Senza Padroni Quindi Romanisti
printprintFacebook
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

A' lazzie

Last Update: 5/5/2019 11:06 PM
OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
11/16/2009 10:36 PM
 
Quote

-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
E' giusto adorare Gesù?Testimoni di Geova Online...93 pt.7/20/2019 1:43 AM by dom@
Calciomercato estivo - Stagione 2019/2020blog191274 pt.7/19/2019 10:36 PM by m.totaro
L'invito per una serata speciale... che viene dal mare L'isola nuda54 pt.7/19/2019 11:09 PM by azzuraluna
Gioco di associazione di parole Ipercaforum25 pt.7/19/2019 8:44 PM by AlcibiadeR
Specchietto lateraleAssistenza FreeForumZone25 pt.7/20/2019 1:42 AM by Mar$h@ll
Elisa IsoardiTELEGIORNALISTE FANS FORU...23 pt.7/19/2019 5:09 PM by =nasone2000=
2/2/2010 3:56 PM
 
Quote

L'entusiasmo del nuovo acquisto della Lazie

Genoa, via Biava 'Che delusione, sono triste'

12:28 del 02 febbraio

Quando hai saputo dell'affare?
'Ieri mattina. Ero a casa a Bergamo quando mi è arrivata la telefonata del mio agente che voleva informarmi di quanto stava succedendo. Per la verità avevo letto sui giornali già qualche giorno prima, ma pensavo si trattasse solo di una voce e nulla più. E invece ieri...'.

La tua prima reazione?
'Di sconforto. In un istante ho pensato a tutte le emozioni che ho vissuto con questa maglia e il salto nel vuoto che stavo per fare. Per carità, la Lazio è un grande club, ma a Genova stavo bene, molto bene'.

Insomma non sei felice...
'Non sarei sincero se dicessi che sono felice. Sono sensazioni che poi passeranno di sicuro una volta preso contatto con la nuova realtà, ma al momento sono triste, molto triste'.

Ma cosa è successo? Perché sei finito sul mercato?
'E' quello che non riesco a capire. Sono al Genoa da un anno e mezzo, ho quasi sempre giocato da titolare con un ottimo rapporto con tutti. Ecco perché fatico a comprendere i motivi di questa cessione. Avrei preferito che mi dicessero di trovarmi una squadra a fine stagione quando sarei andato in scadenza. ma in questa maniera proprio ci sono rimasto male'.

(Corriere Mercantile)




OFFLINE
Post: 3,094
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
2/2/2010 5:05 PM
 
Quote

AHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAHAHA

a parte queste dichiarazioni che mi fanno sbellicare, ma scusate l'ignoranza il giocatore non ha voce in capitolo? Cioè mentre nella cessione definitiva ci dev'essere l'accordo tra le società e del giocatore, nel prestito i club fanno come cazzo gli pare? [SM=g27991]
OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
2/2/2010 6:32 PM
 
Quote

troppo forte [SM=g27987]

cmq allora è vero il teorema ciardi,e cioè che preziosi non vuole la champions.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 4,467
Location: ROMA
Age: 41
Gender: Male
2/3/2010 3:08 PM
 
Quote

pure se la volesse cor cazzo che ce va...
[SM=g27988]
comunque che tajo 'ste dichiarazioni, i laziali me fanno quasi pena,
ogni giorno pensano de ave' toccato er fondo e poi so' costretti a legge' cose del genere che li umiliano ancora de più...
[SM=g27987]
[Edited by gianpaolo77 2/3/2010 3:15 PM]
OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
2/6/2010 1:36 AM
 
Quote

Gli è saltato Golasa,non fanno altro che parlarne.Una sorta di caso internazionale.
Hanno rotto un anno con carrizo,pareva un ibrido fra schmeichel e chilavert,e poi addirittura gli fu preferito muslera.
Ora sta telenovela per un 18enne mentre dovrebbero pensare alla salvezza.Pare che stanno a parlà de Baggio.Ci vuole lo psichiatra.














-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
2/9/2010 3:52 PM
 
Quote

Che mi ha ricordato Izzi?

