Il Muro dei Tifosi - RANGERS 1976 EMPOLI ULTRAS - VECCHIA GUARDIA
printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

42^ giornata AVELLINO - Empoli 0-1

Ultimo Aggiornamento: 31/05/2009 21.25
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.138
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
31/05/2009 21.25
 
Quota

Possiamo classificare il gol di Luca come il + bello dell'anno?
Dire una bugia per preservare i suoi fratelliTestimoni di Geova Online...62 pt.19/03/2019 18.41 by barnabino
Monica GaspariniTELEGIORNALISTE FANS FORU...30 pt.19/03/2019 19.54 by Allaroundtheworld84
AmarcordSenza Padroni Quindi Roma...25 pt.20/03/2019 00.58 by chiefjoseph
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 5.010
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Anziano
31/05/2009 15.59
 
Quota

Vota il sondaggio

I tuoi tre migliori azzurri della partita

freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=8599365

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 5.009
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Anziano
31/05/2009 15.55
 
Quota


http://www.youtube.com/user/Rangers1976Empoli

AVELLINO-EMPOLI 0-1

Avellino (3-5-2): Gragnaniello (26' st Del Giudice), Cosenza, Doudou, Mesbah, Pacilli, De Martino (31' st Forani), Venitucci, Di Cecco, Babù, Aubameyang, Visconti (37' st Felice Pepe). (Vincenzo Pepe, Dettori, Vaskò, Ghomsi). All: Campilongo

Empoli (4-1-3-2): Bassi, Marzoratti, Angella, Sabato, Tosto, Carrus, Buscé, Lodi, Moro (16 ' st Saudati), Corvia (19' st Pasquato), Flachi (25' st Valdifiori). (37 Dossena, 63 Bianco, 17 Musacci, 8 Marianini). All.: Baldini

Arbitro: Romeo di Verona - Reti: 30' st Saudati - Ammoniti: Venitucci, De Martino - Recupero: 0' e 2'

1° Tempo
- 13' Corvia pericoloso con una conclusione di destro, Gragnaniello si distende e para
- 24' Flachi sfiora il gol con una conclusione spettacolare

2° tempo
- 5' Conclusione di Buscé in diagonale, fuori di poco
- 7' Colpo di testa di Corvia su cross di Lodi, palla che sfiora il palo
- 23' Saudati al tiro da fuori area, Gragnaniello para
- 30' Tacco di Saudati sotto rete su cross di Tosto. 0-1
- 45' Colpo di testa di Saudati, Del Giudice para una palla destinata in gol

LA SITUAZIONE
L'ultima giornata di serie B regala emozioni e sorprese fino all'ultimo secondo. La griglia dei playoff viene decisa nei dieci minuti finali dopo i gol di Cordova (Grosseto) e Reginaldo (Parma) che condannano il Sassuolo al settimo posto e lanciano i toscani al sesto che vale la sfida con il Livorno.
In coda si decide tutto all'ultimo istante: Zambrella decide la sfida tra Pisa e Brescia al 94' e condanna i nerazzurri alla Lega Pro.
Rondinelle al quarto posto e in semifinale playoff con l'Empoli in cui potranno giocare la gara di ritorno in casa.
Si salva dalla retrocessione diretta l'Ancona, vittorioso in casa dell'AlbinoLeffe al 90', che sfiderà il Rimini ai playout. Cittadella salvo per gli scontri diretti favorevoli contro il Rimini.

Serie B: i risultati della 42.a giornata
AlbinoLeffe-Ancona 3-4
Marcatori: 25´ Ruopolo (Alb); 58´ Perico (Alb); 61´ Colacone (Anc);
67´ Cisse (Alb); 70´ Mastronunzio (Anc); 72´ De Falco (Anc); 90´ Rizzato (Anc)

Ascoli-Livorno 2-3
Marcatori: 47´ Belingheri (Asc); 55´ Diamanti (Liv); 77´ Soncin (Asc);
79´ Tavano (Liv); 93´ Tavano (Liv)

Avellino-Empoli 0-1
Marcatori: 75´ Saudati (Emp)

