Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Vota | Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

MAGGIORA ULTIMA CAMPIONATO ITALIANO 13ottobre

Ultimo Aggiornamento: 24/10/2012 14.53
14/10/2012 02.19
 
Quota
ONLINE
Post: 2.963
Registrato il: 03/08/2007
Città: BORGOSESIA
Età: 33
Amministratore
Utente Gold
qualcuno può dire qualcosa a proposito della giornata di prove?

la cosa che mi ha colpito di più è la pole del francese Bauer (mai visto a Maggiora) più veloce di mezzo secondi di Firenze, che la dice lunga

____________

manuel
DIO è Amore, Figuriamoci se era Cattivo!Testimoni di Geova Online...76 pt.20/03/2019 21.13 by I-gua
Giovanna Carollo (Rai Sport)TELEGIORNALISTE FANS FORU...54 pt.20/03/2019 21.08 by peppino de filippo
ATP WT Game: MIAMITUTTO TENNIS FORUM28 pt.20/03/2019 23.52 by Bobby realdeal
14/10/2012 10.37
 
Quota
ONLINE
Post: 2.963
Registrato il: 03/08/2007
Città: BORGOSESIA
Età: 33
Amministratore
Utente Gold
per chi non fosse in pista, può seguire lo svolgimento della gara dalla pagina dei Live Results sul sito dello SCM www.cronometristi.net/public/risultati/ALTRI/NAZ/MAGGIORA(NO)1410201201/classif...

____________

manuel
14/10/2012 22.54
 
Quota
OFFLINE
Post: 142
Registrato il: 06/01/2011
Città: CASINA
Età: 23
Utente Junior
1 CRISTIAN GRASSELLI!!!!!!! [SM=g27987] [SM=g27985]
2 GIUSEPPE MUCCI
3 CHEGGIATO PAOLO
se non mi sbaglio gli altri non lo so ero troppo in euforia [SM=g27987] [SM=g27987] [SM=g27987] [SM=g27987] [SM=g27987]
14/10/2012 23.09
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
15/10/2012 12.13
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Ribadisco che non eravamo in pista, quindi tenterò di raccogliere un po' di materiale trovato in rete, sperando che qualcuno abbia fatto qualche filmato.
Chi ha fatto foto e video può cortesemente segnarlarcelo qui. Grazie.
15/10/2012 12.57
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Qualche commento alle gare?
15/10/2012 13.42
 
Quota
OFFLINE
ciao mark
brevemente racconto quello che ho visto.
innanzitutto è stato bellissimo vedere Cairoli dal vivo e vederlo girare in pista, bravi scm, firenze, gallotta e ottoboni che hanno reso possibite tutto cio.
mi pè sembrata una persona molto disponibile, giornalisti fotografi sky ecc, ce n'erano in abbondanza, bello bello.

riguardo alle gare del camp italiano...
1A, niente di che,senza emozioni vince tutto cerri senza neanche un pensiero, un po triste la categoria..

1 andava forte negri che aveve vinto 2 manche , poi ha rotto qualcosa quindi fuori dai giochi.
fuori lui il più in palla è venturi "nome nuovo" , che in finale parte in testa, ma alla staccata viene tamponato in pieno da amatori che viene squalificato.
manovra incomprensibile.
fuori anche loro a vincere è chiozzini" molto fortunato".

3A domina in lungo e in largo waldschmit o come si scrive, che vince tutto. fanno bene immovilli e gallotta, ma non abbastanza da impensierire lo straniero.

kartcroos questa categoria mi piace sempre di più, anche qui lo straniero francese bauar fa la differenza. oltre 20 iscritti, vengono divisi in due gruppi, da una parte vince 3 su 3 il francese , dall'altra vince 3 su 3 firenze. i due abbassano il tempo manche dopo manche, il francese però sembra averne di più, e firenze è l'unico a tenelgli testa.
andavano bene vercelli pellicone vigliarolo ma 1 secondo piu lenti dei primi due.
finale parte firenze alla grande e tiene il francese dietro x 5 giri circa, i due abbassano ancora i tempi, poi un errore di firenze da strada libera al francese che va vincere davanti a firenze. bellissima finale. tutti gli altri molto indietro
15/10/2012 14.01
 
Quota
OFFLINE
Post: 79
Registrato il: 24/06/2008
Città: CAVALLIRIO
Età: 44
Utente Junior
Per onor di cronaca, è stato Morganti a tamponare Venturi e non Amatori, a cui seguita giusta squalifica. Amatori si è fermato subito al primo giro, ma ha avuto problemi per tutto il Week end.
15/10/2012 14.05
 
Quota
OFFLINE
ops, ho fatto confusione ,grazie igor.
15/10/2012 22.01
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
15/10/2012 22.19
 
Quota
OFFLINE
Post: 220
Registrato il: 21/06/2009
Città: COMO
Età: 36
Utente Junior
16/10/2012 11.53
 
