"Evilenko"-David Grieco

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
hiara
00Thursday, May 26, 2005 2:53 PM
Evilenko-David Grieco
Titolo originale: Evilenko, il comunista che mangiava i bambini
Nazione: Italia
Anno: 2004
Genere: Drammatico, Horror
Durata: 106
Regia: David Grieco
Sito ufficiale: www.evilenko.com


Cast: Malcolm McDowell, Marton Csokas, Frances Barber, Ronald Pickup, Vernon Dobcheff, John Benfield
Produzione: Mario Cotone
Distribuzione: Mikado
Data di uscita: 16 Aprile 2004 (cinema)




"Evilenko" non indugia nel desiderio irrefrenabile di assaporare il terrore e la sua polpa disfatta, ma cerca di insinuarsi suadente e vigile nell'investigazione e nella storia. Le tracce del film-documentario, con catalogazione di date, sovraimpressioni, volti impressionanti eppure numerici, scorrono fluide in una placida e ovattata apparenza, intoppando nei baluginanti istanti in cui la perversionbe domina la trama. Il recupero del viso decadente di Malcom McDowell e la traccia melanconica e intimista di Angelo Badalamenti sfaldano sapientemente il substrato sociologico e storico del film, lasciando lo spettatore attonito di fronte al rabbioso impulso di accusa e denuncia. Curiosa è l'insistenza sulle proprietà ipnotiche del mostro di Rostov, che si approfondiscono nell'unica scena che irrompe nello stomaco, nel finale, ovvero il confronto tra l'imputato e il poliziotto. L'omertà nella Russia all'alba della divisione e del caos e l'incisiva sottolineatura delle ossessioni nostalgiche e radicate nel protagonista si fermano sulla carne marcia, sulle nudità imponenti che trapelano innocenza e fantasmi. Il vampirismo di Evilenko finisce di impossessarsi di corpi e intelligenze sul suono di "Angels go to heaven", e tutto si interrompe lasciando brandelli di psicologia e di contatto umano sospesi, insoddisfatti, persi nell'aura magica della mano incredibilmente leggera del "mostro", che gioca con la sua espressione indescrivibile nell'ultimo fotogramma.

voto:7

[Modificato da hiara 26/05/2005 14.57]

Gewissen
00Saturday, May 28, 2005 5:57 PM
anche a me è piaciuto e mi ha anche un po' disturbato, il che non guasta mai.
hiara
00Saturday, May 28, 2005 7:07 PM
per me il cinema deve necessariamente disturbare (e non intendo con questo dire che deve farlo nello stesso modo di "evilenko"). però vallo a far capire ai cubb..ehm, a quel 99 per cento dell'audience in cerca di rilassamento.
certo "evilenko" stimola una curiosità che non appaga. c'è molto di magico, di imperscrutabile nonostante la crudelà della realtà che mostra.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:07 AM.
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com