Il Muro dei Tifosi - RANGERS 1976 EMPOLI ULTRAS - VECCHIA GUARDIA
printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Terremoto in Abruzzo

Ultimo Aggiornamento: 29/09/2009 11.36
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 2.022
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
29/09/2009 11.36
 
Quota

L'Aquila, il Consorzio Etruria consegna i primi alloggi ai terremotati
All'impresa sono state affidate 144 costruzioni, adesso ne sono pronte 24. Adottato un innovativo sistema di realizzazione
29/09/2009 - 11:16

Sono passati 73 giorni dal momento in cui la prima “piastra” antisismica è stata consegnata ai tecnici del CONSORZIO ETRURIA. I primi 24 alloggi a Sant’Elia, destinati alle popolazioni dell’Aquila colpite dal terremoto, sono una realtà. Entro metà novembre anche gli ultimi appartamenti dei 144 affidati al CONSORZIO ETRURIA saranno terminati.

Il CONSORZIO ETRURIA è la principale cooperativa toscana del settore delle costruzioni capofila di un GRUPPO che si colloca tra le prime imprese generali di costruzioni italiane con un fatturato di circa 470 milioni di euro e 800 dipendenti, che salgono a 2000 considerando l’indotto ed opera sia in Italia che all’estero.

Per realizzare questo intervento è stato utilizzato un nuovo ed innovativo sistema costruttivo, che è stato denominato “Sistema Abruzzo”, frutto dello sviluppo di una ricerca innovativa che permette di realizzare in loco strutture in cemento armato monolitico, utilizzando speciali casseforme, le cui pareti sono in poliuretano e contengono una struttura in ferro, al cui interno viene gettato il calcestruzzo. Una struttura quindi estremamente solida e comunque modulare, adatta ad aree sismiche e priva di ponti termici, che la rendono completamente isolata sia per il caldo che per il freddo. Questo particolare metodo costruttivo , che non prevedo l’uso di mattoni neppure per i tramezzi, permette di evitare il rischio di crolli anche in caso di nuove scosse telluriche.

Per prevenire eventuali problemi di muffa sono state utilizzate speciali vernici antibatteriche al biossido di titanio nanoparticellare, frutto di un’altra ricerca nata in Toscana e già sperimentata dalla controllata INSO spa nelle sale operatorie dell’Ospedale di Empoli.

Nei nuovi alloggi l’impianto di riscaldamento è a pannelli radianti ed è inserito nel pavimento. Il tetto, doppio, è costituito da un solaio, che ha funzione di coibentazione termica, e da una copertura in lamiera. Tutti gli infissi sono in legno, così come i pavimenti della zona notte, rivestiti in bambù, mentre per i solai dei terrazzi sono stati utilizzati listoni di legno di larice.

Per la costruzione dei 144 alloggi è previsto l’uso di 10 mila mc. di cemento armato, 8.700 mq di mattonelle, 4.500 mq di parquet e 4.200 mq. di travertino per le rifiniture esterne. Per gli impianti idraulici saranno utilizzati 22 Km di tubazioni e ben 170 km di cavi elettrici.

La sinergia tra imprese abruzzesi, alle quali è stata affidata la realizzazione delle strutture in ferro per i tetti e la posa delle mattonelle, oltre all’allestimento e gestione del campo base, (occupa in media 180 persone), ed un pool di imprese artigiane delle province di Pisa, Livorno e Lucca, le quali si sono occupate di tutta la parte impiantistica, sia elettrica che idraulica, ha permesso di realizzare in meno di due mesi e mezzo questi appartamenti.

“L’intervento che abbiamo compiuto all’Aquila – afferma il Presidente del GRUPPO CONSORZIO ETRURIA, Dottor Luigi Minischetti - ha rappresentato una grande sfida sia dal punto di vista tecnologico che organizzativo, ma anche una grande opportunità di crescita per dell’intero Gruppo Consorzio Etruria. L’esperienza compiuta direttamente sul campo sta dimostrando che il nostro innovativo “Sistema costruttivo Abruzzo” è molto affidabile per realizzare alloggi di qualità elevata, sia dal punto di vista abitativo che energetico ed acustico, a costi estremamente competitivi e ci permetterà di affrontare con questa nuova tecnologia altri importanti mercati sia in Italia che all’estero”.

