Antartide

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
neocomprensioni
00Wednesday, January 19, 2011 6:12 PM
Esploratori in un lago ghiacciato isolato da 14 milioni di anni!
Vi segnalo questa interessante notizia.
Devo dire che le perforazioni in Antartide mi affascinano parecchio, chi ha letto Hancock e le numerose teorie sulla possibilità che l'Antartide non sia sempre stato ricoperto dai ghiacci, troverà spunti interessanti dalla lettura di questo articolo, nel quale si accenna, tra l'altro, anche alle possibili connessioni con forme di vita sviluppatesi sui satelliti Europa e Encelado:


ANTARTIDE/ Esploratori in un lago sotto il ghiaccio isolato da 14 milioni di anni Redazione martedì 11 gennaio 2011
Diffondi il Link a questo articolo
Il lago Vostok, un enorme specchio d’acqua incontaminato nell’Antartide, presto sarà raggiungibile per la prima volta. Gli scienziati russi stanno realizzando delle perforazioni, per liberarlo dallo strato di ghiaccio spesso quasi quattro chilometri sotto cui è sepolto il lago Vostok.

SIGILLATO DALLA PREISTORIA - L’obiettivo è estrarre dei campioni di acqua per analizzarli, perché si sospetta che vi si trovino delle forme di vita completamente sconosciute. A rivelarlo è il sito web physorg.com, che precisa che il lago Vostok è lungo circa 250 chilometri e largo oltre 50 (più o meno le stesse dimensioni del lago Ontario nel Nord America), ed è profondo oltre 800 metri. Il Vostok è isolato da tutti e 145 gli altri laghi subglaciali dell’Antartide. Ma l’aspetto più misterioso è che un involucro di ghiaccio ha sigillato il lago dal resto del mondo per gli ultimi 14 milioni di anni, e quindi al suo interno potrebbero trovarsi degli organismi antichissimi, in grado di svelare delle verità sconosciute sulla vita extraterrestre.

IL LAGO POTREBBE «ESPLODERE» - I primi piani per trivellare il ghiaccio fino ad arrivare al Vostok erano stati bloccati dall’Antarctic Treaty Secretariat (Ats) a causa delle preoccupazioni per il fatto che il lago potesse «esplodere» subito dopo la perforazione del ghiaccio. Un team di astrobiologi della Nasa aveva concluso nel 2003 che un’esplorazione del genere poteva essere pericolosa e causare una contaminazione, perché l’elevato contenuto di ossigeno e azoto all’interno del lago avrebbe fatto sì che l’acqua diventasse effervescente come una lattina di Coca Cola aperta dopo essere stata agitata. Ora, l’Ats ha approvato la valutazione ambientale per il nuovo tentativo degli scienziati dell’Arctic and Antarctic Research Institute (Aari) di San Pietroburgo. Il portavoce dell’Aari, Valery Lukin, direttore della Russian Antarctic Expedition (Rae) ha annunciato di avere scoperto un modo per raccogliere campioni dell’acqua del lago senza il rischio di creare danni.

VITA EXTRATERRRESTRE - Quando la trivellazione raggiungerà il lago, la pressione dell’acqua «spingerà nel pozzo verso l’alto il fluido della perforazione», facendolo così congelare. I ricercatori torneranno quindi durante la prossima estate antartica per rimuovere e analizzare l’acqua congelata. Il lago Vostok è supersaturo di ossigeno, con livelli stimati pari a circa 50 volte superiori rispetto a quelli di un normale lago d’acqua dolce. Lukin ha sottolineato che i ricercatori sperano di trovare organismi viventi nel lago, soprattutto nell’acqua mineralizzata vicina alla cima. Se si trovasse la vita, gli organismi sarebbero «estremofili», cioè con una capacità di adattarsi superiore a quella di tutti gli altri esseri viventi, e in grado quindi di sopravvivere anche in condizioni estreme. Inoltre, un’eventuale scoperta della vita nel lago vorrebbe dire che è possibile anche la vita su Europa, il satellite di Giove, e su Encelado, satellite di Saturno, che hanno un ambiente simile a quello del Vostok.

