Senza Padroni Quindi Romanisti
printprintFacebook
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Concerti, recensioni, nuovi album e.. playlist

Last Update: 6/26/2019 12:37 PM
OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
2/11/2011 10:54 AM
 
Quote

Ieri sera sono andato al Qube a vedere i Covenant..elettronica piacevole e nn troppo impegnativa...acustica da dimenticare all'inizio per via del livello di volume dei bassi sregolato: effetto rumore nn proprio memorabile per un buon quarto d'ora..Sarà che si presentano tutti e 3 in giacca a cravatta anche scenicamente si avvicinano piu' a depeche mode, kraftwerk e new order che ad altri gruppi elettro-industrial nord europei..( il cantante mi sembrava un mix tra kevin bacon e david bowie )..Bel finale praticamente " invocato " con Like tears the rain e dead stars.

Dando un'occhiata a qualche concerto interessante nei prossimi mesi..segnalerei questi:
il 17/2 Skiantos con dj set di valerio mastandrea e marco giallini al circolo, il 21/2 sempre al Circolo i Wire..All'Alpheus diverse cose interessanti fino ad aprile..Diaframma,Marlene Kuntz, GL Ferretti e i Gang of Four che però ho visto " costano " " sui 40 euro..e fortuna che sono marxisti [SM=g11491]
nn dico gratis come ieri sera ma insomma...
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
Cosa credono i cattolici ,qual è la loro speranza per il futuro?Testimoni di Geova Online...87 pt.9/18/2019 1:52 PM by geremia60(2019)
BOOM! Colosso ed Ankie si accordano per uno Scambio di Visite Ankie & Friends - L&#...78 pt.9/17/2019 8:43 PM by anklelock89
Justin Kluivert49 pt.9/18/2019 11:09 AM by giove(R)
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/11/2011 12:11 PM
 
Quote

GL Ferretti... un piccolo "opinion leader" di certi argomenti... che ha finito per riabbracciare la chiesa e addirittura lodare Berlusconi.
che colpo al morale per me.
un rinnegato totale
[SM=g8876] [SM=g8869]


OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
2/11/2011 12:24 PM
 
Quote

ma non era solo per me questa combinazione di smile?
Ferretti, l'autore della canzone della Nannini "Amandoti"?
divina quella canzone.

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 3,112
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
2/11/2011 12:51 PM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 11/02/2011 12.24:

ma non era solo per me questa combinazione di smile?
Ferretti, l'autore della canzone della Nannini "Amandoti"?
divina quella canzone.





quella e poco altro [SM=x2478851] [SM=x2478856] [SM=g11472]
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/11/2011 3:17 PM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 11/02/2011 12.24:

ma non era solo per me questa combinazione di smile?
Ferretti, l'autore della canzone della Nannini "Amandoti"?
divina quella canzone.





eh... pensa a che livello bisogna arrivare per pareggiarti!
[SM=g8815]


OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/11/2011 3:18 PM
 
Quote

Re: Re:
lucolas999, 11/02/2011 12.51:




quella e poco altro [SM=x2478851] [SM=x2478856] [SM=g11472]




intendi sue-sue o compresi i CCCP?
io sue-sue ne consoco zero.
dei CCCP una dozzina almeno, mi piacevano.


OFFLINE
Post: 3,112
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
2/11/2011 3:55 PM
 
Quote

Re: Re: Re:
giove(R), 11/02/2011 15.18:




intendi sue-sue o compresi i CCCP?
io sue-sue ne consoco zero.
dei CCCP una dozzina almeno, mi piacevano.




ero ironico...
CCCP e CSI , già con i PGR mi piacevano meno poi è diventato nulla soprattutto per le note prese di posizione
OFFLINE
Post: 6,341
Location: ROMA
Age: 110
Gender: Male
2/11/2011 4:51 PM
 
Quote

una formalitàààààààà, una formalitàààààààà, una questione di qualitàààààààà
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/11/2011 5:14 PM
 
Quote

comedecidereditaglarsiicapelli

dieliminarerilcaffèelesigarette

difarlafinitaconqualcunooqualcosaaaaaaaa
[SM=g27988]


OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
2/22/2011 2:03 PM
 
Quote

ieri Wire al Circolo degli Artisti..
è la terza volta che li vedo in 10 anni..il fatto che la sala fosse praticamente piena nn è casuale..Loro bravissimi come sempre e nonostante abbiano proposto poco del vecchio repertorio punk new wave il concerto è stato incalzante e di ottima qualità degnamente chiuso con Pink Flag ..del gruppo originale mancava solo il chitarrista Gilbert..
Colin Newman resta x me un mezzo genio..x testi,voce, chitarra, melodie, presenza sul palco..un vero artista! [SM=g10633]
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/22/2011 10:23 PM
 
Quote

a Ennio, avverti prima che se mi intriga magari na scappata ce la posso fà.
venerdì scorso intanto Goblin non ricordo dove.
mi hanno detto che pure lì era pieno.
ecco, pure quelli a saperlo prima...


