Torna a FERREA MOLE

FERREA MOLE

Forum

La bandiera della Repubblica è il simbolo della Patria. La bandiera da combattimento affidata ad una unità militare è, inoltre, il simbolo dell'onore dell'unità stessa nonchè delle sue tradizioni, della sua storia, del ricordo dei suoi caduti. Essa va difesa fino all'estremo sacrificio.

Help on line

Regole del Forum

LA' DOVE IL GHIBLI SOFFIA E BRUCIA IL SOLE SON RIMASTE LE ETERNE INCANCELLABILI PAROLE CHE TU CARRISTA CON IL SANGUE HAI SCRITTO:
ITALIA E ONORE

Questa cartella è riservata esclusivamente alle discussioni inerenti la dottrina d'impiego delle forze corazzate. Possono essere inseriti messaggi aventi per oggetto temi tecnici o storici purché inerenti l'argomento principale.

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

hic manebimus optime

Last Update: 8/29/2006 10:39 AM
Email User Profile
Post: 794
Registered in: 6/13/2002
Comandante P/ne Carri
OFFLINE
8/21/2006 1:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Proseguendo nel mio vagare senza ordine, e con chissà quale costrutto, tra armi, mezzi e dotazioni del nostro esercito negli anni ’50 e ’60, vorrei che rivolgeste ora la vostra attenzione ad un argomento minore e poco frequentato come quello dei materiali di attendamento. [SM=x75460]

Base della nostra disamina sarà l’apposita istruzione N. 5513, datata 1961, a firma del ministro Andreotti, che, in premessa, abroga la precedente, N. 2039. emessa nientemeno che nel 1929. [SM=x75479]

A nuova istruzione non corrisponde obbligatoriamente nuovo materiale ed infatti larga parte di quello illustrato e della disciplina di impiego del medesimo, è rimasta immutata nonostante i trentadue anni che separano le due pubblicazioni.

Identico, ad esempio, il telo tenda individuale ed il suo utilizzo che poi tale resterà ancora per decenni. Giocano, da un lato, la buona qualità di base del concetto e del prodotto, dall’altro il fatto che questo non è certo un settore di punta nella ricerca militare.

Parlando di tende vere proprie la varietà non è poi così larga come mi sarei aspettato.

Due sono i tipi di tenda per servizi generali, più uno solo previsto per l’uso da parte dei Comandanti di Corpo e parificati, tutto il resto si ottiene con il combinato e vario impiego di teli tenda individuali.

Le due tende per servizi generali di campagna, normale e someggiabile, differiscono tra loro per le maggiori dimensioni della prima, oltre che per l’aspetto esteriore, sono identici, invece, i criteri costruttivi e l’impiego finale.

L’uso delle tende per servizi generali era destinato agli uffici, magazzini, infermerie e simili oltre che, in casi eccezionali, per l’alloggiamento delle truppe.

Erano costituite da teli di canapa, di colore kaki, impermeabilizzati con rinforzi nello stesso materiale lungo le cuciture e nei punti di inserimento dei pali.

Altri convenienti rinforzi erano previsti in corrispondenza delle porte, dei finestrini e dei teli veranda.
Nelle immagini che seguono sono illustrati i due tipi di tenda per servizi generali di campagna, normale e someggiabile.

La tenda per servizi generali ripiegata e pronta per il trasporto……



…… prospetto e pianta con dimensioni…….



…..ed infine la tenda montata.



Una vista della veranda.
Questo modello, a pianta quadrata, era dotato di due porte su lati opposti e di quattro finestrini, posti a due a due, sui lati privi di porte.



La tenda per servizi generali someggiabile ripiegata e pronta per il trasporto……



…… prospetto e pianta con dimensioni…….



….. la tenda montata.



Anche il modello someggiabile, più piccolo del precedente, era a pianta quadrata con una sola porta ed un solo finestrino posto sul lato opposto con i due teli laterali ciechi.

Indipendentemente dal modello, per il montaggio erano necessari quattro uomini ed un caposquadra, tempo previsto 15’.

Scelto un terreno adatto e di convenienti dimensioni, lo si spianava liberandolo da ostacoli ed asperità.

Per un perfetto montaggio si adoperava il nastro di tracciamento consistente in cinque settori di robusto nastro di canapa alto 20mm, i cinque settori, quattro di colore grigio ed uno di colore giallo, erano uniti tra loro mediante anelli metallici.