ULTIMI 100 METRI - Il gruppo degli scienziati russi non sa con certezza quando la loro perforazione raggiungerà il lago, perché la profondità esatta del confine tra ghiaccio e acqua non è conosciuta. L’obiettivo però è quello di raggiungere l’acqua entro la fine di gennaio e prima della fine dell’estate antartica, in cui ci troviamo ora. Il pozzo attualmente è profondo 3.650 metri, e si stima che manchino solo 100 metri per raggiungere la superficie del lago. La prossima fase utilizzerà una trivella meccanica e un misto di cherosene-freon per raggiungere i 3.725 metri di profondità. Mentre per l’ultimissimo tratto si ricorrerà a una nuova punta di perforazione termica con un fluido a base di olio di silicone pulito. E sulla «testa» della trivella sarà installata una telecamera. Attualmente i lavori stanno procedendo scavando quattro metri di ghiaccio al giorno.


TURISMO IN ANTARTIDE - Ma per i turisti sarà possibile visitare il lago Vostok? A partire dal 1966, il turismo nell’Antartide è cresciuto di anno in anno sempre di più. Come scrive il sito web lakelubbers.com, specializzato in vacanze sui laghi, oltre la metà dei visitatori proviene dagli Stati Uniti, ma i turisti di tutto il mondo considerano un viaggio nella calotta polare come un’avventura imperdibile. Ci sono diversi tour operator e organizzatori di crociere che esplorano l’Antartide, offrendo anche pacchetti viaggio tutto compreso. Nessuno di questi tour operator per ora si inoltra fino all’interno dell’Antartide, dove si trova il lago Vostok. Al contrario, molte escursioni turistiche si concentrano sulle opportunità di osservare la natura nell’oceano intorno al continente ghiacciato.

BALENE E PINGUINI - L’intera area costiera è un santuario internazionale delle balene, presenti in molte varietà. Sei specie di foche, 35 tipi di uccelli marini e 17 di pinguini abitano le rive e le acque costiere. I viaggi si concentrano di solito sulla Penisola antartica, che sporge dalla terraferma verso l’Argentina da cui dista 1000 miglia. La penisola si prolunga oltre il circolo polare antartico ed è più temperata, con migliori opportunità di osservare la natura e persino una qualche forma di vegetazione. Le isole che circondano la terraferma sono zone ancora migliori per i turisti amanti della natura. Il Vostok è certamente uno dei laghi più eccezionali al mondo. Visitarlo per ora è quasi impossibile, nonostante un team russo attualmente si trovi sul posto. Ma per chi desidera immergersi in un panorama estremo, è possibile prenotare un viaggio per l’Antartide, scegliendo il migliore tour operator e portando con sé tutto l’equipaggiamento per difendersi dal freddo. Quindi, non resta che prepararsi per il viaggio della vita, durante il quale sarà possibile fare amicizia con i pinguini e giocare con le balene.

(Pietro Vernizzi)

www.ilsussidiario.net/News/Curiosita/2011/1/11/ANTARTIDE-Esploratori-in-un-lago-sotto-il-ghiaccio-isolato-da-14-milioni-di-anni/1...
Hybrid1973
00Wednesday, January 19, 2011 11:19 PM
Re: Esploratori in un lago ghiacciato isolato da 14 milioni di anni!
neocomprensioni, 19/01/2011 18.12:

Vi segnalo questa interessante notizia.
Devo dire che le perforazioni in Antartide mi affascinano parecchio, chi ha letto Hancock e le numerose teorie sulla possibilità che l'Antartide non sia sempre stato ricoperto dai ghiacci, troverà spunti interessanti dalla lettura di questo articolo, nel quale si accenna, tra l'altro, anche alle possibili connessioni con forme di vita sviluppatesi sui satelliti Europa e Encelado:


ANTARTIDE/ Esploratori in un lago sotto il ghiaccio isolato da 14 milioni di anni Redazione martedì 11 gennaio 2011
Diffondi il Link a questo articolo
Il lago Vostok, un enorme specchio d’acqua incontaminato nell’Antartide, presto sarà raggiungibile per la prima volta. Gli scienziati russi stanno realizzando delle perforazioni, per liberarlo dallo strato di ghiaccio spesso quasi quattro chilometri sotto cui è sepolto il lago Vostok.

