E' possibile accedere a questo forum anche dalla nostra pagina FB
Nelle Nebbie di Thule
all’indirizzo
https://www.facebook.com/Nelle-Nebbie-di-Thule-269990059690477/
Venite a visitarci!

 
Previous page | « 217 218 219 | Next page
Print | Email Notification    
Author

NWO

Last Update: 2/21/2017 7:40 PM
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
12/1/2016 8:28 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

l attacco alla russia facendogli sansioni etc ,prendendo a rpetesto la crimea,ha altre ragioni e cioe ,PUTIN KICK'S ROTHSCHILD'S OUT OF RUSSIA:CHECKMATES THE NWO

a seguire una news non freschissima ma mi sono semrpe dimenticato di postarvi qui


www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/04/25/russia-arriva-carta-credito-alternativa-a-visa-e-mastercard_bf208def-184b-4ca7-971d-24817b436...




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 1,188
Gender: Male
12/3/2016 1:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

un altro tassello


"........

In conseguenza di questa analisi, vorrei offrirvi la visione, reale e senza finzioni, sia del quadro (fattuale) effettivo di sovranità a cui siamo sottoposti, sia del punto di arrivo dell'adeguamento riformatore che dobbiamo inevitabilmente aspettarci.
Ho tratto dunque, da questo arguto e perspicuo commento di "Filippo" sul blog "Il Pedante", i principi e diritti fondamentali della €uro-Costituzione de facto (nel senso di occulta, ma non perciò meno dotata di effettività, già operativa), che discende dall'appartenenza dell'Italia all'Unione €uropea e dall'attuazione delle sue "politiche".
Risulta tragicamente comico, ma è terribilmente "reale".

Art. 1.
La Provincia italiana dell'Unione europea è una Plutocrazia oligarchica, fondata sul profitto. La sovranità appartiene al mercato, che la esercita attraverso l'oligarchia alla luce dei progressivi limiti di accettazione dell'opinione pubblica.

Art. 2.
La Plutocrazia disconosce l'esistenza di diritti inviolabili dell'individuo, sia come singolo, sia nelle reti sociali ove si palesa la sua specificità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà cosmetica, egoismo economico, e autismo sociale.

Art. 3.
Tutti gli attori del mercato hanno dignità in misura proporzionale alla loro capacità di spesa, e sono diversi davanti alla legge, dovendosi considerare il sesso, l'orientamento sessuale, la razza, la lingua, la religione, i pregiudizi politici, le condizioni personali e sociali.
E' compito della Plutocrazia rimuovere gli ostacoli di ordine etico ed ed i retaggi ideologici, che, limitando di fatto la concorrenza e la meritocrazia, impediscono il pieno sviluppo del mercato, e l'effettiva reificazione di tutti gli individui nell'organizzazione tecnocratica, economicistica e postumana della Provincia.

Art. 4.
La Plutocrazia riconosce l'immutabilità delle leggi economiche, e la necessità di una quota fisiologica di disoccupazione determinata dal ciclo economico. Ogni individuo è libero di svolgere una attività o una funzione che massimizzi la sua ricchezza materiale o la sua popolarità.

Art. 5.
La Plutocrazia, espressione dell'Unione europea, indebolisce progressivamente le autonomie locali; attua nei servizi che da essa dipendono, la massima centralizzazione amministrativa; adegua i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'Unione e dell'oligarchia.

Art. 6.
La Plutocrazia tutela con apposite buone pratiche le minoranze linguistiche della Provincia, con particolare riguardo per quella italiana.

Art. 7.
La Plutocrazia e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. I loro rapporti sono regolati alla luce della pubblica opinione. Le modificazioni dei rapporti, accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione formale delle norme.

Art. 8.
Tutte le confessioni religiose sono egualmente deprecabili e superate. Le teorie economiche diverse dal liberismo sono da considerarsi infondate ed utopiche nella misura in cui contrastino con l'ordinamento economico e giuridico della Provincia. I loro rapporti con l'Eurocrazia sono regolati attraverso la creazione di apposite categorie nel dibattito pubblico.

Art. 9.
La Tecnocrazia promuove lo sviluppo della cultura delimitandone con precisione gli ambiti e la ricerca scientifica e tecnica orientate alle esigenze del mercato e della competizione globale. E' indifferente al paesaggio e negligente verso il retaggio storico e artistico della Provincia quando essi non siano monetizzabili.

Art. 10.
L'ordinamento giuridico della Provincia si conforma alle norme del diritto europeo ed internazionale generalmente riconosciute. La condizione giuridica del migrante è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Il migrante, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà economiche garantite dalla Costituzione della Provincia italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Tecnocrazia, secondo le legittime necessità di deflazione salariale dei padroni. Non è ammessa l'espulsione del migrante per formalità giuridiche.