Bari-Treviso 4-1
Marcatori: 2´ Guberti (Bar); 14´ Musetti (Tre); 26´ Guberti (Bar);
49´ Caputo (Bar); 63´ Barreto (Bar)

Cittadella-Rimini 2-0
Marcatori: 53´ Carparelli (Cit); 72´ Meggiorini (Cit)

Grosseto-Frosinone 2-1
Marcatori: 39´ Cordova (Gro); 49´ Scarlato (Fro); 82´ Cordova (Gro)

Mantova-Salernitana 1-1
Marcatori: 14´ Godeas (Man); 32´ Ganci (Sal)

Pisa-Brescia 0-1
Marcatori: 94´ Zambrella (Bre)

Sassuolo-Parma 2-2
Marcatori: 23´ Noselli (Sas); 28´ Martinetti (Sas); 31´ rig. Leon (Par);
94´ Reginaldo (Par)

Triestina-Modena 0-1
Marcatori: 84´ Pinardi (Mod)

Vicenza-Piacenza 1-2
Marcatori: 38´ Passoni (Pia); 40´ Rigoni (Vic); 81´ Passoni (Pia)

Classifica
Bari 80; Parma 76; Livorno 68; Brescia 67; Empoli 67; Grosseto 64; Sassuolo 60; Triestina 59; AlbinoLeffe 58; Piacenza 55; Frosinone 53; Vicenza 52; Mantova 52; Modena 51; Salernitana 51; Ascoli 51; Cittadella 50; Rimini 50; Ancona 49; Pisa 48; Avellino 40; Treviso 35

PLAYOFF
Andata semifinali (domenica 7 giugno)
Grosseto-Livorno
Empoli-Brescia

Ritorno semifinali (giovedì 11 giugno)
Livorno-Grosseto
Brescia-Empoli

Finale
Andata (domenica 14 giugno)
Ritorno (sabato 20 giugno)

PLAYOUT
Andata (sabato 6 giugno) Ancona-Rimini
Ritorno (sabato 13 giugno) Rimini-Ancona
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.127
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
30/05/2009 19.01
 
Quota

Niente di grave, tranquillo. Grandi anche in Irpinia e gol di Saudati semplicemente da incorniciare! Non dobbiamo avere paura del Brescia, le nostre gambe girano meglio delle loro in questo momento...
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 3.163
Registrato il: 25/06/2005
Città: BUSTO ARSIZIO
Esperto
30/05/2009 14.05
 
Quota

pozzi ha un problema muscolare?! che leggo! [SM=x1380977] [SM=g8044] speriamo sia una cosa lieve....
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 5.004
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Anziano
30/05/2009 11.41
 
Quota

Ad Avellino con un chiodo fisso: il terzo posto per play off da protagonisti

Terzo posto, terzo posto, terzo posto. L’obiettivo rimbalza e martella la testa degli azzurri. E a 90 minuti dalla fine della regular season è un obiettivo possibile per l’Empoli.
La rincorsa è riuscita, i play off sono una realtà, adesso bisogna tentare di migliorare la posizione.
“Per far questo – spiega Silvio Baldini, nell’intervista qui sotto – sappiamo tutti che dobbiamo vincere e poi alla fine della gara andremo a vedere gli altri risultati. Noi siamo concentrati perché sappiamo che il terzo posto è un vantaggio enorme in questi play off. La squadra l’ho vista in forma, concentrata. Il 4-0 con la Triestina ha confermato che ormai siamo un gruppo compatto in campo. Siamo pronti a quest’ultima sfida di campionato carica di tensione, nonostante si giochi contro una squadra già retrocessa. Non possiamo sottovalutare nessuno”.

Nell’ultimo allenamento di questa mattina, prima della partenza alla volta di Avellino, il tecnico ha provato ancora la stessa formazione vista in queste ultime sedute.
Un unico dubbio riguarda la mediana. C’è un ballottaggio fra Buscé e Valdifiori. Se giocasse l’esterno destro i tre dietro le punte sarebbero Buscé-Lodi-Moro. Se dovesse partire titolare l’ex Cesena allora Lodi andrebbe a destra, Moro centrale e Valdifiori a sinistra.