“Una sfida – insiste l’Amministratore Delegato, Marco Fontanelli – che non aveva precedenti, nonostante la nostra cooperativa abbia una storia quasi centenaria. Eppure trovare chi, tra i nostri soci, a metà luglio ha scelto di rinunciare alle ferie e venire all’Aquila è stato più facile del previsto. Tutti coloro che oggi sono qui si sono offerti volontariamente, coscienti di dover allestire e gestire non un cantiere, ma svolgere una missione sociale. Ed è con questo spirito e credo sia doveroso riconoscerlo, che operano tutti coloro che stanno lavorando nei nostri cantieri in Abruzzo. Per una cooperativa la parola solidarietà ha un senso profondo”.
Fonte: Ufficio Stampa
Dire una bugia per preservare i suoi fratelliTestimoni di Geova Online...62 pt.19/03/2019 18.41 by barnabino
Monica GaspariniTELEGIORNALISTE FANS FORU...30 pt.19/03/2019 19.54 by Allaroundtheworld84
AmarcordSenza Padroni Quindi Roma...25 pt.20/03/2019 00.58 by chiefjoseph
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.959
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
03/08/2009 19.07
 
Quota

ULTRAS ITALIANI PRO-TERREMOTATI
Stefano Caravaggio
Vi aggiorno dopo un po' di tempo. Allora.....
Abbiamo raggiunto circa 25.000 € grazie ai contributi delle tifoserie di Pescara, Bologna, Vicenza, Empoli, Vasto, Isernia e tanta tanta gente comune. Tolti circa 2.000 € spesi (e documentati) per le urgenze restano 23.000€ circa per il ns progetto. Possiamo superare i 50.000 € se arriveranno i soldi promessi ma non ancora versati da Genoa, Parma, Brescia e Samp.
Sabato 8 Agosto una delegazione di ognuna delle tifoserie sopra elencate si riunirà presso la frazione di San gregorio dell'Aquila per decidere della destinazione difinitiva dei soldi. Probabilmente finanzieremo interamente questo progetto:
www.sangregoriorinasce.com/projet.html
sembra una cosa carina, ben fatta, copribile interamente con il ns contributo e che rientra nel ns mondo (lo sport).
Per chi non vuole dimenticare e volesse ancora contribuire può farlo mandando un bonifico a:

Associazione di Promozione Sociale “PESCARA SIAMO NOI” – Via Rieti 45 – PESCARA

Le coordinate IBAN sono : IT 92 P 03104 15401 000000820698
Dall ‘estero il codice SWIFT è DEUTIM1531. causale del versamento : “Contributo terremoto provincia dell’Aquila”.

Il contributo è detraibile dalla dichiarazione dei redditi per un massimo di € 2065 (quota recuperata = 19% del contributo). (rigo P23)

CIAO E GRAZIE A TUTTI!!!
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.564
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
17/04/2009 11.02
 
Quota

Tipo il progetto sudamericano che porto' avanti Emiliano. Si, sarebbe bello.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.865
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
17/04/2009 09.51
 
Quota

Re:
WEB RE1976, 16/04/2009 10.34:

Terremoto, il tifo organizzato azzurro si mobilita per aiutare l'Abruzzo
In occasione del match col Treviso Unione, Rangers e Desperados raccolgono offerte degli sportivi


Appuntamento in Maratona e in Tribuna prima e durante la gara col Treviso.





mi piacerebbe che il ricavato avesse un obbiettivo a cui essere destinato, un progetto da adottare da noi empolesi, un campo da calcio, un centro sportivo, gli spogliatoi di un campetto di periferia...qualcosa di preciso, legato magari al calcio o sport in generale.
insomma una cosa che non si fermi a domani, ma che ci impegni anche in futuro, anche e soprattutto quando si abbasseranno le luci mediatiche sulla tragedia.



OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 72
Registrato il: 15/09/2008
Città: VINCI
Compagno di Muro
16/04/2009 22.34
 
Quota

Re:
WEB RE1976, 16/04/2009 10.34:

Terremoto, il tifo organizzato azzurro si mobilita per aiutare l'Abruzzo
In occasione del match col Treviso Unione, Rangers e Desperados raccolgono offerte degli sportivi


Rangers, Desperados ed il Centro di Coordinamento “Unione Clubs Azzurri” si mobilitano per la popolazione dell’Abruzzo.

In occasione del match col Treviso al ‘Castellani’ i tifosi dell’Empoli si fanno promotori di un’iniziativa di solidarietà per le decine di miglia di persone vittime del terribile terremoto del 6 aprile nella città dell’Aquila e nelle zone circostanti.

Sabato 18 aprile, prima del match, dove alcuni rappresentati dei gruppi organizzati raccoglieranno le “offerte libere” che i tifosi empolesi vorranno devolvere confermando la loro sensibilità e lo spirito di solidarietà di sempre.

Appuntamento in Maratona e in Tribuna prima e durante la gara col Treviso.




[SM=x1380973]


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.768
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
16/04/2009 10.34
 
Quota

Terremoto, il tifo organizzato azzurro si mobilita per aiutare l'Abruzzo
In occasione del match col Treviso Unione, Rangers e Desperados raccolgono offerte degli sportivi


Rangers, Desperados ed il Centro di Coordinamento “Unione Clubs Azzurri” si mobilitano per la popolazione dell’Abruzzo.

