2010/2011: Treviso-Sanvitese

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3
ZakkTV
00Thursday, December 30, 2010 12:08 AM
Quando avevamo vinto a San Vito, soffrendo, sembravano confermati timori e impressioni del precampionato. Il Treviso era una buona squadra, ma non abbastanza per sperare in campionato di vertice. Io per primo pensavo di aver battuto la classica squadra di bassa classifica, in grado di contare comunque su un giocatore di prima fascia come Cacurio. Il girone di andata ha ribaltato le nostre previsioni per entrambe le squadre, soprattutto per il Treviso.
Secondo me sarà durissima, questo l'ottimo rullino di marcia della Sanvitese dopo la prima di campionato...due sole sconfitte, una al Penzo (dopo sette risultati utili consecutivi, 4 vinte e tre pari) e una interna, molto sfortunata, col San Paolo.
Ricordo che Ferretti è in diffida.

Sanvitese - Treviso 1-2
Opitergin - Sanvitese 0-2
Sanvitese - Tamai 3-1
C.Concord - Sanvitese 1-2
Sanvitese - U. Quinto 2-2
Montecchi - Sanvitese 1-1
Sanvitese - Chioggia 3-1
Sanvitese - Belluno 2-2
Unione VeneziaMestre - Sanvitese 3-0
Sanvitese - Montebelluna 1-0
Rovigo - Sanvitese 0-0
Sanvitese - Este 3-3
Pordenone - Sanvitese 2-2
Sanvitese - SandonàJe 1-0
Kras Repe - Sanvitese 1-1
Sanvitese - San Paolo 1-2
Torviscos - Sanvitese 1-3
enricoutv83
00Thursday, December 30, 2010 12:35 AM
A vedere il loro percorso nel girone di andata direi molto bene...
Hanno perso solo con noi, con il venezia e con il san paolo, che però è stata la vera e propria mina vagante di questo campionato, in grado di vincere e perdere veramente con chiunque.
Per il resto, qualche punticino perso qua e la (in casa con il Belluno e magari a montecchio), ma per il resto hanno fatto un girone di andata monstre.
Se domani sia sandonà che chioggia dovessero vincere sarebbero settimi, ma a 7 punti da noi, e di certo non sono tanti..
Tiz_76
00Thursday, December 30, 2010 11:19 AM
la sanvitese ne avrà perse solo 3 finora ma io mi ricordo la cronaca e i commenti dopo Rovigo-sanvitese: una partita a senso unico, dominata dall'inizio alla fine, che solo l'imprecisione sotto porta e la sfiga hanno impedito al Rovigo di vincere (finita 0-0)
Dobbiamo solo giocare da Treviso

zonastadio
00Thursday, December 30, 2010 11:56 AM
bravi loro fin qui, niente da dire, però se vogliamo andare su queste sono partite da vincere assolutamente cercando anche di soffrire poco. spèro che i nostri mettano la stessa voglia vista con il concordia
magnani75
00Thursday, December 30, 2010 11:47 PM
giocare di mercoledi lavorativo però.....
Tiz_76
00Friday, December 31, 2010 8:35 AM
Re:
magnani75, 30/12/2010 23.47:

giocare di mercoledi lavorativo però.....



infatti,se giocavano il giovedì dell'epifania sarebbe stato meglio x tutti

TV DOSSON
00Friday, December 31, 2010 11:53 AM
Buona partita a tutti ,vittoria obbligatoria,squadra ostica, io non ci saro' ma Zakk. mi sostituirà egregiamente e Auguri di Buon Anno a tutti!
enricoutv83
00Friday, December 31, 2010 1:46 PM
Tiz_76, 31/12/2010 8.35:

magnani75, 30/12/2010 23.47:

giocare di mercoledi lavorativo però.....