Difesa confermata con Marzoratti a destra, Angella e Sabato centrali, Tosto a sinistra, Carrus davanti alla difesa e in attacco Corvia e Flachi.
In pratica restano fuori dai titolari Musacci e Vinci, diffidati, mentre Pozzi non è partito perché ancora si è allenato a parte per il problema al quadricipite della coscia destra, cercherà di essere al meglio per la prima semifinale del 7 giugno.

La squadra è partita in treno nel pomeriggio alla volta di Avellino.

Probabile formazione
4-1-3-2

1 BASSI
16 MARZORATTI
14 ANGELLA
19 SABATO
30 TOSTO
20 CARRUS
24 BUSCÉ
21 LODI
5 MORO
27 CORVIA
7 FLACHI

In panchina: 37 Dossena, 22 Vinci, 17 Musacci, 6 Valdifiori, 8 Marianini, 34 Pasquato, 11 Saudati
Indisponibili: Cupi, Pozzi, Coralli e Negrini
Squalificati: nessuno
Diffidati: Musacci, Pozzi, Marianini, Carrus, Kokoszka, Vargas, Vannucchi, Vinci
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.123
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 17.09
 
Quota

Idem per noi! Vinci spinge sulla fascia che e' una meraviglia ed inizia anche a saper difendere. Kokoszka bene all'inizio, poi s'e' perso per strada, anche a causa di infortuni
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 212
Registrato il: 28/11/2005
Città: TORINO
Compagno di Muro
29/05/2009 16.58
 
Quota

Riciao a Tutti!
E' passata 1 eternità dalla mia ultima incursione sul muro...ma ho seguito tutta questa travagliata stagione...adesso ci aspetta l'ultima partita cn 1 Avellino già retrocesso...a questo punto sarebbe utilissimo arrivare terzi (peccato che il Livorno giochi ad Ascoli...)...Negli ultimi tempi vedo spesso nella rosa dei titolari Vinci (chi lo vede tutte le settimane cosa ne pensa....???) e Kokoszka ha deluso le aspettative???
Che piacere riscrivere sul muro...e rivedere i vostri Nick!!!
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.122
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 16.40
 
Quota

E' un ragazzo...
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.397
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
29/05/2009 16.34
 
Quota

Re:
CLAY60, 29/05/2009 16.27:

Basta con questa querelle! Lasciatemi tranquillo Musaccino, che ha da portarci in A [SM=x1380973]



e s'aveva a lascià tranquillo da se....l'ha iniziata lui [SM=g8020]


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.121
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 16.27
 
Quota

Basta con questa querelle! Lasciatemi tranquillo Musaccino, che ha da portarci in A [SM=x1380973]
[Modificato da CLAY60 29/05/2009 16.27]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.395
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
29/05/2009 15.58
 
Quota

EMPOLI
Cagni replica a Musacci: «Non ha capito molto di quanto volevo insegnargli...»

EMPOLI - Al brutto ricordo di Gianluca Musacci (« Gigi Cagni mi spedì in tribuna ‘ solo’ a tifare »), il tecnico ribatte: « Spesso una battu­ta rende più facili scelte difficili. Da giocatore tanti allenatori mi hanno trattato così e poi in panchi­na a tutti i ragazzi, compresi quelli dell’Empoli, ho riservato tale ‘trat­tamento’. Ma ogni battuta mai ha riguardato il piano personale, per­ché non c’è stata una volta in vita mia in cui abbia mancato di rispet­to a qualcuno. Ma se un bravo ra­gazzo e un bravo giocatore come lui di me ricorda solo questo, auguran­dogli ogni bene dico che non ha ca­pito molto di quanto volevo inse­gnargli» .
a.b./atc
corriere dello sport
[Modificato da zeman! 29/05/2009 15.59]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.117
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 14.11
 
Quota

Partono tutti! Anche i diffidati e gli infortunati escluso Coralli (che pero' segue dalla Curva Nord tutti i match casalinghi): E' il momento di fare gruppo [SM=x1380973]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.393
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
29/05/2009 13.19
 
Quota

Re:
CLAY60, 29/05/2009 12.41:

Stanno mangiando all'Alexandra. Pennichella e via, verso il terzo posto! [SM=x1380973]



dicci qualcosa di interessante...chi sono i 19 che partono per avellino?
oppure...chi resta ad empoli?


