Senza Padroni Quindi Romanisti
printprintFacebook
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

libertà di informazione: già eravamo agli ultimi posti...

Last Update: 8/5/2019 3:21 PM
OFFLINE
Post: 3,235
Gender: Male
11/17/2010 4:18 PM
 
Quote

Re: Re:
E_Dantes, 17/11/2010 10.08:



?




Secondo me il pezzo da quando si togle gli occhiali, con una gestualità fantastica, in poi è un altissimo segmento d'arte comica, m'ha fatto venì il magone

......
"In my 23 years working in England there is not a person I would put an inch above Bobby Robson."
Sir Alex Ferguson.
Partita di tennis-ATALANTA VS MONZAblog191251 pt.8/22/2019 3:54 PM by Monza72
Azzurra L'isola nuda48 pt.8/21/2019 5:41 PM by azzuraluna
Gioco di associazione di parole Ipercaforum32 pt.8/22/2019 3:27 PM by rufusexc
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/17/2010 4:38 PM
 
Quote

Re: Re: Re:
ShearerWHC, 17/11/2010 16.18:



Secondo me il pezzo da quando si togle gli occhiali, con una gestualità fantastica, in poi è un altissimo segmento d'arte comica, m'ha fatto venì il magone





Indubbiamente il suo personaggio, soprattutto da quando ha iniziato a proporlo da Fazio a "Che tempo che fa", possiede una sottigliezza che va oltre il ridere per le fighe.. il "pilu" e gli slogan che si ripetono.

La frase in cui "accusa" il pubblico di essere la fiction e lui di essere la realtà.

Albanese è, innanzitutto, un bravissimo attore (vi invito a vedere Giorni e Nuvole se non lo avete fatto).

I consigli a Saviano sono la parodia di ciò che gli hanno detto tutti in maniera meno diretta.. meno sincera.. più ipocrita.
Quei consigli sono la parodia di Fede e di tanti altri che hanno reso Saviano uno che vuole solo vendere i libri.

Comunque, mi trovo d'accordo con te Shearer.

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/17/2010 11:07 PM
 
Quote

poi questa cosa dei soldi che ha fatto con i libri è vergognosa...
lo fannos empre con tutti "Travaglio con i suoi libri fa i soldi con berlusconi", "Grillo guadagna 4 milioni l'anno", è sempre il solito schema.
ma gente che vive come cazzo gli pare che la mette su questo piano con uno che facesse pure tutti i miliardi del mondo non se li potrebbe nemmeno godere...
puah!


OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/19/2010 3:29 PM
 
Quote

ieri sono andato a vedere Beppe Grillo is back.
naturalmente poco da dire... risate e magoni assicurati.

volevo solo far presente che anche lui ha criticato Saviano, una breve parentesi durata... 40 secondi, 50 forse niente di più...
anche lui in veste di consiglio e senza assolutamente battutacce o freccaite.

una critica un pò più "organica" di quella secondo me frettolosa (ma forse per evitare quella organica) di Travaglio.

praticamente Grillo ha detto che Saviano deve stare attento a non farsi mettere in mezzo. i punti della critica erano fondamentalmente:

1) vai in TV allora fai i nomi anzichè restare sul vago.
2) un pò meno confusione un pò più coerenza. pubblichi i libri per Mondadori, e fai un programma per la Endemol...

condivido sopratutto la seconda, anche se proprio da poco ho letto un articolo dove si sostiene, cosa di fondo che credo anche io, che uno scrittore o un giuornalista o saggista o chi si vuole non può bloccarsi troppo su questae situazioni, l'importante è la divulgazione (e come si vede non è che la casa editrice di berlusconi-mafioso non ti ha pubblciato il libro sulla mafia).
è importante che il messaggio giri, che si abbia accesso al mezzo di informazione e, anche, di distribuzione.
certo la perfzione sarebbe quella che dice Grillo.