infatti,se giocavano il giovedì dell'epifania sarebbe stato meglio x tutti


E' una scelta abbastanza insulsa; pensavo che la scelta fosse dovuta al fatto che la serie A gioca il giorno dopo, ma poi pensandoci bene la serie D gioca sempre in contemporanea con la serie A, quindi è strano che abbiano fatto un ragionamento del genere solo stavolta.
Resta il fatto che io non ho mai capito perchè in serie D giocano i recuperi infrassettimanali e le partite di coppa Italia al pomeriggio, quando potrebbero giocarli la sera per permettere a più persone di andare a vedere le partite.
zonastadio
00Friday, December 31, 2010 1:47 PM
credo che sia per un discorso di costi, ovvero per giocare la sera devi accendere i riflettori e non tutti vogliono farlo. oltre tutto considerando che più di tanta gente in d non viene, ecco spiegato il tutto
enricoutv83
00Friday, December 31, 2010 2:09 PM
Quindi la serie D non può accendere i riflettori mentre la terza categoria si?
ZakkTV
00Monday, January 3, 2011 2:43 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO Il sanvitese ha ricevuto il riconoscimento con lo juventino Delneri


Trofeo a Tortolo
L’allenatore d’oro


Venerdì 31 Dicembre 2010,
Spedire la palla in fondo alla rete non è più un problema. La partenza verso Varese dell'attaccante bosniaco Enis Nadarevic (30 gol nella passata stagione) non ha intaccato le potenzialità dei biancorossi del presidente Paolo Gini. Lui, che ha preso in mano le redini della Sanvitese in uno dei periodi (forse) più bui nella storia della società, è ormai preparato alle grandi sfide. C'è riuscito nello scorso campionato ottenendo una salvezza (con due giornate d'anticipo) quasi insperata; adesso sta vincendo un'altra scommessa: grazie a qualche acquisto mirato e alle garanzie che il vivaio può offrire, il divorzio con Nadarevic è già passato in secondo piano. «Non c'è più lui? Adesso segnano gli altri», dice il presidente con orgoglio, senza troppi giri di parole, davanti al centinaio di persone della cena sociale di fine anno in agriturismo a Coderno di Sedegliano.
«In mezzo a mille difficoltà - aggiunge - bisogna sempre tenere monitorata la situazione. Se navighiamo in acque tranquille il merito è della società, dei giocatori, del mister e di chi ci sostiene». Già, mister Gianni Tortolo. È lui l'uomo della provvidenza, che ha saputo creare intorno a sè un nucleo unito e caparbio. Un allenatore tutto d'un pezzo, che sta vivendo un'altra stagione esaltante. Questa volta senza aver dovuto cominciare a lavorare a Ferragosto. La sua passione e la sua dedizione nei confronti del calcio non sono passate inosservate: ha appena ritirato, insieme allo juventino Gigi Delneri, il premio di miglior allenatore della regione. Lui per i dilettanti, il bianconero di Aquileia per i "prof".
Una passerella di lusso per Tortolo, che da anni lavora sodo e in silenzio. L'intento, anche per la seconda parte del campionato, è continuare con la serietà di sempre. «Le ristrettezze economiche del momento - ricorda il presidente Gini - non sono da sottovalutare. Credo tuttavia che raggiungere la salvezza non sarà poi così difficile: questo gruppo ha orgoglio e tecnica».
ZakkTV
00Monday, January 3, 2011 2:48 PM
Messaggero veneto