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.116
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 12.41
 
Quota

Stanno mangiando all'Alexandra. Pennichella e via, verso il terzo posto! [SM=x1380973]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.390
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
29/05/2009 11.36
 
Quota

Re:
FUCECCHIO60, 29/05/2009 10.11:

Non capisco come mai quando qualcuno dice le cose come stanno, debba essere sempre criticato e considerato come uno che si atteggia, preferite forse i calciatori che dicono" dobbiamo lavorare molto, io cerco di farmi trovare pronto per mettere il mister in difficoltà, i nostri tifosi hanno ragione, siamo un gruppo compatto e cazzate del genere????



io voglio giocatori professionisti, non di nome ma di fatto.
semplice no?

ma oramai il galgio è gosì

quando la squadra perde devono mandali a cagli in culo davanti ai giornalisti, ora tutti a parlare...bene se vogliono parlare ci sono tante domande che mi assillano...magari mi levano qualche dubbio...
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.113
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 11.35
 
Quota

Dispiace per loro. Vasko, Sestu e Padelli potrebbero anche interessarci....
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.389
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
29/05/2009 11.31
 
Quota

Avellino, inizia la fuga dal disastro
Il clima che si respira è di smobilitazione generale. Dal campo di allenamento alla sede dell'Us Avellino. La squadra continua a lavorare. Ma solo perché bisogna farlo per forza visto che sabato c'è l'ultima partita della stagione. Per sapere cosa succede al Partenio bisogna andarci: da due giorni nessun comunicato stampa sulle sedute di lavoro. Per esempio che Vladimir Koman sia tornato a casa per motivi familiari, non lo si sapeva. Così come la decisione (adottata, pare, dallo staff tecnico) che la squadra venerdì sera non andrà in ritiro a Lancusi. Tutti a casa propria, ci si vede sabato al campo per la partita. Meno male che ormai è finita. E invece per Pugliese è solo l'inizio. In fondo, le sue possibili scelte sono tre. O vende la società una volta per tutte, chiarendo debiti e condizioni; oppure non iscrive più l'Us Avellino 1912 al campionato di Lega Pro; o ancora continua l’avventura, casomai eleggendo suo fratello Salvatore come presidente. In ogni caso la strada è in salita. Per una questione di soldi (servono tre milioni di euro) e per la corsa contro il tempo che si aprirà. Prima di tutto bisogna saldare i calciatori in rosa. Il patron, attraverso il team manager Giovanni Di Cristofaro, ha fatto sapere alla squadra che la settimana prossima pagherà, per questo nessuno dovrà muoversi da Avellino. Ma in molti hanno già prenotato i voli all'inizio di giugno. Altro problema da risolvere considerato che ci saranno le liberatorie da firmare, e la scadenza del 26 giugno da rispettare a tutti i costi. Senza dimenticare le vertenze di alcuni ex calciatori, che da ottobre scorso non hanno visto un euro. E non finisce qui. La rosa dalla quale Pugliese (Massimo o Salvatore, poco conta) potrebbe ripartire, sarà scarna, molto scarna. Gragnaniello, Visconti, Pacilli, Defendi, De Martino, Ghomsi, Pecorari, Doudou, Ascenzi, Gaveglia,Tomeo, Pepe: sono questi i nomi dai quali ricominciare. Ma non proprio da tutti. Perché Pecorari e Ghomsi sono in scadenza al 30 giugno, mentre Defendi, Doudou e anche Mesbah avevano una clausola nel contratto ben chiara. Nel caso di retrocessione sarebbero stati svincolati. Stessa sorte per Rodrigo Defendi. E i prestiti sono tanti: l'Avellino di patrimonio proprio ha poco o nulla. Ricostruire dalle ceneri, dunque, potrebbe essere la parola d'ordine. Ma farlo in un clima così ostile sarà estremamente complicato, se non proibitivo. È vero che a Pugliese le sfide piacciono, però c'è un limite a tutto. Anche al peggio.


