POZIONI APPROVATE IN ATTESA DI COMPRARE GLI INGREDIENTI

Syrenantia
00Friday, April 1, 2016 12:31 AM
Giacenza massima impostata a 3 mesi [SM=g27988]
Damosh
00Tuesday, July 9, 2019 8:06 AM
Crema di caffe e nocciola

Liquore corposo e piacevole che alla dolcezza della crema di latte e nocciole aggiunge un lieve aroma di caffè ed un retrogusto alcolico pur non direttamente percettibile. Adatto anche a chi non ama gli alcoolici.

Quantità: 10 bottiglie

Ingredienti: caffe – 2 nocciole –alcool –vaniglia- latte

Preparazione:
Prendere una lama e incidere per il lungo il baccello di vaniglia nel centro. Con le dita allargare la fessura e raschiare la parte interna della bacca così da estrarre i semi. Aggiungere l’intera bacca nel latte caldo e portare ad ebollizione a fuoco basso. Appena il composto inizia a sobbollire aggiungere man mano due dosi di polvere di nocciole, sgusciate e pestate finemente al mortaio. Utilizzare ora un alambicco a fuoco medio dove, insieme all’alcool, verrebbe messa una dose di polvere di caffè. Da questo procedimento si otterrebbe un distillato di caffè che, infine, andrebbe ad essere incorporato gradualmente nel composto principale, in quantità variabile a seconda del gusto e dell’intensità alcoolica.
Damosh
00Wednesday, July 17, 2019 3:53 PM
Unguento refrigerante

Unguento dalla consistenza gelatinosa, di color trasparente e dall’aroma vagamente mentolato. Arricchito con i principi attivi ricavati dalla menta e dall’alloro, spalmato sulla pelle causa una sensazione di refrigerio dal turno successivo alla sua applicazione, andando a contrastare la spossatezza dovuta al caldo per una durata massima di 3 turni.

Quantità: 10

Ingredienti: Acetosa di bosco – Alloro –Menta –acqua – aloe- alcool

Preparazione: mettere a macerare le foglie di aloe in una ciotola con pari quantità di acqua e alcool per la durata di un paio di giorni. Al termine dei due giorni schiacciare delicatamente le foglie per trarne la linfa che, dopo la macerazione, avrebbe una consistenza leggermente gelatinosa, sulla quale infondere a mano a mano del succo di menta, per mantenere la poltiglia fresca e della giusta consistenza. Preparare un infuso utilizzando le foglie di acetosa essiccate e tritate finemente, che andranno infine filtrate. Lasciar raffreddare l’infuso ed unirlo gradualmente ad una poltiglia di alloro, ottenuta battendo l’erba nel mortaio. Mescolare delicatamente tutte le componenti in modo che la consistenza gelatinosa diventi uniforme e riporre negli appositi contenitori.
Damosh
00Wednesday, July 24, 2019 2:00 PM
Nome: Mille Api

Stato: poltiglia.
Quantità: 5 fiale.
Durata: dal turno successivo l’avvenuto contatto, il veleno avrà effetto per quattro turni.

Ingredienti:
- Medusa x1 [gonfiore, vesciche, bolle, dolore/bruciore]
- Acqua x1 [Accompagna il veleno di medusa]
- Ortica x2 [urticante]
- Sabbia x1 [consistenza]
- Daphne Mezereum x2 [vesciche sulla pelle ed emorragie]

Preparazione:
Munirsi di guanti per poter prendere tra le mani i tentacoli della medusa, tagliarli tutti dalla base e poi tagliarli in altri pezzetti più piccoli su un tegame di legno. Versare i pezzi nel mortaio, comprendendo con essi i liquidi fuoriusciti, e iniziare a pestarli per far sì che le sacche di veleno estraggano tutto il loro contenuto.
Trasferire i liquidi ottenuti in un altro contenitore attraverso l’uso di un colino o un setaccio di maglia fine per trattenere i residui solidi, dopo di che unire mezzo bicchiere di acqua dolce fredda e mescolare bene.
Con ancora i guanti alle mani passare ora all'ortica fresca, separando le foglie dallo stelo e triturarle per poi introdurle nel mortaio. Pestare nuovamente il tutto in modo da ottenere una consistenza più cremosa, dopo di che unire al contenitore con il veleno della medusa e mescolare bene.
Raccogliere le bacche dalle piante della Dapne Mezereum e ridurle in polpa all'interno del mortaio. Raccogliere la polpa all'interno di un setaccio di maglia fine e strizzarla in modo da far colare il succo in un contenitore ed infine unirlo al composto precedentemente preparato e mescolare di nuovo.
Setacciare la sabbia per eliminare agenti contaminanti e aggiungerne un pugno al composto per fargli assumere una consistenza cremosa ed infine travasare il tutto nella fiala.


