e dulci in fundu di protocolli dei savi di sion
sono gentaccia fuori dal mondo che si oastina a deridere ,e a tacciare di complottismo,catASTROFISMO,ESTREMISMO ETC chi dice e soprattutto,predice la realta,la verita,e poi legge un articolo o cmq vive sotto i suoi occhi contesti come illustrato qui,che prova che si sta puntando a cio,ma scindono totalmente le cose
cioe se le cose sono rpedette sono false e complottiste e catastrofiste se si vivono sono normalita dela ns realta,ma dico io ma basta vergognatevi,andate in trete trovarte video su you tube su iluminati nwo complotto etc a bizzeffa,...forse e prorpio il riversare cosi massiccio di questo materiale che rende scettica la gente?non lo so,ma e tempo di svelgiarsi e non e retorica ,e tempo veramente ,svelgiarsi intendo di capire sapere come stanno el cose senza dubbi piu perche piu si approfondisce e piu tutto e conferma e rpende semrpe piu forma senza attebdere che gli eventi c elo dimostrino
non caso non ha sewnso capire
capire una cosa significa capirla prima che i fatti ce la sbattino sul muso come e in realta
+lvdwig+
00Thursday, February 14, 2013 9:47 PM
Re:
+lvdwig+, 14/02/2013 12:10:

ma che succede nel giro di qualche gg sono stati arrestati
il presidente del cagliari cellino
il sindaco di cagliari
il macello al mps a cui oggi va aggiunto il seguente
www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/mps_baldassarri_arrestato_milano/notizie/2515...
in piu l elenco di solo un paio diu gg continua:
con:
l amm di fin meccanica
e dulci in fundu angelo rizzoli come da seguente news
roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_febbraio_14/angelo-rizzoli-arrestato-roma-21139974139...
aggiungeteci le dimissioni del papa...
insomma non si puo continuare a far finta che e tutto normale e non preapocalittico




eccone un altro oggi stesso va..
www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=174927
+lvdwig+
00Saturday, February 16, 2013 2:10 PM
adempimento dell apocalisse esponenziale,e costituzione di un nwo sono due faccie della stessa medaglia,spero non serva piu ricordarlo
www.repubblica.it/tecnologia/2013/02/16/news/amazon_germania-52784...
+lvdwig+
00Monday, February 18, 2013 8:55 AM
+lvdwig+
00Thursday, February 21, 2013 12:04 AM
vedete come
tutti prima o poi ricalcano i concetti che denunciamo qui dalla notte dei tempi ormai,
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&s...
+lvdwig+
00Friday, February 22, 2013 11:28 AM
www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-02-22/italia-migliora-conti-resta-110018.shtml?uuid=...

questa notizia che stanno dando ufficialmente ha due anomalie
1 serve per mettere le mani avanti al futuro governo di lacche' che hanno da subito detto si alla maceleria sociale definita con il termine -riforme,alle quali il centro sx si e subito asservito totalmente
e la seconda anomalias e una bugia e cioe li manca uno zero perche non saranno 700mila ma 7 milioni i posti che si perderanno e non nel 2014 ma nel solo 2013,il 2014 e...non pervenuto ,visto lo scenario apocalittico fantasciantifico al quale sara sottoposto
anche perche se nel 2013 si perderanno 7 milioni di posti piu i tagli etc etc lascio alla vs immaginazione cosa e come sara l anno 2014
+lvdwig+
00Friday, February 22, 2013 11:50 AM
ma basta buffoni basta
qui dicve che la cvrisi oppss scvusate doveva finire ed iniziare la ripresa nel 2013 ma ce stato uno slittamento adesos sara il 2014
ma dico io ma prima era quando gli faceva comodo dire cosi il primo tremestre dle 2012 poi il secondo poi il terzo poi il 4,poi il primo tremestre del 2013 adesso slitta al 14 ma sono due anni che urliamo che questa tarantella sula fine della crisi e ormais coperta ma dico io ma almeno su cio che anche l ultimo scemo ha cpaito finitela
www.repubblica.it/economia/2013/02/22/news/ue_italia_crisi_stime-53159...

appena prima dle voto iniziano di colpo a dare notizie catarofiche del tipo ci sara disoccupazione record ,leuropa talgia le stime,oggi dopo moltisismo lo spread di colpo si e impennato insomma il giochetto ,come epr dire, ho votate monti e pd ,oppure saranno caxxi perche ci risiamo con spread alle stelle senza soldi epr pagare gli stipendi basta dire qusta parola magica e tutti si cagano sotto e gli si permette ogni taglio ogni licenziamento ogni passo verso la totale schiavitu'
preparatevi perche da dopo le elezioni vedrete il vero volto di cosa e in riserbo per tutti...ormai ci siamo

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:05 AM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com