Sestu: la mia cessione sarà utile
LUIGI PISANO L'Avellino è come una ricca signora caduta in disgrazia, costretta a vendere i gioielli di famiglia per recuperare un pò di danaro. Per fare cassa, oltre a Pellicori e Ciotola, l'altro pezzo pregiato da cedere subito è Alessio Sestu, il cui cartellino è in comproprietà tra il club biancoverde e la Reggina. «Se la società irpina ha bisogno di mettere sul mercato giocatori per rimpinguare le casse alla fine lo farà. Ma, per quanto riguarda la mia posizione, credo sia un pò presto per parlarne; del resto, non ho ancora sentito Massimo Pugliese. Certo, prima o poi dovremo chiarirci. Se oggi gioco in serie A è anche grazie all'Avellino, quindi, debbo ringraziare società e tifosi. Comunque, credo che i diritti calcistici siano della Reggina, ma proprio non so come si risolverà la mia vicenda». Già, è ancora tutto da definire. «Senza dubbio - dichiara sestu - la situazione in casa biancoverde è abbastanza delicata. E, francamente, mi dispiace molto: l'Avellino avrebbe potuto tranquillamente salvarsi. E'andata male anche quest'anno. Lo so che va sempre male, ma di allenatori e giocatori ne sono passati tanti lì e, a questo punto, non so di chi sia la colpa». Due retrocessioni in un anno solare, però, sono obiettivamente troppe: «Un record negativo e questo significa appunto che c'è qualcosa che non va. Tutto questo non va bene per una piazza come Avellino che, per storia, blasone e pubblico, meriterebbe minimo la serie B». Se negli altri anni era solo un'ipotesi remota, stavolta il rischio fallimento potrebbe prendere corpo. «Spero di no: oltre al danno della retrocessione anche la beffa. Al di là di tutto, occorre un progetto serio che duri nel tempo. Allestire una grande squadra per risalire e retrocedere subito, come è successo in passato, non serve a niente».

Pugliese spera nel tris per evitare il fallimento
Con la cessione di tre pezzi pregiati i soldi necessari alla «sopravvivenza»

Parola d’ordine: fare cassa. I giorni passano, il tempo stringe e le grane aumentano. Tra punti interrogativi, silenzi e chiarimenti che tardano ad arrivare, per il futuro dell'Avellino il «meteo» non prevede nulla di buono. All'orizzonte, infatti, si prevedono solo nubi cariche di pioggia. Perché se è vero che Massimo Pugliese ha promesso di pagare gli stipendi la prossima settimana, quando il campionato sarà finito e le scuse pure, serviranno soldini. Molti. E oltre a quelli che, volendo o nolendo, il patron dovrà sborsare di tasca sua, sarà inevitabile, anzi indispensabile, fare anche una previsione su quelli che si potrebbero incassare, grazie a qualche giocatore sul quale, in un recente passato, è stato fatto un investimento più o meno importante. Perché in fondo i pezzi pregiati scarseggiano ed i giocatori di qualità (da Koman a Mesbah) non sono certo di proprietà dell'Avellino. In alcuni casi (vedi Padelli o Vaskò) si potrebbe anche riscattare la metà, ma le cifre restano improponibili per le casse societarie. E allora? Da chi ripartire per poter almeno provare a respirare? Da Alessandro Pellicori per esempio, il cui cartellino è interamente del club biancoverde. Il prezzo dell'attaccante potrebbe anche variare in funzione dell'ingresso o meno del Grosseto ai play out. Altro nome in cima alla lista è quello di Alessio Sestu: 17 presenze per lui in serie A ed un gol realizzato con la Reggina, che è comproprietaria del cartellino insieme all'Avellino. Sestu, come Pellicori, non ha ovviamente alcuna intenzione di tornare in Irpinia, anche se prima di valutare la sua scelta, dovrà pensare a guarire dal brutto infortunio ai legamenti che lo tiene fuori dai campi da più di un mese. Infine Nicola Ciotola, pure lui da una settimana ai box per uno stiramento. L'esterno, in comproprietà con il Pisa, piacerebbe molto al Frosinone. Ma gli scenari saranno più chiari alla fine del mese, quando si dovrà sciogliere proprio il nodo comproprietà. E per l'Avellino chi si occuperà di queste faccende puramente burocratiche? Colui che ha il potere di firma in questi casi è Tonino Loschiavo, che tra qualche giorno non sarà più segretario dell'Avellino. Se davvero anche Maglione lascerà, con Pugliese ancora inibito per un po' di tempo, questo vuol dire che si dovrà trovare un uomo di fiducia capace di risolvere anche quest'altro inghippo. Della serie: i problemi non mancano mai. Di problemi invece non ne ha più Salvatore Campilongo. Ieri pomeriggio la squadra ha ripreso a lavorare al Partenio, nel silenzio e nell’indifferenza generale. Contro l'Empoli non ci saranno Marco Pecorari (due giornate di squalifica per lui) e nemmeno Marcello Gazzola, fermo per un turno. L'Avellino si è anche beccato quattromila euro di multa. Il piatto continua a piangere.