Quota
ONLINE
Post: 2.963
Registrato il: 03/08/2007
Città: BORGOSESIA
Età: 33
Amministratore
Utente Gold
ottima prova di Venturi, nonostante delle botte davvero da agonismo di basso livello.. quella vettura finalmente ha trovato lo scopo per cui è stata creata, e chi ha orecchie per intendere, intenda [SM=g27987]
se sommiamo le Touring di domenica, a quelle italiane dell'europeo, alle altre italiane viste a pasquetta, più altre che si sono viste negli ultimissimi anni, verrebbe fuori na roba....
complimenti a Chiozzini, spettacolo sempre e comunque

dal racconto del week end, che sfiga per Alex Gallotta.. e peccato anche per i problemi di Lonardi, ma allo stesso tempo sono contento per Grasselli che ne ha da un bel po'!

devono essere stati bellissimi i kartcross.. speriamo in qualche video della finale





____________

manuel
17/10/2012 00.49
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Una nuova puntata della rubrica "Il Punto" by Daniele Ostorero
" COSE SUCCESSE A MAGGIORA NEL 2012 "

Stando ad antiche profezie, questo potrebbe essere l' ultimo anno dell' autocross, o meglio, questo potrebbe essere l' ultimo anno di TUTTO.

Nessuno può saperlo ora, ma almeno fino al 21 dicembre, possiamo ancora discutere delle nostre passioni, poi vedremo il da farsi....



L' autocross ha vissuto un anno che sicuramente ha risentito, come molte cose di questo mondo, degli influssi della finanza e dei tempi miseri che ci stanno facendo vivere, anche gli entusiasmi in periodi così bui, tendono a smorzarsi, ovvio che una specialità che già non brillava di luce propria negli ultimi anni, si sia ancor più affievolita, però alcune cose discrete sono successe e speriamo che diano una minima scossa all' ambiente, sempre che il 2013 abbia modo di sorgere !!!



Partiamo dal campionato italiano, dicendo che tutto sommato sta denunciando uno stato di malato cronico in via di peggioramento. Normalmente quando un paziente non migliora , o peggio, va sempre ad aumentare la sua criticità, si tende ad intervenire in modo radicale e con dosi massicce di rimedi.

Nel caso del nostro "malato " i metodi sono stati indicati in varie forme, alcune percorribili, altre, tipo le mie, più provocatorie e drastiche, di meno facile attuabilità.

Però qualcuno a pochi passi da noi, vedi la Francia, pur non vivendo tempi idilliaci e prosperi, ha saputo trovare tali e tante soluzioni, da farsi notare in positivo a 360 gradi, inventandosi campionati, categorie, elasticità, coesione tra le parti, a tal punto da entrare in massa nel campionato europeo e portando a casa risultati a dir poco insperati ed inaspettati. Lo esamineremo tra poco parlando del campionato europeo.

A Maggiora, sabato e domenica scorsi, in un periodo di vacche magrissime, oserei dire " trasparenti e diafane ", è arrivato un team ufficiale con un nome che è tutto un programma, vale a dire Kamikaze, con un pilota ufficiale, mai visto prima a Maggiora, tale Xavier Bauer ed ha fatto vedere da subito, che non erano in gita turistica, ma facevano sul serio, molto sul serio. Bauer ha fatto capire subito che ha talento, che ci sa fare, che su quel kart ci passa del tempo come un vero pilota ufficiale e che il suo team ha intenzioni serie, sia dal punto di vista tecnico, che sportivo e prestazionale.

Guarda caso la categoria se la sono inventata loro, i francesi, personalmente dalla loro prima apparizione, non ho mai lesinato elogi ed entusiasmo nei confronti dei kartcross, ogni volta che ritrovo Max Vercelli lo vado a salutare e ringraziare per aver portato la specialità in Italia, dove ha immediatamente trovato terreno fertile ed un sacco di entusiastici sostenitori, a partire principalmente dai piloti e di conseguenza dal pubblico.

La domanda provocatoria è : possibile che in Italia, tanto decantata come patria dei motori e della fantasia, non sia mai nata un' idea di questo tipo ? E se nascesse, visto il clima italiano da " tutti contro tutti appassionatamente ", riuscirebbe mai ad andare avanti ?

Calcoliamo che qui la federazione non esiste, e questo è ormai un dato di fatto da sempre, però ogni idea, ogni presa di posizione, è sempre da dibattito televisivo, e non lo dico nel senso che ha molta audience, ma nel senso più dispregiativo possibile, quello delle risse davanti alle telecamere, che si parli di politica, di finanza, di religione, di socialità, o di ogni altra stronzata, non c'è mai una sorta di intendimento comune, c'è sempre solo la critica fine a se stessa, mai costruttiva, venedo alla specialità dell' autocross, anche qui è tutto pari col discorso appena tracciato, solo discussioni, prima pacate, poi animate, poi gli insulti, il tutto per arrivare dove ? al nulla, ad un campionato ridicolo, non per i protagonisti, non per l' impegno visto nelle poche, anzi pochissime gare, ma per la totale mancanza di amalgama, di professionalità da parte di molti, ecc. Rimango delle mie idee, almeno 10 anni fa scrissi che secondo il mio modesto parere, i tempi erano cambiati, e con i tempi dovevavno cambiare molte cose, proposi per ingrandire la specialità e farla diventare popolare di fare un campionato " itinerante ", con una valida organizzazione alle spalle, tipo sportclubmaggiora, con abbinamento di network radiofonici al seguito, qualche sponsor mirato ed abituale nel campo motoristico, pensate a come sono entrati in gioco sponsors come Redbull o Monster nel settore motoristico, ci sarebbe stato chi avrebbe potuto allestire piste da montare al venerdì e smontare il lunedì in posti di villeggiatura, con migliaia di persone sempre presenti, ovviamente con un paio di date a Maggiora, per ridare voce alla tradizione, ma sarebbero stati campionati con almeno 8 o 10 circuiti completamente diversi da Pasquetta ad ottobre.