In occasione del match col Treviso al ‘Castellani’ i tifosi dell’Empoli si fanno promotori di un’iniziativa di solidarietà per le decine di miglia di persone vittime del terribile terremoto del 6 aprile nella città dell’Aquila e nelle zone circostanti.

Sabato 18 aprile, prima del match, dove alcuni rappresentati dei gruppi organizzati raccoglieranno le “offerte libere” che i tifosi empolesi vorranno devolvere confermando la loro sensibilità e lo spirito di solidarietà di sempre.

Appuntamento in Maratona e in Tribuna prima e durante la gara col Treviso.


[Modificato da WEB RE1976 16/04/2009 10.34]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 71
Registrato il: 15/09/2008
Città: VINCI
Compagno di Muro
15/04/2009 23.50
 
Quota

Re:
_Cateno_, 12/04/2009 22.56:

...mi chiedo, ma la Società Empoli non organizza nulla per i terremotati d'Abruzzo? E i tifosi? Collette?



Gli Ultras di tutta Italia si stanno mobilitando,sul sito dei Boys Parma ci sono addirittura i numeri.
E' stato organizzato qualcosa per la partita di sabato?
Non facciamo mancare il nostro apporto in questo momento di difficoltà per la gente che stà provando cos'è la miseria umana.
SOLIDARIETA' AL POPOLO ABRUZZESE


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.836
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
15/04/2009 18.23
 
Quota

Re:
WEB RE1976, 15/04/2009 17.55:

Appello bipartisan, no a utilizzo 5 per mille
.

ansa



la guerra tra poveri, dove ognuno mette innanzi per prima cosa il suo egoismo.
VERGOGNA


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.766
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
15/04/2009 17.55
 
Quota

Appello bipartisan, no a utilizzo 5 per mille

ROMA - Utilizzare il 5 per mille per la ricostruzione in Abruzzo, come ha proposto il ministro Tremonti, sarebbe un "errore", anzi sarebbe "più dannoso che utile" perché toglierebbe risorse proprio al volontariato che sta assistendo le popolazioni terremotate. Lo dichiarano in una nota congiunta Maurizio Lupi e Ugo Sposetti, Vannino Chiti e Maurizio Gasparri, primi quattro firmatari della proposta di legge sul 5 per mille a Camera e Senato. "Senza alcuna remora - affermano i quattro parlamentari - occorre oggi individuare strumenti che favoriscano il sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo. Tuttavia, la proposta del Ministro Tremonti di integrare il '5x1000' con una specifica destinazione all'Abruzzo è particolarmente insidiosa. Il '5x1000' risulta essere oggi un efficace strumento di sostegno libero (secondo la libera scelta del cittadino) alle numerosissime associazioni, fondazioni e realtà di volontariato che operano sul nostro territorio. Le stesse che per prime sono intervenute assieme alla Protezione Civile e che si stanno adoperando sul territorio abruzzese. Parte rilevante di questa attività è favorita proprio dal '5x1000'.

L'impianto tecnico funziona e l'Intergruppo per la Sussidiarietà è da anni impegnato per la stabilizzazione, oggi incardinata al Senato come frutto di una proposta bipartisan. Inserire in questo "5x1000" l'opzione per l'Abruzzo mette inevitabilmente in alternativa il sostegno alle realtà non profit e risulta quindi più dannoso che utile, anche in considerazione del tetto massimo di spesa che lo Stato ha preventivato (400 milioni in tutto)". "Salvaguardando invece ciò che il '5x1000' rappresenta - proseguono Lupi, Sposetti, Chiti e Gasparri - ovvero la libertà di scelta da parte del cittadino, il Ministro Tremonti ha di fronte a se almeno due possibili alternative: l'istituzione di un nuovo '5x1000' (che per esigenze di bilancio può essere anche un 3 o un 2 per 1000) o meglio la più accentuata deducibilità fiscale per coloro che vorranno sostenere direttamente le popolazioni dell'Abruzzo". "Sarebbe un errore quindi - concludono i quattro parlamentari - costringere all'alternativa tra il sostegno al non profit e volontariato da una parte e aiuto alle popolazioni terremotate dall'altro".

ansa
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.506
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
14/04/2009 12.10
 
Quota

Brividi, amarezza, rabbia. Tanta rabbia.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.811
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
14/04/2009 11.45
 
Quota

Capitolo “CEMENTO ARMATO“:

“[...]Io so e ho le prove. So come è stata costruita mezz’Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita e i progetti. E la sabbia. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri,parchi e ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia. Camion in fila che depredavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma. Erano riusciti a rimanere senza emigrare e sotto i loro occhi gli portavano via tutto.
Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini Abruzzesi, nei palazzi di Varese, Asiago e Genova.Ora non è più il fiume che va al mare ma il mare che entra nel fiume.[...]”
Pagina 236 di Gomorra.

