Alessandria 1978, allarme ufo. Dopo trent’anni ecco un libro e un documentario in dvd

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Delfino azzurro82
00Tuesday, September 23, 2008 9:21 AM

Notizia interessante:


Alessandria 1978, allarme ufo.
Dopo trent’anni ecco un libro e un documentario in dvd




Sono passati trent’anni da una serie di avvenimenti insoliti che interessarono Alessandria e dintorni: avvistamenti UFO e incontri ravvicinati del secondo tipo che solo in parte ebbero l’onore delle cronache.

Nell’occasione il Centro Italiano Studi Ufologici (CISU) ha voluto celebrare l’anniversario di quel significativo periodo con la pubblicazione di un libro e un DVD.

Il progetto, intitolato significativamente "Alessandria 1978 - Allarme UFO", ripercorre gli eventi accaduti in questi luoghi attraverso materiale originale d’epoca (interviste, fotografie, ritagli di giornale) abbinato a colloqui svolti ai giorni nostri e nelle stesse località coi principali protagonisti e vengono anche svelati alcuni curiosi retroscena.

Il tutto narrato in prima persona da Paolo Toselli che all’epoca aveva svolto accurate indagini assieme ad altri ufologi e con l’ausilio delle interviste condotte nel 1978 dall’emittente locale Radio Alessandria International.
Il libro ed il documentario sono stati realizzati in collaborazione con Milagro Studio di Angelo Notti e con Lucia Olivero.

ALESSANDRIA, 1978 ALLARME UFO
Come reagireste se un mattino, davanti ai vostri occhi, un UFO si alzasse da un campo di granoturco a meno di 50 metri da voi e lasciasse come ricordo indelebile una misteriosa traccia?
E’ proprio quanto accaduto il 2 settembre 1978 a San Michele, frazione di Alessandria. Nel corso delle due settimane successive i dintorni del capoluogo piemontese furono interessati da un’eccezionale serie di avvistamenti UFO, tra cui altri incontri ravvicinati col rinvenimento di tracce al suolo, che ebbero gran risalto sui mezzi di informazione e videro l’interessamento anche di carabinieri e polizia.
A distanza di trent’anni, il Centro Italiano Studi Ufologici (CISU) ha voluto celebrare l’anniversario di quell’importante periodo con la pubblicazione di un libro e un DVD.
Il progetto, intitolato significativamente "Alessandria 1978 - Allarme UFO", ripercorre gli eventi accaduti in questi luoghi attraverso materiale originale d’epoca (interviste, fotografie, ritagli di giornale) abbinato a colloqui svolti ai giorni nostri e nelle stesse località coi principali protagonisti, e con lo svelamento di alcuni curiosi retroscena.
Il tutto narrato in prima persona da Paolo Toselli che all’epoca aveva svolto accurate indagini assieme ad altri ufologi e con l’ausilio delle interviste condotte dall’emittente locale Radio Alessandria International e conservate gelosamente nel tempo dallo stesso Toselli.
I fenomeni anomali che quel settembre 1978 interessarono Alessandria e dintorni non si limitarono all’atterraggio di San Michele. Ci furono altri rinvenimenti di tracce al suolo e avvistamenti ad alta e bassa quota di luci misteriose, che i giornali dell’epoca non considerarono. Degni di menzione la traccia circolare scoperta in un campo di stoppie di grano da un cacciatore intorno all’8 settembre in regione Cabannoni a Frugarolo, e il complesso episodio avvenuto la sera del 13 settembre a Spinetta Marengo. Numerose persone osservarono una “stella” di colore rosso cadere vicino al locale stabilimento Michelin, in una zona da cui si sollevò una specie di “tubo di luce”. Accorsi sul posto, nei pressi della Strada Statale 10 Alessandria- Tortona, i testimoni si trovarono di fronte ad un “incendio” in uno spiazzo semicircolare ricoperto da sterpaglie. Le fiamme però rimanevano circoscritte e da queste si alzò un’intensa nebbia rossastra ed acre. Alcuni osservarono un disco rosso alzarsi dalla nebbia e scomparire in verticale. Sul posto giunsero i vigili del fuoco che spensero l’incendio dalla Statale. Per tutta la sera la zona fu sorvolata a bassa quota da numerosi oggetti luminosi.
Il 2 settembre, poco dopo le 8 del mattino, ci fu l’avvistamento del “sigaro” dall’aspetto metallico che si sollevò dal campo di mais a San Michele, lasciando tre filari con i fusti piegati a 90° gradi. La sera ci furono ben due segnalazioni. La prima, intorno alle ore 21, di una palla luminosa osservata da Frugarolo sopra Casalcermelli. La seconda, alle 22.30. Mentre un giornalista sportivo transitava in autostrada notò sopra Spinetta una luce con movimento ascensionale. Scese dall’auto e riuscì a scattare due foto.
Altri avvistamenti seguirono, a Pozzolo Formigaro, a Sale, ad Alessandria, e la sera del 14 settembre, numerose persone osservarono da Vignale Monferrato per lungo tempo le evoluzioni su Camagna di corpi di luce dalla forma sferica e sigariforme.
Gli episodi alessandrini diedero il via alla “grande ondata del 1978” che interessò tutta la nostra penisola. Una vera e propria escalation di avvistamenti UFO, molti con protagoniste le forze dell’ordine ma anche piloti militari e civili, che raggiunse il suo apice a dicembre per concludersi a gennaio 1979. Sono quasi 2.000 gli avvistamenti catalogati dal CISU per l’anno 1978, un numero record, mai registrato in periodi precedenti e successivi.
Quell’anno si manifestò anche una vera e propria psicosi, dove l’UFO entrò a far parte del quotidiano in modo quasi ossessivo. Dal successo del film di Steven Spielberg “Incontri ravvicinati del terzo tipo” programmato nel nostro paese proprio a partire dal mese di marzo. Alla messa in onda sulla Rete 2 della RAI della serie a cartoni animati giapponese “Atlas UFO Robot”. Allo scherzo giocato dal settimanale satirico “Il Male” relativo allo sbarco ufficiale di extraterrestri sulla Terra. Sino al 31° Salone Internazionale dell’Umorismo di Bordighera che scelse gli UFO come tema di base sul quale far cimentare i vari vignettisti.
Cosa sorvolò i cieli alessandrini e si posò nei campi nel lontano 1978? Solo suggestioni? In qualche caso si potrebbe essere trattato di errate interpretazioni di comuni fenomeni celesti, quali stelle, pianeti e meteore. Forse anche qualche aereo. Ma altri episodi rimasero e rimangono non spiegati, come ad esempio l’atterraggio nel campo di mais a San Michele, che oltre ad essere entrato negli annali internazionali della storia degli UFO è tra l’altro uno dei pochi casi catalogati dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica e contenuto nel fascicolo “Avvistamenti oggetti volanti non identificati”.
Il libro “Alessandria 1978 – Allarme UFO” a firma di Paolo Toselli e con la prefazione di Danilo Arona, edito da UPIAR e l’omonimo DVD contenente il documentario prodotto da Milagro Studio e realizzato da Sergio Angelo Notti e Lucia Olivero, saranno disponibili a partire dal prossimo mese di ottobre.
In attesa del lancio ufficiale e delle altre iniziative promozionali, un trailer del documentario è stato reso disponibile su Internet e diffuso anche attraverso il canale You Tube.
Per ulteriori informazioni si può visitare il sito:
www.ufo.it/alessandria