Art. 11.
La Provincia italiana riconosce la guerra come strumento di salvaguardia dei propri interessi e di quelli dei suoi alleati e come mezzo didattico verso i popoli non democratici; si adegua alle scelte europee e transatlantiche per assicurare l'espansione del blocco occidentale che assicuri la stabilità della propria influenza; promuove interventi unilaterali nelle aree contese.

Art. 12.
La bandiera della Plutocrazia è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni. Può essere utilizzata esclusivamente insieme alla bandiera dell'Unione europea, rispettando il parametro numerico massimo di una a dieci. "

da: orizzonte48.blogspot.it/2016/12/il-mutamento-xtra-ordinm...


"Si dice che per sopravvivere qui bisogna essere matti …quasi come un cappellaio…e per fortuna io lo sono! La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!"
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
12/10/2016 7:37 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

10 anni fa qui si denunciavano queste cose e ci si tacciava di complottismo,ora come vedete sono normalita'
www.youtube.com/watch?v=wqSfucQc2BM
cio che dice il video appunto sono cose che qui spapiamo molto bene,pero'la chicca sta dal min 4.20 circa ,dove parla mattarella,ascoltatelo




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
12/26/2016 2:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

a proposito di adolfo,lo sapevate che....

It was an entirely natural thing for him to stop his car and share his food with young cyclists along the road. Once he gave his raincoat to a derelict plodding in the rain.
At midnight he would interrupt his work and prepare the food for his dog Blondi.
He could not bear to eat meat, because it meant the death of a living creature.
He refused to have so much as a rabbit or a trout sacrificed to provide his food.
He would allow only eggs on his table, because egg-laying meant that the hen had been spared rather than killed.
Hitler’s eating habits were a constant source of amazement to those around him.
How could someone on such a rigorous schedule, who had taken part in tens of thousands of exhausting mass meetings from which he emerged bathed with sweat, often losing two to four pounds in the process; who slept only three to four hours a night; and who, from 1940 to 1945, carried the whole world on his shoulders while ruling over 380 million Europeans: how could he physically survive on just a boiled egg, a few tomatoes, two or three pancakes, and a plate of noodles ? But he actually gained weight !
He drank only water.
He did not smoke, and would not tolerate smoking in his presence.
At one or two o’clock in the morning he would still be talking, untroubled, close to his fireplace, lively, often amusing.
He never showed any sign of weariness.
Dead tired his audience might be, but not Hitler.
Hitler’s most notable characteristic was ever his simplicity.
The most complex of problems resolved itself in his mind into a few basic principles.
His actions were geared to ideas and decisions that could be understood by anyone.
The labourer from Essen, the isolated farmer, the Ruhr industrialist, and the university professor could all easily follow his line of thought.
The very clarity of his reasoning made everything obvious.
His behaviour and his lifestyle never changed even when he became the ruler of Germany.
He dressed and lived frugally.
During his early days in Munich, he spent no more than a mark per day for food.
At no stage in his life did he spend anything on himself.
Throughout his thirteen years in the chancellery he never carried a wallet or ever had money of his own.
Hitler was self-taught and made not attempt to hide the fact.
The smug conceit of intellectuals, their shiny ideas packaged like so many flashlight batteries, irritated him at times.
His own knowledge he had acquired through selective and unremitting study, and he knew far more than thousands of diploma-decorated academics.
I don’t think anyone ever read as much as he did.
He normally read one book every day, always first reading the conclusion and the index in order to gauge the work’s interest for him.
He had the power to extract the essence of each book and then store it in his computer-like mind.
he often talked about complicated scientific books with faultless precision, even at the height of the war.
His intellectual curiosity was limitless.
He was readily familiar with the writings of the most diverse authors, and nothing was too complex for his comprehension.
He had a deep knowledge and understanding of Buddha, Confucius, and Jesus Christ, as well as Luther, Calvin, and Savonarola; of literary giants such as Dante, Schiller, Shakespeare, and Goethe; and of analytical writers such as Renan and Gobineau, Chamberlain and Sorel.
He had trained himself in philosophy by studying Aristotle and Plato.
He could quote entire paragraphs of Schopenhauer from memory, and for a long time carried a pocked edition of Schopenhauer with him. Nietzsche taught him much about the willpower.
His thirst for knowledge was unquenchable.
He spent hundreds of hours studying the works of Tacitus and Mommsen, military strategists such as Clausewitz, and empire builders such as Bismarck. Nothing escaped him: world history or the history of civilizations, the study of the Bible and the Talmud, Thomistic philosophy and all the master- pieces of Homer, Sophocles, Horace, Ovid, Titus Livius and Cicero. He knew Julian the Apostate as if he had been his contemporary.
His knowledge also extended to mechanics.
He knew how engines worked; he understood the ballistics of various weapons; and he astonished the best medical scientists with his knowledge of medicine and biology.
The universality of Hitler’s knowledge may surprise or displease those unaware of it, but it is nonetheless a historical fact: Hitler was probably one of the most cultivated men of this century.
Many times more so than Churchill, an intellectual mediocrity; or than Pierre Laval, with his mere cursory knowledge of history; or than Roosevelt; or Eisenhower, who never got beyond detective novels.
Even during his earliest years, Hitler was different than other children.