Liti, maghi, fuochi, insulti. Cosa vuol dire la Lazio in B

IL ROMANISTA (M. IZZI) - Nelle mie orecchie, nel dormiveglia risuona come un ronzio la voce inconfondibile di Galasso: «Cosa vuol dive laziale pev sempve?», poi scopro che il ronzio è in realtà la voce dei ragazzi de 'Il Romanista': «Ci servirebbe un pezzo sull’ultima retrocessione della Lazio, quando consegni?». Quando consegno? Beh, intanto, affannosamente inizio a cercare il libro “Una vita da Lazio”, prestito di un carissimo amico di fede bianco-celeste (devo essere sincero, di comprarlo non mi ha retto il cuore). Mi sembra di ricordare che sia opera di uno degli “eroi” che fecero l’impresa. Non sbaglio, l’autore è infatti Arcadio Spinozzi che nella stagione dell’ultimo capitombolo della Lazio (84/85) contribuì con 9 presenze. Apro il libro in una pagina a caso, la 50, e leggo: «Il campo d’allenamento era situato in viale di Tor di Quinto, all’epoca famoso ritrovo di prostitute, che tra un cliente e l’altro si riversavano ai bordi del campo. Aggrappate alla recinzione urlavano come invasate: “A fiji de’ na mignotta! Li mortacci vostra. Ce state a rubba’ li sordi”. Al Maestrelli si potevano incontrare ragazzi che marinavano la scuola, operai, disoccupati, papponi, pensionati, professionisti. Tutti presi da un morboso desiderio: insultare ferocemente i calciatori della Lazio. Si davano appuntamento all’ora degli allenamenti, ma a volte arrivavano anche un paio d’ore prima».

Stacco gli occhi dal libro e risento la voce di Galasso: «Cosa vuol dive laziale pev sempve?». La narrazione di questo capitolo, è però dedicata alla stagione 80/81, quando la Lazio in B c’era già. Non vale, a me serve l’anno di grazia 84/85 e per fare questo devo operare un salto, sino alla pagina 169, è lì, che Spinozzi, debbo dire con grande auto-ironia, inizia la narrazione di quella inarrestabile marcia verso la B, partendo proprio dal derby di Coppa Italia contro la Roma: «Con il pareggio sia noi che la Roma avremmo superato matematicamente il turno. (…) Prima dell’incontro improvvisammo una riunione: “La qualificazione l’abbiamo conquistata nelle gare precedenti. Non ha alcun senso buttarci allo sbaraglio, senza tener conto delle conseguenze in caso di sconfitta. La partita va gestita con accortezza e con grande intelligenza”. “Nun me frega gnente. Li dovemo sfonna’. Oggi è un’occasione unica” ribatté con tono borioso un collega». Per dire come finirà non ho bisogno di continuare a leggere, lo ricordo perfettamente: Roma–Lazio 2-0, reti di Iorio e Di Carlo. La Lazio, grazie alla concomitante vittoria del Genoa sulla Pistoiese uscì così dalla Coppa. Torno invece a leggere per scoprire quale fu la reazione del presidente laziale: «Al termine della partita Chinaglia entrò urlando nello spogliatoio. Preso dalla collera, Giorgio impugnò una bottiglia d’acqua minerale e la scaraventò con tutta la forza e la rabbia contro la parete. I frammenti di vetro schizzarono per la stanza rischiando di ferirci».

