ALIENI E PANTERE FANTASMA (RACCOLTA ARTICOLI)

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
ufoitaly
00Wednesday, January 5, 2005 5:33 PM
UFO e pantere
26 ottobre 2003. Da noi e' viva la leggenda delle “pantere” che di tanto in tanto terrorizzano centri abitati o campagne e sembrano sbucate dal nulla. In questi giorni, diverse pantere sono avvistate su e giu' per il Regno Unito, dove sono chiamate “ABC”, Alien Big Cats. Appaiono, terrorizzano, spariscono senza lasciare traccia. Negli U.S.A. Sono conosciute come Phantom Panthers o Ghost Panters e sono spesso correlate ad avvistamenti UFO. Si potrebbe pensare che gli ET le facciano scendere dai dischi volanti per consentire loro di espletare qualche bisognino e sgranchirsi un po’ le velocissime, artigliate zampe... R.M.


Un altro misterioso grande felino nel Regno Unito
9 novembre 2003. Alcuni nuovi avvistamenti di un grosso felino sono stati effettuati da cittadini di Northampton Township, localita' Bucks County (Regno Unito). I casi piu' recenti sono stati segnalati verso l'ora di pranzo, nei pressi di una scuola elementare. Il sergente della polizia locale Steven Heath ritiene che le segnalazioni vadano prese seriamente ed ha organizzato una pattuglia atrezzzata adeguatamente per la cattura di animali selvatici. Fonte CBS. Un ringraziamento a Federico Dezi. R.M


Novembre 2003: un’invasione mondiale di pantere?
Di Roberto Malini e Federico Dezi
Ottobre e novembre 2003, le segnalazioni di pantere, grossi gatti e altre belve simili a grandi felini si susseguono in diverse nazioni. In Scozia i quotidiani hanno riportato un numero notevole di avvistamenti nel nordest, nei boschi di Carnie (Westhill), nelle localita' di Borders, Fife, Ayrshire e altre, come riportano le relazioni della Scottish Big Cat Society ( www.scottishbigcats.org ). Un agente di polizia in pensione ha raccolto almeno altre 14 segnalazioni, sempre in Sciozia, nelle localita' di Muirhead, vicino a Dundee e nei dintorni di Kirkcaldy, Tayport, Denhead, Dunfermline, Letham, Kingskettle e Ladybank. La BBC ha riferito recentemente di un’apparizione della misteriosa “Bestia di Ongar”, simile a un grande gatto nero, nella contea dell’Essex (Regno Unito) e piu' precisamente in un campo a Stanford Rivers, vicino a Ongar. La CBS, dal canto suo, ha divulgato avvistamenti di grandi e misteriosi felini in localita' Bucks County,
presso Northampton. Contemporaneamente, sta facendo parlare ancora di sé la “Bestia di Hade Edge”, osservata da due testimoni nell’omonima localita', all’interno di un campo in localita' Dunford Road. Spostandoci da tutt’altra parte del mondo, in Nuova Zelanda una creatura simile a una pantera sta terrorizzando una zona agricola a Mid-Canterbury, nel sud. Per risolvere il problema e' giunto sul posto un esperto dell’Oranda Wildlife Park.
Pantere, puma, gatti selvatici di incredibili dimensioni, grandi gatti fantasma, belve soprannaturali: sono leggende urbane tra le piu' diffuse in tutto il mondo, anche in quei paesi dove i grandi felini proprio non appartengono alla fauna locale. Ma cosa vi e', in realta', alla base del fenomeno? La paura della notte, atavico ricordo di quando eravamo “uomini della foresta”? L’angoscia di trovarci a tu per tu con le forze animali che si agitano nel profondo del nostro inconscio, pronte a riemergere con la loro furia incontrollabile? Il timore del ”nemico”, un essere bestiale e diabolico che le religioni oppongono a un concetto di “bene” vicino a quello di “ragione”? Oppure semplicemente si tratta di animali fuggiti da zoo pubblici e privati, magari importati illegalmente ed allevati da incauti amanti –come il gigantesco Hagrid di Harry Potter- di animali non certo domestici? Personalmente, tanto piu' dopo aver intervistato nel corso degli anni alcuni testimoni italiani di avvistamenti di misteriose pantere e altre belve, propendiamo per le prime ipotesi. Il felino appartiene all’immaginario simbolico di tutti i popoli e di tutte le culture. In Egitto era una forza animale al servizio degli dei, capace di tagliare con il suoi artigli affilati la testa del maligno serpente Apophis. Anche Bashmet, la dea dalla testa di leone, era adorata quale divinita' della natura. In Grecia i gatti neri erano considerati messaggeri di Artemide, animali divini dotati di poteri soprannaturali. Vederli era un segno della presenza dell dea della caccia e delle selve. Lestreghe riprenderanno quella tradizione e considereranno i gatti, specie quelli dal pelo nero, come creature in grado di passare dal mondo fisico a quello soprannaturale. Secondo i Celti, i gatti potevano incarnare le forzedella distruzione; la dea Freyia viaggiava pero' su un carro trainato da giganteschi gatti. La psicanalisi interpreta il simbolo del gatto come equivalente alla donna; dunque esso si manifesterebbe in forme ambigue ed ansiogene in quelle culture che hanno relegato la donna in una dimensione negativa, oggetto di paura, desiderio di sopraffazione e pregiudizio. In quest’ottica si potrebbero spiegare alcune visioni: l’apparizione del gatto come ritorno della strega, che riemerge dall’oblio dell’inconscio collettivo o risorge dalle ceneri in cui era stata ridotta dal pregiudizio, dalla religione, dalla concezione patriarcale del potere.
ufoitaly
00Wednesday, January 5, 2005 5:35 PM
e ancora sempre da Ufoitalia

