Print | Email Notification    
Author

Le ferrate più difficili delle Alpi?

Last Update: 9/5/2011 2:02 PM
8/22/2011 6:45 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1
Registered in: 8/22/2011
Junior User
OFFLINE
Ciao a tutti.

So che la Gamma2 e la Pisetta sono tra le più difficili in Italia.
Mi piacerebbe sapere sapere quali altre ferrate hanno difficoltà altrettanto elevate (se non maggiori), considerando non solo il nostro paese ma anche tutto il resto dell'arco alpino.

Grazie a tutti!!
8/22/2011 11:17 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 94
Registered in: 7/30/2010
Junior User
OFFLINE
se intendi il parametro tecnico puo anche starci....ma la ''difficoltà'' di una ferrata la si valuta tenendo conto di tutti i parametri in gioco:lunghezza,dislivello,tecnica,punti d'appoggio,altitudine,tratti non assicurati,esposizione(nord,sud,est o ovest)ecc.....quindi io direi senza esitare COSTANTINI tutta la vita!!!!il giudizio resta sempre e comunque soggettivo come tutti sapete ciao
8/23/2011 6:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
nicolo81, 22/08/2011 23.17:

se intendi il parametro tecnico puo anche starci....ma la ''difficoltà'' di una ferrata la si valuta tenendo conto di tutti i parametri in gioco:lunghezza,dislivello,tecnica,punti d'appoggio,altitudine,tratti non assicurati,esposizione(nord,sud,est o ovest)ecc.....quindi io direi senza esitare COSTANTINI tutta la vita!!!!il giudizio resta sempre e comunque soggettivo come tutti sapete ciao




approvo in pieno ;) per quanto riguarda il mio punto di vista altre ferrate difficili sono: STELLA ALPINA, SciClu18 (anche se sono contrario al rifarla perchè è una vergogna che abbiano intaccato una via di V+ che era sempre un piacere!), Piazzetta, Mesules (solo se compiono tutte le mesules da piz gralba in poi e discesa dalla val lastria) e non da sottovalutare anche la Carega do Diao che ampliata recentemente propone alcuni passaggi molto impegnativi. Per giustificare il mio metro di giudizio ti spiego brevemente come interpreto le ferrate: il cavo per me non c'è, solo in casi estremi se serve fare in fretta ecc ecc. La via ferrata è per me concepita come ascesa totalmente sicura con ausilio estremo del cavo nel caso in cui non si riesca o si possa avere tempo/possibilità di andare avanti.
8/23/2011 6:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 641
Registered in: 5/19/2008
Senior User
OFFLINE
ciao Lupo.....
io invece penso che la progressione in ferrata VADA fatta usando il cavo come mezzo di progressione.....magari apriamo un post apposito....

il concetto è che in ferrata se cadi (ed è più facile farlo che facendo alpinismo...se non usi il cavo....magari spiegerò perchè nel post) per solo 1 metro e mezzo sei gia ad un fattore di caduta di 2,5!!!!...quando fai alpinismo non puoi mai superare il fattore di caduta 1...!!...

bella differenza no??


ciaoù
8/23/2011 6:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 323
Registered in: 11/4/2006
Senior User
OFFLINE

....mi sono sempre chiesto una cosa e cioe': se uno cade in ferrata si fa molto piu' male rispetto a uno che cade da primo mentre sta arrampicando?......mi do gia' la riposta:si,e' molto peggio cadere in ferrata.....1- fattore caduta su dissipatore di un metro circa e' ben diverso che su una corda da arrampicata. 2- spesso nelle ferrate ci sono cambre,staffe,chiodi sporgenti e se ci sbatti le ganbe o peggio le palle sopra..........3- chi ci cassicura che in aso di aduta i moschettoni tengono e non si rompono? a parte la Pertini,fatta alla francese con i nuovi criteri,il 99% delle ferrate in Dolomiti almeno sono tutte di vecchia concezione........detto cio' dove e' questa assoluta sicurezza di cui parli per esempio tu Lupo? e come te tantissimi altri,fra cui molti miei amici......se e' per il discorso "sicurezza" allora e' proprio il contrario,cioe' meglio attaccarsi al cavo di ferro soprattutto nelle ferrate verticali e molto difficili e non rischiare niente......senno' uno va ad arrampicare e non a far ferrate......chiaramento poi uno e' maggiorenne e fa quello che vuole ma,a me interessava mettere in dubbio il discoso sicurezza in ferrata........


ciao BRUNO

Ricordetelo ben, se rampega prima cola testa, po' coi pei, e sol ala fin cole man." (Bruno Detassis)
8/23/2011 6:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 324
Registered in: 11/4/2006
Senior User
OFFLINE


.....non ci redo SHERPA61...ci siamo letti nel pensiero,mentre scrivevo io stavi scrivndo anche tu la stessa cosa.....INCREDIBILE..........