I quattro uomini tenevano il nastro ognuno per un anello dei settori grigi, che rappresentavano i lati della tenda, mentre il settore giallo veniva disposto dal caposquadra come diagonale per ottenere un disegno ottimale della pianta quadrata.

Svolta questa operazione e fissato al terreno il nastro mediante quattro aghi di ferro, si piantavano i picchetti utilizzando i riferimenti riportati sul nastro, in seguito si disponeva il telo ed infine si rizzavano i pali di sostegno, di cui uno centrale, più i laterali in numero vario da 6 a 14 a seconda del modello di tenda.

Il palo centrale era munito di un’asta di colmo, di forma quadrata, che consentiva di tenere aperta sulla sommità del telo un'apertura di aerazione.

I pali non erano infissi nel terreno e avevano solo funzione di sostegno, l’ancoraggio era svolto dai picchetti e dai tenditori.

Io ho cercato di farla breve ma l’istruzione sul montaggio è minuziosa e accurata, lasciando pochi dubbi sul da farsi.

Ultimo modello di tenda previsto, quello cosiddetto per Comandante di Corpo, disponibile, però, anche per usi analoghi e parificati.



Più piccola dei modelli precedentemente illustrati, aveva pianta rettangolare, dotata di una sola porta e di tre finestrini.

Era provvista di una fodera interna di cotone per un migliore isolamento e, sempre al suo interno, era dotata di una parete divisoria in quanto erano previsti due ambienti separati, uno adibito ad alloggio e uno destinato al servizio.



Il montaggio era poi completato con il fissaggio dei finestrini, in celluloide ignifuga, e degli appositi telaietti.

Per lo smontaggio di tutti i modelli si procedeva a ritroso, secondo la stessa sequenza seguita per il montaggio, avendo cura di stivare i teli solo dopo avere accertato che fossero puliti, asciutti e integri. Pulizia e manutenzione dovevano essere svolte non appena possibile per non compromettere la stessa idoneità del materiale a svolgere il suo compito.

Nella seconda parte, che seguirà a breve, spero [SM=x75467] , cercheremo di rinfrescarci la memoria sull’uso e le caratteristiche dell’ultimo immortale: il telo tenda mod. 29. [SM=x75481]

Saluti [SM=x75448]
Giacomo


I got my bags packed baby and i'm ready to go
Eurovision Song Contest 2019 {Pre, Live & Post}Ankie & Friends - L&#...47 pt.5/19/2019 7:56 PM by anklelock89
GENESI 1:13-19Testimoni di Geova Online...37 pt.5/19/2019 10:09 PM by Aquila-58
Laggiù nell' AlabamaIpercaforum28 pt.5/19/2019 8:19 PM by camilllo mandrilllo
Nuovo Treviso Forza Treviso25 pt.5/19/2019 7:43 PM by ZakkTV
Email User Profile
Post: 2,727
Registered in: 9/2/2002
Location: ACCIANO
Il Vicecomandante
Comandante FOD
OFFLINE
8/21/2006 2:58 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Signori!

Grazie a Giacomo la famosa e mitica "6x6"
**************************
... E PER RINCALZO IL CUORE!
Email User Profile
Post: 794
Registered in: 6/13/2002
Comandante P/ne Carri
OFFLINE
8/22/2006 7:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

continua
Il “Telo mimetico impermeabilizzato per tenda mod. 1929” deriva il suo nome, appunto, dall’anno di adozione da parte del Regio Esercito.



Veniva così descritto:

Esso ha forma quadrata di m. 1,85 di lato. È provvisto ai quattro lati di asole e bottoni per l’unione di altri teli e di un foro a ciascun angolo per l’introduzione del bastone.
Al centro ha un’apertura sagomata per l’utilizzazione del telo stesso come mantellina impermeabile. È colorito sul dritto con chiazzatura mimetica e sul rovescio con tinta unica colore terra d’ombra schiarita.