OFFLINE
Post: 3,112
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
2/23/2011 9:39 AM
 
Quote

Re:
giove(R), 22/02/2011 22.23:

a Ennio, avverti prima che se mi intriga magari na scappata ce la posso fà.
venerdì scorso intanto Goblin non ricordo dove.
mi hanno detto che pure lì era pieno.
ecco, pure quelli a saperlo prima...




mi associo.
I Goblin hanno suonato all'alpheus ,pare anche che sia stato un buon concerto , a me non sono mai piaciuti
OFFLINE
Post: 16,168
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
2/23/2011 1:49 PM
 
Quote

Ho sentito parlare bene dei Wire.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
2/23/2011 2:03 PM
 
Quote

con piacere, quando c'è qualcosa di interessante vi avviso..ovviamente anche voi [SM=g27988]
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
2/23/2011 3:22 PM
 
Quote

calcola ennio che stanotte me sò sognato che me venivano a suonà a casa Chief, Giampaolo e Shearer. [SM=g7395]
(Shearer era quello che stava più sulle sue, Giampaolo era meno "robusto" di come si descrive e Chief c'aveva un cerotto al sopracciglio tipo che faceva il pugile o thai box non mi ricordo...


OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/3/2011 11:47 AM
 
Quote

SHAM 69. La storica band inglese punk oì
venerdì 4 marzo 2011 alla Locanda Atlantide, Roma


Un gruppo classico del punk oì!, per quanto il punk permetta ad una band di diventare un pezzo di storia. Fin dagli anni '70, i pezzi degli Sham 69 sono diventati veri inni per i giovani inglesi, una generazione contro, che si è ribellata al sistema, al razzismo, ai media, al conformismo, all'ipocrisia e al conservatorismo britannico. E dal Regno Unito le loro idee si sono diffuse in tutto il mondo: non c'è punk che non conosca "Hurry Up Harry", " Borstal Breakout" o skin-head che non adori "If The Kids Are United", la canzone simbolo degli Sham 69.
Per 30 anni la band ha portato avanti i suoi ideali in modo coerente e compatto, con qualche sporadico cambio di formazione ma rimanendo sempre uniti tra loro e con la scena street punk. Nel 2007 Jimmy Pursey, lo storico cantante ha deciso di abbandonare la band, lasciando un immenso vuoto nel cuore di tutti i fans, un vuoto colmato in modo ineccepibile da Tim V. C'è chi dice che senza Jimmy gli Sham 69 non sono più li stessi: ma come gli stessi Sham 69 tengono a ricordare, la forza di questa band sono sempre state le loro canzoni, che per anni hanno dominato il panorama punk e oì! mondiale, e non i singoli componenti. Un carisma, questo, che si è forgiato negli innumerevoli anni di attività degli Sham 69, che vedono questo gruppo come qualcosa che va oltre ai legami tra i singoli componenti.. Gli Sham 69 sono un simbolo, rappresentano il disagio e la ribellione giovanile, ma anche il coraggio di mettersi in discussione per i propri ideali, senza cambiare idea o rinunciare di fronte alle difficoltà.
via dei Lucani, 2 -Quartiere S.Lorenzo Roma
apertura 21.30 - ingresso 10 €


------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/7/2011 10:44 AM
 
Quote

gli Sham69 hanno cambiato il cantante ma questo Tim V. ci sa fare..certo è un punk proposto in modo aggressivo ma coi capelli bianchi e qualcosa si perde nel tempo..Però il loro repertorio è davvero trascinante.

Piuttosto vi invito al prossimo concerto del Muro del Canto che ho visto sabato al Dissesto..sono davvero bravi,Daniele è perfetto, mi pare quasi piu' a suo agio che coi Surgery.. tra pezzi originali, racconti parlati e la reinterpretazione di brani di Gabriella Ferri o Lando Fiorini 2 ore di concerto filano via in modo piacevole.
[Edited by Sound72 3/7/2011 10:44 AM]
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
3/23/2011 1:21 PM
 
Quote

Lo conoscete? io no ma mi attizza la faccenda dei Pixies

23 Marzo 2011 ore 12:03

PETE YORN: il 24 maggio 2011 a ROMA - Piper - per presentare il nuovo album prodotto da Frank Black (The Pixies)


