[Planet Manga] Mai, la ragazza psichica

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Rukkio de Ruchis
00Wednesday, December 28, 2005 1:54 AM
MAI, LA RAGAZZA PSICHICA



La Wisdom Alliance è un'organizzazione segreta che controlla la politica internazionale, fino al punto di influenzare le strategie delle stesse super-potenze e determinare lo svolgimento della storia. Per perseguire i suoi scopi ha individuato e tiene sotto stretta sorveglianza, alcuni ragazzi dotati di particolari poteri ESP.
Tra questi c'è Mai Kuju, una spensierata e allegra quattordicenne di Tokyo, dotata di straordinarie capacità psicocinetiche, delle quali è solo vagamente consapevole. La Wisdom Alliance si attiva per rapire la ragazza, tramite la sua agenzia di spionaggio presente in Giappone e diretta da Senzo Kaieda. Mai sfugge alla cattura, ma si deve separare dal padre.
Per Mai inizia una lotta per la difesa della sua libertà, durante la quale incontra nuovi amici, diventa consapevole dei propri poteri e dell'importanza di usarli nel giusto modo, affrontando altri ragazzi dotati come lei ma al servizio della Wisdom Alliance.

Questa a grandi linee la trama di quest'opera, raccolta in sei corposi volumi da Planet Manga (pubblicata tra il 2001 e il 2002) e riadattati servendosi dell'edizione giapponese (la precedente edizione Granata Press utilizzava il materiale americano).
Alla sceneggiatura troviamo Kazuya Kudo, già noto per aver scritto Pineapple Army (pubblicato sempre da Granata Press e disegnato da Naoki "20th Century Boys" Urasawa); ai disegni ci delizia come sempre il maestro Ryoichi Ikegami, il cui tratto è più acerbo rispetto ad opere come Sanctuary, ma non per questo meno realistico e preciso. I giochi di ombre e il chiaroscuro dominano le tavole, così come il senso di dinamicità e di azione.



Dal punto di vista narrativo non c'è nulla da dire, la storia scorre bene e si arricchisce di colpi di scena a scontri a base di poteri esp, senza risparmiare niente e nessuno. Forse il finale non mi ha soddisfatto particolarmente, ma questa è più che altro una considerazione soggettiva.

I personaggi, anche quelli per così dire "secondari", sono ottimamente caratterizzati e non mancheranno di stupirvi nelle loro azioni. In particolare sono rimasto molto colpito dal cambiamento del vecchio Sanzo Kaieda e del suo rapporto con il gigante Tsukiro, ma sarò buono e non rivelerò niente..
Sicuramente però il personaggio più caratterizzato è Mai, che nel corso della storia maturerà in maniera incredibile: da ingenua e spensierata studentessa, sempre bisognosa di appoggiarsi a qualcuno, realizzerà di essere diversa e di dover prendere saldamente le redini del suo destino e di quello dell'umanità. In questa difficile battaglia si troverà sola, sola ad affrontare esseri umani come lei e combattuta interiormente su quale sia la scelta giusta.

Come avrete intuito questo manga mi è piaciuto molto, vuoi per la trama ottimamente costruita, vuoi per i disegni di Ikegami, questa è un'opera che mi sento di consigliare.







Bud-
00Wednesday, December 28, 2005 9:17 AM
L'hai preso alla fine!

Dopo Sanctuary per me è l'Ikegami più riuscito (ma non ho mai letto Crying freeman...).
Io ho sia la versione granata che la planet, tutto sommato adattamenti e traduzioni sono quelli, anzi, mi pare che qualche tavola sia stata fotocopiata dalla planet per le onomatopee.
Oxido
00Wednesday, December 28, 2005 9:29 AM
Qualunque sia lo sceneggiatore, le ragazze di Ikegami sono sempre in evoluzione da un punto di partenza "normale" a uno di arrivo "consapevole" e di solito di primaria importanza nazionale/mondiale. Notevolissimo poi il contrasto fra le figure femminili emancipate e quelle sottomesse, in questo manga non ricordo ma in altri balza all'occhio. Ikegami è sempre molto attento a far risaltare l'indipendenza e la volontà delle protagoniste rispetto alle figure femminili di contorno, sempre molto classiche (nel senso sociale giapponese del termine)
Rukkio de Ruchis
00Wednesday, December 28, 2005 11:41 AM
Sicuramente le figure femminili di un certo rilievo sono rappresentate in tutt'altra maniera rispetto ad una passante, ad una compagna di classe, ecc..
In questo caso Mai e la ragazzina tedesca dotata anch'essa di poteri, ma anche la dottoressa americana in Sanctuary ha una caratterizzazione molto particolare. Sono d'accordo con Oxi, anche se penso che su questo aspetto influisca anche la mano dello sceneggiatore.
djufo
00Wednesday, December 28, 2005 7:02 PM
Mmm...lo leggevo ai tempi della Granata, su Zero mi pare...
Mi piaciucchiava pure. [SM=x53115]
caitli
00Thursday, December 29, 2005 12:36 AM
Leggevo anch'io questo manga ai tempi della Granata.
Mi piaceva particolarmente, per tematica e stile grafico (come tutti i lavori di Ikegami).



Poi purtroppo interruppi l'acquisto dell'albo, che comunque non andò mai alla fine.
Effettivamente son solo 6 volumi...prima o poi li devo comprare.







caitli
romano74
00Saturday, December 31, 2005 12:20 PM
Anche a me il finale di Mai ha lasciato perplesso, ma non perchè l'autore ha sbagliato. Perchè invece mi è sembrato quasi un finale forzato, c'è ancora qualcosa da scrivere se l'autore avesse voluto..........non sembra finita lì. Tutto qua, mi dava un senso di incompletezza!!!!

Romano

[Modificato da romano74 31/12/2005 12.27]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:16 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com