La Lazio di quella stagione, era una polveriera. Giordano in lite con Manfredonia, D’Amico con Giordano, Laudrup chiuso in un ostinato mutismo, Batista in guerra con il mondo, sino a decidere di allenarsi da solo nel parco di Villa Ada. Dopo due sole giornate salta la panchina di Carosi (ribattezzato dai suoi giocatori “Er mago dei pedalini” per la mania di infilare nei calzini dei giocatori pezzetti di carta con simboli propiziatori) e Giorgione Chinaglia richiama da New York nientemeno che Juan Carlos Lorenzo. Renato Ziaco, storico medico bianco-celeste, che sarebbe venuto tragicamente a mancare proprio in quella stagione,
dimostrò di sapere già come sarebbe andata a finire e sentenziò: «Abbiamo toccato il fondo. Non c’è peggior pazzo di un vecchio pazzo. E Lorenzo è un vecchio pazzo. Neanche una massiccia dose di penicillina ci salverà dalla serie B». Fu così che mentre la Lazio iniziò a perdere gare su gare, negli spogliatoi dell’Olimpico Lorenzo accendeva fuochi propiziatori per scacciare gli spiriti maligni: “uno per ogni stanza”. Quando i giocatori, finito il riscaldamento entravano ad indossare le proprie maglie l’aria era irrespirabile. Il rapporto tra Lorenzo e i suoi giocatori divenne ben presto straziante: Continuava a urlare: “Loco, paralitico, deficiente mental”. A Storgato ripeteva: “El frac. Se tolga el frac della Juventus”. A Laudrup: “Danese del cazzo. E cojoni, tira fori e cojoni”. Podavini era: “El malato mental”. D’Amico, Torrisi e Vinazzani erano, per Lorenzo, ex calciatori, dei pensionati”.

La settimana prima della gara contro la Sampdoria, il tecnico pretese che Filisetti, che doveva marcare Trevor Francis, perdesse sei chili per pesare come l’attaccante doriano. Filisetti per una settimana mangiò passato di verdura e poche foglie d’insalata e fu costretto a sedute d’allenamento durissime. A fine del primo tempo, il difensore fu sostituito, non riusciva più a stare in piedi. Quando arrivò il giorno del compleanno di Lorenzo
qualcuno propose di regalargli: «na cosa fine, delicata. Na lapide». Esonerato Lorenzo, la squadra finì al duo Lovati – Oddi e terminò il torneo in ultima posizione dietro a Cremonese e Como. Potrei continuare all’infinito, ma non ho più spazio. Mi chiedo se quanto scritto basterà a capire: “Che cosa vuol dive essere laziali pev sempve?”.



che tajo [SM=g27988] [SM=g27988] [SM=g27988] [SM=g27988] [SM=g27988] [SM=g27988]
OFFLINE
Post: 19,143
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/10/2010 12:23 PM
 
Quote

ROMA, 9 marzo - Cartellino giallo per il presidente della Lazio, Claudio Lotito nel Transatlantico di Montecitorio.

Lotito è stato infatti avvicinato da un commesso che gli ha chiesto di verificare il suo badge. I due si sono allontanati seguiti da un 'codazzo' di cronisti e dopo, una rapida verifica, è stato accertato che il presidente della Lazio era ospite e quindi poteva accedere solo alla 'Corea'. il corridoio dove i parlamentari ricevono i propri ospiti e non poteva stazionare nel Transatlantico.
Già ieri il presidente Lotito era stato avvistato alla Camera dei deputati ma oggi è stato visto parlare con il ministro della Salute Ferruccio Fazio, e con Donato Bruno (Pdl) presidente della Commissione Affari costituzionali. «Li mortacci vostra - ha esordito Lotito - con queste liste avete fatto un casino».
A questo punto si sono avvicinati i giornalisti chiedendo a Lotito il motivo della sua presenza alla Camera. «Sono qui per incontri istituzionali» ha precisato il presidente della S.S. Lazio. «Presidente cerca un decreto salva-Lazio?» chiede un giornalista e Lotito di rimando: «Tiè!» e facendo le corna in un gesto scaramantico si è allontanato accompagnato da una risata generale. A quel punto Lotito ha continuato a parlare con vari deputati, accomodandosi poi su un divano del Transatlantico dove è stato poi scovato dal commesso.

( corrieredellosport.it )

------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 3,094
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
3/10/2010 12:54 PM
 
Quote

Re:
Sound72, 10/03/2010 12.23:

ROMA, 9 marzo - Cartellino giallo per il presidente della Lazio, Claudio Lotito nel Transatlantico di Montecitorio.