Paolo Toselli
E’ nato ad Acqui Terme nel 1960, di professione impiegato direttivo presso l’azienda nazionale di distribuzione del gas, vive ad Alessandria ed ha incominciato ad interessarsi di UFO nel 1973, fondando un gruppo di ricerca sull’argomento ("A.C.O.M."). A partire dal 1978 si è dedicato in modo particolare agli aspetti psicologici, percettivi e sociologici delle esperienze UFO, sviluppando un interesse specifico per i cosiddetti "IFO", cioè gli oggetti volanti identificati.
Sull’argomento è diventato uno dei maggiori specialisti nell’ambito dell’ambiente ufologico internazionale. Una sua relazione dedicata ai casi IFO da un punto di vista socio-psicologico (presentata all’International UPIAR Colloquium on Human Sciences and UFO Phenomena, Salzburg, July 1982) è diventato un classico della letteratura specializzata. Toselli è autore di parecchi articoli pubblicati su ì riviste italiane e straniere.
A partire dai primi anni novanta si è dedicato attivamente anche all’argomento delle cosiddette "leggende metropolitane" (urban legends), diventandone un esperto a tal punto da pubblicare un libro sull’argomento (La famosa invasione delle vipere volanti e altre leggende contemporanee dell’Italia d’oggi), dirigere un’associazione specializzata (CERAVOLC) e formare un archivio unico nel suo genere per quanto riguarda l’Italia. Tra i soci fondatori del CISU, è redattore della rivista "UFO" ed un attivo investigatore di casi ufologici, soprattutto in ambito locale. Nel 1996 ha pubblicato il libro "FBI, dossier UFO - I veri X-Files" in cui vengono esposte le indagini dell’FBI nei confronti del fenomeno UFO in base ai documenti rilasciati attraverso il FOIA.
PUBBLICAZIONI
2005 - Le nuove leggende metropolitane - edizioni Avverbi
2004 - Storie di ordinaria falsità - edizioni BUR
2002 - 11 settembre. Leggende di guerra - edizioni Avverbi
1996 – Di bocca in bocca
1994 – La famosa invasione delle vipere volanti - edizioni Sonzogno

FONTE: www.inalessandria.it/articolo.asp?Id=14370

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:57 PM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com