Ricordetelo ben, se rampega prima cola testa, po' coi pei, e sol ala fin cole man." (Bruno Detassis)
8/23/2011 6:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 643
Registered in: 5/19/2008
Senior User
OFFLINE
già.....


correggo.....in Alpinismo non ci può essere mai un fattore di caduta superiore a 2....non a 1....

ma un 2 con metri e metri di corda dinamica a dissare (fermo restando il rischio parete)
mentre in ferrata ,verticale, se cadi per 1,5 metri.....non 4 o 5 come spesso potrebbe succedere....o anche più vai subito a un fattore caduta 2,5; non è l'imbrago che parte....è la spina dorsale.....

se cadi per 3 metri c sei a 4...!!!...ecc.....

ciao
8/23/2011 7:10 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 435
Registered in: 8/9/2008
Senior User
OFFLINE
Mah all'inizo, da bravo inesperto, usavo parecchio il cavo, ma ora tendo ad usarlo meno e solo se non riesco a venirne fuori. Anche sulla Magnifici 4, con il mio livello tecnico che è bassino, ho cercato di arrampicare e in qualche (raro) tratto ci sono riuscito.

In quanto alla ferrata più difficile ci dev'essere un filmato su youtube circa una ferrata in Austria mi pare....

Max Guderian
8/24/2011 12:07 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
BRUNOZOE, 23/08/2011 18.44:


....mi sono sempre chiesto una cosa e cioe': se uno cade in ferrata si fa molto piu' male rispetto a uno che cade da primo mentre sta arrampicando?......mi do gia' la riposta:si,e' molto peggio cadere in ferrata.....1- fattore caduta su dissipatore di un metro circa e' ben diverso che su una corda da arrampicata. 2- spesso nelle ferrate ci sono cambre,staffe,chiodi sporgenti e se ci sbatti le ganbe o peggio le palle sopra..........3- chi ci cassicura che in aso di aduta i moschettoni tengono e non si rompono? a parte la Pertini,fatta alla francese con i nuovi criteri,il 99% delle ferrate in Dolomiti almeno sono tutte di vecchia concezione........detto cio' dove e' questa assoluta sicurezza di cui parli per esempio tu Lupo? e come te tantissimi altri,fra cui molti miei amici......se e' per il discorso "sicurezza" allora e' proprio il contrario,cioe' meglio attaccarsi al cavo di ferro soprattutto nelle ferrate verticali e molto difficili e non rischiare niente......senno' uno va ad arrampicare e non a far ferrate......chiaramento poi uno e' maggiorenne e fa quello che vuole ma,a me interessava mettere in dubbio il discoso sicurezza in ferrata........


ciao BRUNO





mio parere personale, ripeto.
Se cadi in ferrata differenza dell'arrampicata è che sei legato alla parete con un raggio di 1 m se va bene (lunghezza del tuo imbrago) quindi l'assorbimento dell'impatto, o sei un gatto, o hai meno tempo per prepararlo sta di fatto che però molti dei problemi che avete elencato sono facilmente risolvibili. Mi spiego meglio.


