Ayesha (Maestri del Fumetto #37)

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
animemanga
00Tuesday, November 17, 2009 6:04 PM




Il ritorno di Ayesha, L’uomo del Bengala sono le due storie praticamente introvabili di Guido Buzzelli contenute in questo volume. Già autore del primo Texone, Guido Buzzelli è stato uno dei primissimi autori completi italiani. Il Michelangelo dei mostri, così era chiamato il grande disegnatore, tratteggia la grande avventura all’italiana grazie alla collaborazione di due maestri come Mino Milani e Gino D’Antonio.

Il gioco spietato del mondo
Non c’è nessun disegnatore di fumetti che come Guido Buzzelli sappia disegnare il male. Non il grande male delle sciagure e delle stragi, ma il piccolo e pervasivo male della meschinità, della stupidità, della deformità mentale, dell’impossibilità. Chi l’ha chiamato il Goya del fumetto (o anche il Michelangelo dei mostri) faceva certamente riferimento non solo alla straordinaria qualità grafica della sua plastica, ma anche a questa sua vocazione all’inquietante, all’incerto, all’oscuro, all’ossessivo. Buzzelli trascorre tra il 1927 e il ’92 una vita assai più normale di quella che dipinge nelle sue storie. Inizia a lavorare come illustratore a metà degli anni Quaranta presso lo studio di Rino Albertarelli, ma ben presto la curiosità lo spinge verso il fumetto. Il mercato italiano però non dà grandi possibilità né a lui né a tanti altri della sua generazione. Invece di emigrare in Argentina come Pratt, Buzzelli prova la Spagna e poi la Gran Bretagna. Evidentemente, però, qualcosa non funziona come deve, visto che alla fine dei Cinquanta lo troviamo di nuovo in Italia, non più fumettista ma pittore. Una vocazione, comunque, è una vocazione: nel 1966, di sua completa iniziativa, scrive e disegna La rivolta dei racchi, che gli viene subito pubblicata nell’Almanacco del festival di Lucca, senza tuttavia suscitare grande interesse da parte del pubblico e degli editori. È in Francia che bisogna andare, dunque!
Frontiera francese È in Francia, infatti, che Buzzelli ha i suoi primi successi, e le sue storie escono su numerose riviste differenti, da Pilote, a Circus a L’Écho des Savanes a Metal Hurlant e altri ancora. Sono i medesimi anni in cui anche Pratt sta godendosi i suoi primi successi francesi; e proprio come Pratt Buzzelli ritorna in Italia pubblicando su Linus, a partire dal 1973. Da questo momento in poi i lettori italiani potranno leggere numerose storie a fumetti di Buzzelli, che collaborerà anche con il Corriere dei Piccoli, e con le edizioni di Sergio Bonelli […]
-dall'introduzione di Daniele Barbieri
00
Per leggere gli altri messaggi devi essere iscritto al forum!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:08 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com