L’ex Vavassori: serve la capacità di programmare

LUIGI PISANO Traghettò l'Avellino in B, ma poi decise di togliere immediatamente il disturbo. Non a caso. Giovanni Vavassori andò via perché mancava un programma solido che potesse dargli quelle garanzie che chiedeva: «Avevamo visioni diverse. E io decisi subito di mollare tutto. Lo feci con grande dispiacere perché quella promozione fu un motivo di grande orgoglio per me, ma non c'era altra soluzione. Avevo chiesto determinate cose in un certo modo, ma ognuno ha il proprio punto di vista...». Non c'erano proprio i presupposti per restare. Che, tradotto, vuol dire la cronica assenza di programmazione. «Non bisogna guardare all'immediato - dice Vavassori -. Occorre, invece, innanzitutto costruire basi solide. Ma questo è un principio elementare oggi per chi vuol fare buon calcio in ogni categoria, quindi, è un discorso che non è rivolto solo all'Avellino. Vivendo alla giornata si vive male. Affidandosi sempre al caso e sperando sempre nella fortuna, non si va da nessuna parte. Quello che conta piuttosto è poter avere la consapevolezza di essere in grado di superare gli ostacoli». Giovanni Vavassori, con un progetto serio, non scarterebbe l'ipotesi di allenare nuovamente l'Avellino: «Bisogna saper programmare. Io non ho mai fatto questioni di categoria. Se ci sono basi sicure, chiarezza, perché non dovrei allenare di nuovo ad Avellino? Ai tifosi occorre dare prospettive chiare e trasparenza. Avellino conta più spettatori di piazze di serie A: un punto di forza che va rispettato e salvaguardato». Vavassori preferisce essere ottimista: «Il rischio fallimento? Beh, questo solo la società può saperlo fino in fondo. Non voglio dare giudizi sull'operato di Pugliese, ma per quanto riguarda il futuro dell'Avellino occorre capire bene se effettivamente c'è la forza di raggiungere determinati obiettivi».

IL MATTINO
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 161
Registrato il: 21/09/2005
Compagno di Muro
29/05/2009 10.11
 
Quota

Non capisco come mai quando qualcuno dice le cose come stanno, debba essere sempre criticato e considerato come uno che si atteggia, preferite forse i calciatori che dicono" dobbiamo lavorare molto, io cerco di farmi trovare pronto per mettere il mister in difficoltà, i nostri tifosi hanno ragione, siamo un gruppo compatto e cazzate del genere????
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.111
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 10.08
 
Quota

La squadra partirà in treno per Napoli, dopo pranzo. Poi pullman fino in Irpinia. Chissà perche' hanno scelto il treno [SM=g8019]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.511
Registrato il: 30/04/2004
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
29/05/2009 09.46
 
Quota

Re:
zeman!, 28/05/2009 17.19:


quello che ha detto musacci è vero, è già stato scritto
ma cosa succede se domani un allenatore dell'empoli del passato, racconta della fuga dal ritiro per andà a pescare di notte di ...di..di dico due nomi a caso..vannucchi e vanigli?