sulla prima critica, beh... Grillo chi meglio proprio di lui... sa bene che se vai in Tv a "fare i nomi" poi non ci vai più.
Saviano i nomi li ha fatti...sui libri però. in TV, torno al mio discorso iniziale, è praticamente un novizio. semmai crescerà, si districherà tra i vari pantani e melme, con il tempo.

continuo a ritenere che, essendo tutto naturalmente perfettibile, l'importante è che certe cose in qualche modo, magari non ancora perfetto, comunque passino.
e che sia ok fare dlle critiche, ma magari private.
che sia più "organico", "strategico", lasciare che intanto qeusti vari affluenti ognuno un pò diverso dall'altro pian piano scorrano e magari poi, vadano a formare un unico flusso.

per il momento guarderei più al buono, all'UTILE, al PROPEDEUTICO, che andare a fare le pulci, con il periocolo (la gente non è tutta intelligente) che come si è visto Travaglio perda lettori perchè quelli erano più ammiratori di Saviano o viceversa, che Savaino perda punti perchè i Grillini gli storcono la bocca.

io farei più ..fluire la cosa.
i conti si possono fare dopo. eviterei di mettere ostacoli alla fonte, o nel...primo tratto del corso d'acqua.
i puntini sulle "i" dopo...



OFFLINE
Post: 19,227
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
11/19/2010 5:03 PM
 
Quote

concordo sulla tua analisi su Saviano anche se secondo me deve fare molta attenzione proprio perchè nn è abituato ad un certo tipo di contraddittorio " politico" e nn mi sembra neanche smaliziato come Travaglio in questo..
Al di là della " questione " Mondadori, inevitabilmente nel momento in cui ti schieri piu' o meno velatamente contro la politica o una certa politica..vai incontro alle coltellate alle spalle..Ieri La Russa, che può pure sembrare cabaret ma sempre Min. della difesa è e una cassa di risonanza mediatica forte ce l'ha ancora, ha buttato là il fatto che Saviano aveva firmato la petizione contro l'estradizione di Battisti..Ecco.. devi saper affrontare ( e reagire ) nel modo giusto a questo " sistema " altrimenti ci mettono poco a farti passare da quello che ha il coraggio di dire la verità a quello che dice semplicemente la " sua " verità.
In fondo fino ad oggi Saviano è stato quello contro la camorra, incensato a 360° anche perchè in quel libro..lui denuncia principalmente la guerra di camorra, nn la collusione della camorra con la politica..E Saviano era quello da proteggere..
Adesso nel giro di una settimana..prima è stato velatamente criticato da una parte per nn aver preso una posizione forte sull'attualità, e ora è attaccato dall'altra parte per aver alzato troppo il tiro sulla Lega.
Su quest'ultimo punto devo dire che il suo monologo lunedi mi è piaciuto in parte, nel senso che ci ho visto sicuramente una denuncia attenta e documentata, basatdella a del resto su atti giudiziari,dei legami n'drangheta/esponenti Lega e dall'altro però la tentazione dell'attacco politico..sfociato a mio avviso in modo un pò grossolano nella citazione di Miglio..e l'altra sera ho dovuto quasi dar ragione a Maroni che replicava dicendo che Miglio è morto e nn può difendersi, che posta in quei termini la citazione è una strumentalizzazione, che nn può pragonare la reazione del Min.dell'Interno alle minacce di Sandokan, che lo stesso Saviano era quello che qualche mese fa incensava Maroni come uno dei migliori ministri impegnati contro le mafie..
Ho avuto l'impressione come Saviano lunedi scorso si sia esposto in un certo modo, forse piu' allusivo di quello che voleva ( e magari poteva ) essere, per dare una risposta a chi come Travaglio gli rinfacciava un approccio troppo morbido.
.