He had an inner strength and was guided by his spirit and his instincts.
He could draw skilfully when he was only eleven years old.
His sketches made at that age show a remarkable firmness and liveliness.
His first paintings and watercolours, created at age 15, are full of poetry and sensitivity.
One of his most striking early works, “Fortress Utopia,” also shows him to have been an artist of rare imagination.
His artistic orientation took many forms.
He wrote poetry from the time he was a lad.
He dictated a complete play to his sister Paula who was amazed at his presumption.
At the age of 16, in Vienna, he launched into the creation of an opera.
He even designed the stage settings, as well as all the costumes; and, of course, the characters were Wagnerian heroes.
More than just an artist, Hitler was above all an architect.
Hundreds of his works were notable as much for the architecture as for the painting.
From memory alone he could reproduce in every detail the onion dome of a church or the intricate curves of wrought iron, indeed, it was to fulfil his dream of becoming an architect that Hitler went to Vienna at the beginning of the century.
When one sees the hundreds of paintings, sketches and drawings he created at the time, which reveal his mastery of three dimensional figures, it is astounding that his examiners at the Fine Arts Academy failed him in two successive examinations.
German historian Werner Maser, no friend of Hitler, castigated these examiners: “All of his works revealed extraordinary architectural gifts and knowledge. The builder of the Third Reich gives the former Fine Arts Academy of Vienna cause for shame.”
Impressed by the beauty of the church in a Benedictine monastery where he was part of the choir and served as an altar boy, Hitler dreamt fleetingly of becoming a Benedictine monk.
And it was at that time, too, interestingly enough, that whenever he attended mass, he always had to pass beneath the first swastika he had ever seen: it was graven in the stone escutcheon of the abbey portal.
Hitler’s father, a customs officer, hoped the boy would follow in his footsteps and become a civil servant.
His tutor encouraged him to become a monk.
And there, thwarted in his artistic aspirations by the bureaucratic mediocraties of academia, he turned to isolation and meditation.
Lost in the great capital of Austria-Hungary, he searched for his destiny.
During the first thirty years of Hitler’s life, the date April 20, 1889, meant nothing to anyone.
He was born on that day in Branau, a small town in the Inn valley.
During his exile in Vienna, he often thought of his modest home, and particularly of his mother.
When she fell ill, he returned home from Vienna to look after her.
For weeks he nursed her, did all the household chores, and supported her as the most loving of sons.
When she finally died, on Christmas eve, his pain was immense.
Wracked with grief, he buried his mother in the little country cemetery: “I have never seen anyone so prostrate with grief,” said his mother’s doctor, who happened to be Jewish.
In his room, Hitler always displayed a picture of his mother.
The memory of the mother he loved was with him until the day he died.
She had blue eyes like his and a similar face.
Her maternal intuition told her that her son was different from other children
She acted almost as if she knew her son’s destiny.
When she died, she felt anguished by the immense mystery surrounding her son.
Throughout the years of his youth, Hitler lived the life of a virtual recluse.
He greatest wish was to withdraw from the world.
At heart a loner, he wandered about, ate meagre meals, but devoured the books of three public libraries.
He abstained from conversations and had few friends.
It is almost impossible to imagine another such destiny where a man started with so little and reached such heights.
Alexander the Great was the son of a king.
Napoleon, from a well-to-do family, was a general at twenty-four.
Fifteen years after Vienna, Hitler would still be an unknown corporal.
Thousands of others had a thousand times more opportunity to leave their mark on the world.
Hitler was not much concerned with his private life.
In Vienna he had lived in shabby, cramped lodgings, but for all that he rented a piano that took up half his room, and concentrated on composing his opera.
He lived on bread, milk, and vegetable soup.
But he never stopped painting or reading.
Landlords and landladies in Vienna and Munich all remembered him for his civility and pleasant disposition. His behaviour was impeccable.
His room was always spotless, his meagre belongings meticulously arranged, and his clothes neatly hung or folded.
He washed and ironed his own clothes, something which in those days few men did.
He needed almost nothing to survive, and money from the sale of a few paintings was sufficient to provide for all his needs.
Hitler had not yet focused on politics, but without his rightly knowing, that was the career to which he was most strongly called.
Politics would ultimately blend with his passion for art.
People, the masses, would be the clay the sculptor shapes into an immortal form.
The human clay would become for him a beautiful work of art like one of Myron’s marble sculptures, a Hans Makart painting, or Wagner’s Ring Cycle.
His love of music, art, and architecture had not removed him from the political life and social concerns of Vienna.
When Hitler later said that he had formed his social and political doctrine in Vienna, he told the truth.
Ten years later his observations made in Vienna would become the order of the day.
Thus Hitler was to live for several years in the crowded city of Vienna as a virtual outcast, yet quietly observing everything around him.
His strength came from within.
He did not rely on anyone to do his thinking for him.
Exceptional human beings always feel lonely amid the vast human throng.
Hitler saw his solitude as a wonderful opportunity to meditate and not to be submerged in a mindless sea.
In order not to be lost in the wastes of a sterile desert, a strong soul seeks refuge within himself.
Hitler was such a soul.


