Senza Padroni Quindi Romanisti
printprintFacebook
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Concerti, recensioni, nuovi album e.. playlist

Last Update: 6/26/2019 12:37 PM
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
8/4/2012 11:46 AM
 
Quote

visti i Placebo l'altra sera...mi sono piaciuti a metà perchè il concerto è stato un pò risicato..il finale soprattutto un pò..frettoloso a chiudere quando invece mi saprei aspettato qualcosa di piu' trascinante x uscire veramente soddisfatto.

Martedì invece sono stato al circolo a vedere gli Against Me!..grande energia punk con variazioni sul tema, bella sorpresa davvero, oltretutto col cantante che ha da poco annunciato di aver cambiato sesso ed in effetti ci ho messo un pò a capirlo.Mi pareva il protagonista dei Guerrieri della notte effeminato.
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
È vero che i Testimoni di Geova sono il gruppo meno istruito? Testimoni di Geova Online...19 pt.10/18/2019 10:50 AM by EverLastingLife
Ciao a tutti!Honda Dominator6 pt.10/18/2019 10:46 AM by paolino-76
Marzia RoncacciTELEGIORNALISTE FANS FORU...5 pt.10/18/2019 11:16 AM by docangelo
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
8/21/2012 9:37 PM
 
Quote

I 60 anni di Joe Strummer. E di come cambiò Firenze

Il 21 Agosto del 1952 nasceva ad Ankara John Graham Mellor. Per tutto il mondo Joe Strummer: poeta anarchico di protesta e libertà. Sotto forma di musica

”The only band that matters”: questa la fortunata frase che accompagnerà i Clash di Joe Strummer negli anni; ma la storia del leader e fondatore di una delle più straordinarie band della storia della musica è ben più complicata. E tocca, a modo suo, anche Firenze. Ma andiamo con ordine.

Gli esordi: una vita da busker, la rivoluzione punk e i Clash

L’inizio di una delle più incredibili parabole dell’universo del rock prende il via dai palazzi occupati di una Londra caotica e in costante fermento, come il 101 di Walterton Road. Un bizzarro e trasandato edificio che permise a Strummer di metter su la forma primordiale di quello che sarà: The 101′ers. Un gruppo di squatter, di busker (suonatori di strada) che vivevano secondo regole sociali comuni in violento contrasto con quelle dell’establishment.
Fra live improponibili, furti, proteste, case sfasciate, arresti, personaggi e droghe d’ogni tipo, Joe incontra Paul Simonon e Mick Jones, che di lì a poco comporranno il leggendario quartetto: The Clash. Lo scenario è pronto: Londra è un collettore primigenio di proto-punk, alternative e sound fortemente destabilizzante.
Un laboratorio a cielo aperto, carico di dinamite. Nel giro di mesi, il punk inizia a diffondersi – nell’aria e nei costumi – dalle periferie dei club più sgangherati fino alla City: la scintilla scocca. E’ il 1976, nascono i Clash: London’s burning.

I live, il rock politicizzato e London Calling

Rimasto folgorato dai Sex Pistols, Strummer e i suoi Clash debuttano con un LP che rappresenta un compendio di quell’anarcoide fenomeno sociale e culturale che stava scuotendo le piazze del mondo: il punk. ”The Clash” catalizza con quattro accordi il furore del disagio sociale di un periodo di crisi economica, che vedeva nella paura dello straniero e del diverso il suo spauracchio e in Margareth Thatcher la sua redenzione.
White Riot, Complete Control, London’s burning, I’m so bored with the USA: l’album è una bomba ad orologeria contro il cuore del sistema. Mette a nudo le contraddizioni e le volgarità delle abitudini e del conformismo anglosassone, e spiana la strada al capolavoro di lì a poco: London Calling.
E’ il dicembre del 1979 e la rivoluzione punk, coerentemente coi propri slogan, è già morta in tenerissima età. Strummer, come al solito, va controcorrente. Innova. Dalle ceneri della protesta distruttiva da city rockers, crea l’album più importante e ambizioso del decennio. La band diventa più consapevole dei propri mezzi e scopi, ma senza smentirsi né dimenticare le origini.
Fra reggae, dub, jazz, ska, rocknroll, punk e alternative Strummer e Jones compongono uno dei più grandi dischi mai realizzati. La mano sinistra di Joe non era mai stata così ispirata.
Straripante di pezzi e testi immortali, carico di lucidissima critica alla società dei consumi e all’edonismo reaganiano, con l’orecchio rivolto a tutte le culture insediate nell’ormai multiculturale Europa. Un lavoro mastodontico, irresistibile e spiazzante: la ricchissima personalità di Strummer incisa su vinile.