Ed invece si sono tentate gare in campi di patate con paletti e bandelle di plastica per delimitare il tracciato, in posti assurdi e senza alcun futuro.

Per quel che riguarda le vetture, il fai da te è regnato quasi perennemente, con risultati parecchio squallidi, a voler essere buoni nel giudizio, mentre i francesi hanno continuato tranquillamente a migliorare, a presentare novità, a farle progredire, senza attriti e tensioni ed i risultati sono davanti agli occhi di tutti.



Parlando dell' ultimo weekend di Maggiora, la ciliegina sulla torta, ma in questo caso dovremmo dire la torta sulla ciliegina, è stata ovviamente l' apparizione di quel mostro di talento che si chiama Tony Cairoli. Purtroppo il tempo è stato veramente poco, mi ero già pregustato, e lui era d' accordo a concedermi una lunga chiacchierata sul motocross, mia personale grande passione, da condividere questa serie di domande col pubblico, però la sua grande voglia di girare con le vetture gentilmente messe a disposizione da Firenze, Ottoboni e Gallotta, ha fatto arrivare troppo presto l' ora in cui doveva assolutamente andare via per non perdere l' aereo che lo aspettava. Non è sceso in pista solo per fare qualche giretto in suplesse, perchè ogni volta che cambiava vettura era parecchio sudato, a riprova del garnde impegno profuso ed anche fisicamente ha patito un discreto indurimento degli avambracci.

Il suo manager mi diceva che l' obiettivo primario è quello di tentare di arrivare ai 10 titoli mondiali di Stefan Everts, però la passione del Tony 222 è il rally e dopo il motocross il suo futuro potrebbe e dovrebbe essere sulle quattro ruote.

L' augurio è di poter avere altre occasioni con campioni di questo calibro a dar lustro alla specialità e allo sport club Maggiora, che se lo merita.



Chiudiamo con il campionato europeo, ancora una volta un solo italiano a disputare l' intera stagione, dopo anni di Giarolo, quest' anno è stato Alex Gallotta a cimentarsi contro i mostri, riuscendo parecchie volte a farsi rispettare ed anche temere, visto il trattamento in pista cui è stato fatto segno da alcuni avversari.

Spiderman è nella categoria dei clan consolidati, prima i cechi, poi gli olandesi, ora il tedesco, " sua maestà " come lo chiamo io, questo il clan lo fa da solo, grazie ad un insieme di talento, grinta, visione di gara, decisione e mezzo tecnico a disposizione, un mix spaventoso che raramente si è visto negli anni in questo ambiente.

Personalmente ritengo Bernd Stubbe uno dei tre migliori piloti di ogni epoca dell' autocross, ma Gallotta ha dimostrato di non essere lontano, di dover ancora trovare col suo team un giusto equilibrio dei tanti fattori che compongono le gare perfette, Stubbe ci è già riuscito più volte, al nostro lodigiano, l' augurio di imitarlo, raggiungerlo e batterlo, al più presto.

Dicevamo dei francesi, ogni tre o quattro anni ne spuntano un paio, principalmente nei prototipi o 1600 o 4000 e zitti zitti, fanno l' intero campionato e...lo vincono, a parte il mio amico Vincendau, Francis Warnier e Olivier Dufour, ultimamente uno sconosciuto Baudet ed ora un altrettanto sconosciuto Anacleto, sono arrivati, hanno fatto le loro gare, da sconosciuti e si sono vinti il titolo europeo, tipo lo squadrone italiano, che a parte i due succitati, non porta a casa un titolo dal 1991, e fanno 21 anni di digiuno, non vi pare un po' troppo ? Per i miei gusti sììììììì

Nell' augurarvi che il 2013 arrivi, come speriamo, chiuderò con il mio solito :


alla prossima Daniele Ostorero
17/10/2012 00.50
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
17/10/2012 00.52
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Album fotografico by Sportclubmaggiora:

www.sportclubmaggiora.it/2012/ottobre/foto/album/index.html
17/10/2012 07.44
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
17/10/2012 09.29
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Mi permetto di aggiungere quanto scrisse Daniele in un vecchio "Punto" di qualche anno fa, di cui si parla nell'ultima puntata della rubrica:




26-05-2005






RIVOLUZIONE!