Lotito è stato infatti avvicinato da un commesso che gli ha chiesto di verificare il suo badge. I due si sono allontanati seguiti da un 'codazzo' di cronisti e dopo, una rapida verifica, è stato accertato che il presidente della Lazio era ospite e quindi poteva accedere solo alla 'Corea'. il corridoio dove i parlamentari ricevono i propri ospiti e non poteva stazionare nel Transatlantico.
Già ieri il presidente Lotito era stato avvistato alla Camera dei deputati ma oggi è stato visto parlare con il ministro della Salute Ferruccio Fazio, e con Donato Bruno (Pdl) presidente della Commissione Affari costituzionali. «Li mortacci vostra - ha esordito Lotito - con queste liste avete fatto un casino».
A questo punto si sono avvicinati i giornalisti chiedendo a Lotito il motivo della sua presenza alla Camera. «Sono qui per incontri istituzionali» ha precisato il presidente della S.S. Lazio. «Presidente cerca un decreto salva-Lazio?» chiede un giornalista e Lotito di rimando: «Tiè!» e facendo le corna in un gesto scaramantico si è allontanato accompagnato da una risata generale. A quel punto Lotito ha continuato a parlare con vari deputati, accomodandosi poi su un divano del Transatlantico dove è stato poi scovato dal commesso.

( corrieredellosport.it )




certo che è proprio un bifolco [SM=g27985]
3/10/2010 5:14 PM
 
Quote

Alemanno: " Faremo il possibile per evitare che la Lazio vada in Serie B"
Mercoledì 10 Marzo 2010 17:04
In occasione della presentazione della Maratona di Roma, il Sindaco Gianni Alemanno, è intervenuto ai microfoni di Radio Radio TV si è soffermato nuovamente sulla questione Lazio: "Recentemente ho incontrato una delegazione di tifosi. C’è grande preoccupazione per le sorti del club biancoceleste, ma i poteri d'intervento di un sindaco sono molto limitati. Da parte nostra, però, c'è la volonta di fare tutto il possibile per evitare che la squadra vada in Serie B. La Lazio deve ritornare ad essere una grande realtà".


Mi stavo preoccupando che il sindaco, non fosse intervenuto in occasione di una manifestazione sportiva, cercando di salvare la Laziee.

Ma Alema' pensa alle strutture sportive pubbliche fatiscenti....pensa alle scuole che non hanno le strutture sportive, le palestre.
Pensa che le famiglie devono pagà ogni anno un botto per far fare ai figli dello sport in questa città....invece di poterle fare nelle strutture pubbliche.
Non vi parlo dello scandalo mondiali di Nuoto o cittadella dello sport di Tor Vergata...perchè mi rode un pò per le schifezze fatte dai sindaci e consigli comunali negli ultimi 10 anni....avendo destinato fior di quattrini per tali intenti, pagati da noi cittadini.
Mi sono contenuto e limitato ai problemi dello sport in questa città.
[Edited by faberhood 3/10/2010 5:15 PM]
OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
3/10/2010 7:21 PM
 
Quote

Assurdo.Lui,la politica,non devono fare proprio niente per la lazio,la roma e le altre squadre.Se la lazio ha allenatore,presidente e giocatori da B è giusto che vada in B.E questo vale per tutti.
Le parole di questo mezzo uomo sono da querela e gettano sospetti giustificati sull'andamento regolare del campionato.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 16,287
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
3/11/2010 11:20 AM
 
Quote

Re:
faberhood, 09/02/2010 15.52:


inizia la narrazione di quella inarrestabile marcia verso la B, partendo proprio dal derby di Coppa Italia contro la Roma (…). Per dire come finirà non ho bisogno di continuare a leggere, lo ricordo perfettamente: Roma–Lazio 2-0, reti di Iorio e Di Carlo. La Lazio, grazie alla concomitante vittoria del Genoa sulla Pistoiese uscì così dalla Coppa. (…)
anche io ricordo perfettamente, fu la giornata dove sono andato più vicino in vita mia ad andare a mignotte. Era fine estate ed ero alla casa al mare a Lavinio. Avevamo un vicino che era una cosa tremenda, ex calciatore del Giulianova, uno che più ruspante non si può. Tornando dal bar aveva incontrato uno che faceva autostop per Roma, voleva andare a vedere il derby. Lui lo portò a casa, imponendo l’invito con la forza alla donna, la nostra vicina, che dovette preparare il pranzo a questo sconosciuto. E lì mi venne proposto di andare anche io al derby… sulla pontina andando a Roma, il mitico Salvatore, mi volle per forza mandare a puttane, si fermò più volte, ma io cazzo avevo 15/16 anni… incredibile comunque questo Slavatore, una volta mi portò a Trigoria promettendomi di farmi conoscere Tancredi “quelle era guaglione quann’ie finiva a carriera, quelle facc’ così co la mano, inchioda, qualsiase machina guita”…
fu proprio così, all’entrata di trigoria lui tipo pizzardone e tancredi che si ferma ossequioso. Promise di farmi entrare dentro e regalarmi il pallone autografato da tutti. Però c’era la mia iella sempre lì appollaiata, a fine allenamento Negrisolo tira una bomba in contro balzo che tancredi battezza fuori rimanendo immobile pronto per il tiro successivo, la palla invece prende la traversa e gli rimbalza sul capocollo a 100 all’ora. Morale niente ingresso niente pallone autografato.
Ricordo di quell’allenamento (era la Roma di Eriksson), Clagluna che si raccomandava in accento toscano “uest’eserscizio…mi raccomando:fattobeneeeee”, con Pruzzo che borbottava “che cazzo di roba ci fanno fare?”. Nela invece se la prendeva con Giannini, che era il pischello del gruppo, gli tirò una gomma da masticare nei capelli, Giannini rosicò, ma non troppo. Ricordo anche un duetto di palleggi Conti-Pato Moure. Pato una foca…
Del derby ricordo che nel tragitto di ritorno alla macchina sentii proprio, una tra le primissime volte, quell’appartenenza romanista. Tutta la storia che avete letto dell’eliminazione della lazio, avvenne negli ultimissimi minuti, praticamente ci furono 2 o 3 risultati concomitanti tutti proprio negli ultimi 5 minuti. Praticamente uscimmo dallo stadio che la lazio era qualificata e non eravamo nemmeno alla macchina che erano fuori… che ridere.
(…).



lucaDM82, 10/03/2010 19.21:


(...)questo mezzo uomo (...)


ah..quindi uno Hobbit, praticamente...
[Edited by giove(R) 3/11/2010 11:23 AM]


OFFLINE
Post: 19,143
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/11/2010 12:03 PM
 
Quote

io ero da alcuni parenti a Castellamare all'epoca degli spareggi per evitare la C a Napoli e mi portarono a vedere la partita col Taranto..
0-1 con gol di De Vitis..però piu' che alla Lazio in C all'uscita dallo stadio là pensavo a salvare la pelle perchè c'erano stati degli incidenti pesanti coi pullman incendiati nei parcheggi e cariche della polizia.
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
3/11/2010 12:19 PM
 
Quote

[SM=g27985]
No,non userei quel termine;onore al FdG e alle sue iniziative;ci fosse oggi in generale un centesimo di quell'impegno politico e di quella preparazione.Ovviamente c'erano ragazzi eccezionali e poi anche gli alemanno(solo i secondi sono "arrivati").
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 4,467
Location: ROMA
Age: 41
Gender: Male
3/11/2010 2:33 PM
 
Quote

Re:
Sound72, 10/03/2010 12.23:

ROMA, 9 marzo - Cartellino giallo per il presidente della Lazio, Claudio Lotito nel Transatlantico di Montecitorio.