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 51
Registrato il: 13/10/2008
Compagno di Muro
12/04/2009 22.56
 
Quota

...mi chiedo, ma la Società Empoli non organizza nulla per i terremotati d'Abruzzo? E i tifosi? Collette?
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.483
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
10/04/2009 08.39
 
Quota

Moro e' stato ucciso nel 1978. Dai poteri forti.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.782
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
09/04/2009 17.15
 
Quota

Re:
CLAY60, 09/04/2009 17.07:

Incredibilmente e drammaticamente attuale. Eppure e' stata scritta nei primi anni 70 [SM=g8044]



parla di moro...credo sia più vecchia...

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.473
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
09/04/2009 17.07
 
Quota

Incredibilmente e drammaticamente attuale. Eppure e' stata scritta nei primi anni 70 [SM=g8044]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.774
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
09/04/2009 16.19
 
Quota

Io se fossi Dio,
maledirei davvero i giornalisti
e specialmente tutti,
che certamente non son brave persone
e dove cogli, cogli sempre bene.
Compagni giornalisti avete troppa sete
e non sapete approfittare delle libertà che avete,
avete ancora la libertà di pensare
ma quello non lo fate
e in cambio pretendete la libertà di scrivere,
e di fotografare immagini geniali e interessanti,
di presidenti solidali e di mamme piangenti.
E in questa Italia piena di sgomento
come siete coraggiosi, voi che vi buttate
senza tremare un momento:
cannibali, necrofili, deamicisiani e astuti,
e si direbbe proprio compiaciuti.
Voi vi buttate sul disastro umano
col gusto della lacrima in primo piano.
Sì vabbè lo ammetto
la scomparsa dei fogli e della stampa
sarebbe forse una follia,
ma io se fossi Dio,
di fronte a tanta deficienza
non avrei certo la superstizione della democrazia!



tratto da "se io fossi dio" di giorgio gaber
www.math.unipd.it/~baldan/IoSeFossiDio.html

musica e parole...
www.youtube.com/watch?v=pGe2ETQHlNI (minuto 5...)
www.youtube.com/watch?v=lIT1P_HUbb0
[Modificato da zeman! 09/04/2009 16.20]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.766
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
09/04/2009 15.47
 
Quota

E' la mancanza di sensibilità che in momenti simili occorrerebbe tripla!!!
E credo che ancora purtroppo non sia finita ..... pensiamo a tutti gli inviati che sono in quei luoghi per accaparrarsi il video, le foto, più strazianti per un "favoloso servizio"!!!
Informazione si, ci mancherebbe, ma talvolta non si rispetta la dignità nel fare informazione.
Stiano attenti tutti gli inviati ad una possibile reazione psicologica di aggressività da parte di tutte quelle anime e delle loro famiglie colpite.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 51
Registrato il: 16/09/2008
Città: REGGELLO
Compagno di Muro
09/04/2009 12.24
 
Quota

Vergognosi i giornalisti, sia qll della televisione ke qll della carta stampata...gli paragonerei agli sciacalli, xkè anche loro non hanno pudore di nnt..
Cmq il bilancio ufficiale è di 272 vittime..Domani venerdi 10 Aprile funerale di stato,spero ke ognuno a modo suo, faccia un piccolo gesto significativo x ricordare queste xsone...
[Modificato da Matte.Empolese89 09/04/2009 12.25]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.768
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
08/04/2009 20.40
 
Quota

volete un po' indignarvi? ecco uno spunto...






oknotizie.virgilio.it/go.php?us=90540194059631f
[Modificato da zeman! 08/04/2009 21.06]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.761
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
08/04/2009 15.30
 
Quota

Sisma: appello di Zauri ai tifosi
'Sabato venite allo stadio, aiuterete i terremotati'


(ANSA)-FIRENZE,8 APR- 'Faccio un appello ai tifosi della Fiorentina: sabato venite allo stadio; sosterrete la squadra e aiuterete i terremotati': cosi'Luciano Zauri.La societa' viola ha deciso di devolvere l'incasso della gara con il Cagliari alle popolazioni colpite dal sisma. 'Ringrazio la Fiorentina e le altre squadre che hanno preso questa iniziativa perche' c'e' tanto bisogno -aggiunge Zauri, originario di Pescina-. Stiamo cercando di trovare anche altre soluzioni per aiutare gli abruzzesi, valuteremo con calma'.