1- fattore caduta su dissipatore di un metro circa e' ben diverso che su una corda da arrampicata.

alt... se cadi in arrampicata è troppo generale dire che è meglio... quanto è lungo il tiro che affronti? alcune vie nelle dolomiti mi sono trovato 20/30 metri di tiro (a sorpresa) e non avendo molti spicci per permettermi chiodi da aggiungere piuttosto rinuncio all'ascesa (cosa che non è nelle mie corde quindi di oslito rischio) però se cadi al 19esimo metro di un tiro da 20 e sotto di te hai superato una pancia fidati che a quel punto è peggio li [SM=g27988]



2- spesso nelle ferrate ci sono cambre,staffe,chiodi sporgenti e se ci sbatti le ganbe o peggio le palle sopra..........

giustissimo... ma per le palle... avrei da obbiettare: se sali a cavalcioni del cavo, beh ti invito a rivedere un attimo innanzitutto la tua tecnica di progressione su ferrata, successivamente il tuo amor proprio verso i tesori... [SM=g27987]


3- chi ci cassicura che in aso di aduta i moschettoni tengono e non si rompono? a parte la Pertini,fatta alla francese con i nuovi criteri,il 99% delle ferrate in Dolomiti almeno sono tutte di vecchia concezione

chi ci assicura che in caso di caduta su una via non chiodata di recente, ci sia anche uno stupido chiodo datato che ci "tira il cul"? [SM=g27985] ti riporto un esempio: due anni fa ho tentato la costantini sulla tofana di rozes (non delle più giovani [SM=g27986] ) e, se hai presente di cosa parlo, al secondo tetto poco prima del traverso di VI sostenuto sopra il tetto, penso un dieci metri prima (forse qualcosina di meno) ho dovuto rinunciare perchè ho piacevolmente scoperto che il fissaggio prima del tetto mi è "rimasto in mano" appena ho agganciato il rinvio: fossi stato da solo probabilmente avrei rischiato, da incosciente, ma portavo per la prima volta di fronte ad un VI un amico che l'aveva provato solo su palestra..

concludendo... secondo me le cose si eguagliano, ma varia di caso in caso: cado sul primo dito del sassolungo e non è la fine del mondo, cado sulla via maria del pordoi e già è più un problema... cado sulle mesules e rischio di ammazzarmi visto i lunghi cambi, cado sulla tridentina e sinceramente se sono con amici ce la ridiamo e continuiamo... sarà un mio modo di vederla, ma sono ben contento di ricevere critiche magari scopro di fare delle cavolate senza rendermene conto [SM=g28002]

8/24/2011 12:10 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Ho riletto ora il mio post e pare molto polemico, non è da leggere in quel tono, bensì ho solo cercato di mettere in raffronto la critica alla tua "sicurezza" della ferrata rispetto alla mia paragonandola come tu hai fatto con l'arrampicata. Magari apriamone una discussione a parte cosi non andiamo fuori argomento qua che il povero febs probabilmente non voleva sapere cos'era più sicuro, ma cosa più difficile [SM=g27985]
8/24/2011 8:54 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 70
Registered in: 7/4/2011
Junior User
OFFLINE
...GRAZIE!!!
..per il livello tecnico e qualitativo della discussione,che non mi pare affatto polemica(tranquillo Lupo...anzi).
Potete continuare x favore?

Ad esempio,mi spiegate perchè gli alpinisti scelgono di "costruirsi" da se il set ferrata? mi pare di aver capito anche che i comuni dissipatori(ricordo un argomento già trattato sul forum,ma non lo trovo più) diano scarsa sicurezza??

In buona sostanza..NON DEVO CADERE...ma se cado?

E poi...spesso la progressione su appiglio in roccia...è sotto il cavo; o peggio ancora il cavo è talmente tirato che su tiri lunghi devi staccare/attaccare 2-3 volte, perchè i moschettoni non passano e...magari la via più semplice(con appigli) è a 1 metro dal cavo..e non ci arrivo..che senso ha??

Scusate se sono ovvietà per voi,sto imparando.
Grazie
8/24/2011 9:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 442
Registered in: 8/9/2008
Senior User
OFFLINE
Ritornando alla ferrata + difficile....quando ho iniziato il top erano la Costantini (anche se ho trovata + tosta la Stella Alpina) e la Pisetta. Poi è arrivata la Canalone, breve ma tosta, ora la M4. Neanche il tempo di percorrerle ed ecco la Tabaretta. Poi il prode Ramingo75 mi dice che la Gamma2 è il top, x certi versi. In Austria mi hanno detto che c'è una ferrata dove vai su praticamnete camminando sulla roccia in aderenza (non so il nome).....La domanda è: arriverò mai a percorrere quella al top, ammesso che esista (ma mi sa che è individuale la cosa ) prima di diventare una cariatide ??? Mi sembra di dover sempre rincorrerla, ma ragazzi oramai l'età è quella che è [SM=g27992]

Ma poi esiste veramente la + difficile o sono solo valutazioni soggettive che facciamo più grandi x 'tirarcelo' un pò ?