Sandinista! E la conquista degli USA

London Calling è il turning point da cui poter spiccare il volo. E Joe Strummer lo sa, e di nuovo coerente con sé e la sua poetica, rischia. Rilancia: nel 1981 esce Sandinista!, un triplo CD che porta gli occhi del mondo in posto sconosciuto come il Nicaragua, dedicando titolo e copertina ai guerriglieri per l’indipendenza dello stato centro-americano. Schierandosi, senza compromessi. E lanciando una riflessione sulla vera natura del potere, più che contro quest’ultimo.
Un’opera oceanica e irriverente, che gronda culture e sub-culture musicali da ogni secondo di registrazione. Insieme a London Calling influenzerà migliaia di gruppi a seguire, pur rimanendo molto più difficile all’ascolto complessivo.
Ma il terreno è fertile: Strummer (finalmente) può salpare alla conquista dell’America. Un sogno che aveva sempre covato. E’ il 1981, arriverà a New York e succederà di tutto: la città si fermerà per assistere allo show di una rockstar mai vista, che girava in taxi per Brooklyn, Harlem e il Bronx. E che attaccava i concerti con frasi come: ”You make, you buy, you’ll die. That’s the motto of America”: provocando un finimondo di energia e tensione nel pubblico


The Mission Impossible tour: Firenze, 23 maggio 1981

È così che Joe Strummer e Mick Jones, ormai i Lennon e McCartney della rivoluzione reietta del rock, sbarcano a Firenze. E’ il 23 maggio 1981, la curva Ferrovia dello Stadio Comunale come palcoscenico e 13000 persone ad assistere. Firenze inizia a riempirsi di bizzarri personaggi, un mix irripetibile di freaks, dark, punk e ascoltatori di ogni estrazione e luogo. Una Woodstock del punk in versione bonsai.
Lo spettacolo lascerà un segno indelebile in città: ancora oggi, ogni 10 anni, esiste un vero e proprio ritrovo dei reduci di allora, ogni 23 maggio sotto la curva Marione. I Clash scossero Firenze come nessuno, Joe Strummer con la sua carica (in)naturale propose il meglio del repertorio e l’attacco rimarrà nella memoria collettiva per sempre: al buio, sulle note di Per qualche dollaro in più di Ennio Morricone, attacca London Calling. E la terra inizia a tremare
Un live fondamentale, non certo per la perizia tecnica, ma perchè rappresentò una cesura per Firenze. Il punk era finito, i Clash stessi l’avevano appena sancito: si entrava nel decennio d’oro cittadino, gli anni ’80 della new wave. Di lì a 4 mesi aprirono la Mecca dell’alternative (il Tenax), moltissime radio e riviste indipendenti, e i Diaframma ed i Litfiba debuttarono in studio. Insomma, l’alfiere del combat rock oltre a creare un feeling mai ripetuto col pubblico cittadino, fece da apripista ad un fermento artistico nuovo ed imprevedibile.
È l’anno che lancerà Firenze come capitale culturale italiana prima, ed europea poi (1984). Un caos primigenio che mancava della scintilla per esplodere: quelle due ore orchestrate da Strummer, tirate e potenti come un uppercut. K.O. tecnico per la vecchia Firenze attaccata al folk e a concerti prevalentemente tradizionali. Aprendo la strada ad una lunga stagione di live leggendari (Kraftwerk, David Bowie, Iggy Pop…) che fecero della città una piccola capitale invidiata di cultura e musica.
Ma The future is Unwritten, così Joe Strummer si spense il 22 dicembre 2002, a 50 anni – dopo la distruzione dei Clash, nuove avventure coi Mescaleros e periodi di crisi e rinascita – portato via nel sonno da un arresto cardiaco. Lasciando un vuoto incolmabile.

In conclusione, la profetica chiusura di quel concerto rimane oggi la più bella testimonianza di una personalità unica e di un artista enorme che stregò Firenze: «Remember that you, Florence, can consider yourself fortunate».

www.teladoiofirenze.it/musica/i-60-anni-di-joe-strummer-e-di-come-cambio-...
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
8/22/2012 11:46 AM
 
Quote

la playlist di Osvaldo..


1. Whole Lotta Love (Led Zeppelin)
2. Wild Horses (The Rolling Stones)
3. Sweet Child O' Mine (Guns N' Roses)
4. I'm Your Man (Leonard Cohen)
5. Me Quedo Contigo (Live) (Manu Chao)
6. Y Sin Embargo (Joaquín Sabina)
7. Imagine (John Lennon)
8. Shine On You Crazy Diamond (Parts 1-5) (Pink Floyd)
9. Come As You Are (Nirvana)
10. Nothing Else Matters (Metallica)
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 3,279
Gender: Male
8/22/2012 3:58 PM
 
Quote

Molto alternativa, ci manca solo "Smoke on the water" [SM=x2478856]
......
"In my 23 years working in England there is not a person I would put an inch above Bobby Robson."
Sir Alex Ferguson.
OFFLINE
Post: 16,208
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
9/3/2012 10:52 PM
 
Quote

osvaldo si occupa pure della musica che mettono prima dei match,ecc...
ricordo che il giorno della presentazione c'era baba o'riley degli who e max leggeri urlava:"ma che cazzo è 'sta roba??Mettete Lando Fiorini!" [SM=x2478856] [SM=x2478856]
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
9/7/2012 6:25 PM
 
Quote

quella di Florenzi..