Sisma, il Siena devolve incasso
I proventi gara con il Chievo saranno donati a famiglie vittime


(ANSA) - SIENA, 7 APR - L'intero incasso della gara di serie A Siena-Chievo, del prossimo 19 aprile, sara' devoluto alle famiglie colpite dal terremoto in Abruzzo. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione della societa' bianconera, che ha individuato la prima occasione utile nella partita con i gialloblu'. Si sono mobilitati anche i tifosi senesi, che hanno annunciato iniziative analoghe per i prossimi giorni, probabilmente una raccolta fondi allo stadio, prima e dopo la stessa partita contro il Chievo
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.760
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
08/04/2009 15.20
 
Quota

Terremoto: fondi finti su Facebook
Tentativo di sciacallaggio sul web usando nomi Milan e Mediaset
(ANSA) - MILANO, 7 APR - Sciacalli non solo tra le macerie delle citta' colpite dal terremoto, ma anche su Facebook. Un certo Marco Pellegatti, finto nipote del giornalista di Mediaset Carlo, sta cercando di raccogliere fondi per un'iniziativa che sostiene sia stata organizzata dal Milan e da Mediaset ma che in realta' non esiste. Il 'vero' giornalista,Carlo Pellegatti, ha seccamente smentito: 'Non ho nessun nipote che si chiama Marco e non esiste nessuna raccolta fondi'.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.759
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
08/04/2009 15.17
 
Quota

2009-04-08 12:15
Lo sport si mobilita, tutti per l'Abruzzo

ROMA - Lo sport non si ferma, di fronte alla sciagura che ha colpito l'Abruzzo, ma ancora una volta partecipa, si mobilita e conferma una straordinaria sensibilita' nei confronti delle persone che soffrono (e sono tantissime) in questo momento. Il movimento sportivo italiano e' solidale ed estremamente disponibile: da domani a domenica, infatti - annuncia il Coni - in tutte le manifestazioni di qualsiasi disciplina o ente di promozione, verra' osservato un minuto di raccoglimento.

Sempre in segno di lutto per le vittime del terremoto, su tutti i campi dove si disputeranno le partite del prossimo turno di Serie A, B e del campionato Primavera - a quanto deciso oggi dalla Lega Calcio - i calciatori scenderanno in campo con il lutto al braccio (l'Udinese lo fara' anche in Coppa Uefa, giovedi' a Brema, dov'e' in programma l'andata dei quarti di finale contro il Werder). Fioccano, in queste ore di grande sconforto, anche le iniziative finalizzate a sostenere concretamente le popolazioni terremotate. La prima arriva dall'ex presidente del Coni, Mario Pescante (abruzzese di Avezzano), che ha proposto di far disputare nello stadio dell'Aquila le partite della Nazionale di calcio ai Giochi del Mediterraneo.

L'ex capo dello sport italiano ha inoltre confermato che, nonostante la tragedia, la manifestazione prevista in Abruzzo si svolgera' ugualmente. La Bancatercas Teramo, squadra che milita nel campionato di Serie A/1 di basket, invece, ha chiesto e ottenuto il rinvio della partita in programma sabato prossimo contro la Fortezza Bologna. Le due squadre si ritroveranno il 30 aprile. Mentre il calcio a 5 ha rinviato due giornate di campionato, tutto il mondo del pallone e' in mobilitazione, con una serie di iniziative a sfondo economico: tra queste, per la serie A, la decisione di Napoli, Catania, Siena e Fiorentina di devolvere gli incassi delle partite che giocheranno sabato - ospitando rispettivamente Atalanta, Sampdoria, Chievo e Cagliari - in favore della popolazione abruzzese. Il presidente dell'Udinese, Giampaolo Pozzo, ha promesso un aiuto concreto per L'Aquila ed i suoi cittadini. Anche la Roma scende in campo per aiutare i terremotati dell'Abruzzo.

I calciatori giallorossi - da Totti a De Rossi, passando per Panucci, Vucinic e Mexes - hanno infatti messo a disposizione di un programma radiofonico e proprie maglie autografate, per un'asta di beneficenza. I fondi raccolti dalla trasmissione serviranno per l'acquisto di due camper da riempire di aiuti e donare agli abitanti di Onna. I giocatori della Fiorentina, dal canto loro, si sono gia' mossi per raccogliere fondi da devolvere ai terremotati: lo ha reso noto il difensore viola Luciano Zauri, abruzzese di Pescina (L'Aquila), che ha inoltre annunciato di voler fare, a titolo personale, ''qualcosa di importante per la mia terra''. La Federazione italiana cronometristi, per andare incontro alle esigenze dei cronos rimasti senza tetto, ha promosso una raccolta di fondi destinata alle esigenze piu' immediate dei colleghi.

Un'altra sottoscrizione arriva dall'Assocalciatori (Aic), sollecitata dagli stessi tesserati: saranno chiamati ad aderire gli atleti delle squadre di A, B e Lega Pro. Altre sottoscrizioni arrivano dal mondo della pallavolo e del basket. Lance Armstrong e la Fondazione che porta il suo nome, porgono le condoglianze e sono vicini alle popolazioni abruzzesi. Il ciclista statunitense ha chiesto agli organizzatori del Giro d'Italia di poter dare un aiuto alle popolazioni colpite. Angelo Zomegnan, direttore della corsa, gli ha risposto che ''la sua stessa presenza al prossimo Giro d'Italia, quello del Centenario, rappresentera' un momento di gioia, in particolare nelle zone vicine a quelle colpite dal sisma''.