Prodotto da Frank Black (The Pixies), il nuovo album di Pete Yorn arriva dopo "Break Up", la collaborazione con Scarlett Johansson del 2009. Il nuovo album, intitolato semplicemente con le inziali dell'artista, è stato registrato d' impulso nell' estate del 2008. Yorn era impegnato nella registrazione di altro materiale, quando ha ricevuto una mail di Black che voleva registrare qualche brano con lui. Affascinato dall'idea di poter sperimentare qualcosa con Frank, Yorn prende subito un volo per Salem, Oregon, dove i due mettono su uno studio improvvisato. Registrano l'album in cinque giorni, e per quasi metà del tempo il cantante - autore - chitarrista si trascina l' influenza.
"A Frank non fregava nulla di essere malato, quindi siamo andati a lavorare" ricorda lui "Ha una capacità incredibile nello scomporre una canzone per arrivare a rivelarne l' anima". Dice Frank "Pete mi ha detto che voleva definirsi meglio come artista, io credo che volesse semplicemente divertirsi un sacco. Ma durante la lavorazione dell'album l'ho trascinato su un altro sentiero. Ci siamo confrontati nel miglior modo possibile. Ho cercato di portare la musica ad un livello superiore e a favore di Pete va detto che anche i suoi testi hanno raggiunto quel livello superiore. A chi ascolterà il disco sembrerà di essere su un divano con di fianco Pete. E il disco è davvero pazzesco".
In attesa di vederlo in Italia a fine maggio, gustatevi il video di Relator, pezzo con Scarlett Johansson, e quello di "Thinking of you", colonna sonora di The Vampire Diaries.


OFFLINE
Post: 16,413
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
3/23/2011 3:44 PM
 
Quote

e pure questi...

THE DEATH OF ANNA KARINA, Lacrima/Pantera Tour 2011 Sabato 26 Marzo Roma, Circolo degli Artisti

I The Death of Anna Karina sono tornati con 'Lacrima/Pantera', l'album della svolta. 'Lacrima/Pantera', nuovo album dei The Death of Anna Karina, sarà pubblicato in Italia da Unhip il 18 Marzo 2011. I the Death of Anna Karina sono già in tour, e suoneranno:
il 18 Marzo a Bologna, il 19 a Milano, il 25 a Torino, il 26 a Roma e il 16 Aprile a Cavriago (RE).
I the Death Of Anna Karina sono stati la più importante band post hardcore italiana degli ultimi 10 anni, ed ora si apprestano a divenire una solida realtà del panorama rock italiano.
Streaming integrale da Rockit.it di 'Lacrima/Pantera', nuovo album dei THE DEATH OF ANNA KARINA -
www.rockit.it/album/14787/the-death-of-anna-karina-lacrim...

Sono tornati. Dopo cinque anni di silenzio ecco ancora i The Death Of Anna Karina, una delle band più prodigiose e acclamate della penisola, capaci di infuocare da oltre dieci anni i palchi italiani ed europei. Tornano con delle novità importanti, tra cui la più significativa è senza dubbio un disco cantato totalmente in italiano, che segna la loro svolta definitiva verso la madrelingua. "Lacrima / Pantera" è questo, undici pezzi che non lasciano il tempo di riprendere il fiato, undici pezzi densi di disperata vitalità, che scorrono attraverso citazioni e riferimenti di un amore colto sul vivere, ragazzi uccisi per strada dalla polizia, speranze disattese e nere vite, lotta politica e di classe, coltelli lasciati ad arrugginire nella schiena ed invalicabili barriere emotive.
Tutto scandito dalla loro classica potenza sonora, magistralmente catturata da Giovanni Ferliga al Blocco A di Villa del Conte (Padova), mixata dalle sapienti mani di Giulio Ragno Favero (che ha suonato anche la chitarra in Per Scherzo), e alla fine masterizzata dallo stesso Favero e da Giovanni Versari.
Batterie devastanti, chitarre distorte, bassi pulsanti, contenuti crudi a volte sospirati, a volte urlati, ma sempre sparati in faccia senza preoccuparsi di non fare male, come Camus che prende a pugni Beckett. E poi passa a Debord. Un mix di forza che i The Death Of Anna Karina dimostrano sia dal vivo sia su ogni supporto in cui si riesce a catturarli. Una bomba ad orologeria con un packaging da disco insomma (affidato, come il precedente "New Liberalistic Pleasures", a Heartfelt), che dopo un minuto ha già messo sul piatto "Il Postero" di Brecht, così per avere la certezza di non essersi sbagliati, che questi sono i The Death Of Anna Karina, colti, spietati, rumorosi, profondi. E che finalmente sono tornati.


OFFLINE
Post: 19,343
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/23/2011 6:51 PM
 
Quote

non conosco nessuno dei 2, i Death sono belli aggressivi eh..da approfondire..
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:09 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com