Un’annata da Oscar per la Sanvitese

31 dicembre 2010 — pagina 21 sezione: Pordenone
And the winner is... la Sanvitese. Nessun dubbio: il 2010 del pallone provinciale si è colorato di biancorosso. L’anno che si chiude oggi ha visto come assoluto protagonista il club di Prodolone. Prima l’insperata e splendida salvezza, ora l’incredibile quinto posto in serie D: un ruolino di marcia tale che ha portato la squadra di Gianni Tortolo a fare incetta di Oscar e candidature. Miglior squadra, miglior giovane, una nomination in altre tre categorie: Sanvitese cannibale e pigliatutto. Ma non c’è soltanto la società biancorossa, l’annata ha avuto molti altri protagonisti. Eccoli nei sette Oscar che si è deciso di assegnare.
Miglior squadra. La Sanvitese, si diceva. Un Oscar frutto di dodici mesi impeccabili. Tra gennaio e febbraio, con 9 risultati utili su 12 gare, il team ha costruito la salvezza, conquistata poi matematicamente con la vittoria sul Concordia a metà aprile. Dopodiché, dopo aver condotto con sapienza il mercato, la squadra si è issata sino al quinto posto, risultato che nessuno pronosticava, a inizio anno: alle sue spalle si è piazzata la Virtus. Incredibile il 2010 anche per i roveredani, capaci di vincere il torneo di Prima categoria, salire in Promozione dopo ottant’anni di storia, e chiudere l’anno a due punti dalla vetta. Un capolavoro. Stesso discorso per il Gravis: con un micidiale mix di giovani e atletismo, la squadra, dopo un solo anno di purgatorio, è tornata in Seconda categoria, in cui ora è a pochi punti dai play-off.
Miglior tecnico. Proprio a Ezio Cesco, il creatore del miracolo Gravis, va “la panchina d’oro”. L’allenatore è riuscito nel sogno di molti colleghi: coniugare bel gioco, giovani e risultati. Una scommesse ardita e vinta con pieno merito. Applausi anche ai condottieri delle altre due squadre top, Sanvitese e Virtus Roveredo, ovvero Gianni Tortolo e Massimo Muzzin, ma non solo. Da copertina anche i fratelli Giordano, Marzio e Michele: il primo ha portato I Falchi in Seconda e ora è in zona play-off, mentre il secondo ha condotto il Vibate alla post-season e attualmente guida il torneo di Prima col Torre.
Miglior portiere. Con le sue parate ha “semplicemente” regalato la salvezza in C2 alla Sacilese: il portiere dell’anno è Angelo Calligaro. Il numero uno udinese si è consacrato tra i professionisti: solo l’assurda regola dei fuoriquota lo sta ora relegando in panchina. Alle sue spalle Luca Peruch, ottimo sia nel Sarone sia attualmente col Rivignano, mentre si è confermato ad alti livelli Claudio Argenton, il “guardiano” del Sesto/Bagnarola.
Miglior difensore. Si è riciclato centrale, è un infallibile rigorista e goleador. Il vincitore della categoria è Michele Salvadori del Montereale. Da terzino (ai tempi del Tamai) ad ala (a Maniago e a Tiezzo) a direttore del reparto arretrato: un riciclo continuo da cui il bianconero è uscito alla grande, sino a disputare un anno record: segno che il talento c’è, ed è tanto. Super 2010 anche per Fabio Campaner. Il capitano del Pordenone sta scoprendo una seconda giovinezza a 33 anni. Il ritiro è lontano, a questo punto, mentre ha tutta la carriera davanti Assane Mboup, centrale classe ’90 della Sanvitese: mai viste, da queste parti, sostanza, classe e forza fisica tutte assieme. Destinato ai “prof”.
Miglior centrocampista. Matteo Zusso, senza rivali. L’incursore dell’Azzanese vince a mani basse il premio. Perché a qualità e quantità, ha abbinato tanti gol: quasi 20, nell’anno in corso, cifra record per un centrocampista che, ora, merita la serie D. Ad alti livelli anche Mirko Ferro, del Sesto/Bagnarola, autore di 8 reti in questo torneo, da applausi il ritorno in campo di Max Zambon a Roveredo dopo un anno sabbatico. Citazioni, infine, per Luca Pegoraro, play-maker dell’Aurora, che abbina sostanza e gol, e Andrea De Cecco, capitano e simbolo della Sanvitese.
Miglior attaccante. Di bomber, ce ne sono numerosi, chi spicca su tutti, però, è Claudio Montagner. E non tanto per il primato nella classifica cannonieri di Prima categoria, quanto perché la punta del Caneva ha esibito talento e margini tali da pronosticargli un futuro al top tra i dilettanti. Dino Lorenzin dei Falchi si è rivelato decisivo nella volata promozione e ora è re dei bomber in Seconda. Quindi ci sono stati i soliti cecchini: Sonego (Cordenons), Della Negra (Virtus e Fiume), Antonio Luchin (Tilavantina). Citazione per Enis Nadarevic (Sanvitese) e Azdren Llullaku (Tamai): capocannoniere dell’ultima serie D il bosniaco, di quella attuale il kosovaro.
Miglior giovane. Da brutto anatroccolo al Pordenone a ottimo mediano nella Sanvitese: è la parabola di Mattia Michieli (’91). Gianni Tortolo gli ha dato fiducia e lui sta ricambiando con una crescita esponenziale. Vuoi vedere che a fine campionato torna neroverde? Con i “ramarri” vola Carlo Bortolin (’91), portiere, tra i pochi a salvarsi nella brutta annata del team cittadino, mentre ha disputato un grande 2010 Luca Romanin (’92), terzino, sia alla Sanvitese sia ora all’Azzanese.
Alberto Bertolotto

