POESIAXCASO

VI AUGURA

*IL BENVENUTO *

LA PROPRIETA' LETTERARIA DELLE OPERE APPARTIENE AI VARI AUTORI
E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE SE PARZIALE

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Il dolore innocente degli animali

Last Update: 6/11/2009 8:48 AM
6/6/2009 2:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Post: 5,249
Vice A d m i n
Gold User
Vice Admin
Vice ADMIN
OFFLINE

Belka (un cane nel campo di lavoro forzato dove Dostoevskij passò quattro anni n.d.r.j. ) era una creatura strana . Qualcuno lo aveva investito con un carro , perciò aveva la schiena concava e quando correva da lontano sembrava che stessero correndo due strani animali bianchi cresciuti attaccati . Inoltre aveva una specie di rogna agli occhi cisposi, la coda era spelacchiata e quasi completamente priva di pelo e, costantemente ,fra le zampe.;Oltraggiato dal destuno aveva evidentemente deciso di rassegnarsi.Non abbaiava nè ringhiava mai contro nessuno. come se non osasse...Si aggirava per lo più dietro le baracche dove c'erano più probabilità di trovare cibo.e se scorgva qualcuno dei nostri già da alcuni passi di distanza si rovesciava subito sulla schiena in segno di sottomissione , come a dire" Fa di me ciò che vuoi, come vedi non ho intenzione di oppormi" Ogni detenuto davanti al q1uale si rovesciava a quel modo gli allungava puntualmente una pedata come se lo ritenesse un suo preciso dovere e solitamente esclamava:
" Ma guarda questo fetente"
Belka dal suo canto non guaiva nemmeno ; solo se gli facevano molto male si abbandonava a un canto flebile e sommesso(....) Ho provato
ad accarezzarlo una volta era una cosa così nuova e in attesa per lui che si che si rannicchiò di colpo su tutte e quattro le zampe ,tutto tremante e si mise a guaire forte per la commozione. Lo accarezzavo spesso perchè mi faceva pena,Quanto a lui ogni volta che mi vedeva non poteva fare a meno di gfuaire. Mi scorgva da lontano e prorompeva in guaiti dolorosi, lacrimevoli ... Finì dilaniato da altri cani sul terrapieno esterno alla prigione.
**********

Fedor Dostoevskzij: memorie da una casa di morti A cura di F.Malcovati - MR Fasanelli - gruppo editoriale - Firenze 1994





"Non c'é cosa più bella di un Amico che Ti aiuta a superare un grande dolore"

Alfonsa Palacano


6/11/2009 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Post: 6,018
Vice A d m i n
Gold User
Vice Admin
Vice ADMIN
OFFLINE
Mi hai commosso...

Gio [SM=x820436]





...regalerò a un menestrello
l'armonìa delle mie parole
che ne faccia Poesìa.
Io sarò senza suoni,
ma quel menestrello
mi racconterà...

Merlino

6/11/2009 8:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Post: 5,264
Vice A d m i n
Gold User
Vice Admin
Vice ADMIN
OFFLINE
Mi sono commossa anch'io ... Nel mio racconto sussurrato dal titolo Fuffy ns fedele amico a quattro zampe postato c'è molta verità e poca fantasia ...Noi gli volevamo molto bene .. si era in guerra ma nulla gli venne a mancare..... si è buttato da un ns terrazzo al terzo piano e amorevolmente l'abbiamo curato ... Emozione !!! ne abbiamo avuta tanta nell'autostrada nel vedere più cani legati ai limiti delle stesse....senza punto poterli aiutare !!! Loro ci proteggono ma tanti esseri umani direi si divertono e poi li abbandonano ...
Grazie Giorgio per la Tua bontà...
Buona felice giornata.
Alfonsa





"Non c'é cosa più bella di un Amico che Ti aiuta a superare un grande dolore"

Alfonsa Palacano


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:53 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com