SIGILLATO DALLA PREISTORIA - L’obiettivo è estrarre dei campioni di acqua per analizzarli, perché si sospetta che vi si trovino delle forme di vita completamente sconosciute. A rivelarlo è il sito web physorg.com, che precisa che il lago Vostok è lungo circa 250 chilometri e largo oltre 50 (più o meno le stesse dimensioni del lago Ontario nel Nord America), ed è profondo oltre 800 metri. Il Vostok è isolato da tutti e 145 gli altri laghi subglaciali dell’Antartide. Ma l’aspetto più misterioso è che un involucro di ghiaccio ha sigillato il lago dal resto del mondo per gli ultimi 14 milioni di anni, e quindi al suo interno potrebbero trovarsi degli organismi antichissimi, in grado di svelare delle verità sconosciute sulla vita extraterrestre.

IL LAGO POTREBBE «ESPLODERE» - I primi piani per trivellare il ghiaccio fino ad arrivare al Vostok erano stati bloccati dall’Antarctic Treaty Secretariat (Ats) a causa delle preoccupazioni per il fatto che il lago potesse «esplodere» subito dopo la perforazione del ghiaccio. Un team di astrobiologi della Nasa aveva concluso nel 2003 che un’esplorazione del genere poteva essere pericolosa e causare una contaminazione, perché l’elevato contenuto di ossigeno e azoto all’interno del lago avrebbe fatto sì che l’acqua diventasse effervescente come una lattina di Coca Cola aperta dopo essere stata agitata. Ora, l’Ats ha approvato la valutazione ambientale per il nuovo tentativo degli scienziati dell’Arctic and Antarctic Research Institute (Aari) di San Pietroburgo. Il portavoce dell’Aari, Valery Lukin, direttore della Russian Antarctic Expedition (Rae) ha annunciato di avere scoperto un modo per raccogliere campioni dell’acqua del lago senza il rischio di creare danni.

VITA EXTRATERRRESTRE - Quando la trivellazione raggiungerà il lago, la pressione dell’acqua «spingerà nel pozzo verso l’alto il fluido della perforazione», facendolo così congelare. I ricercatori torneranno quindi durante la prossima estate antartica per rimuovere e analizzare l’acqua congelata. Il lago Vostok è supersaturo di ossigeno, con livelli stimati pari a circa 50 volte superiori rispetto a quelli di un normale lago d’acqua dolce. Lukin ha sottolineato che i ricercatori sperano di trovare organismi viventi nel lago, soprattutto nell’acqua mineralizzata vicina alla cima. Se si trovasse la vita, gli organismi sarebbero «estremofili», cioè con una capacità di adattarsi superiore a quella di tutti gli altri esseri viventi, e in grado quindi di sopravvivere anche in condizioni estreme. Inoltre, un’eventuale scoperta della vita nel lago vorrebbe dire che è possibile anche la vita su Europa, il satellite di Giove, e su Encelado, satellite di Saturno, che hanno un ambiente simile a quello del Vostok.

ULTIMI 100 METRI - Il gruppo degli scienziati russi non sa con certezza quando la loro perforazione raggiungerà il lago, perché la profondità esatta del confine tra ghiaccio e acqua non è conosciuta. L’obiettivo però è quello di raggiungere l’acqua entro la fine di gennaio e prima della fine dell’estate antartica, in cui ci troviamo ora. Il pozzo attualmente è profondo 3.650 metri, e si stima che manchino solo 100 metri per raggiungere la superficie del lago. La prossima fase utilizzerà una trivella meccanica e un misto di cherosene-freon per raggiungere i 3.725 metri di profondità. Mentre per l’ultimissimo tratto si ricorrerà a una nuova punta di perforazione termica con un fluido a base di olio di silicone pulito. E sulla «testa» della trivella sarà installata una telecamera. Attualmente i lavori stanno procedendo scavando quattro metri di ghiaccio al giorno.