Subito dopo la gara di Montagnana avevo preparato a caldo un articolo di commento a ciò che avevo visto in pista, ad alcune belle sorprese tipo Mariano Rossetto e la sua spettacolosa BMW 320 proto, al ridebutto del 3A di Alex Gallotta ( entrambi sfortunati per guai tecnici in finale ) ad ottime performance di Alfonso Ingrami assoluto dominatore in divisione 3, così come Alessandro Ferretti in 1A, alle ottime prestazioni dei due giovani Sternieri, al sempre più convincente e continuativo Erminio Forti, alla sorpresa Nebiolo in divisione 1, al nutrito numero di piloti nelle categorie dei prototipi ed alla scarsa presenza di piloti nelle ruote coperte, ma si sa che Bill Gates, stufo di guadagnare poco, fa sì che ogni tanto il pc si mangi ciò che uno ha preparato con attenzione e non te lo faccia più ritrovare, così il vero articolo si è perso in qualche remota e sconfinata zona dei meandri informatici.


Poco male direte voi, ma quello che scrivo ora doveva essere un secondo articolo da pubblicare a seguito del primo.


Intanto cominciamo dal titolo, perchè Rivoluzione ?


Perchè in questi ultimi anni ho tentato di svegliare un po' l'ambiente, soprattutto segnalando che 2 erano gli interventi principali da prendere in considerazione : 1 - avere più impianti veri sul territorio nazionale, il più vicino possibile allo standar di Maggiora, o a quello degli autodromi su asfalto disseminati da nord a sud della penisola.


2 - ottenere un parco vetture che invogliasse il pubblico, quello vero, vale a dire non solo quello degli appassionati più assidui, ma anche le persone che non sono dei conoscitori estremi della specialità, ma semplici fannulloni domenicali che partono da casa per vedersi uno spettacolo divertente ed emozionante.


Questo secondo punto, involontariamente, la Csai lo ha spinto, qualcuno crede che la "colpa" sia mia, ma si sbaglia due volte, la prima perchè non c'entro nulla con le decisioni dei vertici della sottocommissione, secondo perchè non è una colpa, ma un pregio e l'unico modo per ringiovanire un parco vetture che stava diventando il più vecchio d' Europa.


Però tutto ciò non basta e quindi, dopo averne parlato domenica a Montagnana a tavola davanti ad un ottimo piatto di pasta al sugo e funghetti trifolati, che la sempre gentile e puntuale signora Susan, la moglie di superGigi, ha preparato con maestria, ho raccontato la mia "rivoluzione" per lanciare, attenzione, non ho scritto ri-lanciare, ma semplicemente "lanciare" la specialità della velocità su terra a 360°, vale a dire per cercare di far conoscere l'autocross a tutti.


Primo punto, tutte le specialità motoristiche che hanno successo e visibilità presso i media hanno una caratteristica che il vst non ha mai avuto : la partecipazione delle case ufficiali in prima persona.


Come ottenerla ? Con l'organizzazione di trofei monomarca da parte di case impegnate anche a livello sportivo nei rallies.


In questi trofei troverebbero posto anche parecchi piloti di rally che avrebbero modo di alternare le loro abituali competizioni con gare a stretto contatto con gli altri e senza navigatore, esempi di attuali piloti dell'autocross che sono stati, o sono ancora rallisti, penso non ci sia bisogno di elencarli, essendo un numero elevatissimo.


L'ipotesi dovrebbe anche essere interessante per le case, poichè da sempre gli italiani nel rally sono sempre andati forte sull'asfalto e mediamente male sulla terra, rispetto agli stranieri, quindi ci sarebbe un banco prova permanente per allevare piloti da terra, o modificare il loro stile di guida, oltre a trovare nuovi talenti.


L'entrata delle case ufficiali porterebbe altri sponsors tecnici, montepremi in materiali ed in denaro e, soprattutto, grande visibilità da parte dei media. Fin qui tutto bello, avevo già anche preparato un piano per far vedere agli interessati delle varie case automobilistiche una prova dell'europeo a Maggiora, miglior modo per far capire il grado di spettacolarità della specialità, poi mi sono fermato, perchè la prima domanda che mi avrebbero rivolto, dopo essersi lustrati gli occhi sarebbe stata : " Su quali altre piste si potrebbe organizzare il trofeo monomarca ? " Fine delle trasmissioni, perchè al momento c'è solo Maggiora a poter reggere un'organizzazione da far vedere a "tutto" il pubblico, quello abituato per altri spettacoli ad andare a Monza, a Imola, al Mugello, ad Ottobiano, a Castelletto di Branduzzo, ecc.ma anche ad andare nei palazzetti sulle tribune a vedere il trial o il motocross indoor.


Per il vst , tranne a Maggiora, il pubblico arriva e deve stare in piedi attaccato ad una rete, spesso senza servizi adeguati, sia igienici che di ristoro, che di relax. Risultato : prima idea ferma nel cassetto da circa 3 anni !!!


A questo punto scatta la seconda idea, ben più scellerata della prima, ma ho visto che i pochi a cui l'ho esposta, l'hanno trovata il possibile toccasana e l'unica strada percorribile se veramente si vuole che l'autocross lasci l'ultimo posto assoluto di tutte le specialità motoristiche, così come è attualmente.