The lightning in Hitler’s life would come from the Word.
All his artistic talent would be channelled into his mastery of communication and eloquence.
Hitler would never conceive of popular conquests without the power of the Word.
He would enchant and be enchanted by it.
He would find total fulfilment when the magic of his words inspired the hearts and minds of the masses with whom he communed.
He would feel reborn each time he conveyed with mystical beauty the knowledge he had acquired in his lifetime.
Hitler’s incantatory eloquence will remain, for a very long time.
The power of Hitler’s word is the key.


Did Hitler believe in God ?
He believed deeply in God.
He called God the Almighty, master of all that is known and unknown.
He acknowledged that every human being has spiritual needs.
The song of the nightingale, the pattern and colour of a flower, continually brought him back to the great problems of creation.
No one in the world has spoke so eloquently about the existence of God.
He held this view not because he was brought up as a Christian, but because his analytical mind bound him to the concept of God.
Hitler’s faith transcended formulas and contingencies.
God was for him the basis of everything, the ordainer of all things, of his destiny and that of all others.




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
12/26/2016 4:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

leggendo cosa vi copioincollo a seguire capite chi adora la massoneria,cioe lo chiamano-il grande architetto dell universo,possiamo ben dire l artigiano dell universo,bene adesso leggete qui a seguire

.
Demiurgo è un nome per una figura artigiano-come responsabile del modellamento e manutenzione dell'universo fisico.
Il termine è stato successivamente adottato dagli gnostici.
Anche se un artefice, il demiurgo non è necessariamente pensato come lo stesso come la figura creatore nel senso monoteista familiare, in quanto sia il demiurgo stesso, più il materiale da cui le mode demiurgo dell'universo, sono considerate sia increato ed eterno, o il prodotto di qualche altro essere, a seconda del sistema.
La parola "demiurgo" è una parola inglese da una forma latinizzata del δημιουργός greca, Demiurgo, letteralmente "lavoratore pubblico", e che in origine era un nome comune che significa "artigiano" o "artigianale", ma a poco a poco è venuto a significare "produttore "e alla fine" creatore ".
questo per dissipare ogni dubbio sulla connessione dio massone cioe grande architetto o artigiano dle mondo e il demiurgo cioe parliamo della stessa entita'o principio o what ever che dir si volgia



.
[Edited by +lvdwig+ 12/26/2016 6:34 PM]




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
12/29/2016 8:55 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

www.usdebtclock.org/




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 9,114
Gender: Male
1/11/2017 10:50 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

12, 54
+lvdwig+, 29/12/2016 20.55:

http://www.usdebtclock.org/




che impressione! [SM=g10353]



Luca 12,54

54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



+QUIS UT DEUS+
OFFLINE
Post: 9,114
Gender: Male
1/11/2017 11:28 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

12, 54

parlando della cronaca di questi giorni. leggevo dell'hackeraggio dei computer di renzi, monti, draghi, capolupo e molti molti altri.. tutti massoni. leggo che il malware che hanno utilizzato si chiama eye pyramid. leggo che a fare tutto questo sono due fratelli di cui uno massone della gran loggia del goi. il capo della polizia postale, di legami, sapeva e ha coperto e per questo stamattina è stato rimosso. leggo inoltre che i due fratelli hanno avuto a che fare con molti artefici di mafia capitale, con carminati anche.
chiaramente i due lavoravano per qualcun'altro e avevano credo il compito di monitorare gli sviluppi dell' agenda massonica italiana legata a quella internazionale.

sembra chiara, per lo meno a me, una guerra tra super logge. una guerra che continua da anni e che intreccia moltissimi scandali che apparentemente sembrano slegati tra loro. la fuga e poi il ritorno di grillo sembra avere un certo senso in questa cornice.

sicuramente qualcuno dissentirà ma a mio avviso le logge si fronteggiano contrapponendo due diverse visioni di come il mondo debba essere impostato.