1. He Got Game (Public Enemy)
2. Balliamo Sul Mondo (Ligabue)
3. She’s The One (Robbie Williams)
4. Il Coraggio Delle Idee (Renato Zero)
5. Everything (Michael Bublé)
6. Urlando Contro Il Cielo (Ligabue)
7. Quando Canterai La Tua Canzone (Ligabue)
8. Solo Per Te (Negramaro)
9. Home (Michael Bublè)
10. La Bella Vita (Jovanotti)


quella di Sabatini..

1. Una Miniera (New Trolls)
2. Father And Son (Cat Stevens)
3. (I Can't Get No) Satisfaction (The Rolling Stones)
4. Hey Joe (Jimi Hendrix)
5. Starman (David Bowie)
6. Who’ll Stop The Rain (Creedence Clearwater Revival)
7. One Man Band (Roger Daltrey)
8. Loneliness (Grand Funk Railroad)
9. Here’s To You (Joan Baez)
10. Hurricane (Bob Dylan)

quella di Baldini..

1. 7 Seconds (Youssou N’Dour with Neneh Cherry)
2. Bitter Sweet Symphony (The Verve)
3. Ain’t No Sunshine (Bill Waters)
4. Wish You Were Here (Pink Floyd)
5. Private Investigations (Dire Straits)
6. Glory Box (Portishead)
7. Everybody Hurts (R.E.M.)
8. Why (Annie Lennox)
9. A Thousand Kisses Deep (Leonard Cohen)
10. Souzinho (Caetano Veloso)
11. La Costruzione Di Un Amore (Ivano Fossati)
12. La cura (Franco Battiato)
13. Le Cabotin (L'Istrione) (C. Aznavour)
14. Vieni Via Con Me (Paolo Conte)
15. Canzone Dell’Amore Perduto (Fabrizio De André)
16. Anima Latina (Lucio Battisti)
17. Confessioni Di Un Malandrino (Angelo Branduardi)
18. Napule È (Pino Daniele)
19. Sally (cover Fiorella Mannoia)
20. La Valigia Dell’Attore (Francesco De Gregori)
.........


mi sento piu' vicino a Sabatini anche se in certi casi è andato proprio sul velluto commerciale.
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,208
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
9/9/2012 2:07 AM
 
Quote

io più baldini...
ps.dei CCR conosco solo have you ever seen the rain,non quella là.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 16,532
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
9/10/2012 11:44 AM
 
Quote

Florenzi sta a pezzi....

Baldini un pò soft, ma ce ne sono alcune davvero belle (per me la cura, quella dei REM e dei Verve)

Sabatini mi intriga di più.

per ora un mix Osvaldo-Sabatino

cmq in generale non concepisco il concetto di playlist. di 20 canzoni poi..
o ne hai 1000 caricate o 20 e basta... è da quando c'ho 16 anni che sò poche


OFFLINE
Post: 16,208
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
9/10/2012 5:16 PM
 
Quote

Re:
giove(R), 10/09/2012 11.44:

Florenzi sta a pezzi....


urlando contro il cieloooooooooooo [SM=x2478856]



-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
9/10/2012 5:58 PM
 
Quote

Re:
giove(R), 10/09/2012 11.44:

Florenzi sta a pezzi....





il 18 a Guidonia c'è il concerto di Emma..ce potrebbe venì [SM=x2478856]

A Baldini piacciono i lenti..Sabatini mi sa che qualche chiusa in umbria tra Grand Funk, CCR ,Who se l'è fatta..ce lo vedo bello andato con here's to you di joan baez [SM=x2478856]
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
ONLINE
Post: 3,127
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
9/14/2012 12:24 PM
 
Quote

Ieri sera a Caracalla ho visto i Teatro degli Orrori.

A parte che mi so cacato sotto dal freddo , loro sono stati bravi a riscldre l'ambiente.
Buon concerto tirato per più di un'ora e mezza, considerando che ra gratuito quando certi fighetti si fanno pagare per poco più di un ora ( ogni riferimento ai Placebo non è puramente casuale ).
i brani "parlati" sono un pò pesanti ma gli intermezzi musicali sono molto interessanti.