L’amichevole


31 dicembre 2010 — pagina 21 sezione: Pordenone
Sanvitese a Treviso col “bidente” Monti-Calcagni. Sembra questa la soluzione scelta da Gianni Tortolo per sopperire all’assenza di Cacurio nella gara del 5 gennaio. L’indicazione è emersa ieri, dall’amichevole giocata e vinta dai biancorossi con la juniores per 6-0 (doppietta di Lestani, De Cecco, Diaw, Garlatti e Calcagni). Il trainer palmarino è partito subito con le due punte: solo nella ripresa ha provato il tridente, con l’inserimento di Garlatti. Proprio questa scansione temporale fa pensare che Tortolo opti per le due punte. D’altronde, giocare al Tenni, per giunta con la capolista, consiglia già di suo di partire con un centrocampista in più e quindi, eventualmente, scoprirsi con l’andare dei minuti: l’esperienza indica di non essere troppo audaci in alcune gare.
Intanto, non hanno partecipato all’amichevole di ieri Cacurio, Ursella, Michieli e Geremia. I primi due sono ai box, non recuperabili per il 5; il mediano e il difensore sono rimasti fermi solo per un lieve affaticamento e al Tenni ci saranno. Ora la Sanvitese si ferma per due giorni: rientrerà il 2 e si allenerà il 3 e il 4 per rifinire i dettagli per la sfida col Treviso. (a.ber.)

Il custode della cripta
00Monday, January 3, 2011 5:46 PM
A quanto pare, sarà freddo ma non pioverà.
ZakkTV
00Monday, January 3, 2011 6:19 PM
Dal giorno dopo freddo, pioggia e rischio neve per chissà quanto...domenica siamo a Montecchio, dove hanno già rinviato almeno un paio di partite a causa delle condizioni del campo....ben che ci vada, giocheremo nel pantano.
Il Gera
00Tuesday, January 4, 2011 12:10 AM
Davvero Cacurio sarà assente?
ZakkTV
00Tuesday, January 4, 2011 12:15 AM
Sapevo che ti saresti gasato Gera [SM=g2172028] . Comunque la Sanvitese è temibile anche senza Cacurio, certo, lui è il giocatore più forte e la sua è un'assenza che sicuramente peserà. Almeno per quel che ho visto a San Vito.
enricoutv83
00Tuesday, January 4, 2011 12:39 AM
Re:
Il Gera, 04/01/2011 0.10:

Davvero Cacurio sarà assente?