Ad ogni militare di truppa venivano distribuiti:
1 telo tenda;
2 parti di bastoni di acciaio per tenda;
2 paletti per tenda;

Il telo, munito di tre funicelle, una lunga m. 2,25 e due lunghe m. 0,57, era portato arrotolato sopra o attorno alla borsa a zaino ma:

……..quando si addiviene allo spalleggio dei materiali (mitragliatrici, munizioni, materiali per i collegamenti etc N.d.F.) i militari all’uopo designati sono alleggeriti della borsa a zaino che viene caricata sui quadrupedi già impiegati per il trasporto dei carichi. Dalla borsa a zaino sono però tolti il telo mimetico, la coperta e la gavetta di alluminio, che vengono sistemati intorno e sopra al carico spalleggiato…..

Con i teli era possibile erigere tende di forme e dimensioni diverse esponendo alla vista quella delle due facce che offriva la migliore possibilità mimetica.

Generalmente con i teli venivano formate:

- tende per quattro;
- tende per sei;
- tende per reparto e materiali;
- tende per ufficiale o maresciallo;



La tenda per quattro era così formata: si abbottonavano due teli tra di loro, con otto parti metalliche si formavano due bastoni (4X2) introducendone la parte rastremata negli occhielli corrispondenti alla linea di unione dei due teli, così sistemati i teli saranno tenuti tesi da due picchetti infissi a circa 60 cm di distanza all’esterno dei due bastoni e lungo il loro allineamento utilizzando all’uopo la funicella lunga di cui è dotato ogni telo. [SM=x75451]

A questo punto si assicuravano a terra i lati inferiori dei due teli, con l’impiego di altri quattro paletti di legno e delle funicelle corte, avendo cura che i lembi fossero al livello del suolo e che attorno alla tenda fosse scavato un solco in grado di incanalare l’acqua piovana. La tenda veniva chiusa sia anteriormente che posteriormente con i due restanti teli abbottonati agli spioventi, utilizzando gli stessi bastoni come sostegno, uno dei due teli d’estremità veniva poi utilizzato come apertura d’accesso.

Per l’occupazione i quattro soldati si sdraiavano parallelamente alla linea dei bastoni con le estremità verso l’apertura. L’armamento e l’equipaggiamento venivano sistemati nella parte opposta tra il bastone il telo.



La tenda da sei era di foggia e di costruzione analoga ne differiva solo per avere gli spioventi formati da due coppie di teli, l’accesso avveniva da ambo i lati estremi.
I soldati si sistemavano, tre per parte, con le estremità verso le due uscite e con armi e materiali sistemati al centro.

A questi due tipi base se ne aggiungevano degli altri di foggia e dimensioni anche molto diversi, al crescere delle dimensioni risultavano inutilizzabili i bastoni d’acciaio della dotazione base sostituiti da bastoni e pali di circostanza.

Seguono alcune illustrazioni esplicative.

Quella a spioventi doppi inclinati……



……..e quella a spioventi doppi sostenuti nella giunzione.



La disponibilità a livello di reparto di tende per servizi generali rendeva superfluo, nella maggior parte dei casi, ricorrere a complessi troppo voluminosi.

La tenda da quattro era la più facilmente occultabile e facilmente realizzabile, quella da sei la più comoda per gli occupanti da utilizzarsi, però, solo se il terreno offriva la necessaria copertura.

Grande cura e attenzione doveva porsi nella pulizia della tenda che andava aperta e arieggiata tutti i giorni, i teli dovevano essere accuratamente puliti e asciugati prima di essere riposti dopo l’uso.

Per non compromettere le caratteristiche di impermeabilità, in caso di pioggia, doveva evitarsi che l’interno de telo fosse a contatto con gli oggetti lasciati all’interno della tenda.

Con i teli individuali veniva costruite anche le tende per ufficiali e marescialli.

In tempo di pace era ammesso l’uso del modello a cinque teli (quello sopra illustrato con 26 parti di bastone e 10 paletti). In ragione di una per ogni ufficiale superiore o capitano oppure una per due subalterni.



In tempo di guerra per tutti era obbligatorio l’uso della stessa tenda da quattro della truppa, singolarmente o meno, in relazione al grado dell’occupante.

Il telo mod. 1929 poteva essere usato anche come mantellina sia con l’intento di proteggere il soldato dalle intemperie che con quello di mascheralo alla vista del nemico.



Era previsto il suo uso anche come sacco d’addiaccio, ripiegandolo ed abbottonando il lato lungo ed uno dei due corti, come bene illustrato nella foto.