Un saluto a tutti !

Max Guderian





8/24/2011 10:14 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Le scale di casa mia [SM=g27994]
8/24/2011 10:17 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 444
Registered in: 8/9/2008
Senior User
OFFLINE
Riparale allora [SM=g27987]
8/24/2011 10:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,032
Registered in: 12/26/2009
Veteran User
OFFLINE
Febs78:

Ciao a tutti.

So che la Gamma2 e la Pisetta sono tra le più difficili in Italia.
Mi piacerebbe sapere sapere quali altre ferrate hanno difficoltà altrettanto elevate (se non maggiori), considerando non solo il nostro paese ma anche tutto il resto dell'arco alpino.

Grazie a tutti!!



Le ferrate considerate più difficili sono tutte quelle che nel sito vengono valutate con le diciture "estremamente difficile", "molto difficile con passaggi estremamente difficili" e "molto difficile". Oltre a queste, la Tabaretta, la Magnifici 4 e quella dell'Austra, di cui però non ricordo il nome.


[Edited by ramingo75 8/24/2011 10:23 PM]
8/24/2011 10:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,033
Registered in: 12/26/2009
Veteran User
OFFLINE
BARNEY65, 24/08/2011 22.14:

Le scale di casa mia [SM=g27994]



Le vie ferrate di Trenitalia.
8/24/2011 10:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 227
Registered in: 10/25/2004
Junior User
OFFLINE
ma perchè volete sapere quale ferrata sia la più difficile, fatta una e si fanno tutte...
le variabili poi sarebbero tante se percorsa col brutto tempo, e magari in inverno, ma questo non è il vero alpinismo, e meglio magari salire una montagna anche di 3000 metri e questo cambia magari anche il paragone, una bella salita e sempre una bella salita...
8/31/2011 2:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 887
Registered in: 9/21/2007
Senior User
OFFLINE
Re:
ramingo75, 24/08/2011 22.19:



Le ferrate considerate più difficili sono tutte quelle che nel sito vengono valutate con le diciture "estremamente difficile", "molto difficile con passaggi estremamente difficili" e "molto difficile". Oltre a queste, la Tabaretta, la Magnifici 4 e quella dell'Austra, di cui però non ricordo il nome.






La ferrata di cui parlate in Austria è probabilmente la Kaisermax vicino ad Innsbruck. Il secondo tratto è una placca di 100 metri liscia come il culo di un bimbo, e assicurata con un solo cavo. Tra le ferrate estreme, da non dimenticare la Segata al Doss d'Abramo.
Comunque ogni valutazione è ampiamente soggettiva. Il fattore puramente tecnico conta parecchio, ma non bisogna sottovalutare anche la lunghezza e l'ambiente, come giustamente osservato. Non ho fatto ancora la Costantini, ma penso che sulle Dolomiti (sommando appunto tutti i fattori) sia la più dura.
9/4/2011 8:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 133
Registered in: 8/28/2007
Junior User
OFFLINE
Re: Re:
muress, 31.08.2011 14:01:




La ferrata di cui parlate in Austria è probabilmente la Kaisermax vicino ad Innsbruck. Il secondo tratto è una placca di 100 metri liscia come il culo di un bimbo, e assicurata con un solo cavo. Tra le ferrate estreme, da non dimenticare la Segata al Doss d'Abramo.
Comunque ogni valutazione è ampiamente soggettiva. Il fattore puramente tecnico conta parecchio, ma non bisogna sottovalutare anche la lunghezza e l'ambiente, come giustamente osservato. Non ho fatto ancora la Costantini, ma penso che sulle Dolomiti (sommando appunto tutti i fattori) sia la più dura.




ti quoto, fortunatamente la Segata non e´ lunghissima altrimenti.....
ho dovuto tirarmi su pure coi denti!

9/4/2011 9:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 460
Registered in: 8/9/2008
Senior User
OFFLINE
Ma la Segata l'hanno rifatta ? Non mi ricordo fosse così dura. L'inizio tira certo, ma come altre, o almeno così mi pareva......

MAx Guderian

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:58 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com