da una parte la visione del mondo in essere, per lo meno in "occidente" in cui gli schiavi non essendo affatto una minaccia sono diventati una risorsa e conducono una vita apparentemente libera alimentando il sistema stesso che li soggioga.
se ci pensate nell'era digitale in cui il tempo e lo spazio sono stati azzerati, in cui cioè chiunque virtualmente può comunicare con chiunque, ora, noi individui non ne abbiamo tratto nessun beneficio personale se non quello di poter vendere e comprare sempre e ovunque. "ebay" ci ha cambiato la vita nient'altro.. lo stesso facebook è un terreno sterile in cui tutti i pensieri sono persi nel vuoto schiacciante della logica dei grandi numeri.

in questo sistema di semi libertà vigilata gli schiavi sono mansueti e non hanno percezione della loro reale condizione.. però a volte rompono le palle andando a ficcare il naso li dove non dovrebbero.
alcuni schiavi più curiosi si interessano e studiano cose che non dovrebbero essere viste e si fanno domande riconoscendo che in molti ambiti ufficiali sono letteralmente presi per il culo.
in questo sistema inoltre i governanti hanno uno spazio di manovra ridotto..
la regola su cui si fonda questo sistema è non far capire che gli schiavi sono schiavi così da non avere una risposta sovversiva.

in caso di poca efficacia si è creato il pericolo esterno, i "terroristi". nessuno sa chi è un terrorista. nessuno sa che divisa hanno. e in pura teoria nemmeno dove siano. ma è una minaccia costante e "reale" che fa in modo di creare dipendenza dallo stato che deve difenderci e continuare a farci comprare le cose in santa pace, nei luoghi di villeggiatura, nei mercati, nei centri commerciali e nei locali, e nei ristoranti.

c'è chi in altre super logge vede questo come una limitazione. preferirebbero uno stato totalitario militarizzato in cui gli schiavi saprebbero di essere schiavi, non avrebbero più modo di esercitare nessun tipo di pressione e sarebbero manovrabili a piacimento. l'effetto collaterale della ribellione sarebbe contrastato dai prodigi dell'evoluzione tecnologica.

tutte le frange fasciste delle logge sono a favore di questo e operano nell'ombra per smantellare l'attuale sistema..
carminati e co. farange, grillo ecc sono piccole pedine.. distruggere l'europa, incentivare il nazionalismo, portare tutto all'esasperazione e poi propinare un risolutivo ed efficace super governo, magari dopo una guerra che possa servire da tabula rasa.

la sensazione è che sarà un continuo tra scoprire nuovi scandali e il cercare di insabbiarli. un altalena che alla fine ci porterà secondo me ad una internazionale, palese scontro tra i signori della guerra e i maghi governanti.

quasi quasi sta cosa mi piace... [SM=g6794]







Luca 12,54

54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



+QUIS UT DEUS+
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
1/11/2017 3:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

mbe'54,il discorso va visto un po piu dall alto
premetto per rendere chiaro il concetto,che ci sono due nuove serie tv di hollywood,quindi colossal in cui leggendo la recensione si legge che in un futuro non lontano,le corporazioni lotteranno con gli STATI e badate che ho scritto stati e non governi,per le ultime risorse dle pianeta


in poche parole le risorse dle pianeta i popoli lotteranno epr la sorpavvivenza e le elite per tenere la richhezza
ora gli unici alleati dle popolo sarano gli stati che non sono i governi ma l asse verticale
costituzione-magistratura-polizia
questi saranno i soli ns alleati,sull altro fronte le coorporazioni potranno contare su eserciti privati di potenza inaudita,e lutilizzo di altri stati da buttare addosso agli altri,esempio metto un governo fantoccio in chesso georgia ,lo armano in modo inimaginabile e poi gli fanno dichiarare guerra a chesso l italia che si sta ribellando con tutto il suo asse magistratura polizia popolo
questo e'cio che sta per VEWRAMENTE accadere,che ci crediate o no,noi o i ns figli,o tutti e due all unisono vivranno questo scenario
che vi piaccia o no e questo il ns futuro immediato ,che ovviamente non accadra in un gg ma come i piu svelgi gia vedono da tempo,step by step ,axcccadra cioi

latro tv serie nella recensione parlava di un futuro non lontano anche qui,dove le coorporazioni avrebbero avuto cosi potere da essere sopra ogni cosa e guidare ogni stato popolo etc


vedete il tutto sta cambiando,come se giri una sfera che corrisponde ad un cerchio esterno,mbe'quando si muobve la sfera,ogni corrispondenza e quindi scenario cambia in rapporto ,insomma si riposiziona ogni cosa,e a volte cio che era il nemico diventa lamico e cio che era negativo diventa positivo




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 9,114
Gender: Male
1/11/2017 3:22 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

