CFS - Comunicato Stampa

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Guido
00Tuesday, January 27, 2004 1:56 PM
Dal sito del Corpo Forestale dello Stato all'indirizzo:

www.corpoforestale.it/wai/Cittadino/comunicati/cs2004/c040...

Sembra un buon risultato!!!

Ciao.
---------------------------------
COMUNICATO STAMPA

Bloccati dalla Forestale sulla Autostrada Trieste-Venezia oltre 70.000 volatili e 1.000 fra caprioli, cervi, lepri e un orso bruno

SEQUESTRATE 10 TONNELLATE DI SELVAGGINA PROVENIENTE DAI BALCANI

“Operazione Colibrì”, 3 uomini arrestati e 10 denunciati. Coinvolte cinque agenzie che organizzavano viaggi venatori all’estero Verona, 26 gennaio 2004 - Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato del Coordinamento Provinciale di Verona e gli uomini del (NIPAF) Nucleo Investigativo di Polizia Forestale ed Ambientale del Corpo Forestale dello Stato di Verona, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trieste dr.ssa Maddalena Chergia hanno smantellato un vasto traffico di selvaggina illegalmente importata.
L’indagine denominata in codice “Colibrì” alla quale hanno partecipato oltre 50 agenti forestali, ha portato al fermo di tre persone, di cui due di nazionalità serba e uno di nazionalità italiana. L’accusa è di associazione a delinquere, contrabbando continuato, divieto di importazione di selvaggina in Italia proveniente da paesi non autorizzati e il mancato rispetto delle condizioni di legge per l’importazione da altri paesi.
I tre uomini, che sono stati condotti presso la casa circondariale di Trieste, gestivano un’ articolata attività che provvedeva ad organizzare viaggi venatori all’estero, tramite cinque agenzie del nord Italia. Le battute di caccia si svolgevano in Serbia, Montenegro e Ungheria. Altri dieci persone sono state invece denunciate a piede libero.
L’organizzazione importava in Italia grossi quantitativi di selvaggina che finivano sulle tavole di ristoranti e di privati, per un giro di affari annuo di alcuni milioni di euro.
La proficua attività di intelligence condotta dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato ha consentito di individuare e bloccare sull’autostrada Trieste – Venezia, due TIR, provenienti dalla Serbia, utilizzati per il trasporto di congelati. All’interno di uno dei camion sono stati rinvenuti circa dieci tonnellate di animali morti, illegalmente importati.
Dalle prime valutazioni si tratta di oltre 70.000 uccelli di grossa e media taglia come: anatidi, fagiani, beccacce, tortore, starne e oltre 1.000 capi fra caprioli, cervi e lepri. Alcuni degli esemplari rinvenuti appartengono a specie protette da convezioni internazionali. Gli uomini della Forestale hanno quindi sequestrato l’autotreno che trasportava il carico e un fucile da caccia con silenziatore insieme a diverse munizioni. All’interno di uno dei TIR è stato rinvenuto anche un orso bruno sezionato in diversi pezzi.
Dalle indagini è emerso che le agenzie venatorie inviavano un consistente flusso di cacciatori in diverse località dei balcani che alloggiavano in apposite “case di caccia” lungo il corso del Danubio ed esercitavano l’attività venatoria in alcuni degli ambienti naturali più intatti d’Europa.
Le agenzie venatorie, all’interno del pacchetto offerto ai clienti, per evitare problemi di dogana provvedevano a fornire fucili, munizioni, richiami, appostamenti fissi ed inoltre assicuravano la possibilità di rientro in Italia della selvaggina abbattuta tramite trasportatori compiacenti. Dai Balcani infatti la Comunità Europea non riconosce la possibilità di introduzione della fauna sul proprio territorio. Le introduzioni in Italia avvenivano dal valico di Fernetti (TS) e Tarvisio.
Le indagini sono tuttora in corso.
Sono disponibili sequenze in formato Beta relative all’operazione e foto digitali.

via Carducci, 5 - 00187 Roma - email: uff.stampa@corpoforestale.it
- tel.0646657062 - fax.0648904001
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:06 PM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com