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.734
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
08/04/2009 12.26
 
Quota

Ricevo questa mail ........ sono andato a leggere sul forum l'evolversi delle scosse e degli scritti dei partecipanti al forum ... specialmente quelli de l'Aquila e zone limitrofe..... inquietante l'evolversi della situazione ........... i messaggi del terremoto in corso sono intorno alle pagine 70.

Da leggere e riflettere [SM=g8011]

E' Toccante leggere il forum che si sono postati alcuni ragazzi dallo scorso 17 gennaio, ora per ora, giorno per giorno, hanno urlato la loro paura per le scosse che si sono ripetute per tre mesi ininterrottamente... ad un certo punto per qualche giorno dal 3 aprile fino al 5 il terremoto non si è fatto sentire e la loro preoccupazione è salita perchè alcuni blogghisti sono intervenuti dicendo loro che non era una buona cosa... ed infatti nella notte tra domenica 5 e lunedi 6 il terremoto si è fatto sentire pesantemente... viene le lacrime agli occhi leggere nella notte tra il 5 e il 6 i messaggi di molti che avevano sentito le scosse e non leggere più quelli di ragazzi che postavano da l'aquila e i paesi dei dintorni... si leggono i messaggi dei ragazzi che imploravano di farsi sentire ai blogghisti di l'aquila che purtroppo non intervenivano fino alla notizie comparse sui siti e divulgate dalle radio e tv...

ho postato a tutti il link dove leggere i messaggi (iniziano dalla prima scossa avvertita nella notte tra il 17 e il 18 gennaio)

forum.meteogiornale.it/discussioni-generali-mtg-forum/52396-sciame-sismico-laquila-violenta-scossa-di-magnitudo-...

Saluto tutti

G. G.
[Modificato da WEB RE1976 08/04/2009 12.26]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 1.758
Registrato il: 13/11/2006
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
08/04/2009 12.21
 
Quota

Copio/incollo dalla mia mail ......
VEDIAMO SE FUNZIONA VERAMENTE FB E SE LE BUONE IDEE ARRIVANO AI PEZZI GROSSI. 1) ANNULLIAMO IL MONTEPREMI DEL SUPERENALOTTO, CHE è QUASI DI 40 MILIONI DI EURO,E DONIAMOLO A CHI NE HA BISOGNO IN ABRUZZO 2) RIMANDIAMO A CASA QUEGLI IDIOTI DI TUTTI I REALITY E DONIAMO I MONTEPREMI 3) CHE I POLITICI DONASSERO LO STIPENDIO DI APRILE (tanto non muoiono di fame)COPIA, INCOLLA E DIFFONDI.

******

I calciatori della rosa PRIMAVERA dell'Empoli F.C. hanno deciso di devolvere interamente alla popolazione abruzzese il ricavato delle multe da loro pagate durante il campionato 2008/2009

******

SISMA ABRUZZO: INIZIATIVA DEI CALCIATORI DELL'U.S. AVELLINO
Attilio Lieto - Area Comunicazione
martedì 07 aprile 2009
Una raccolta fondi a favore delle popolazioni dell'Abruzzo colpite dal violento sisma nella notte tra domenica e lunedì. A volerla fortemente i calciatori dell'U.S. Avellino con in testa il capitano Domenico Di Cecco e Mario Pacilli entrambi di origine abruzzese. La raccolta fondi, aperta a tutti, sarà presentata ufficialmente al pubblico dagli stessi calciatori biancoverdi nel corso della consueta conferenza stampa settimanale in programma domani pomeriggio presso lo stadio Partenio di Avellino al termine della seduta di allenamento.
[Modificato da WEB RE1976 08/04/2009 12.22]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.731
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
07/04/2009 15.43
 
Quota









































OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.441
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
07/04/2009 13.26
 
Quota

Re: Re: Re:
WEB RE1976, 07/04/2009 11.41:

Mi scuso se col mio messaggio ti sono mancato di rispetto, non era assolutamente questa la mia intenzione. [SM=x1380974]

Io da persona distaccata dal tuo modo religioso di pensare forse ho usato un termine troppo forte e affrettato non pensando alla reazione che giustamente poteva creare e di questo me ne scuso ...... non volevo assolutamente essere irriverente nei tuoi confronti.

Sostituisco il termine barzellette (effettivamente troppo forte per chi ci crede convintamente e fermamente come molti e che io rispetto) con storielle o racconti o novelle ......... comunque il concetto espresso col mio messaggio non cambia.
Le convinzioni religiose non c'entrano nulla con la catastrofe che è successa in Abruzzo ed è fuori luogo dibattersi su di esse in questo Topic.