------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/22/2010 10:42 AM
 
Quote

Re:
Sound72, 19/11/2010 17.03:

concordo sulla tua analisi su Saviano anche se secondo me deve fare molta attenzione proprio perchè nn è abituato ad un certo tipo di contraddittorio " politico" e nn mi sembra neanche smaliziato come Travaglio in questo..
Al di là della " questione " Mondadori, inevitabilmente nel momento in cui ti schieri piu' o meno velatamente contro la politica o una certa politica..vai incontro alle coltellate alle spalle..Ieri La Russa, che può pure sembrare cabaret ma sempre Min. della difesa è e una cassa di risonanza mediatica forte ce l'ha ancora, ha buttato là il fatto che Saviano aveva firmato la petizione contro l'estradizione di Battisti..Ecco.. devi saper affrontare ( e reagire ) nel modo giusto a questo " sistema " altrimenti ci mettono poco a farti passare da quello che ha il coraggio di dire la verità a quello che dice semplicemente la " sua " verità.
In fondo fino ad oggi Saviano è stato quello contro la camorra, incensato a 360° anche perchè in quel libro..lui denuncia principalmente la guerra di camorra, nn la collusione della camorra con la politica..E Saviano era quello da proteggere..
Adesso nel giro di una settimana..prima è stato velatamente criticato da una parte per nn aver preso una posizione forte sull'attualità, e ora è attaccato dall'altra parte per aver alzato troppo il tiro sulla Lega.
Su quest'ultimo punto devo dire che il suo monologo lunedi mi è piaciuto in parte, nel senso che ci ho visto sicuramente una denuncia attenta e documentata, basatdella a del resto su atti giudiziari,dei legami n'drangheta/esponenti Lega e dall'altro però la tentazione dell'attacco politico..sfociato a mio avviso in modo un pò grossolano nella citazione di Miglio..e l'altra sera ho dovuto quasi dar ragione a Maroni che replicava dicendo che Miglio è morto e nn può difendersi, che posta in quei termini la citazione è una strumentalizzazione, che nn può pragonare la reazione del Min.dell'Interno alle minacce di Sandokan, che lo stesso Saviano era quello che qualche mese fa incensava Maroni come uno dei migliori ministri impegnati contro le mafie..
Ho avuto l'impressione come Saviano lunedi scorso si sia esposto in un certo modo, forse piu' allusivo di quello che voleva ( e magari poteva ) essere, per dare una risposta a chi come Travaglio gli rinfacciava un approccio troppo morbido.
.






secondo me Saviano deve dire quelloc he gli pare e contro la Lega non ha detto nulla dic osì particolare che giustificasse una elvata di scudi di portata nazionale.
Saviano non è solo uno che ha scritto un libro famoso, è un vero è proprio Intellettuale. e così andrebbe anche preso.
così è almeno a livello internazionale.
poi che noi qui si sia dei provinciali, un pò per natura, un pò per scelta di schieramento, è un altro conto.

Saviano fino a due settimane fa non era quasi mai entrato nella politica, e se ne aveva parlato lo aveva fatto trasversalmente, attaccando le collusioni che (come è facile arrivarci) interessando sia la destra che la sinistra, riguardano non solo il governo nazionale ma anche quello locale, e i due spesso non coincidino.
ne ha parlato trasvcersalmente di politica, perchè è la mafia stessa che si pone trasversalmente con la politica. tanto il corrotto, che sia di sinistra o destra è solo una facciata. resta ed è un corrotto.
una mela marcia.