Descrizione dell’effetto: Il veleno della medusa, entrando in contatto con la ferita della vittima, infetta la parte del corpo colpita iniziando a gonfiarla e dare un primo forte senso di bruciore, incoraggiato anche dalla presenza di acqua dolce inserita nel composto. L’effetto dell’ortica unito al veleno delle bacche della Daphne Mezereum -le quali, inoltre, donano il colore al prodotto finale- completano l’azione della medusa ottenendo di conseguenza le piaghe sulla pelle che partono dalla parte del corpo colpita per poi estendersi sempre di più sulle parti prossime ad essa variando questa estensione a seconda del metabolismo della vittima. Queste piaghe aprendosi provocheranno la perdita di 5 PF a zona coinvolta dall'infezione a discrezione del master. Il veleno avrà effetto dal turno successivo all'avvenuto contatto e durerà al massimo quattro turni, i primi due dei quali sono fissi mentre gli ultimi due saranno determinati dal lancio di un D2.

Effetto in 500 caratteri: Veleno rosso da spalmare su un’arma che, entrerà in circolo dal turno successivo al taglio, provocando un’infezione che parte dalla zona colpita per estendersi alle parti più prossime ad essa. Quantità e velocità variano in base alla vittima. Si presenta con una serie di piaghe che si apriranno provocando 5PF di danno a zona infetta (braccio e avambraccio o più, a discrezione del master). Il veleno dura per 2 turni +d2 ulteriori.
Damosh
00Monday, August 26, 2019 9:49 PM
Nome: Egocentrismo Illusorio

Ingredienti: Amanita Muscaria, Amanita Pantherina, Ayahuasca; Belladonna

Procedimento: Pulire sotto acqua corrente l'Amanita Muscaria. Dopo che il fungo sia stato perfettamente ripulito lasciarlo macerare con acqua e birra per almeno due giorni. Dell'altro fungo invece, Pantherina, ricavarne solamente il cappello: triturarlo e schiacciarlo, ogni tanto aggiungere poca acqua bollette con un mestolo fino a raggiungere una consistenza quasi gelatinosa. Le bacche di bella donna e due foglie della pianta, dopo averle lasciate essiccare, vanno pestate con un mortaio; successivamente vanno aggiunte alla poltiglia del fungo precedentemente ottenuta. La particolarità della creazione di questo veleno risiede nel fare attenzione che l'acqua all'interno del calderone ( all'inizio) non raggiunga un'altissima temperatura; infatti il fuoco non va costantemente ravvivato. Tutti gli ingredienti fino ad ora ottenuti attraverso il dovuto trattamento vanno inserite nel calderone; mescolare il tutto fin quando il colore dell'acqua non diventa di un rosa molto chiaro. Procurarsi liane di Ayahuasca, le quali vanno sfibrate sommariamente e poi messe a bollire con gli altri ingredienti. E' nella conclusione della preparazione che l'acqua deve bollire. Mescolare insistentemente.

Effetti: Veleno gassoso con raggio di azione di 5 metri. Al turno successivo all'inalazione chi è vittima del veleno vedrà al posto di ogni pg/png che si sta osservando, distante massimo 5 metri da lui, l'immagine riflessa di se stesso: aspetto fisico, equiq e tono di voce nello stato di allucinazione saranno gli stessi, escluse le azioni che rimarranno quelle esatte del pg/png che si sta guardando. Durata del veleno 3 turni.

Quantità: 10
´Lux
00Thursday, September 12, 2019 3:38 PM
Eccomi qua, habemus role per il mille api!
Ringrazio Damosh per la pazienza portata :3

Ordine effettuato presso i mercanti: 17/07/2019 ad Asarn dalle 13.55 circa.

Acquisto degli ingredienti: 11/09/19 Asarn dalle 14 circa.

Preparazione del veleno: 12/09/19 Asarn dalle 14:30 circa
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:18 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com