12, 54
+lvdwig+, 11/01/2017 15.15:

mbe'54,il discorso va visto un po piu dall alto
premetto per rendere chiaro il concetto,che ci sono due nuove serie tv di hollywood,quindi colossal in cui leggendo la recensione si legge che in un futuro non lontano,le corporazioni lotteranno con gli STATI e badate che ho scritto stati e non governi,per le ultime risorse dle pianeta


in poche parole le risorse dle pianeta i popoli lotteranno epr la sorpavvivenza e le elite per tenere la richhezza
ora gli unici alleati dle popolo sarano gli stati che non sono i governi ma l asse verticale
costituzione-magistratura-polizia
questi saranno i soli ns alleati,sull altro fronte le coorporazioni potranno contare su eserciti privati di potenza inaudita,e lutilizzo di altri stati da buttare addosso agli altri,esempio metto un governo fantoccio in chesso georgia ,lo armano in modo inimaginabile e poi gli fanno dichiarare guerra a chesso l italia che si sta ribellando con tutto il suo asse magistratura polizia popolo
questo e'cio che sta per VEWRAMENTE accadere,che ci crediate o no,noi o i ns figli,o tutti e due all unisono vivranno questo scenario
che vi piaccia o no e questo il ns futuro immediato ,che ovviamente non accadra in un gg ma come i piu svelgi gia vedono da tempo,step by step ,axcccadra cioi

latro tv serie nella recensione parlava di un futuro non lontano anche qui,dove le coorporazioni avrebbero avuto cosi potere da essere sopra ogni cosa e guidare ogni stato popolo etc


vedete il tutto sta cambiando,come se giri una sfera che corrisponde ad un cerchio esterno,mbe'quando si muobve la sfera,ogni corrispondenza e quindi scenario cambia in rapporto ,insomma si riposiziona ogni cosa,e a volte cio che era il nemico diventa lamico e cio che era negativo diventa positivo



stati contro corporazioni.. anche questa mi piace. [SM=g9442]







Luca 12,54

54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



+QUIS UT DEUS+
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
1/11/2017 6:57 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

e'vero liv.non sto ne scherzando ne esagerando ne deducendo,le cose stanno ma soprattutto saranno sempre piu cosi'

capisco che non e'una novita questo scontro,ma fino a qualche decenno fa era occulto nessuno nella massa lo sapeva,oggi lo sanno tutti,almeno chi si informa,ma la lotta continua ad essere mascherata e sempre con mezzi almeno ufficialmente leciti,poi ovviamente sottobanco e un macello altro che leciti...ma quello di cui parlo e lo scatto avanti che fara questa lotta si finira allos contro armato ,inizialmente asimmetrico,terroristico,fino allo scontro totale,tu mi dirai:"ma loro con quali eserciti ci combattono?" -lo ho gia detto nel post precedente
se si avesse tutti nella testa questo scenario sicuro a venire semrpe piu chiaro tra l altro,mbe'ogni discorso ogni disputa ogni cosa di ogni livello,cosi come fanno quelli superiori sara visto in questottica e con questa chiave di lettura e mi riferisco alle cose che accadono oggi domani etc di ogni contesto,perche se si vede il disegno totale8anche se e'parziale anchesso)ma per l uomo al momento e totale ,insomma quando chesso epr esempio ti chiedono di votare li o qui di schierarti qui o li oggi,lo si dovrebbe fare semrpe avendo l occhio lungo su tutto cio e quindi decidere sempre con questo scenario davanti,insomma esempio,tolgono lart18?non bisogna ragionare in termini di articolo 18 in se,ma che e parte di quel disegno che poi ci portera li ,cio un conto e saperlo e un conto e pensare che si fermerano li e che quindi ci puo stare,insomma esempio striminzito ma spero dia l idea




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 1,188
Gender: Male
1/12/2017 12:38 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
+lvdwig+, 11/01/2017 15.15:

mbe'54,il discorso va visto un po piu dall alto
premetto per rendere chiaro il concetto,che ci sono due nuove serie tv di hollywood,quindi colossal in cui leggendo la recensione si legge che in un futuro non lontano,le corporazioni lotteranno con gli STATI e badate che ho scritto stati e non governi,per le ultime risorse dle pianeta


in poche parole le risorse dle pianeta i popoli lotteranno epr la sorpavvivenza e le elite per tenere la richhezza
ora gli unici alleati dle popolo sarano gli stati che non sono i governi ma l asse verticale
costituzione-magistratura-polizia
questi saranno i soli ns alleati,sull altro fronte le coorporazioni potranno contare su eserciti privati di potenza inaudita,e lutilizzo di altri stati da buttare addosso agli altri,esempio metto un governo fantoccio in chesso georgia ,lo armano in modo inimaginabile e poi gli fanno dichiarare guerra a chesso l italia che si sta ribellando con tutto il suo asse magistratura polizia popolo
questo e'cio che sta per VEWRAMENTE accadere,che ci crediate o no,noi o i ns figli,o tutti e due all unisono vivranno questo scenario
che vi piaccia o no e questo il ns futuro immediato ,che ovviamente non accadra in un gg ma come i piu svelgi gia vedono da tempo,step by step ,axcccadra cioi