2-3 testi mi hanno colpito direttamente al cuore
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
9/28/2012 6:15 PM
 
Quote

stasera al Circolo serata " di quartiere "..da Pasolini al Muro del Canto

www.estateromana.comune.roma.it/manifestazioni/teatro/genius_loci_pasolini_per_esempio/appuntamenti/l_estraneo_romanacci_tua_il_muro_del_canto_a...
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
9/29/2012 11:58 AM
 
Quote

ieri sera poi sono andato a vedere il Muro del Canto..bel live, repertorio sempre piu' in crescita e belle atmosfere..probabilmente è il salto di qualità per Daniele Coccia dopo i dieci anni di Surgery..anche da un punto di vista creativo nei testi..quello che secondo me stava un pò arenando i Surgery..
"Mille lune de meschinità pè mezzora de passione" è poesia [SM=x2478842]
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,532
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
10/3/2012 1:32 PM
 
Quote

a proposito...
giovedì scorso bella ammazzatella per Iggy Pop a Firenze cotta e magnata.
dopolavoro, cambio e via con una mia amica. ritorno la mattina con aprtenza da FI alle 6...
beh... dciamo che il concerto è stato una guerra... mai stato in mezzo a tanto casino spintoni, pizze, strattoni, calci, capocciate (una l'ha presa lei ....da me :D ).. si pogava (era impossibile stare fermi perchè anche volendo intorno era una bolgia) pure tra una canzone e l'altra quando non c'era musica!
Iggy è un Highlander, uguale...
gli Stooges suonano ancora del punk, punk pe esse punk!


OFFLINE
Post: 16,208
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
10/5/2012 12:29 PM
 
Quote

playlist di pallotta
1. Paradise City (Guns N' Roses)
2. Feels so Close (Calvin Harris)
3. Praise You (Fat Boy Slim)
4. Suspicious Minds (Extended Version) (Fine Young Cannibals)
5. Blue Sky Mine (Midnight Oil)
6. The Rascal King (The Mighty Mighty Bostones)
7. Old Man (Neil Young)
8. Incense and Peppermints (Strawberry Alarm Clock)
9. E = MC2 (Big Audio Dynamite)
10. Black Eyed Boy (Texas)
11. Birmingham (Amanda Marshall)
12. Kiss The Rain (Billie Myers)
13. Ball of Confusion (That's What the World Is Today) (The Temptations)
14. Wichita Lineman (Glen Campbell)
15. Last Summer (Lostprophets)
16. Monkey Man (The Rolling Stones)
17. Panic in Detroit (David Bowie)
18. Dr. Jimmy (The Who)
19. Bitter Sweet Symphony (The Verve)
20. Wishing Well (The Airborne Toxic Event)
21. Hello Cruel World (A Man Called E)
22. Rome (Phoenix)
23. I Still Feel (Martina Topley Bird)
24. Two Tribes (Frankie Goes to Hollywood)
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 16,532
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
10/5/2012 3:17 PM
 
Quote

sto cazzo de Pallotta!

c'ha messo pure E=MC2... [SM=x2478842]


OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
10/15/2012 6:48 PM
 
Quote

la playlist di Nicolas Burdisso:

1. Vultures (John Mayer)
2. Like a stone (Audioslave)
3. Creep (Radiohead)
4. Goodbye blue sky (Pink Floyd)
5. Shadow of the day (Linkin Park)
6. Starlight (Muse)
7. Smoking from shooting (My morning jackets)
8. The Pretenders (Foo fighters)
9. Naïve (The Kooks)
10. Sonnet (The Verve)
11. The Zephir Song (Red hot chili peppers)
12. Jeremy (Pearl Jam)


però!
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,532
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
10/16/2012 1:16 PM
 
Quote

ma dai burdisso rockettaro non me lo facevo


ONLINE
Post: 3,127
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
10/22/2012 4:38 PM
 
Quote

La playlist di De Rossi

1. Hurricane (Bob Dylan)
2. Wish You Were Here (Pink Floyd)
3. The Masterplan (Oasis)
4. Father And Son (Cat Stevens)
5. Nothing Else Matters (Metallica)
6. The Scientist (Coldplay)
7. Stairway To Heaven (Led Zeppelin)
8. Mad World (Gary Jules & Michael Andrews)
9. Otherside (Red Hot Chili Peppers)
10. The Ballad of Casey Deiss (Shawn Phillips)

Passabile , io avrei immaginato roba tipo Giorgia,Baglioni,anastasia

O foorse 2 anni fa sarebbe stato così ma Osvaldo sta facendo scuola nello spogliatoio
ONLINE
Post: 8,338
Age: 36
Gender: Male
10/22/2012 6:20 PM
 
Quote

Ad oggi quela più cagosa resta quella di Stek: ma d'altronde gli olandesi hanno lo stesso gusto per il cibo, per i vestiti e per la musica...

--------------------------------------------------------
"A' Gómez, se c'hai 'na penna te faccio l'autografo!"

"Vola, sotto la curva vola, la curva s'innamora, tedesco vola"

New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:32 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com