che succede se un allenatore dice che un professionista rifiuta di giocare perchè ha le mestruazioni mentali?

che succede se .....la lista è lunga....

ci sono delle regole non scritte nel calcio, banali, ma fondamentali.

musacci col brescia in casa giocò 40 minuti, poteva fare il fenomeno allora e non mesi dopo, neanche in coppa italia fece il fenomeno e in altre apparizioni non ha brillato, anzi, questo credo sia sotto gli occhi di tutti......perchè?
da allora, dal tempo della battuta, stupida di cagni, è già stato intervistato perchè non s'è levato il sassolino prima? troppo facile...

nelle prime apparizioni nel dopo pisa al 50esimo aveva la lingua di fori, e silvio lo toglieva 10-15 minuti dopo stremato, ora sta giocando bene, son contento, sono il suo primo tifoso, è giovane, è caduto nella trappola giornalistica,ma secondo me deve stare più attento, accendere il cervello prima di parlare, sapere che in fisica ad ogni azione corrisponde una reazione, sapere che chi legge quella intervista si può immaginare un calciatore rancoroso e bilioso, pronto a sparare magari sul tecnico che lo impiega poco, secondo il suo imparziale parere...ma musacci non è così....

comunque un motivo perchè i calciatori debordano troppo ultimamente c'è, evidentemente chi deve tenere in mano frusta e sgabello o si sta rammollendo o se ne sta fregando o è semplicemente appagato.
mi riferisco a vitale, a scanso di equivoci.

non mi son piaciute neanche le parti di altri calciatori che lodano la contestazione, che dicono che grazie ad essa...ecc.ecc. bene se a loro serve per rendere al massimo, altrimenti vivacchiano, webbe bisogna organizzarla al primo giorno di ritiro.

anche l'intervista di moro non mi è piaciuta...ricordo che non siamo in serie A, quindi...




quello che dice musacci è sacrosanto e si sapeva ma si sà che ogni allenatore ha le sue fisse, peccato (e questa è una mia frecciata a cagni)che anche eder e qualche altro potrebbe dire di essere stato messo ai margini o allontanato in malo modo e nell'empoli dove i giovani sono la parte essenziale direi che molto grave...

Musacci forse poteva fare a meno di fare certe affermazioni ma è cmq. sinonimo di sicurezza nei prorpi mezzi cosa che non aveva ad inizio del campionato quando era reduce da un infortunio...

lo stesso vale per Moro, se qualcuno ha parlato a sproposito è perchè la squadra e il gruppo girava a sproposito, quindi sono facce della stessa medaglia...

per quanto riguarda quelli ai quali piace salire sul carro dei vincitori mutando pelle ad ogni occasione mi piace soltanto ricordare che uno di loro all'arrivo del pullman da Pisa scese dicendo che era soltanto un gioco...
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.106
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
29/05/2009 08.49
 
Quota

Vigilia dell'ultima di campionato: Busce' scalpita per giocare lo stesso. Io non rischierei.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 968
Registrato il: 11/01/2005
Città: CORMANO
Compagno di Muro
28/05/2009 22.24
 
Quota

Quante cazzate che mi tocca leggere.

Parlano da primi della serie,

ma la classifica dice altro...
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.294
Registrato il: 05/01/2007
Compagno di Muro
28/05/2009 19.55
 
Quota

Arriva la 'generazione di fenomeni'.
Non mi dire che si ripensa di essere campioni da uefa perchè se fosse cosi è inutile farci illusioni sui playoffs.
Non mi sembra che moro e musacci siano degni di giocare in finale di champions..
Quindi per favore riprendiamo ad essere l'empoli, perchè mi ero illuso che la situazione fosse cambiata, invece si rischia di credersi già in serie A.
Caro Moro, se non si passa vuol dire che siamo da B, riflettici. Se proprio devi parlare fallo a fine anno.
2 interviste sbagliate.
Negli ultimi anni però si susseguono un certo tipo di esternazioni, comincio a essere insofferente.
Non sopporto nemmeno i giocatori che dicono di essere vicini ai tifosi e l'anno dopo vanno via per soldi, ma questo è un altro discorso
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.997
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
28/05/2009 19.05
 
Quota

Avellino vs Empoli: info sui biglietti - [27/05/2009]

I biglietti del Settore Ospiti per la gara Avellino vs Empoli del 30 Maggio 2009 sono in vendita al prezzo di €10,00 piu' diritti di prevendita, presso tutti i punti del circuito nazionale TicketOne, fino alle ore 19.00 di venerdi' 29 Maggio 2009.