latro tv serie nella recensione parlava di un futuro non lontano anche qui,dove le coorporazioni avrebbero avuto cosi potere da essere sopra ogni cosa e guidare ogni stato popolo etc


vedete il tutto sta cambiando,come se giri una sfera che corrisponde ad un cerchio esterno,mbe'quando si muobve la sfera,ogni corrispondenza e quindi scenario cambia in rapporto ,insomma si riposiziona ogni cosa,e a volte cio che era il nemico diventa lamico e cio che era negativo diventa positivo



Lo ritengo anche io lo scenario più probabile... molto dipenderà dalla reale quantità di risorse disponibili al di là delle stime che si possono avere in questo momento e dallo sviluppo tecnologico nell' immediato futuro. Di risore non è che ce ne siano poi ancora così tante (stando alle stime reperibili) .. questo conflitto non dovrebbe tardare oltre i 10-20 anni al massimo. Poi può essere tutto nella vita [SM=g6794]


"Si dice che per sopravvivere qui bisogna essere matti …quasi come un cappellaio…e per fortuna io lo sono! La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!"
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
1/12/2017 12:58 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

ma vedi mez.basta un po di conoscenza sia reale che esoterica,nonche storica,ma quella vera o almeno molto diversa dalla ufficiale,perche si capisca che tutto converge li...ma,il"guaio"e'che se hollywood di qualita'cerca sempre piu insistentemente di farti capire prorpio cio,mbe qui non siamo piu ,per quanto plausibili,a mere ipotesi
poi come hai detto giustamente puo accadere di tutto,ma io lo intenderei dentro quello scenario gia innescato
cioe,ti faccio un esempio,cera un generale prussiano , von Clausewitz,che scrisse un libro incredibile,e cioe lui cercava di spiegare come una volta avviata una guerra con ovviamente certi fini e scopi sia dell una che dellaltra parte contendente,poi accadono cose che sfuggono al controllo,e queste guerre come se fossero animate indipendentemente,creano scenari,non voluti ne dagli uni ,ne dagli altri e vanno per conto loro...pero'credo che siano problematiche che sono al momento secondarie,e non per importanza,anzi,ma per ordine cronologico delgi eventi,adesso e solo questione di tempo,ma non molto si arrivera allo socntro,perche alle elite le risorse -poche-servono per continuare ad avere il potere,e quindi sopravvivere,mentre ai popoli servira per sopravvivere ,e intendo proprio cibo riscaldamento etc cose di base,quindi a meno di miracoli ,questo e los cenario ,e nessuno deve convincere nessuno qui,si cerca solo di arrivarci ognuno da soli




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 1,188
Gender: Male
1/16/2017 6:18 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Facebook, lotta a fake news in Germania Gruppo Correctiv controllerà notizie su social network
ROMA - Facebook ha annunciato l'introduzione di misure e sistemi per contrastare la diffusione di 'bufale' in Germania, Paese in cui tra qualche mese si terranno le elezioni politiche.

Il social network ha annunciato che il centro di ricerche sull'informazione Correctiv avrà la responsabilità di controllare la veridicità delle notizie diffuse su Facebook, e che spera di coinvolgere presto altri media. Alcuni aggiornamenti serviranno a facilitare la segnalazione di notizie false, ha detto Facebook, che lo scorso mese aveva detto di voler aumentare gli sforzi per bloccare i diffusori di bufale, agendo in collaborazione con 'fact checker' esteri e media come la Associated Press.

www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2017/01/16/fb-lotta-a-fake-news-in-germania_88323e42-983f-4f9d-ba39-87fda66d3...


Lud.. e qui devi intervenire tu (o chi sa il tedesco..)

correctiv.org/

il dominio è registrato da tale: Schraven, David

dal tipo di carriera ( Axel Springer Group - Funke Mediengruppe ) mi lascia l' impressione di... non sò, non riesco a spiegarlo.. ma se dovessi "costruire una rivoluzione arancione" questo è un giornalista che vorrei mi supportasse coi sui articoli (non sò perchè ho fatto proprio quest' esempio).. mi da l' idea di "radical chic" .. ma magari è un' impressione totalmente sbagliata


AGGIUNTA: ok, sono un cretino.. c'è anche la versione inglese di correctiv.org ... ora leggo un po' che dice..