La parola d'ordine è SPETTACOLO. In primo luogo in località con bacino di pubblico enorme, così la percentuale diventerebbe altissima, qualche esempio ? Milano, Torino, Roma, Bologna, Palermo, può bastare ? Ma altre località molto più piccole in origine, ma in determinati periodi dell'anno con un bacino d'utenza ancora superiore alle precedenti, vale a dire : Rimini, Forte dei Marmi, Riccione, Viareggio, Fregene, Lignano Sabbiadoro, Taormina, Olbia, ecc. Quando ? Ma ovviamente in piena estate.


Fin qui oltre che folle può anche sembrare interessante, ma il bello deve ancora venire.


Poche righe sopra ho parlato di trial e motocross indoor non a caso, l'idea sarebbe quella di costruire piste in terra in un tour itinerante nelle principali località balneari nel periodo di massima affluenza, vale a dire da giugno a fine settembre.


Piste da costruire in settimana, spremere a dovere sabato e domenica e poi smantellare, lasciando il luogo come prima del nostro arrivo.


Come ottenere i permessi e gli spazi necessari ? Tramite i Comuni ed i loro Enti Fiera, che darebbero prestigio e visibilità a località che sono sempre in cerca di exploit estivi per attirare turismo e penserebbero loro a supportare anche una buona fetta di pubblicità.


Ho parlato di spettacolo, poichè in estate si muovono tutti, maschi e femmine, appassionati di gare di auto e non, per spettacolo bisogna che ci sia un po' di tutto, quindi musica e giochi, quindi un bel contratto con qualche grossa radio o network musicale, con spazi sempre pieni tra gara e gara, oltre a cibo e bevande in quantità per tutti.


Un altro dei punti focali che sento, giustamente, richiedere maggiormente dagli appassionati maschi da molto tempo, sono le belle fanciulle nel paddock e a bordo pista, in una situazione dallo standar così elevato, penso proprio che non dovrebbero più mancare e per parafrasare uno degli ultimi personaggi di Antonio Albanese, potremmo dire " Chiù pelu per tutti !!! "


Questo per far capire che anche il contorno è importantissimo, ma non perdiamo di vista lo scopo principale, cioè l'autocross a livelli eccezionali e di primo piano, cosa mai avvenuta.


So già che i puristi dell'autocross saranno scandalizzati, tranquilli, Maggiora non l'ho citata, ma ad iniziare ed a chiudere l'eventuale folle idea ci sarebbe sempre, con in più la sua ciliegina fantastica dell'europeo, ma a quel punto tutta Italia conoscerebbe per nome e cognome tutti i nostri piloti, più qualche nuovo arrivo, anzi, penso molti nuovi arrivi, vista la visibilità che la specialità prenderebbe in poco tempo. Da una rivoluzione come questa la specialità ne ricaverebbe una notorietà inimmaginabile con possibilità future enormi, anche perchè, come successe negli anni 80 e poi 90, sarebbero molti a voler costruire impianti importanti permanenti per ospitare alcune prove di un evento importante, riuscendo nel tempo, magari a soppiantare gli impianti provvisori del tour itinerante, mentre se questa formula piacesse veramente al pubblico e ne portasse sempre di più, allora perchè cambiare ?!


Per ora basta, aspetto commenti positivi o negativi, ma sempre costruttivi, anche magari da chi pensa che Ostorero stia cercando di demolire definitivamente una specialità alla quale ho prestato la mia voce ininterrottamente dal lontanissimo 1979 e, se mi vorranno ancora, continuerò a prestarla ancora per un tot di tempo. So anche che il pensiero primario dei piloti, degli appassionati e dei tecnici del settore è rivolto all'immediato, alla prossima gara, alla futura modifica, ma pensare in anticipo con del tempo davanti non fa mai male e dà la possibilità di smussare tanti spigoli che in una follia del genere inevitabilmente si manifesteranno e si paleseranno se, per caso, l'idea si trasformasse in realtà.

Attendo commenti e....soprattutto idee di supporto.




Alla prossima Daniele Ostorero
17/10/2012 10.51
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Articolo su Tuttosport












Certo che qualcuno dovrebbe dirglielo a Guglielmetti che:
- le "elaborate" non ci sono più da almeno 10 anni
- Simone Firenzi e Simone Firenze non sono la stessa persona
- Kart Cross si scrive con la "C" e non con la "K"
- le monoposto 4000 e 1600 sono rispettivamente le Superbuggy e le Buggy 1600
[Modificato da markciccio74 17/10/2012 10.57]
17/10/2012 11.00
 
Quota
OFFLINE
Post: 220
Registrato il: 01/09/2009
Città: INVORIO
Età: 54
Utente Junior
Secondo me' hanno usato il copia ed incolla !! Mamma che pena!!
17/10/2012 13.29
 
Quota
Guglielmetti a fatto un articolo per sentito dire;ps come si vede da quanto sono informati sbagliano sia i nomi che le categorie ai media non le ne frega un c.....o del autocross ciao e buon autocross a tutti. [SM=g28000] [SM=g28000] [SM=g28000] [SM=g28000]
17/10/2012 15.22
 
Quota
OFFLINE

si in quell'articolo ci sono errori, però c'è e parla del nostro amato autocross!
io direi grazie al Signor Guglielmetti , no?!

dai l'importante è che si parli!