era naturale che parlasse anche di Lega.
e un intellettauale, con tutto il rispetto per La Russa, Maroni ecc, può e anzi deve fare e portarci tutte le sue riflessioni, trasferirici la ricchezza dei pensieri che il suo cervello partorisce.
quindi per me va bene anche citare Miglio. perchè quelle cose kle ha dette e se ne assume la responsalbilità anche per i posteri. mi pare chiaro.
tirarre fuori il fatto che poverino è morto e non può difendersi è la cosa più idiota, e per idioti, che ci sia. è un pò come qeusto tarlo che "ci deve sempre essere il contraddittorio", nella stessa trasscmizzione, nellos tesso spazio. cosa che il più delle volte serve solo a fare confusione con la genrte che si parla sopra.
il contraddittorio te lo fai, facendo un0'altra trassmissione dove parli senza essere interrotto a chi ti vuole sentire.
sono tutte trappole che ci tendono e nelle quali cadiamo.
quindi Miglio può essere citato perchè quella frase fa capire molte cose. c'è chi attacca Bixio, Mameli e la gente che ha versato sangue, trattata come una massa di merde che ha creto questo aborto che è l'Italia... si è infangata l'opera e la memoria di chi è morto...e non si può difendere... e ora facciamo i puritani, con un testa di cazzo che ha detto una valagna di cacate?

Saviano deve fare e deve essere messo in grado di fare ciò che è più utile, una ricchezza per tutti noi.


non credo e ani trovo assurdo ritenere che abbi" affondato" perchè sollecitato da Travaglio.
sono 4 trasmissioni pianificate da mesi e mesi, è già tutto stabilitop ciò di cui si deve parlare, gli ospiti da invitare, e credo prima di tutto proprio i monologhi e il loro contenuto.

continuo a ritenere che quello che stanno facendo Grillo e Travaglio è disunire un mvimento prima ancora che nasca.
è miope. e certe critiche, pur giuste, le dovrebbero fare a quattrocchi. Grillo allo spettacolo ha detto una marea di cose giustissime e come sempre aha aperto gli occhi o riaperto su mille cose, è semrpe da vedere e ascoltare conle oprecchie ben aperte.
anche su Saviano ha detto cose giuste. non è stato nemmeno cattivo.

resta il fatto che è idiota anche solo accenaare dare in pasto dare adito a certe crepe.

e antistrategico. alla fine ci trovaiamo di frotne a tanta gente che stimiamo che si dice cose cl'uno contro l'altro e si finisce per fare confusione, tanto che alla fine non scegli nemmeno, e finisci per pensare anche qui, PURE qui: tanto sò tutti uguali.





OFFLINE
Post: 19,227
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
11/22/2010 9:07 PM
 
Quote

Pino Daniele vs Saviano: non è pericoloso per i clan, come Falcone e Borsellino
Il cantante "si ricrede": «La Lega non è più una vergogna. La camorra? Io l'ho vissuta dentro»

NAPOLI – Durante la conferenza stampa di presentazione del suo ultimo album «Boogie Boogie Man», in uscita martedì, Pino Daniele oltre alle curiosità sul disco ha risposto anche a qualche domanda di politica, ponendo a sua volta delle quesiti.

SAVIANO NON E' FALCONE - «Hanno ammazzato Giovanni Falcone e Paolo Borsellino perché erano vicini alla verità», ha detto. «Voi pensate – ha aggiunto - che se Saviano fosse stato pericoloso non l’avrebbero già fatto fuori? Evidentemente non è pericoloso come loro».


FAZIO PRODOTTO DA ENDEMOL - «Ci sono tanti paradossi in questo Paese», ha continuato il cantautore, chiedendo ancora: «Ma chi produce lo spettacolo di Fazio?». «Endemol, la stessa del Grande Fratello», la risposta di un
Roberto Saviano e Fabio Fazio sul presepe di Genny Di Virgilio
giornalista. «Appunto», la replica di Daniele.


QUESTA LEGA NON E' PIU' UNA VERGOGNA - In riferimento alla frase «Questa Lega è una vergogna» contenuta nel brano «’O scarrafone» ha poi aggiunto: «Non penso più che questa Lega sia una vergogna, perché oggi tutti lo sono. Gli artisti sono più seri», ha concluso.

