A Robè.. (identico al ng)

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Elisa
00Sunday, February 2, 2003 1:28 PM
eccomi qua, è un po' che non scrivo,
ma non potevo mancare di fare un mio commento
a questo importante libro,e, anche se la discussione risale a qualche gg fa
mi permetto di riprenderla.
dunque.. come commento generale direi sicuramente che Matano come scrittore
è ottimo: riesce a "intersecare" benissimo le sue emozioni con i fatti di
cronaca semplici.
Sicuramente io non ho colto tutto quanto e certe parti non le ho sentite
"mie" (insomma..
sono nata "qualche annetto dopo" rispetto agli anni '60... [SM=g27768] ma, come mi ha
detto
qualcuno, è assolutamente un affresco di una fase storica. Il libro mi è
piaciuto
molto, lo trovo estremamente diverso dagli altri, anche se sono rimasta
forse un po'
delusa che alla fine non abbia continuato a parlare di tutti gli album di
Lucio,fino
a Hegel, com'è solito negli altri libri: mi è piaciuto talmente tanto il suo
modo di
scrivere, che avrei voluto senitre i suoi commenti su TUTTOLUCIO.. ma dopo
aver
provato questa, se così si può chiamare, "delusione", ho pensato che è
assolutamente
giusto così, perchè Matano non ha voluto scrivere un libro su LUCIO
BATTISTI,ma
sulla nascita del mito di Lucio Battisti,avendola lui assistita
personalmente.
Quando mamma me l'ha regalato (anzi.. in verità me l'ha portato
babbonatale..:p mi ha
detto " non lo so eh.. non conosco Roby Matano e non so nulla di questo
libro,
ma dal titolo, dalla copertina, dall'immagine, e dandogli un'occhiata rapida
ho
capito che non è un libro commerciale, anzi il contrario è un libro VERO..
credo di aver fatto un buon acquisto x te,bella scelta" (testuale)
ed è proprio su questo "VERO" che mi volevo soffermare; avendo per una volta
la certezza che tutto ciò che ho letto corrisponde alla verità (e scusate se
è poco)
devo dire che pur comprendendo al 100% Roby Matano (alla fine ciò che è
successo
a loro succede anche nella vita di tutti i giorni,fra amici/amiche..)
mi sento anche dic apire lucio: nel senso che, non ho capito bene
se Lucio anche umanamente parlando (nel senso
rapporto completamente extra carriera) ha sbagliato, ( onestamente mi è
parso
di no,xchè cmq Lucio ha sempre continuato a cercarlo) ma per quanto riguarda
la vita professionale che avrebbero potuto condividere..beh..
se Lucio si fosse fermato all'affetto, alla stima, a ciò che lo circondava
e di cui era sicuro... sarebbe arrivato a scrivere un qualcosa come la voce
del viso?
(ho saltato un percorso,sono arrivata alla fine,ma voi sapete di che parlo)
lui nel suo modo di essere sempre così originale,all'avanguardia,con voglia
di sperimentare,
di essere perfezionista ha sempre cercato di andare avanti,di procedere, di
cercare
il meglio, di cercare nuovi stimoli. Evidentemente dai Campioni e da Roby
non
li sentiva + questi stimoli, edè andato avanti, per la sua strada. E'
criticabile sicuramente,
ma lui ha fatto un percorso, che tutti noi abbiamo ammirato,stimato, e che
non cambieremmo
con nessun altro cantante. Avrà lasciato qualcosa per strada, è vero, ma non
si può arrivare alla fine,
sapendo di avere avuto,dato e ricevuto TUTTO. da tutti.
Ripeto, io R.M. lo capisco benissimo,e dal suo punto di vista ha argione,
ma questo è il mio pensiero in merito su tutta la faccenda.
E cmq non sta a me giudicare, nè a nessuno di noi, questo è stato il pezzo
di storia
che LORO hanno vissuto, e che Roby ci ha stupendamente raccontato.
Ci ha dato una visione sincera, affettuosa e vera di una persona con la
quale, oltre ad essere
un artista strepitoso, ha condiviso un rapporto quasi fraterno.
Sono davvero contenta di averlo letto. Per la serie... alla faccia di chi
prova a dire
che "lucio battisti ha cominciato la sua carriera col il già celebre
paroliere mogol..."
maddddechè!
[SM=g27768]

Elisa
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:05 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com