Lotito è stato infatti avvicinato da un commesso che gli ha chiesto di verificare il suo badge. I due si sono allontanati seguiti da un 'codazzo' di cronisti e dopo, una rapida verifica, è stato accertato che il presidente della Lazio era ospite e quindi poteva accedere solo alla 'Corea'. il corridoio dove i parlamentari ricevono i propri ospiti e non poteva stazionare nel Transatlantico.
Già ieri il presidente Lotito era stato avvistato alla Camera dei deputati ma oggi è stato visto parlare con il ministro della Salute Ferruccio Fazio, e con Donato Bruno (Pdl) presidente della Commissione Affari costituzionali. «Li mortacci vostra - ha esordito Lotito - con queste liste avete fatto un casino».
A questo punto si sono avvicinati i giornalisti chiedendo a Lotito il motivo della sua presenza alla Camera. «Sono qui per incontri istituzionali» ha precisato il presidente della S.S. Lazio. «Presidente cerca un decreto salva-Lazio?» chiede un giornalista e Lotito di rimando: «Tiè!» e facendo le corna in un gesto scaramantico si è allontanato accompagnato da una risata generale. A quel punto Lotito ha continuato a parlare con vari deputati, accomodandosi poi su un divano del Transatlantico dove è stato poi scovato dal commesso.

( corrieredellosport.it )




berlusconi je fa 'na pippa.
comunque è un tajo, me fa ammazza' dalle risate...
[SM=g27987]

OFFLINE
Post: 16,105
Location: ROMA
Age: 36
Gender: Male
3/11/2010 7:27 PM
 
Quote

Per me si devono guardare dal siena,da quando c'è malesani gioca meglio.Certo,la difesa è quella che è.Maccarone me lo prenderei.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 16,287
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
3/12/2010 9:48 AM
 
Quote

Re:
lucaDM82, 11/03/2010 19.27:

Per me si devono guardare dal siena,da quando c'è malesani gioca meglio.Certo,la difesa è quella che è.Maccarone me lo prenderei.




io è un mese e mezzo che sto "tifando" Siena. Con la "fine" di Doni che dimezza la forza dell'Atalanta, il Siena è a mio parere la più forte tra le ultime tre.

speravo che tornassero alemno a tiro per il finale di campioanto. non spero molto nel Livorno, e l'Atalanta come ho detto finisce con Doni.

Maccarone piaciucchia anche a me.


OFFLINE
Post: 4,467
Location: ROMA
Age: 41
Gender: Male
3/12/2010 11:13 AM
 
Quote

per me invece so' già salvi,
è vero che delle ultime 3 il siena è sicuramente quella più in forma e che gioca mejo (anche se come organico l'atalanta è nettamente superiore secondo me, a parte doni c'ha diversi altri giocatori forti per quei livelli...)
però è pure vero che è quella co' meno punti e che praticamente pe' scavalca' 3 squadre, lazio compresa, non deve sbaja' niente o quasi..
per me le attuali ultime 3 so' quelle che alla fine andranno in B.
OFFLINE
Post: 19,143
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
3/12/2010 11:50 AM
 
Quote

Re:
gianpaolo77, 12/03/2010 11.13:

per me invece so' già salvi,
è vero che delle ultime 3 il siena è sicuramente quella più in forma e che gioca mejo (anche se come organico l'atalanta è nettamente superiore secondo me, a parte doni c'ha diversi altri giocatori forti per quei livelli...)
però è pure vero che è quella co' meno punti e che praticamente pe' scavalca' 3 squadre, lazio compresa, non deve sbaja' niente o quasi..
per me le attuali ultime 3 so' quelle che alla fine andranno in B.




sono certamente le maggiori indiziate..però la lazio deve guardarsi bene dall'atalanta..4 punti che in realtà sono 3 perchè hanno lo scontro diretto a sfavore. La lazio se non fa minimo 5 punti nelle prox 3 partite va in B. E se li fa non è neanche sicura di salvarsi.
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,287
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
3/12/2010 1:00 PM
 
Quote

a beh... alla Lazio in B non ci credo e non ci ho mai creduto nemmeno io.

le uniche aperture le ho fatte "per assurdo".
ad esempio quando si parlava di Roma da scudetto ho buttato là che era più facile la lazio in B.

L'Atalanta forse sarà superiore al Siena, ma è troppo dipendente da Doni. sono 8 anni che si appoggia a lui, e adesso non ce la fa a fare a meno di lui.

succede a tutte le squadre che hanno un Grande giocatore e Doni, sopratutto a quei livelli, lo è.
nessuna delle ultime 4 o 5 o 6 ha un giocatore di quella classe.


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:51 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com