«IO HO CAPITO COSA È LA CAMORRA» - «Io sono nato nella camorra - ha spiegato l'artista - l'ho vissuta da dentro. E ho capito ciò che c'era da capire». Daniele ha poi definito positivamente l'opera di «educazione ed informazione» che lo scrittore porta avanti con il suo operato, «soprattutto per le nuove generazioni, e che aiuta senz'altro ad estirpare questo cancro». corriere.it

------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/23/2010 9:54 AM
 
Quote

"giornalista/titolista vs Saviano" casomai.
non c'è un passaggio "di attacco" da parte di Pino Daniele.
anzi, c'è, nell'ultima frase tutto l'apprezzamento.
se basta dire che "Saviano non è Falcone" per leggerci una ttacco, vuol dire che è l'ennesima conferma, della quale uno come me non ha certo bisogno, che certa stampa è affolalta di gente stupida, nel senso di poca intelligenza, o incapace, o prezzolata, o facente parte del sistema.

solo così si spiega questo gettare benzina sul fuoco, persino per due innocue (anzi: gratificanti!) parole di Pino Daniele.

è uno schifo unico.

riguardo la trasmissione di ieri: bellissima come e più di sempre.
si vede benissimo che è "completamente un'altra cosa" rispetto a ciò che siamo abituati a vedere. da un apista anche ad Annozero tanto per fare un esempio.

non capire quanto è importante avere una persona che fa una cosa mai fatta da altri: spegarti, o se già ne sai qualcosa, "ripassare", "ripassare semplificando ed esemplificando" COME funzionano certe cose.

le cose che dice Saviano devi comprarti un libro apposta per conoscerle. non le dice nessuno.
si parla di mafie, di cammorre, di 'ndranghete, ma l'approfondimento, la spiegazione e il ripasso di Come funziona, e cosa si muove dietro non la fa nessuno.
i TG mandano solo filmati degli scontri e sfoghi di gnete locale, ma non spiegano un cazzo.
si potrà dire: "siiiii vabbè ma lo sappiamo che dietro c'è la melma, che sonod elinquenti e che ci sono interessi".
già, ma come, dove, perchè, percome, non te lo spiega nessuno.
diventa come parlare del clima, o della crisi, o del maltempo.
non ci sono analisi, solo cronaca spiccia, puerile, zittita, superficiale.
così si alimente l'indifferenza, se non c'è nessuno che "ti faccia entrare dentro" ti dia una panoramica ben raccontata e spiegata, non sif a altro che alimentare quel morbo che ha già fatto strage: l'indifferenza. ilc redere di sapere una cosa che non conosci solo perchè ogni tanto la senti nominare.

Viva Saviano. di puntate ce ne vorrebbero 4.000 non 4.


OFFLINE
Post: 16,131
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
11/23/2010 3:15 PM
 
Quote

Che poi quello mezzo implicato con la camorra era il cantante dei boss,gigi d'alessio.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/23/2010 4:04 PM
 
Quote

«Il Giornale replica a Saviano: la macchina del fango è vera, l'abbiamo vista ad Arcore, funziona con una vasca e due lottatrici nude». «L'ira di Berlusconi contro Fini: scelga, o il futuro per noi o la libertà per loro».

Applausi per Guzzanti.
In questo paese ci sono degli elementi davvero di spicco nella satira.

aggiungo:

«Scenata di Bondi in un museo: un vandalo ha squarciato un quadro di Fontana».
[SM=g27987]

[Edited by E_Dantes 11/23/2010 4:06 PM]
L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/24/2010 10:00 AM
 
Quote

"riforma legge elettorale: si va verso un maggioritario alla francese, con sbarramento alla tedesca...e supercazzola australiana come se fosse antani!"

madò... [SM=g27987]



OFFLINE
Post: 3,235
Gender: Male
11/24/2010 12:10 PM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 23/11/2010 16.04:


«Scenata di Bondi in un museo: un vandalo ha squarciato un quadro di Fontana».





