Bliz Greenpeace a Salone libro di Torino...

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Selvaggia60
00Sunday, May 16, 2010 2:38 PM
Blitz Greenpeace a Salone libro di Torino contro deforestazione
domenica 16 maggio 2010 13:03


ROMA (Reuters) - Esponenti di Greenpeace stamattina hanno compiuto un blitz al Salone internazionale del libro di Torino per sensibilizzare il pubblico sulla distruzione delle foreste, come si legge in un comunicato dell'organizzazione.

"Questa mattina, alcuni attivisti travestiti da orango hanno 'invaso' lo stand di Feltrinelli per dire: 'Il futuro delle foreste e del pianeta è nelle pagine dei vostri libri'. Alcuni attivisti hanno coperto l'entrata dello stand con un telo che raffigura una lapide su cui è scritto: 'Qui giace la foresta indonesiana'. Altri attivisti hanno aperto striscioni: 'Deforestazione zero'", si legge nella nota.

"E' dal 2004 che Feltrinelli gioca a nascondino con Greenpeace fingendo di essere interessata ad avere una politica sostenibile e poi non prendendo reali impegni in merito", dice nella nota Chiara Campione, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace.

"E' giusto che i lettori lo sappiano e ora, con la nostra classifica 'Salvaforeste', abbiamo deciso di mettere a nudo le case editrici proprio nel posto in cui più vorrebbero farsi pubblicità, qui al Salone del libro".

Feltrinelli, spiega Greenpeace, si colloca infatti nella fascia "rossa" - ossia di "pericolo" - della classifica.

Non è stato possibile raggiungere Feltrinelli per un commento.
Selvaggia60
00Sunday, May 16, 2010 2:40 PM
Greenpeace stila la classifica
degli editori che salvano le foreste

La classifica "Salvaforeste"
In Italia solo 6% stampa libri su carta da foreste certificate
ROMA

Una classifica “Salvaforeste” degli editori italiani. A stilarla è Greenpeace, al Salone Internazionale del Libro di Torino, rivelando come la maggior parte dei libri venduti in Italia sia una minaccia per le preziose foreste di Sumatra e gli ultimi oranghi indonesiani. Il campione della deforestazione in Indonesia è App (Asia Pulp and Paper), il più grande produttore di carta del Paese e il secondo a livello mondiale. Negli ultimi anni, l’Italia ha incrementato esponenzialmente le proprie importazioni di carta dall’Indonesia fino a diventare il più importante acquirente europeo di carta indonesiana e il maggior cliente di App. Studi di Greenpeace dimostrano che per ogni tonnellata di cellulosa prodotta da App in Indonesia nel 2007, sono state emesse circa trentaquattro tonnellate di CO2.

Quanto sono complici di questo massacro gli editori italiani? I risultati della classifica dimostrano che soltanto il 18 % delle case editrici interpellate ha scelto di acquistare solo ed esclusivamente carta sostenibile aderendo al progetto di Greenpeace “Editori amici delle foreste”. Tra questi: Bompiani, Fandango, Hacca e Gaffi. Un esiguo 6% stampa i propri libri solo su carta FSC proveniente da foreste certificate secondo standard affidabili: tra essi Marsilio e Fanucci.

Il 55% degli editori interpellati ha risposto al questionario dimostrando trasparenza, ma ha dichiarato di non poter fornire informazioni chiare sulla propria carta e quindi non ha una politica sostenibile. In questo corposo gruppo, riferisce Greenpeace, si trovano i principali gruppi editoriali italiani, Mondadori, Rcs Libri, Gruppo Giunti e Gruppo Mauri Spagnol, che da soli costituiscono più della metà del mercato italiano dei libri.

Il restante 20% è quello dei più “cattivi”, nonostante i ripetuti solleciti di Greenpeace, non ha fornito alcuna informazione utile per poter valutare la sostenibilità della propria carta dimostrando poca trasparenza e nessuna volontà di escludere dalla propria filiera carta proveniente dalla deforestazione. Tra questi Feltrinelli che da solo controlla quasi il 4% del mercato librario.
Selvaggia60
00Sunday, May 16, 2010 2:42 PM
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:53 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com