E' fatta, puoi giocarti il jolly in altre occasioni
TV DOSSON
00Tuesday, January 4, 2011 8:17 AM
Aspetto vostri aggiornamenti, video e foto via email o cell. Vi ringrazio io alle 14:00 parto e sinceramente avrei optato per la partita, delle montagne ne ho viste anche troppe Forza ragazzi io saro' con voi comunque!
Il Gera
00Tuesday, January 4, 2011 11:16 AM
Re: Re:
enricoutv83, 04/01/2011 0.39:


E' fatta, puoi giocarti il jolly in altre occasioni




w la scaramanzia!
Seriamente, questa assenza è un macigno per loro!
In ogni caso sarò presente: doppio pranzo dai suoi, cena dai suoi zii, 2 passeggiate, 4 giretti in montagna, 3 centri commerciali.
Secondo te non me lo sono meritato un sano pomeriggio allo stadio?
[SM=x397204]
Tiz_76
00Tuesday, January 4, 2011 11:46 AM
1) almeno guardando le statistiche il vero bomber della sanvitese è un certo Monti (7 gol come Cacurio ma senza rigori)
2) a noi non cambia poi molto che manchi un loro attaccante in quanto siamo noi a doverla buttare dentro,non loro.
enricoutv83
00Tuesday, January 4, 2011 12:55 PM
Re: Re: Re:
Il Gera, 04/01/2011 11.16:




w la scaramanzia!
Seriamente, questa assenza è un macigno per loro!
In ogni caso sarò presente: doppio pranzo dai suoi, cena dai suoi zii, 2 passeggiate, 4 giretti in montagna, 3 centri commerciali.
Secondo te non me lo sono meritato un sano pomeriggio allo stadio?
[SM=x397204]

Assolutamente si, anche perchè poi ci sono 3 partite di fila contro squadre meno interessanti e quindi ci rivedremo contro il Rovigo. [SM=x1465534]
ZakkTV
00Tuesday, January 4, 2011 3:08 PM
La Tribuna di Treviso

Treviso e la voglia matta: prof a maggio

Capitan Ferronato suona la carica: siamo noi la squadra da battere

di Silvano Focarelli
zoom
Treviso e la voglia matta: prof a maggio
Mercoledì si riparte: inizia il girone discendente, quello che dopo altre 17 partite l' 8 maggio prossimo proclamerà l'eletta nel calcio pro. Il Treviso e il Venezia, tanto per cambiare, sono di nuovo a braccetto, a 3 punti incalza il Rovigo, a 4 il Tamai. Nessuno ha la sfera di cristallo per scrutare il futuro più o meno prossimo, ma il capitano biancoceleste Alessandro Ferronato fa il punto della situazione. «Forse i pronostici non sono stati rispettati in pieno, alcune squadre molto accreditate la scorsa estate sono in ritardo. Il Venezia è agguerritissimo e ha anche lavorato sul mercato, al Rovigo sono tornati tutti, non do per morto nemmeno il SandonàJesolo: sarà stata pure discontinua ma è forte e potrebbe iniziare una serie positiva. Noi non ci nascondiamo di sicuro, già abbiamo un nome ed un blasone da difendere, poi c'è il particolare che siamo anche primi: normale che gli altri quando ci affrontano ce la mettano veramente tutta». Pur sconfitti una sola volta nel girone di andata siete appaiati a chi ne ha perse cinque: ora si capisce quanto pesano quei quattro pareggi di fila. «E' vero. Magari sarebbero state meglio due vittorie e due sconfitte... Noi abbiamo sempre fatto della regolarità la nostra arma migliore, pareggiare significa anche non perdere, purtroppo di quelle quattro partite pareggiate due ci hanno lasciato un po' di rammarico, gli altri due pareggi forse erano giusti... Si dice che alla fine gli episodi si compensino ed io ci credo, per cui accettiamo ciò che è stato, pensando che c'è tutto un girone di ritorno da vivere e combattere». Tra poco ospiterete la Sanvitese, classica squadra sottovalutata ma che senza il punto di penalizzazione sarebbe ad un punto dal SandonàJesolo... «Me la ricordo, a San Vito al Tagliamento, nella loro tana all'esordio in campionato: noi eravamo un'incognita, loro avevano alle spalle non so quanti anni di serie D. Buonissima squadra, aggressiva, corre molto, insomma, davvero una bella "rogna". Magari fallisci un paio di palle gol, non trovi subito la rete e la gara si complica».
Tuttavia bisogna dire che solitamente le vostre esibizioni casalinghe sono piuttosto convincenti. «Sì, sono dell'avviso che in casa nostra siamo abbastanza concreti, io però guardo una partita alla volta e ci vado cauto, anche con le pericolanti, come il Montecchio che affronteremo dopo e che, però, ha vinto a Padova in casa del San Paolo». Secondo te per essere promossi basteranno altri 34 punti? «Ho la sensazione di no, forse ce ne vorranno 36 o meglio ancora 38: bisogna vedere che cosa succederà con le altre squadre, se magari molla qualcuna di loro. Perché un conto è giocare adesso contro una squadra che ha delle motivazioni, un altro contro la stessa che non ne ha o ne ha poche. Comunque, lo ripeto, non mi va di fare programmi a lunga scadenza, oltretutto ora mi sembra davvero prematuro». Dunque, per il girone C della serie D, si tornerà in campo già dopodomani. Al Tenni arriverà la Sanvitese. La prima di ritorno nella Marca si completerà con le «Furie rosse» di mr Tossani che chiederanno strada al fanalino di coda Belluno. Il Montebelluna giocherà a Torviscosa, in casa anche il Quinto contro il ChioggiaSottomarina.
3 gennaio 2011