Pantere Fantasma: continuano gli avvistamenti
8 novembre 2003. La misteriosa pantera fantasma, su cui ormai le ipotesi zoologiche e criptoizoologiche si sprecano, continua a manifestarsi in Inghilterra. Questo fenomeno ha una leggera somiglianza con quello Chupacabras, il leggendario predatore terrore dell’America Latina. Le due tipolgie di belve, misteriose ed elusive, si dedicherebbero a caccia di bestiame, sono più volte avvistate ma, e qui l’interrogativo sorge spontaneo, mai fotografate (se si escludono immaginiopalesemente artefatte). Ritornando all’avvistamento dell’8 novembre, la signora Margaret Wainwright e la figlia raccontano ai giornali locali di aver incontrato la fantomatica “Bestia di Hale. L’animale, a detta delle due testimoni, sarebbe un grande felino nero, non tanto somigliante però alle pantere, forse più a un grosso gatto di montagna. Margaret e la figlia hanno visto il feroce animale inseguire e attaccare un gregge di pecore. Il predatore sarebbe stato successivamente osservato da altri testimoni in maggior dettaglio e descritto come un grosso gatto o altrimenti un animale dalle dimensioni di una pantera e le movenze da felino. Una caratteristica non comune, la grande agilità e potenza dell’animale. In Inghilterra, dove il fenomeno delle pantere fantasma vede il suo apice, ci sono due linee di pensiero a proposito. Lascio a voi giudicare: A) questi avvistamenti sono causati da pantere fuggite da circhi, zoo ecc. oppure B) sono originati dalle apparizioni di misteriose creature, abitanti in una dimensione parallela, come si dice anche di Chupacabras, Yeti e Bigfoot. Grazie a Robert Fischer. Federico Dezi

Ironbeast
00Thursday, January 6, 2005 11:32 PM
Io mi ricordo del caso della pantera di Torino, e mi sembra che quando c'era ero andato la in gita, ma non ho visto niente...[SM=g27969]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:44 AM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com