Questa m'ha fatto crepà...anche perchè so sicuro che Bondi se l'è dovuta fa spiegà davvero [SM=g27987]
......
"In my 23 years working in England there is not a person I would put an inch above Bobby Robson."
Sir Alex Ferguson.
OFFLINE
Post: 19,227
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
11/24/2010 5:31 PM
 
Quote

A proposito di Saviano..


Firme contro Saviano: l’iniziativa de "Il Giornale" mi sembra miserevole
di Giampiero Mughini

Un quotidiano milanese notorio per il suo accanimento fazioso, s’è messo a raccogliere fra i suoi lettori firme contro la presenza in tv di Roberto Saviano. Ora ognuno di noi può essere o non essere d’accordo con i contenuti delle lunghe “narrazioni” che Saviano fa in prima serata su Rai3, se del caso non ha che da premere il telecomando e scorrere via su un altro canale. Liberi tutti poi di criticarlo a mezzo stampa o su un’altra trasmissione televisiva. Quanto a me, non è che vada pazzo di quella sua aria da martire e questo mentre sta concionando in totale libertà e ben remunerato (entrambe le cose sacrosante). Detto questo, a me l’iniziativa de Il Giornale sembra miserevole.Qualcuno l’ha paragonata al famoso appello del giugno 1971 in cui la bellezza di 800 fra intellettuali, uomini politici, registi cinematografici italiani misero la loro firma sotto un testo in cui il commissario Luigi Calabresi veniva definito “il capo torturatore” della squadra di poliziotti che alla sera tarda del 15 dicembre 1969 avrebbe prima torchiato e poi buttato giù dal quarto piano della questura milanese l’anarchico Giuseppe Pinelli. Un’accusa che era solo monnezza e che non poggiava su nessuna base di fatto, e da cui Calabresi sarebbe stato totalmente scagionato dall’accuratissima indagine condotta da un magistrato adamantino e di sinistra, Gerardo D’Ambrosio.Solo che quando D’Ambrosio concluse la sua indagine, Calabresi era morto da tempo: il 17 maggio 1972, mentre usciva da casa, era stato assassinato da un killer che i tribunali italiani hanno più tardi individuato in Ovidio Bompressi, uno che ai tempi dell’omicidio Calabresi era un energico militante di Lotta continua. Un paragone possibile tra le due raccolte di firme? Nemmeno per sogno, e senza dire che io non sono minimamente d’accordo con quanti sostengono che l’appello del giugno 1971 armò la mano dell’assassino del maggio 1972. La firma sotto un appello e due colpi di pistola sparati alle spalle sono due gesti e due responsabilità di una natura completamente diversa. Quanto alle firme raccolte dal quotidiano milanese esprimono un’opinione, un’avversatività politico-ideologica, un accanimento fazioso. Ma non più che questo.Semmai, e a voler accettare a tutti i costi il paragone, quella del giugno 1971 era un tragedia e laddove questa del novembre 2010 è una farsa. Una tragedia era l’Italia dove una bomba era esplosa in una banca milanese il 12 dicembre 1969 a dilaniare dei cittadini italiani che stavano facendo i conti del dare e dell’avere di fine settimana; una tragedia l’Italia dove un ferroviere anarchico entrò innocentissimo negli uffici della questura milanese e ne uscì cadavere; una tragedia l’Italia dove stava per debuttare quel terrorismo “rosso” che ucciderà in sequenza magistrati, poliziotti, giornalisti; una tragedia quella di un Paese dove la contrapposizione ideologica era tale che 800 fra intellettuali e uomini politici famosissimi diedero del “capo torturatore” a qualcuno senza avere il benché minimo appiglio di fatto.Una farsa l’Italia di questi anni, dove se vuoi diventare un eroe devi impugnare il microfono di una trasmissione televisiva e dove le più grandi battaglie sono a colpi di “share” . E dove una bella ministra che fino a ieri era descritta più o meno come una mignotta dai giornali anti-Berlusconi, diventa su quegli stessi giornali una Giovanna D’Arco al momento in cui si mette a bisticciare con il capo del governo.
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
12/1/2010 12:34 PM
 