Senza rancore [SM=x1380983]

Ci mancherebbe, WEB. Storielle, racconti e novelle dal forte valore simbolico, se me lo concedi...
Intanto stamattina una nuova forte scossa. C'e' anche una ragazza di Cerreto fra gli studenti scampati al disastro dell'università. www.gonews.it




[Modificato da WEB RE1976 07/04/2009 15.42]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 288
Registrato il: 06/06/2005
Città: EMPOLI
Compagno di Muro
07/04/2009 12.11
 
Quota

Noè sotto il Gran Sasso
La storia non vi è nuova: uno Scienziato un po' originale, non troppo integrato nella comunità scientifica, va avanti per la sua strada finché non si imbatte negli indizi di una catastrofe prossima ventura. A questo punto fa il possibile per avvertire la popolazione, ma in questo modo incorre nelle ire del Potere, che vuole a tutti i costi evitare il panico. Proprio quando sta per finire nei guai, la catastrofe prevista accade, nei tempi e nei luoghi stabiliti, e lo Scienziato Solitario che aveva previsto tutto è in prima linea a portare i soccorsi. Sì, l'avete già visto questo film.

L'ultimo che mi viene in mente è The Day After Tomorrow; il regista che ne ha messi più insieme è probabilmente Spielberg; il periodo in cui andavano più forte, gli anni Settanta – ma ci sono antecedenti in letteratura più o meno a partire da Noè.
Chiamiamoli archetipi narrativi: non c'è disgrazia imprevedibile che possa impedirci di raccontarci storie. Che saranno simili a centomila storie che i nostri padri si sono già raccontati, eppure ci sembreranno abbastanza nuove da crederci (giacché di credere in qualcosa, evidentemente, abbiamo bisogno). Ed ecco lo scienziato solitario Gioacchino Gianpaolo Giuliani, il profeta del radon.

Ne avete sentito parlare per tutto il lunedì. Lui, rinchiuso nel suo laboratorio sotto il Gran Sasso dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, il terremoto l'aveva previsto, grazie a una sua originale ricerca sul gas radon sprigionato dai sismi. E il potere, incarnato dal rude Bertolaso, lo aveva trattato da “imbecille” e fatto denunciare per procurato allarme. Come fai a non crederci? È tutto su internet: le dichiarazioni, l'intervista, la pagina dei sostenitori su facebook.

Ma è proprio su internet che, con un attimo di pazienza, è possibile smontare la storia pezzo per pezzo: G. G. Giuliani al Gran Sasso fa il tecnico, la sua ricerca sul radon è un hobby (peraltro il collegamento tra radon e terremoti è accettato dalla comunità scientifica da più di trent'anni), e soprattutto, il terremoto non lo aveva previsto per lunedì, ma per la scorsa settimana. E non alle porte dell'Aquila, ma a Sulmona: sessanta chilometri di distanza, anche questo è su internet. Non solo, ma dopo l'ondata di panico generata a Sulmona domenica scorsa (e che gli era valsa la denuncia per procurato allarme), in un'intervista aveva tranquillizzato gli abruzzesi: lo sciame sismico era destinato a scemare copo il mese di marzo.

Dico la mia: Giuliani non sarà un imbecille, ma è un irresponsabile in discreta percentuale. Se durante uno sciame sismico cerca particelle di radon, è probabile che ne troverà; ma il suo tentativo di triangolare i dati e trovare l'epicentro di un sisma prima del sisma stesso non regge per ora la prova dei fatti. Sessanta chilometri sono la distanza tra Milano e Varese. Prevedere un terremoto a Varese una settimana fa non significa mettere in guardia i milanesi oggi; tanto più che molti sfollati da Varese potrebbero accorrere proprio a Milano – e se la scorsa settimana nessun fuggitivo da Sulmona (AQ) si è fermato nel capoluogo, lo dobbiamo solo alla fortuna e magari un po' a Bertolaso, che ha pubblicamente trattato da mitomane il Noè di turno. Che probabilmente è in buona fede, e chissà, nei prossimi anni metterà davvero a punto quel sistema di previsione dei sismi che nessun laboratorio al mondo è ancora riuscito a trovare. Glielo auguro di cuore.