17/10/2012 17.02
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Nessun fine polemico, però cazzarola, si può sempre migliorare, almeno controllare il nome del campione italiano!
20/10/2012 13.57
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Re: Una nuova puntata della rubrica "Il Punto" by Daniele Ostorero
markciccio74, 17/10/2012 00:49:

" COSE SUCCESSE A MAGGIORA NEL 2012 "

Stando ad antiche profezie, questo potrebbe essere l' ultimo anno dell' autocross, o meglio, questo potrebbe essere l' ultimo anno di TUTTO.

Nessuno può saperlo ora, ma almeno fino al 21 dicembre, possiamo ancora discutere delle nostre passioni, poi vedremo il da farsi....



L' autocross ha vissuto un anno che sicuramente ha risentito, come molte cose di questo mondo, degli influssi della finanza e dei tempi miseri che ci stanno facendo vivere, anche gli entusiasmi in periodi così bui, tendono a smorzarsi, ovvio che una specialità che già non brillava di luce propria negli ultimi anni, si sia ancor più affievolita, però alcune cose discrete sono successe e speriamo che diano una minima scossa all' ambiente, sempre che il 2013 abbia modo di sorgere !!!



Partiamo dal campionato italiano, dicendo che tutto sommato sta denunciando uno stato di malato cronico in via di peggioramento. Normalmente quando un paziente non migliora , o peggio, va sempre ad aumentare la sua criticità, si tende ad intervenire in modo radicale e con dosi massicce di rimedi.

Nel caso del nostro "malato " i metodi sono stati indicati in varie forme, alcune percorribili, altre, tipo le mie, più provocatorie e drastiche, di meno facile attuabilità.

Però qualcuno a pochi passi da noi, vedi la Francia, pur non vivendo tempi idilliaci e prosperi, ha saputo trovare tali e tante soluzioni, da farsi notare in positivo a 360 gradi, inventandosi campionati, categorie, elasticità, coesione tra le parti, a tal punto da entrare in massa nel campionato europeo e portando a casa risultati a dir poco insperati ed inaspettati. Lo esamineremo tra poco parlando del campionato europeo.

A Maggiora, sabato e domenica scorsi, in un periodo di vacche magrissime, oserei dire " trasparenti e diafane ", è arrivato un team ufficiale con un nome che è tutto un programma, vale a dire Kamikaze, con un pilota ufficiale, mai visto prima a Maggiora, tale Xavier Bauer ed ha fatto vedere da subito, che non erano in gita turistica, ma facevano sul serio, molto sul serio. Bauer ha fatto capire subito che ha talento, che ci sa fare, che su quel kart ci passa del tempo come un vero pilota ufficiale e che il suo team ha intenzioni serie, sia dal punto di vista tecnico, che sportivo e prestazionale.

Guarda caso la categoria se la sono inventata loro, i francesi, personalmente dalla loro prima apparizione, non ho mai lesinato elogi ed entusiasmo nei confronti dei kartcross, ogni volta che ritrovo Max Vercelli lo vado a salutare e ringraziare per aver portato la specialità in Italia, dove ha immediatamente trovato terreno fertile ed un sacco di entusiastici sostenitori, a partire principalmente dai piloti e di conseguenza dal pubblico.

La domanda provocatoria è : possibile che in Italia, tanto decantata come patria dei motori e della fantasia, non sia mai nata un' idea di questo tipo ? E se nascesse, visto il clima italiano da " tutti contro tutti appassionatamente ", riuscirebbe mai ad andare avanti ?

Calcoliamo che qui la federazione non esiste, e questo è ormai un dato di fatto da sempre, però ogni idea, ogni presa di posizione, è sempre da dibattito televisivo, e non lo dico nel senso che ha molta audience, ma nel senso più dispregiativo possibile, quello delle risse davanti alle telecamere, che si parli di politica, di finanza, di religione, di socialità, o di ogni altra stronzata, non c'è mai una sorta di intendimento comune, c'è sempre solo la critica fine a se stessa, mai costruttiva, venedo alla specialità dell' autocross, anche qui è tutto pari col discorso appena tracciato, solo discussioni, prima pacate, poi animate, poi gli insulti, il tutto per arrivare dove ? al nulla, ad un campionato ridicolo, non per i protagonisti, non per l' impegno visto nelle poche, anzi pochissime gare, ma per la totale mancanza di amalgama, di professionalità da parte di molti, ecc. Rimango delle mie idee, almeno 10 anni fa scrissi che secondo il mio modesto parere, i tempi erano cambiati, e con i tempi dovevavno cambiare molte cose, proposi per ingrandire la specialità e farla diventare popolare di fare un campionato " itinerante ", con una valida organizzazione alle spalle, tipo sportclubmaggiora, con abbinamento di network radiofonici al seguito, qualche sponsor mirato ed abituale nel campo motoristico, pensate a come sono entrati in gioco sponsors come Redbull o Monster nel settore motoristico, ci sarebbe stato chi avrebbe potuto allestire piste da montare al venerdì e smontare il lunedì in posti di villeggiatura, con migliaia di persone sempre presenti, ovviamente con un paio di date a Maggiora, per ridare voce alla tradizione, ma sarebbero stati campionati con almeno 8 o 10 circuiti completamente diversi da Pasquetta ad ottobre.