Quote

causa influenza ieri ho rinunciato all'aperitivo quotidiano e mi sono ritrovato a casa un po' prima, ma siccome a me l'aspirina da sola non fa' nulla........ l'aperitivo l'ho fatto casalingo e consumato nella cucina dove la collaboratrice stava vedendo IL TG4 ( [SM=g27993] [SM=g27991] [SM=g27993] ) perchè Fede è "tato sempatico".

beh, superato lo shock anche grazie alla vedova provo a seguire questo magnaccia (sono querelabile?)

si parla di wikileaks e in collegamento con un corrispondente de Il Sole 24 Ore da New York la domanda principale è:

"Questo Assà (ancora lo storpiamento dei nomi da 5a elementare) è: un imbecille, un farabutto o uno mandato da chissà chi?"

[SM=g27993]

ma qualcuno che questo tizio lo manda a condurre il telegiornale di telelombardia o del sito del suo unico dio?

e sarò brutale ma...... menomale che la mia collaboratrice domestica non ha il diritto al voto.

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,131
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
12/1/2010 6:44 PM
 
Quote

Dantes,in che consiste l'aperitivo tipico milanese?
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
12/2/2010 10:05 AM
 
Quote

Re:
lucaDM82, 01/12/2010 18.44:

Dantes,in che consiste l'aperitivo tipico milanese?



oddio Luca, non è qualcosa come la lasagna della nonna.
ognuno lo fa' dove vuole, come vuole e ci beve quello che vuole.

io a casa l'ho fatto con vedova, scaglie di parmigiano e prosciutto.
(e la pasta del pranzo riscaldata con la mozzarella che filava, ma non dire a nessuno [SM=g27988] )

[Edited by E_Dantes 12/2/2010 10:05 AM]
L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,131
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
12/6/2010 5:04 PM
 
Quote

Insomma,è uno spuntino... [SM=g27987]
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
OFFLINE
Post: 16,323
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
12/6/2010 5:25 PM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 01/12/2010 12.34:

causa influenza ieri ho rinunciato all'aperitivo quotidiano e mi sono ritrovato a casa un po' prima, ma siccome a me l'aspirina da sola non fa' nulla........ l'aperitivo l'ho fatto casalingo e consumato nella cucina dove la collaboratrice stava vedendo IL TG4 ( [SM=g27993] [SM=g27991] [SM=g27993] ) perchè Fede è "tato sempatico".

beh, superato lo shock anche grazie alla vedova provo a seguire questo magnaccia (sono querelabile?)

si parla di wikileaks e in collegamento con un corrispondente de Il Sole 24 Ore da New York la domanda principale è:

"Questo Assà (ancora lo storpiamento dei nomi da 5a elementare) è: un imbecille, un farabutto o uno mandato da chissà chi?"

[SM=g27993]

ma qualcuno che questo tizio lo manda a condurre il telegiornale di telelombardia o del sito del suo unico dio?

e sarò brutale ma...... menomale che la mia collaboratrice domestica non ha il diritto al voto.





la cosa che fa più ridere a chi ormai, braccia lungo i fianchi, ha abbassato la guardia (a tratti, per il resto mi incazzo ancora, tipo stamatina ma lo dico dopo) è che pure con Assange e Wikileaks hanno messo il solito disco:
"Wikileaks? tutte balle e falsità". vogliono lasciar aleggiare (capirai con una grossa fetta di opinione pubblica come la nostra, disinformata e menefreghista, è manna dal cielo) che questo Assange sia una specie di ... opinionista.
come se quello che esce sono opinioni sue, sue chiavi di lettura...