(empolifc.com)
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.102
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
28/05/2009 17.45
 
Quota

Ora te li sei tolti te, i sassolini: T'avevo detto d'aspettà. I panni sporchi si lavano in famiglia....a bocce ferme!
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.383
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
28/05/2009 17.19
 
Quota


quello che ha detto musacci è vero, è già stato scritto
ma cosa succede se domani un allenatore dell'empoli del passato, racconta della fuga dal ritiro per andà a pescare di notte di ...di..di dico due nomi a caso..vannucchi e vanigli?

che succede se un allenatore dice che un professionista rifiuta di giocare perchè ha le mestruazioni mentali?

che succede se .....la lista è lunga....

ci sono delle regole non scritte nel calcio, banali, ma fondamentali.

musacci col brescia in casa giocò 40 minuti, poteva fare il fenomeno allora e non mesi dopo, neanche in coppa italia fece il fenomeno e in altre apparizioni non ha brillato, anzi, questo credo sia sotto gli occhi di tutti......perchè?
da allora, dal tempo della battuta, stupida di cagni, è già stato intervistato perchè non s'è levato il sassolino prima? troppo facile...

nelle prime apparizioni nel dopo pisa al 50esimo aveva la lingua di fori, e silvio lo toglieva 10-15 minuti dopo stremato, ora sta giocando bene, son contento, sono il suo primo tifoso, è giovane, è caduto nella trappola giornalistica,ma secondo me deve stare più attento, accendere il cervello prima di parlare, sapere che in fisica ad ogni azione corrisponde una reazione, sapere che chi legge quella intervista si può immaginare un calciatore rancoroso e bilioso, pronto a sparare magari sul tecnico che lo impiega poco, secondo il suo imparziale parere...ma musacci non è così....

comunque un motivo perchè i calciatori debordano troppo ultimamente c'è, evidentemente chi deve tenere in mano frusta e sgabello o si sta rammollendo o se ne sta fregando o è semplicemente appagato.
mi riferisco a vitale, a scanso di equivoci.

non mi son piaciute neanche le parti di altri calciatori che lodano la contestazione, che dicono che grazie ad essa...ecc.ecc. bene se a loro serve per rendere al massimo, altrimenti vivacchiano, webbe bisogna organizzarla al primo giorno di ritiro.

anche l'intervista di moro non mi è piaciuta...ricordo che non siamo in serie A, quindi...
[Modificato da zeman! 28/05/2009 17.21]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 7.100
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
28/05/2009 16.56
 
Quota

Sposo quest'ultima tesi. Zeman, aspetta ancora 2 settimane.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 381
Registrato il: 27/12/2005
Compagno di Muro
28/05/2009 16.52
 
Quota

Zeman!,sai meglio di me che bisognerebbe tenere conto del contesto in cui le cose si dicono,con quale spirito e come vengono poi riportate dai giornalisti.
Comunque,se quello che ha dichiarato Musacci è vero,mr.Cagni non ci fa una grande figura.
Magari Gianluca dovrebbe pensare a questa battuta non come ad una ferita ma come ad un fatto che lo ha pungolato e lo pungolerà a far di più e sempre meglio.
A volte la rabbia,la voglia di rivincità danno una spinta notevole alla conquista del traguardo e fanno crescere più in fretta.

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 9.381
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
28/05/2009 16.36
 
Quota

due interviste che non mi piacciono, per molti motivi...
magari li enuncio...
[Modificato da zeman! 28/05/2009 16.36]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 05.46. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Home Page Rangers 1976 Empoli

Sei il visitatore numero   You are visitor number 
570.921 +  

Scriveteci