TURISMO IN ANTARTIDE - Ma per i turisti sarà possibile visitare il lago Vostok? A partire dal 1966, il turismo nell’Antartide è cresciuto di anno in anno sempre di più. Come scrive il sito web lakelubbers.com, specializzato in vacanze sui laghi, oltre la metà dei visitatori proviene dagli Stati Uniti, ma i turisti di tutto il mondo considerano un viaggio nella calotta polare come un’avventura imperdibile. Ci sono diversi tour operator e organizzatori di crociere che esplorano l’Antartide, offrendo anche pacchetti viaggio tutto compreso. Nessuno di questi tour operator per ora si inoltra fino all’interno dell’Antartide, dove si trova il lago Vostok. Al contrario, molte escursioni turistiche si concentrano sulle opportunità di osservare la natura nell’oceano intorno al continente ghiacciato.

BALENE E PINGUINI - L’intera area costiera è un santuario internazionale delle balene, presenti in molte varietà. Sei specie di foche, 35 tipi di uccelli marini e 17 di pinguini abitano le rive e le acque costiere. I viaggi si concentrano di solito sulla Penisola antartica, che sporge dalla terraferma verso l’Argentina da cui dista 1000 miglia. La penisola si prolunga oltre il circolo polare antartico ed è più temperata, con migliori opportunità di osservare la natura e persino una qualche forma di vegetazione. Le isole che circondano la terraferma sono zone ancora migliori per i turisti amanti della natura. Il Vostok è certamente uno dei laghi più eccezionali al mondo. Visitarlo per ora è quasi impossibile, nonostante un team russo attualmente si trovi sul posto. Ma per chi desidera immergersi in un panorama estremo, è possibile prenotare un viaggio per l’Antartide, scegliendo il migliore tour operator e portando con sé tutto l’equipaggiamento per difendersi dal freddo. Quindi, non resta che prepararsi per il viaggio della vita, durante il quale sarà possibile fare amicizia con i pinguini e giocare con le balene.

(Pietro Vernizzi)

www.ilsussidiario.net/News/Curiosita/2011/1/11/ANTARTIDE-Esploratori-in-un-lago-sotto-il-ghiaccio-isolato-da-14-milioni-di-anni/1...




Ty, molto interessante!!
Interessato74
00Thursday, May 19, 2011 12:23 AM
Non è che ci scatena addosso qualche batterio o virus letale andato in ibernazione criptobiotica negli ultimi milioni d'anni? [SM=g27993] [SM=g27991]
sgittario
00Thursday, May 19, 2011 9:09 AM
Per quello che ne so io a marzo/aprile erano quasi arrivati alla meta, mancavano pochi metri. Solo che dovevano affrettarsi per il fatto che li sta arrivando l'inverno. Non so poi se ci sono riusciti....
Per quanto riguarda la possibilità che l'Antartide una volta non era coperta dai ghiacci è più che una teoria. Sono stati trovati anche diverse specie di ossa di dinosauri, e gli ultimi, se non sbaglio, l'anno scorso.
Interessato74
00Thursday, May 19, 2011 2:32 PM

Per quanto riguarda la possibilità che l'Antartide una volta non era coperta dai ghiacci è più che una teoria. Sono stati trovati anche diverse specie di ossa di dinosauri, e gli ultimi, se non sbaglio, l'anno scorso.



Infatti è più che una teoria. E' un dato di fatto. Fra l'altro non era tanto ghiacciata nemmeno durante l'ultima glaciazione (Wurm III, finito nell'8000 a.C.) che pure vide la massima espansione dei ghiacci negli ultimi centomila anni.
silvia.1983
00Tuesday, July 12, 2011 11:40 AM
Alien DNA
00Sunday, July 17, 2011 10:02 PM
"PORTA" SPAZIO-TEMPORALE IN ANTARTIDE
Non so se si è già parlato di questo qui in forum ma aggiungo lo stesso un articolo interessante per quanto riguarda l'Antartide.

newapocalypse.altervista.org/blog/2011/06/10/porta-spazio-temporale-in-antartide-scoperta-da-un-team-di-sci...
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:49 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com