in quasti giorni, lungi da me andare ad affrotnare un approfondimento su Wikileakse e connesse spiegazioni a chi ho intorno, per larga parte "'gnaro e disinformato", ho cercato di concentrarmi solo su un punto focale.
far capire che wikileaks non è un sito di opinioni, ma un collettore di documenti, atti e materiale vario e sopratutto VERO.

le "falsità" in questo quadro se proprio fossro, sarebbero quelle dette dai diplomatici americani.
non certo quelle dette da Assange, che infatti NON HA DETTO niente, ha solo preso e divulgato.
Wikileaks non mette in giro falsità, almeno non in modo consapevole.
Wikileaks mette in giro documenti o materiale VERO, che gli arriva di nascosto, sottobanco, grazie a una fitta e complciata rete di hackeraggio, spazi di libertà normativa in alcuni paesi e in altri no, e con grosso rischio sia di chi ci lavora sia di chi fornisce documenti.
Wikileaks è una buca delle lettere, solo un pò complicatga da approntare e anche da ..trovare.
ma non fa opinione.

spero di essere riuscito nei giorni passati a farlo capire almeno a qualcuno.

ma tanto ci sarà sempre chi crederà che pure sto Assange è manipolato dalla sinistra italiana.


dicevo che ogni tanto mi indigno ancora... di solito la mattina, anche se sono uno che connette appena aperti gli occhi (non sono di quelli che vagano per alcuni minuti), non spiccico una parola.

oggi Rai uno mattina, TG, si parla dei due episodi freschi di cronaca (non sarà una passeggiata essere marocchini in questi giorni in Italia, già me lo dicevo tra me ieri sera) e si parla prima del caso di Yara e poi... ma gustatevelo con calma questo passaggio acrobatico:
" gli investigatori hanno fermato il marocchino che stava lasciando l'Italia ma lui continua a negare ogni addebito e a dichiararsi innocente INTANTO PERO' l'altro marocchino che ha investito uccidendoli, 5 ciclisti ecc...."

"intanto però l'altro marocchino"?

ma che nesso delc azzo è? cioè hanno accorpato due notizie di cronaca in una maniera che diventa raggi X sui marocchini.

mio padre fa: "vabbè..."
ma quale vabbè a papà... sono giornalisti cazzo, la parola e ciò che cazzo significa quella parola piuttosto che un'altra, sono i loro cazzi di ferri del mestiere!

e te mi dici vabbè?
queste sopno le classiche cose enormi nascoste dietro a un'apparente piccolezza.


OFFLINE
Post: 16,131
Location: ROMA
Age: 37
Gender: Male
12/6/2010 6:22 PM
 
Quote

Wikileaks da fastidio,ovvio...altrimenti non avrebbero oscurato il sito e non avrebbero emesso il mandato d'arresto internazionale per quello là.Ma la gente è talmente anestetizzata che anche se ci fossero rivelazioni ancora più gravi,se ne fregherebbe lo stesso.
-------------------------------------------------
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare (Cantona)
12/7/2010 9:50 AM
 
Quote

Re: Re:
giove(R), 06/12/2010 17.25:



oggi Rai uno mattina, TG, si parla dei due episodi freschi di cronaca (non sarà una passeggiata essere marocchini in questi giorni in Italia, già me lo dicevo tra me ieri sera) e si parla prima del caso di Yara e poi... ma gustatevelo con calma questo passaggio acrobatico:
" gli investigatori hanno fermato il marocchino che stava lasciando l'Italia ma lui continua a negare ogni addebito e a dichiararsi innocente INTANTO PERO' l'altro marocchino che ha investito uccidendoli, 5 ciclisti ecc...."

"intanto però l'altro marocchino"?

ma che nesso delc azzo è? cioè hanno accorpato due notizie di cronaca in una maniera che diventa raggi X sui marocchini.



Ma la cosa paraddossale è che gli inquirenti hanno arrestato ad un poveraccio per un errore di traduzione nella frase intercettata......
Non riporto l'articolo perchè mi sembra oggi le comiche.
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:05 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com