Donatori importanti:

Brost-Stiftung Brost foundation

a seguire: Rudolf Augstein Stiftung - Schöpflin Stiftung - Adessium Foundation (Vliet family)

[Edited by Mezmerize 1/16/2017 6:37 PM]


"Si dice che per sopravvivere qui bisogna essere matti …quasi come un cappellaio…e per fortuna io lo sono! La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!"
OFFLINE
Post: 31,814
Age: 55
Gender: Male
1/17/2017 6:35 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

ma perche ancora non avete realizzato cosa sta accadendo?
ve lo dico terra terra per essere chiaro
in poche parole non riescono a fermare la divulgazione di verita?i siti associati al cicap stanno fallendo tutti ,lo scredito su chi urla verita'sta fallendo,quindi cosa fanno adesso?preparano il terreno invadendo la rete di news veramente fake,news che effettivamente creeranno problemi ,esempio quelle durante le elezioni americane etc etc,quindi inizieranno in sordina,mettendo un bollino ad ogni sito che dice fake news(non mi meraviglierei se fallissero passeranno alla chiusura proprio
il problema che in poco tempo tutto cio sara rivolto verso chi dice verita
esempio chi dice che gli attentati sono fake,vengono subito bollati di fake news,poi faranno in modo di scatenare i loro blogger,facendo venire la moda(chiamiamola cosi moda)che uno e denigrato in partenza se hai quel bollino etichetta
ma come vi ho cercato di dire in privato ieri,secondo me sara controproducente epr loro,almeno inizialmente fino a quando non passeranno alla chiusura e non al mero bollino
dico cosi eprche in rete accadra il contrario e cioe chi dice verita o cerca verita ,avra la certezza che un sito stia dicendo verita proprio eprche avra quel bollino,insomma chi non avra quel bollino vuol dire che supporta tutte le versioni ufficiali,quindi tutti i cercatori o a chi interessa verita alternative ,puo fidarsi(si fa per dire fidarsi ovviamente)solo di chi lo ha
e un po come il termine complottista che ti appicccicano,mbe oio credo che chi non e complottista non possa dire verita per il semplice fatto che la verita e un complotto,in ogni senso e campo
cmq preparatevi ad un alzata di scudi e di qualita nell opposizione delle elite che costringernano i governi ad adottare misure vedi appunto epr ora questo ma sara solo la base che ampieranno di volta in volta finche senza che la gente s ene renda conto non rimarra nemmeno uno che dira verita alternative cioe la verita
il problema e che loro pososno creare ,e mi riferisco al fatto che pososno inondare la rete di siti che danno fake news pericolose o stupide etc etc insomma creano il fatto per poi giustificare la reazione
e',ma sra'ancora piu dura dire verita',pero la coscienza che si svelgia nelle masse inq uesta era dlelacquario non potra certo essere fermata cosi o almeno non con cio che hanno in mente per iniziare,il guaio e che daia daia si trasformeranno in censure totali




+VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






+ICH DIENE+






OFFLINE
Post: 1,188
Gender: Male
2/21/2017 7:39 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Come vengono date le "notizie" dai media di regime:

UN attentato in Svezia, a insaputa della Svezia. Ma pure del resto del mondo, perché l'attacco terroristico di cui Donald Trump ha parlato, e che avrebbe colpito il paese scandinavo, in realtà non c'è mai stato.

La nuova intimidazione creativa del presidente americano s'è consumata nell'hangar dell'aeroporto di Orlando-Melbourne in Florida durante un comizio di fronte a migliaia di sostenitori. L'attentato avrebbe avuto luogo venerdì: "Avete visto che è successo in Svezia? In Svezia! Nella tranquilla, pacifica Svezia. Da non crederci!!"

Ma la Svezia non ne era al corrente, per il semplice motivo che non vi era stato alcun attentato. Fra le spiegazioni più accreditate, quella del Guardian secondo il quale Trump avrebbe confuso la parola "Sweden", Svezia in inglese, con Sehwan, città del Pakistan in cui, proprio venerdì, un attacco kamikaze ha fatto più di ottanta morti.

A (non) migliorare la situazione un comunicato della Casa Bianca: "Il presidente non si riferiva a un attacco in particolare ma, in generale, all'aumento della criminalità nel Paese". E infine il tweet del presidente in persona: "La mia dichiarazione su quanto avvenuto in Svezia si riferiva a una storia trasmessa da FoxNews sugli immigranti e la Svezia".

www.repubblica.it/esteri/2017/02/19/news/trump_falso_attentato_svezia-15...

quello a cui Trump si riferiva in realtà:




[SM=g9295]
[Edited by Mezmerize 2/21/2017 7:40 PM]


"Si dice che per sopravvivere qui bisogna essere matti …quasi come un cappellaio…e per fortuna io lo sono! La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!"
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 217 218 219 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:24 PM. : Printable | Mobile - © 2000-2021 www.freeforumzone.com