Ed invece si sono tentate gare in campi di patate con paletti e bandelle di plastica per delimitare il tracciato, in posti assurdi e senza alcun futuro.

Per quel che riguarda le vetture, il fai da te è regnato quasi perennemente, con risultati parecchio squallidi, a voler essere buoni nel giudizio, mentre i francesi hanno continuato tranquillamente a migliorare, a presentare novità, a farle progredire, senza attriti e tensioni ed i risultati sono davanti agli occhi di tutti.



Parlando dell' ultimo weekend di Maggiora, la ciliegina sulla torta, ma in questo caso dovremmo dire la torta sulla ciliegina, è stata ovviamente l' apparizione di quel mostro di talento che si chiama Tony Cairoli. Purtroppo il tempo è stato veramente poco, mi ero già pregustato, e lui era d' accordo a concedermi una lunga chiacchierata sul motocross, mia personale grande passione, da condividere questa serie di domande col pubblico, però la sua grande voglia di girare con le vetture gentilmente messe a disposizione da Firenze, Ottoboni e Gallotta, ha fatto arrivare troppo presto l' ora in cui doveva assolutamente andare via per non perdere l' aereo che lo aspettava. Non è sceso in pista solo per fare qualche giretto in suplesse, perchè ogni volta che cambiava vettura era parecchio sudato, a riprova del garnde impegno profuso ed anche fisicamente ha patito un discreto indurimento degli avambracci.

Il suo manager mi diceva che l' obiettivo primario è quello di tentare di arrivare ai 10 titoli mondiali di Stefan Everts, però la passione del Tony 222 è il rally e dopo il motocross il suo futuro potrebbe e dovrebbe essere sulle quattro ruote.

L' augurio è di poter avere altre occasioni con campioni di questo calibro a dar lustro alla specialità e allo sport club Maggiora, che se lo merita.



Chiudiamo con il campionato europeo, ancora una volta un solo italiano a disputare l' intera stagione, dopo anni di Giarolo, quest' anno è stato Alex Gallotta a cimentarsi contro i mostri, riuscendo parecchie volte a farsi rispettare ed anche temere, visto il trattamento in pista cui è stato fatto segno da alcuni avversari.

Spiderman è nella categoria dei clan consolidati, prima i cechi, poi gli olandesi, ora il tedesco, " sua maestà " come lo chiamo io, questo il clan lo fa da solo, grazie ad un insieme di talento, grinta, visione di gara, decisione e mezzo tecnico a disposizione, un mix spaventoso che raramente si è visto negli anni in questo ambiente.

Personalmente ritengo Bernd Stubbe uno dei tre migliori piloti di ogni epoca dell' autocross, ma Gallotta ha dimostrato di non essere lontano, di dover ancora trovare col suo team un giusto equilibrio dei tanti fattori che compongono le gare perfette, Stubbe ci è già riuscito più volte, al nostro lodigiano, l' augurio di imitarlo, raggiungerlo e batterlo, al più presto.

Dicevamo dei francesi, ogni tre o quattro anni ne spuntano un paio, principalmente nei prototipi o 1600 o 4000 e zitti zitti, fanno l' intero campionato e...lo vincono, a parte il mio amico Vincendau, Francis Warnier e Olivier Dufour, ultimamente uno sconosciuto Baudet ed ora un altrettanto sconosciuto Anacleto, sono arrivati, hanno fatto le loro gare, da sconosciuti e si sono vinti il titolo europeo, tipo lo squadrone italiano, che a parte i due succitati, non porta a casa un titolo dal 1991, e fanno 21 anni di digiuno, non vi pare un po' troppo ? Per i miei gusti sììììììì

Nell' augurarvi che il 2013 arrivi, come speriamo, chiuderò con il mio solito :


alla prossima Daniele Ostorero







In risposta ad alcune voci che serpeggiano nel mondo dell'autocross a seguito dell'ultima puntata della rubrica "Il Punto", mi è stato chiesto da Daniele di inserire il commento al commento:


" Mi è stato riferito che parecchi appassionati, leggendo l' ultima puntata de " Il punto" abbiano male interpretato alcune mie frasi ed il senso di esse.
Premetto che al di fuori dell' autocross, sono tra l' altro un ricercatore ed appassionato di esoterismo, per chi non ne fosse ancora a conoscenza in un' antica profezia dei Maya, con attinenza anche ad antichi testi sacri egizi, la data del 21 dicembre 2012 sarebbe indicata come possibile fine di un' era, nel gergo più terra - terra, con la fine del mondo, o almeno con una radicale trasformazione. Prendendo spunto da questo, che è un dato di fatto a livello planetario, ho iniziato parlando dell' ultima stagione, quella attuale del 2012, ultima perchè la prossima sarà quella del 2013, non ultima perchè finisce l' autocross, o come ha interpretato qualcuno con la chiusura di Maggiora !!! Nulla di tutto ciò, ovvio che se per caso, per puro caso, i Maya e gli antichi Egizi avessero ragione, allora non sarà Maggiora a chiudere, ma tutti noi, appassionati di autocross e non.......a chiudere tutto. Ma tranquilli, penso proprio che ci si rivedrà anche nel 2013, a cominciare da Pasquetta, proprio a Maggiora e magari vi dovrete ancora sorbire anche il sottoscritto, auguri a tutti di buon 2013 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! "
come sempre " alla prossima "
Daniele Ostorero
22/10/2012 09.56
 
Quota
OFFLINE
Post: 462
Registrato il: 04/06/2007
Città: MIRA
Età: 40
Utente Senior
In ritardissimo....