TV DOSSON
00Wednesday, January 5, 2011 8:07 AM
Dal Gazzettino formazione:
Sartorello,Cernuto,Visintin,De Bortoli,Brunetti, Ferronato, Spinosa, Bandiera, Torromino, Ferretti, Perna
Arbitro Moro di Latina
Si prevede sole ma treschino, forza ragazzi!
magnani75
00Wednesday, January 5, 2011 8:14 AM
ci sarà la diretta??? maledetto chi ha deciso di giocare di prefestivo....mercoledi lavorativo per me!!!
steno76@
00Wednesday, January 5, 2011 8:22 AM
Dopo aver perso Capodanno per virus intestinale almeno il Treviso non me lo toglie nessuno, ho preso permesso per oggi pomeriggio [SM=x397168]
dart1972
00Wednesday, January 5, 2011 9:41 AM
Re:
steno76@, 05/01/2011 8.22:

Dopo aver perso Capodanno per virus intestinale almeno il Treviso non me lo toglie nessuno, ho preso permesso per oggi pomeriggio [SM=x397168]



ANCHIO
steno76@
00Wednesday, January 5, 2011 10:11 AM
Re: Re:
dart1972, 05/01/2011 9.41:



ANCHIO




Magari te l'ha attaccato qualche simpatico nanerottolo che vive a casa tua o che ci viene spesso? [SM=x397168]
dart1972
00Wednesday, January 5, 2011 11:22 AM
Parlavo del permesso.
enricoutv83
00Wednesday, January 5, 2011 11:54 AM
Re:
magnani75, 05/01/2011 8.14:

ci sarà la diretta??? maledetto chi ha deciso di giocare di prefestivo....mercoledi lavorativo per me!!!

Se qualcuno sta davanti al pc gli mando io i messaggi..
magnani75
00Wednesday, January 5, 2011 2:18 PM
che tristezza....10 minuti all inizio e sono in ufficio...sarà una sofferenza seguirla da qui....anche se il lavoro che fate è eccezzionale!!! non avrei mai pensato di poter seguire il Treviso in un sito internet...bravi ragazzi!!!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:12 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com