Oppure, usato da solo, come riparo anche semplicemente sospeso tra pali distanti o tra la vegetazione.



In caso di disponibilità di diverso ricovero il telo poteva essere usato per coprire o sostituire porte e finestre, accessi a buche, bunker o altri apprestamenti campali.

Quello che uso io, per le scampagnate famigliari, non saprei dire quanti anni ha ma sembra uscito ieri dal casermaggio e credo che se non ci fosse, a fare il suo lavoro come sempre, anche il nostro arrosto di porcetto, forse, sarebbe meno saporito. [SM=x75466]

Saluti [SM=x75448]

p.s. una bella foto di attendamento, postat da roscor, appare in una recente discussione in altra cartella del forum.
Giacomo


I got my bags packed baby and i'm ready to go
Email User Profile
8/23/2006 2:31 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

ottio il manuale sul telo mimetico..ti volevo proprio chidere se avevi materiale in merito!! [SM=x75444] [SM=x75444] [SM=x75483] [SM=x75483]

[SM=x75484]
Email User Profile
Post: 556
Registered in: 10/18/2003
Location: POVE DEL GRAPPA
Capocarro
OFFLINE
8/25/2006 11:16 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

mi pare che ci sia qualche inesattezza nell'illustrare le tende!appena avrò due minuti vedrò di scrivere in merito.
Email User Profile
Post: 556
Registered in: 10/18/2003
Location: POVE DEL GRAPPA
Capocarro
OFFLINE
8/28/2006 10:51 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

alla brillante esposizione di Giacomo 415 sul materiale di attendamento vorrei precisare che il materiale in questione in dotazioni all'EI nel periodo preso in esame era il seguente:
Tenda isotermica biposto alpini;
Tenda isotermica quadriposto;
Tenda per Comandanti di Corpo;
Tenda 4 x 4
Tenda 6 x 6
tenda per Ufficiali e marescialli;
Tenda 6 x 9 per reparti di sussistenza;
tenda 6 x 9 per reparti di sanità (telo blu con croci di neutralità)
Tenda 9 x 11 per reparti di sanità (telo blu con croci di neutralità);
le tende 4 x 4 e 6 x 6 furono sostituite poi dalle tende 5 , 50 x 5, 50 predisposte per il riscaldamento;
Le tende per U. e mar. erano composte da una sacca, paleria, funicelle e 5 teli tenda senza apertura centrale.
quanto sopra a completamento delle notizie avanti riportate.
La max trid.
Email User Profile
Post: 794
Registered in: 6/13/2002
Comandante P/ne Carri
OFFLINE
8/28/2006 1:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ringrazio vecio45 per l'integrazione.
Non avresti per caso delle immagini delle tende isotermiche in dotazione ai reparti alpini? [SM=x75476]

Il panorama del materiale illustrato nei miei post precedenti, come specificato, era limitato all'istruzione citata, riferita alla dotazione base dei reparti in campagna. [SM=x75467]

Alla elencazione potrebbero aggiungersi anche le tende di cui erano dotati i panifici mobili capali, i bagni mobili campali e via discorrendo..... [SM=x75463]

Non appena avrò a disposizione del valido materiale prometto di parlarne nuovamente....... prendetela pure come una minaccia. [SM=x75466]

Saluti [SM=x75448]
Giacomo


I got my bags packed baby and i'm ready to go
Email User Profile
Post: 556
Registered in: 10/18/2003
Location: POVE DEL GRAPPA
Capocarro
OFFLINE
8/29/2006 10:39 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Giacomo, purtroppo non ho illustruzioni delle tende isotermiche, in ogni caso erano del tipo canadese a doppio telo, quello esterno era da un verso mimetico tradizionale e dall'altro grigio chiaro tendente al bianco sporco con chiazze grigio scuro per il mimetismo in zona innevata.
Per quanto riguarda le tende dei mezzi campali potremo riparlarne.
la max trid.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:17 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Questo forum è un'iniziativa totalmente personale e pertanto non ha alcuna relazione con l'Esercito Italiano o qualsiasi altra Forza Armata, Associazione d'Arma, Ente pubblico o privato.
L'utilizzo di elementi della gerarchia militare è unicamente finalizzata alla costituzione di una classifica interna in base al numero di messaggi inviati. Esso non ha quindi alcun riferimento con le posizione delle singole persone nella vita reale.