Ecco il primo dei filmati on board della gara di Domenica scorsa, siamo sulla Punto di Amatori, fresco fresco vincitore della Divisione Touring Autocross.



Saluti a TUTTI.
22/10/2012 11.35
 
Quota
ONLINE
Post: 2.963
Registrato il: 03/08/2007
Città: BORGOSESIA
Età: 33
Amministratore
Utente Gold
bella Tom! bel filmato, sempre in battaglia.. hai fatto una makumba per resuscitare la tua on board camera?

riguardo a quanto precisato da Ostorero, due cose:

1 - da buon torinese non poteva che essere studioso di esoterismo, dato che Torino e Washington D.C sono le capitali mondiali di simbolismo, esoterismo e massoneria :D

2 - mi pare che la sua battuta fosse palese, non coglibile solo da qualcuno che negli ultimi 2 anni abbia vissuto su un'isola deserta, dato che la storia del 21 dicembre 2012 è famosa quanto lo è stato il Millenium Bug a fine 1999

____________

manuel
22/10/2012 17.10
 
Quota
OFFLINE
Post: 462
Registrato il: 04/06/2007
Città: MIRA
Età: 40
Utente Senior
Amatori, seconda batteria, ossia la certezza di aver vinto il titolo Italiano della divisione Touring Autocross.

22/10/2012 21.29
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.640
Registrato il: 13/08/2004
Città: BORGOMANERO
Età: 44
Amministratore unico
Utente Gold
Un bel filmatone-servizio speciale!

CON TUTTE LE FINALI!!!

vimeo.com/51858654
22/10/2012 22.36
 
Quota
ONLINE
Post: 2.963
Registrato il: 03/08/2007
Città: BORGOSESIA
Età: 33
Amministratore
Utente Gold
beh devo dire che sono state delle belle finali sia del nazionale che dell'italiano, e in generale se l'Italia avesse un vero campionato italiano sarebbe un gran bel campionato italiano

molto interessante questo Venturi, non male per essere il debutto, e molto bella la lotta tra Grasselli (finalmente di nuovo!) e Gallotta, che però vince l'oscar della sfiga insieme a Pedicini

bel video, ossigeno puro per chi non era al Pragiarolo.. questa pista è davvero un gioiello, dovrebbe essere famosa nel mondo come lo sono Monza e il Mugello.. complimento allo SCM

____________

manuel
24/10/2012 14.53
 
Quota
OFFLINE
Post: 462
Registrato il: 04/06/2007
Città: MIRA
Età: 40
Utente Senior
Buon giorno,
con immenso ritardo scrivo due righe a riguardo dell'ultima gara di Campionato Italiano 2012, svolta a Maggiora due Domeniche orsono.
Tralascio i miei commenti sui fatti agonistici-sportivi, in quanto oramai, vista l'enormità di video comparsi in rete, questi divengono quasi superflui a così lunga distanza.
Pertanto, a parte l'ennesima dimostrazione di ottima organizzazione di gara manifestata da SCM ed un buon afflusso di piloti, vorrei "perdere" due minuti sull'intervento del Sig. Magistrini alla fine del Breafing, inerente la partecipazione dei piloti alle gare CSAI al di fuori della pista di Maggiora.
Lo ringrazio pertanto per le parole, e per gli inviti, espressi a tutti i concorrenti al fine di presentarsi anche alle gare fuori Maggiora.
Ho avuto modo infatti in questi ultimi periodi di provare con mano, alle volte anche scottandomi assieme a Giovanni, quanta sia la differenza tra il promuovere ed il vedere fatte le cose, provando (ahimè anche sotto il profilo economico) che senza la partecipazione di tutti gli attori in campo il risultato finale sia praticamente impossibile da raggiungere.

Pertanto sono a ringraziare ancora una volta, a nome del Gruppo Piloti Velocità su Terra CSAI, il Sig. Magistrini non solo per l'impegno profuso per organizzare le gare di SCM, ma sopratutto per parole positive e propositive espresse al termine della riunione.

Spero viamente che l'anno prossimo venturo possa non dico risollevare le sorti del nostro Campionato, ma almeno offrire una "via transitabile" per un progressivo miglioramento della situazione.

Ovviemente tramite lo spirito propositivo di tutti.

Saluti a TUTTI.

Cosmo T.
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 06.17. Versione: Stampabile | Mobile - © 2000-2019 www.freeforumzone.com