Nel frattempo continuo a stupirmi per la rapidità con cui nell'emergenza una voce filtrata male – anche nell'era di internet, dove i filtri sono trasparenti – si trasforma subito in Mito. Su facebook, come si dice, spopolano i gruppi pro-Giuliani. Questo per ora ha solo duecento iscritti (altrove pare siano migliaia):

GIAMPAOLO GIULIANI QUALKE GIORNO Fà AVEVA PREVISTO IL TERREMOTO CHE STANOTTE SI è VERIFICATO IN ABRUZZO...TRAMITE SUOI STUDI E UN RILEVATORE DI GAS "RADOM"(PENSO SI SCRIVA COSì) LE NOSTRE POTENTI ISTITUZIONI NON GLI HAN DATO RETTA E ANZI L'HANNO DENUNCIATO XPROCURATO ALLARME...GRAZIE A QUESTE ISTITUZIONI DI MERDA SONO MORTE PIù DI 100 PERSONE,PIù DI 2000 FERITI,E PIù DI 60000 SFOLLATI...A ME QUESTI PAPPONI MAFIOSI CHE RAPPRESENTANO NOI COME STATO ITALIANO MI HANNO ROTTO I COGLIONI...MA PESANTEMENTE...


Il messaggio non rende giustizia al fenomeno. Il mito di Noè-Giuliani non è prerogativa di ragazzini con la k facile. Ha intaccato il senso critico di persone intelligenti, informate, dalle quali passo quotidianamente ad abbeverarmi di razionalità. Ma questo è il punto, la razionalità ha dei limiti. Uno di questi limiti è il terremoto: una tragedia ingiusta, imprevedibile, che ti toglie la terra sotto i piedi e non ti spiega nemmeno il perché. E l'uomo può costruire sismografi e scavare tra le rocce con le unghie, ma devi dargli un perché, specie se è piccolo. È andata così, dal diluvio in poi: quando i nostri cuccioli ci chiedevano conto di un fenomeno spiegabile, glielo spiegavamo; quando era inspiegabile, ci ricamavamo sopra una storia. La storia non spiega, non risolve, e probabilmente nemmeno consola: ma in qualche modo è meglio di niente; e niente sarebbe quello che avrei dovuto scrivere stavolta, ma mi sarei sentito anche peggio.




Articolo molto interessante, se andate alla pagina http://leonardo.blogspot.com/2009/04/noe-sotto-il-gran-sasso.html trovate i link ad altre pagine web a cui si fa riferimento.
[Modificato da Matteo BB 07/04/2009 12.27]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 4.730
Registrato il: 28/05/2005
Città: EMPOLI
Esperto
07/04/2009 11.41
 
Quota

Re: Re:
CLAY60, 07/04/2009 10.39:


Ok, ma quelle che tu chiami barzellette orientano tutta la mia vita, WEB.
Prego per tutte le vittime del sisma, credendo profondamente che la Vita non finisce quaggiu'.

Mi scuso se col mio messaggio ti sono mancato di rispetto, non era assolutamente questa la mia intenzione. [SM=x1380974]

Io da persona distaccata dal tuo modo religioso di pensare forse ho usato un termine troppo forte e affrettato non pensando alla reazione che giustamente poteva creare e di questo me ne scuso ...... non volevo assolutamente essere irriverente nei tuoi confronti.

Sostituisco il termine barzellette (effettivamente troppo forte per chi ci crede convintamente e fermamente come molti e che io rispetto) con storielle o racconti o novelle ......... comunque il concetto espresso col mio messaggio non cambia.
Le convinzioni religiose non c'entrano nulla con la catastrofe che è successa in Abruzzo ed è fuori luogo dibattersi su di esse in questo Topic.

Senza rancore [SM=x1380983]



[Modificato da WEB RE1976 07/04/2009 11.44]
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 6.440
Registrato il: 06/06/2005
Città: VINCI
Anziano
07/04/2009 10.39
 
Quota

Re:
WEB RE1976, 06/04/2009 16.33:

Per Zio_Tobia e Clay

Io penso che questo non sia ne il luogo nè il momento per raccontare le proprie verità o le barzellette bibliche per giustificarla ..... c'è un topic apposta per questo.

Questa purtroppo è una disgrazia reale vissuta sulla pelle di essere viventi che meritano il nostro rispetto se non altro perchè può succedere a chiunque in qualsiasi momento.

Vi chiedo per favore di non andare oltre con la vostra discussione .... almeno su questo Topic [SM=x1380973]





Ok, ma quelle che tu chiami barzellette orientano tutta la mia vita, WEB.
Prego per tutte le vittime del sisma, credendo profondamente che la Vita non finisce quaggiu'.


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 8.736
Registrato il: 23/06/2005
Veterano
07/04/2009 09.48
 
Quota

Secondo i dati diffusi dalla Protezione civile, sono 179 i morti accertati nel terremoto che ha devastato l'Abruzzo la notte tra domenica e lunedì. Quaranta delle vittime non sono state ancora identificate. I dispersi sono 34 e 1.500 i feriti. Gli sfollati sono complessivamente 17.000, di cui 10.000 a L'Aquila e 7.120
nella provincia

corriere.it
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 06.48. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Home Page Rangers 1976 Empoli

Sei il visitatore numero   You are visitor number 
570.921 +  

Scriveteci