Arancia Meccanica

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Swatter
00Sunday, April 25, 2004 1:09 PM
Questa è una mia vecchia recensione che ho ripescato dai meandri del mio pc, almeno è qualcosa per iniziare!
Piano piano cercherò anche di capire come si fa a modificare il carattere e i colori!

ARANCIA MECCANICA
Di Stanley Kubrick

Tratto dal romanzo “Un’Arancia a Orologeria” di Anthony Burgess, il film racconta le vicende di un gruppo di ragazzi che trascorrono le loro giornate alla ricerca di occasioni per manifestare il loro desiderio di “ultra-violenza”; non hanno nessuna etica, non si fermano davanti a niente.
Dopo un efferato omicidio, il Capo Drugo Alex (Malcom MacDowell), grande estimatore del compositore Ludovico Van (Beethoven), viene tradito dai suoi compagni, che non si sentono affatto legati a lui.
Il nostro “eroe” sopporta così anni brutali di carcere senza però che la sua sete di violenza sia intaccata, fino a quando viene scelto come cavia da sottoporre a una nuova terapia per redimere i criminali, la cosiddetta cura Ludovico.
Così Alex, legato a una poltrona, senza la possibilità di distogliere lo sguardo, viene costretto ad assistere a ore e ore di filmati violenti, stupri, omicidi, stragi, il tutto con in sottofondo l’Inno alla Gioia di Beethoven.
Questa “overdose” di ultra-violenza arriva a nauseare il recidivo, che in seguito alla terapia non riesce più a torcere un capello a nessuno. Inoltre egli ha subito un fastidioso effetto collaterale: ora è nauseato anche dalla musica del suo prediletto Ludovico Van.
Divenuto un cittadino modello, incapace di pensieri cattivi, Alex viene reintrodotto nella società, dove ritrova i suoi ex drughi, divenuti poliziotti, e tutti coloro a cui aveva fatto del male, che non esitano a vendicarsi contro di lui, ormai inerme.
È sicuramente uno dei film più riusciti del Maestro Kubrick, uno dei più discussi, uno dei più amati.
Alex e i suoi compagni appartengono a famiglie se non ricche almeno benestanti, non hanno grandi problemi da affrontare, con il loro comportamento violento cercano di combattere la noia, è tutto un gioco: una questione tuttora di grande attualità.
MacDowell ci propone un personaggio complesso, mosso da un viscerale istinto alla violenza, ma tuttavia estimatore di musica classica.
L’intero film è infatti pieno, come altri film di Kubrick, di musiche, a volte contraddittorie, che coinvolgono lo spettatore nella vicenda.
È soprattutto interessante osservare come, alla fine, Alex e la sua violenza altro non siano che il prodotto di una società corrotta da se stessa, già contenente al suo interno il seme della decadenza. Il Capo Drugo, odiato da tutti per il suo passato, una volta guarito subisce le angherie delle sue vittime, persone ritenute “normali”.
Ma a questo punto chi è normale e chi no?
Un film che non può mancare nella collezione di ogni amante del cinema, può divertire o scandalizzare, ma sicuramente ci colpisce.
Swatter
zaion84
00Sunday, April 25, 2004 8:02 PM
Mi associo! Questo film è davvero bello!
morthior
00Wednesday, April 28, 2004 1:22 AM
Un film che ha fatto la storia del cinema. Veramente mitico
passivestorm
00Tuesday, May 4, 2004 8:24 PM
E chi non la mai visto...
Per di piu chi non l'ha mai visto corra a vederlo....

[SM=g27811] [SM=g27811]
daly5
00Tuesday, June 22, 2004 11:43 PM
il mio prof di psicologia ha detto ke è meglio se nn lo vedo...[SM=g27818]
zaion84
00Wednesday, June 23, 2004 10:35 AM
Il tuo prof si sbaglia....
daly5
00Wednesday, June 23, 2004 7:11 PM
non è una novità[SM=g27823]

[Modificato da daly5 23/06/2004 19.12]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:37 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com